martedì, ottobre 21, 2014

alle volte si svegliano



Steve Ballmer aveva descritto Linux  come un cancro che contamina tutti gli altri software
Satya Nadella  dice "Microsoft Azure (NdR aka windows 2008 enterprise con VM) ama Linux" e aggiunge dati tecnici.


evidentemente il signor Satya non e' un fesso come l'urlante pirl balmer e si e' accorto di questo

http://allarovescia.blogspot.it/2013/06/pochi-pc-usano-windows.html

Cmq ammappalo che sterzatona con freno a mano.

domenica, ottobre 12, 2014

alimentatori pc car ampli



Il web e' pieno di guide che spiegano come collegare un alimentatore da PC ad un amplificatore car stereo da usare in casa.

La prima cosa strana da analizzare sarebbe capire perché uno dovrebbe prendere un amplificatore costruito per stare in un autovettura e utilizzarlo in casa. Generalmente non è perché questo oggetto avanza, lo si capisce dal fatto che e' stato comprato appositamente o e' nuovo di pacca come modello al che è per ragioni molto particolari: La stupidità.

Un amplificatore da macchina è costruito con parametri completamente diversi da quelli da casa anche solo per una condizione ambientale, pensiamo all'umidità, alla dimensione sottile o l'alimentazione che deve essere forzosamente presa da una batteria.
Un amplificatore da casa invece sarà più facile da utilizzare, con un'estetica più gradevole e non dovrà essere a prova di urti.

Quindi perché mai utilizzare un oggetto che costruito per un altro uso trasportarlo in casa dove non è il suo ambiente?

La risposta complessa ma può tranquillamente definirsi in stupidità.

Mentre nell'uso in casa le potenze dichiarate dai maggiori nomi dell'hi-fi raramente superano il centinaio di watt per canale e ci sono parecchi amplificatori hi-fi dichiarati 20 W per canale, un nome come nad per tutti, nel campo del car i numeri sono molto diversi e assomigliano più a quelli necessari per sonorizzare uno stadio con dentro 2000 persone che ad un uso casalingo.

Il motivo per il quale la cosa è così è molteplice e si può definire sotto una serie di menate:

gli amplificatori da usare l'automobile spesso sono montati in maniera non corretta e quindi perdono la maggior parte della potenza. Anziché rifare l'istallazione spesso l'utente compra un amplificatore più grosso.

Le casse acustiche sono montate da lemuri e non suonano neppure se prese a calci. Anziché rifare l'istallazione da degli umani spesso l'utente compra un amplificatore più grosso.

Proprio perché comunque anche se li avesse davvero dopo l'istallazione i watt sono completamente spariti molte aziende impegnate nel Car audio dichiarano delle potenze impossibili da ottenersi tanto poi comunque non se ne accorgerà nessuno ed ecco le centinaia di watt dichiarati allegramente.

Sostanzialmente gli amplificatori da macchina spesso e volentieri dichiarano delle potenze altissime e siccome non le possiedono il prezzo apparirà interessante.
Alcune volte i watt ci sono ma la qualita', la qualita' quella megera sfuggente, sara' TRUCIDA. Facile risparmiare, no?

Ricordiamoci inoltre che l'alimentatore che porterà intorno ai 150-200 volt la tensione usata dall'ampli dovrà partire dai 12 V operando così un grande salto oltretutto da ottenersi dalla corrente continua che com'è noto non è possibile innalzare. Più di metà del costo della realizzazione è infatti un oscillatore per poter rendere alternata la corrente continua. Dopo di questo abbiamo un alimentatore vero e proprio.
Questo alimentatore pwm che parte dalla continua e' estremamente costoso se fatto con tutti i crismi ma per fortuna del costruttore in auto esiste un rumore di fondo piuttosto alto che copre un po' di schifezze.
È questo il motivo per cui un amplificatore da auto viene solitamente dichiarato con distorsione di un centinaio di volte superiore a quelli da casa.
È infatti abbastanza raro imbattersi in amplificatori HiFi da casa di qualunque marchio che abbiano la distorsione superiore allo 0,01% mentre è abbastanza normale vedere amplificatori car che arrivano distorsioni importanti intorno all'1%. Ma questo avremmo già dovuto saperlo visto che su questo blog si è più volte detto che gli alimentatori ad impulsi non sono amici dell'alta fedeltà salvo di salire con i costi in maniera vertiginosa.

Ecco quindi che l'animale grillinico di turno pensa che sia un'idea eccezionale avere una quantità di WATTI esagerata anche in casa e si ritrova a pensare a un trasbordo dall'autovettura al salotto.

A questo punto si ritrova con il suo amplificatore a forma di bistecchiera da 250W per canale da attaccare alla presa di corrente di casa.
Un amplificatore del genere consuma fino a 1500 W e quindi occorre un alimentatore che sia almeno di quella portata perché altrimenti non solo non avrebbe la potenza scritta sopra ma la distorsione già molto alta salirebbe incredibilmente.

Il primo passo solitamente è andare a vedere un alimentatore stabilizzato per uso audio. Solitamente si scopre che un affare del genere costa 6-800 euro e pesa 20Kg.
Nel momento stesso che vede il preventivo svanisce immediatamente tutta l'idea di risparmio che aveva nella testa.
Se facesse due conti scoprirebbe anche che un amplificatore da discoteca della stessa potenza ma dalla qualità infinitamente migliore costerebbe meno della bistecchiera con alimentatore.

Infatti quello che sta cercando in realtà altro non è che una versione più complessa dell'alimentatore che normalmente giace all'interno di un amplificatore da casa.
Il poco furbo che sta facendo il trasbordo in pratica anziché avere
un amplificatore alimentato da un alimentatore
si ritrova ad avere
un alimentatore che alimenta un altro alimentatore che alimenta un amplificatore.

In pratica si sta pensando di andare da Torino a Milano attraversando Parigi e facendo un giretto per Monaco. Oltretutto utilizzando anche tensioni, come la 12 V, che mal si prestano a simili potenze. Stiamo parlando di amperaggi che girano in un'azienda metalmeccanica di 20-30 persone.

A questo punto il nostro furbone non demorde perché la sua idea in testa è che lui e' furbo e se deve funzionare un auto deve funzionare anche in casa.
Il perché è perché la deciso lui.
A questo punto scopre, perché gliel'ha detto un amico esperto come lui, che gli alimentatori del personal computer hanno tanti watt, WATTI, la sua parola preferita. Il computer dell'amico da videogamer possiede 1000W.
Scopre anche che questi alimentatori hanno un attacco a 12 V.
L'ignorante ovviamente pensa di essere a cavallo perché ha tanti watt e soprattutto ha i suoi sospirati 12 V senza spendere grandi cifre.
Un alimentatore per PC AT da 600 W si riesce a trovare anche intorno ai 50 euro, se di qualità al massimo 80E sono sufficienti per portarselo a casa.

Ecco quindi l'idea super cavi fragili scritti che spiritosa di collegare un alimentatore da pochi soldi ma tanti watt al suo amplificatore da tanti watt ma da autovettura in casa spendendo il meno possibile.

Come vedremo fra poco è una stronzata galattica.



Prendiamo l'etichetta qualsiasi di un alimentatore PC-AT che ho in giro da 550 W

Vediamo quali sono le capacita' dichiarate
+3.3V (20A)
+5V (25A)
+12V(16A) (aka 200W)
-5V
-12V
+5Vservizi.

Il se uno sa leggere dovrebbe essere chiaro in maniera assoluta che il compito di questo alimentatore non è produrre 12 V che in un computer non sono utilizzati molto ma principalmente le due tensioni che oggi vengono utilizzate per la maggiore i 5 V che usano i vari alimentatori sparsi per la scheda e 3V che usa processore e 12 volta sostanzialmente vengono utilizzati solo per i servizi accessori come possono essere le ventole, alcuni motori eventuale amplificatori, la seriale eccetera (almeno fino a netburst).
Questo tipo di alimentatore e' concepito per stabilizzare la 5V, la 12V esce un po' come capita Perché il controllo sulla tensione viene fatto solitamente solo sulla 5.

Questo tipo di alimentatori dispone di UN SOLO switch (regolatore) che comanda un solo trasformatore con numerosi secondari, da cui si derivano le varie tensioni.

Vuol dire che se come accade nella maggior parte di guide sul come fare il collegamento non viene messo un carico proporzionalmente interessante rispetto a quello che consumeremo sulla 12 V il valore di queste tensioni sarà un grosso mistero.
Detto in soldoni se non mettiamo una resistenza che consumi almeno 5 o 10 watt sul ramo della 5 V l'alimentatore potrebbe sparare a caso. Ma questo ovviamente non viene fatto perché farebbe si non solo di diminuire la potenza numerica scritta sopra ma oltretutto sarebbe un costo energetico in euro mica da ridere.
Ma anche questo non ci permette di avere una 12 V perché un amplificatore è in grado istantaneamente di passare a consumare qualunque potenza e questo, visto che la stabilizzazione viene fatta solamente sulla 5 V, fa si che all'uscita 12 V noi potremmo avere qualunque tensione a caso tra una decina è una quindicina. Infatti ad un pc generalmente questo non è un problema ma per un amplificatore si.
Ancora vediamo che della potenza dell'alimentatore meno della metà è in grado di essere erogato sulla 12 V e comunque non tutta la potenza ufficiale. Ci ricordiamo, vero, che non è un alimentatore a 12 V?

Infine c'è la questione del RIPPLE. Questa la bestia nera degli alimentatori ad uso audio perché una minima oscillazione della tensione di alimentazione porta a uno scadimento della qualità di riproduzione mentre invece per altri usi il fatto che ci sia o meno questo oscillazione non ci può interessare di meno. Gli alimentatore ad uso pc non sono interessati a mantenere il valore di oscillazione particolarmente basso: sia la tensione che va sia alla CPU che alle VGA non viene usata "così come arriva", ma alimenta dei VRM (alimentatori) locali che la convertono in altri valori più bassi cone 1,8V o 2V e , solitamente, i VRM sono relativamente poco sensibili alle variazioni della tensione di ingresso.

Ora vi e' un'ultimo spaventone: gli ultimissimi alimentatori hanno si la lettura sulla 12 e non sulla 5V (e lascio a voi vedere quante guide hanno spiegato come distinguere i 2 tipi) che sembrerebbe vantaggiosa ma in realta' ma spesso vi e' una serie di secondari SEPARATI ma uno solo viene letto. 

Corollario 1: se collegate solo un “rail” come consigliato dagli espertoni della guida avrete un massimo di 20A (240W) anche se l'alimentatore e' da 1000W.
Corollario 2: se becccate il rail sbagliato avrete lo stesso problema dell'alimentatore che stabilizza la 5V.
Corollario 3: se siete cosi' fuberrimi da collegare insieme le due/3/4 rails con un carico audio rischiate di innescare dei rinning e sarebbe meglio metterci un po di roba come diodi&c per evitare il fenomeno.
Corollario 3a: alcuni alimentatori hanno i rail gia' messi insieme, ottimo per una lampadina o un PC meno bene per un ampli.



In pratica un alimentatore da personal computer ha queste magagne se utilizzato ad uso audio

1) non e' stabile sulle improvvise salite
2) la 12V e' secondaria e alcune volte non stabile rispetto alla 5V.
3) per usarlo correttamente va modificato il ramo 5V o comunque non deve essere scarico.
4) per un ampli con un out da 250Wx2 deve essere in grado di erogare 1500W e se usi il solo ramo 12V senza riprogettare il 5V devi comprare un alimentatore targato 2500W ALMENO.
5) fatto cio' hai un risultato pessimo e NON HAI RISPARMIATO rispetto ad un ampli da casa.


In alcuni casi, alla lunga, si puo' guastare alche l'ampli per stress dei condensatori del survoltore.

Gli alimentatori per uso audio HiFi sono fatti diversamente e sono in genere non switching.

Collegare un alimentatore uso PC as is ad un ampli vuol dire essere stolti.

Se uno ci scrive una guida e' generalmente un ignorante.



PS
 un alimentatore da pc cinese da 1700W costa 350E  e di marca da 2000W (es HP)  1500E mi dovete dire dove sta la convenienza visto che un accrocchio siffatto comunque sia suonera' da schifo rispetto ad un'ampli da pochi soldi.

sabato, ottobre 11, 2014

MSoffice 2013

 MSoffice 2013, primo impatto.

Non ho mai nascosto il fatto che Microsoft non mi piacesse.
Perché non mi piaccia ovviamente non era / e' fine a se stesso come molti fanboy a cui piace un marchio o ne disprezzano un altro perché concorrente di quello che a loro piace eccetera.
Non mi sono mai piaciuti perché non hanno mai avuto in mente il cliente ma loro stessi o alcune loro decisioni. Anzi alcune decisioni non portano neppure vantaggi a loro stessi: e' spocchia pura!


Con questo non voglio dire che le altre case, di qualsiasi oggetto o prodotto, siano dei santi (anzi!) ma un minimo sindacale ci vuole.


Non avevo mai installato Office 2013 Per il motivo che spesso negli utenti aziendali meglio mantenere lo stesso look per tutti e dalla versione 2007 è un problema il fatto che continuano a spostare i comandi, a breve per stampare dovremo schiacciare almeno 15 tasti oppure cercarlo in qualche barra perché ci toglieranno persino il ctrl+P. 
E' molto figa la nuova finestra per stampare ma ha un GROSSO ENORME COLOSSALE difetto: non ci azzecca un cazzo con windows7 e nessun'alto programma la usa. Sembra di essere tornati all'epoca di ms dos che ogni programma fa la sua interfaccia alla cavolo suo. Beh allora windows diventa inutile, no? Torniamo all'epoca pre-GUI!
E' la nuova moda: firefox ha un' interfaccia idiota che e' persino piu' stupida di chrome, thunderbird per non essere da meno pasticcia eccetera.
Allora in MS si devono essere detti: li battiamo tutti! Facciamo in'interfaccia che per fare qualsiasi cosa devi almeno fare 5 click e ravanare per ore per le fn complesse. Il primo che sento ancora dire che Gimp ha un'interfaccia non standard o difficile lo porto dai grillini cosi' che gli sputano in testa. Con questa escalation fra un 5 o 6 anni, dopo office 2020, definiremo semplice ed integrata anche l'interfaccia di blender.


Adesso arrivata questa novità che se tu attivi un programma, che hai pagato, sei costretto a fare una e-mail presso di loro.
Sono dei drogati?
A chi registro il microsoft account di office home&BUSINESS?

Non posso registrarlo con i dati dell'utente dato che potrebbe abbandonare l'azienda, ma l'office, essendo un bene aziendale, rimarrebbe.

Non posso registrarlo all'azienda, perchè per la registrazione del Microsoft account, sono richieste informazioni personali di una persona fisica.

Non posso registrarlo a me perché l'azienda finale dovrebbe poi conoscere i miei dati.

Non posso registrarlo all'azienda finale anche perché quando arriva in azienda il computer deve essere già abilitato e funzionante altrimenti faccio la figura di quello che non sa lavorare.

Non sarebbe il caso di registrarlo in questa maniera, su di una account, perché essendo una e-mail che non varrà mai utilizzata, l'ennesima registrazione inutile, l'account verrà perso e quindi di conseguenza sembrerebbe, stando al loro sito, che verrebbe smarrita anche la possibilità di reinstallazione (poi vedremo come si puo' parzialmente ovviare).

Sostanzialmente se uno non è un fanboy Microsoft sembra un delirio.


Quindi da qui la mia domanda:
Quanta droga hanno preso in più del solito quelli Microsoft? Distribuiscono cilum aziendali?


L'installazione e' altrettanto divertente.
Potete usarla quando siete dal dentista e non immaginate qualcosa di meno piacevole. Ecco potete pensare di essere in un posto migliore di colui che deve installare office 2013.
fase1
Aprite un sito e andate alla sottopagina necessaria.
https://officesetup.getmicrosoftkey.com/
Mettete dentro le 25 noiosissime cifre in un sito (aka dovete essere per forza online) Una roba che un pc fa in 0,02secondi. Ma solo perche avete un ping basso. Invece lo dovete fare A MANO. Eta' della pietra.
Vi richiede di farvi un'account MS (echissenefrega di averlo!) chiedendovi, rubandovi, dati personali.
Questo processo una volta completato dopo 20 secondi di “attendere prego” (anche no, grazie) sforna un piccolo .exe che contiene quello che a LORO serve.

Fase2
Lanciate il coso che non manchera' di farvi delle, troppe, domande idiote e affermazioni bizzarre:
Lo sai che abbiamo onedrive? 
NON ME NE FREGA UN CAZZO, lo so e dopo averlo provato quando si chiamava diversamente dissi “mai piu'”. BASTA CHE FAI SVELTO!

Volete lo sfondo con gli alberi? 
NON ME NE FREGA UN CAZZO DEGLI ALBERI BASTA CHE FAI SVELTO! 
Se volevo uno sfondo alberato e le figurine con i cuoricini avrei comprato un album di hello kitti non un foglio elettronico! Che idee avete, incollare una decina di peluche rosa sulla lambo nera comprata con i miei danari? State prendendo in giro la comunita' gay?

Volete vedere occupando banda e tempo una puttanata su quanto e figo il nostro fetido programma? Lo sai vero che e' GIA' stato venduto? NON ME NE FREGA UN CAZZO della vostra pubblicita'. BASTA CHE FAI SVELTO!

Adesso faccio il download attendete prego.... e ci mette almeno 10 minuti su di una connessione aziendale (quelle con cui ti mettono un cisco...)

Nel frattempo, prima di iniziare a fare il down, una macchina identica a fianco aveva finito di macinare un .bat che installava:
openoffice,
thunderbird
firefox
chrome,
vlc,
java,
adobe reader,
Gimp
pdfcreator
e un'altra decina di nonnulli.


Fase 3
inizia lo scaricamento e l'installazione, finalmente senza piu' domande e ci mette fra una cosa e l'altra 25 minuti su un athlonazzo.
Il riquadro di informazione intanto non si aggiorna in almeno meta' delle install e sembra che si sia inchiodato ma e' vero “solo” al livello estetico. Basta cliccarci sopra per svegliarlo e ti informa che ha finito. Ti stava solo facendo uno scherzo! Che simpatici!
In un install dice pure che sono un porco schifido pirata e non ho diritti!
Viene fuori che non sono l'unico ed e' solo perche il sito https://officesetup.getmicrosoftkey.com/ quando infili la key, che non e' una key ma la richiesta di key monouso che e' meglio che la stampi la key facendo finta di voler usare un cd, che puoi scaricare la ISO da medesimo sito se pensi di averlo perso, altrimenti la tiene segreta, perche in caso di reinstall potresti aver perso la tua licenza....
Vi siete persi, ok, pure io, ma non so come altro raccontarlo senza metterci 3 pagine.
Comunque dicevo il sito mette l'elenco delle licenze in tuo possesso s a caso sulla schermata senza dirti a quale numero di key monouso corrisponda. Ovvio che potrai riuscire ad installare piu' volte la stessa anche non volendo. Allora l'indianina (questa volta era una gentile) al servizio clienti ti spiega il trucco.
In pratica solo entrando nelle sottopagine della singola licenza questa appare e non ci azzecca nulla con il numero della KEY monouso.


Ora questa e' porcheria, non so come definirla altrimenti.


Qualcuno mi ha detto che siccome su di un prodotto BUSINESS esiste la postilla home dovrei usare o il multilicenza o la versione superiore.
Capiamoci, si usa office solo perche l'utonto medio vuole che il word sia word. Se un domai MS dovesse chiamarlo wipppo sarebbe un problema. Qualcuno fa lo sforzo di usare eCCel, ma solo per avere le colonne non sapendo usare le tabelle in word.
La versione superiore e' solo uno spreco visto che per i database gli utonti non lo usano: dicono che e' molto meglio un foglio di calcolo di un database.
Si narra che Larry Ellison ha degli incubi nei quali arriva un ragioniere e gli chiede di esportare TUTTI i dati di un DB EE da 4TB in excell “perche' cosi' e' piu' comodo”.
Inoltre le versioni multilicenza hanno il danno di essere a gruppi da 5 ma piu' convenientemente da 10. Un un'azienda piccola, la realta' italiana, ha magari bisogno 8,9 o 11 licenze. Mi capite che e' un problema. Se poi a posteriori dovete aggiungere una licenza? NEIN sempre a gruppi di 5. Io avevo bisogno di 7 licenze, cosa facevo? 10 e via? Come il prosciutto, due fette in piu' signora?
Fra una cosa e l'altra le licenze avrebbero rasentato il doppio del prezzo, fanculo.


Sinceramente io non mi ricordo di aver avuto così tanti problemi come con la suite di Microsoft.
Quando usavo Lotus 123 e word star Vedevo arrancare la gente con le prime versioni di Office di Microsoft e sinceramente non capivo perché comprassero o rubassero una cosa del genere che quando andava bene per passare da una pagina all'altra ci metteva una decina di secondi buoni. Quanta droga dovevano fumare i clienti per oziare cosi' tanto.
Nel passare un sistema operativo 32 bit, OS/2, dove cominciai ad utilizzare il describe che mi dava l'opportunità di non utilizzare piu' un secondo programma per dare un'estetica WYSIWYG, la gente intorno si arrabattava ancora con degli affari che quando andava oltre qualche pagina di testo ci volevano 15 minuti per mandare stampa quando sul mio PC era una cosa da pochi secondi. (nota: describe, come molti programmi si OS/2, fa il render della pagina in backgound percio' ancora oggi e' molto piu' veloce non imponendo la finestrella “sto stampando”)
“Che computer veloce che hai!” mi dicevano. 

Tu provavi a spiegare che non era il PC, essendo uno schifo rispetto al loro, e allora ti comunicavano estasiati
“Che computer veloce che hai! che processore ha?”

Usai anche la suite di IBM e devo dire che mai fu scritto un software per l'agenda cosi' veloce e semplice da usare. Per gli appuntamenti lo usai per anni senza mai vederlo inchiodato.

Quando fui obbligato dal programma di contabilità scritto da un branco di scimmie a passare a XP la prima cosa che feci fu passare a Star Office che costava all'incirca un 1/15 di MS e che per quanto mi riguardava faceva tutto quello che serviva a me. Quando poi diventò open divenne presente su tutte cinque le macchine aziendali mentre vedevo colleghi che continuavano ad avere problemi.
Ho visto gravi problemi di incompatibilità tra varie versioni Microsoft office, salvataggi illeggibili anche dalla stessa versione ma con upgrade diversi e malfunzionamenti cronici...
Ho visto chiedere più volte l'accettazione della licenza senza che poi venisse accettata per davvero perché al riavvio della macchina bisognava accettarla nuovamente.
Ho visto, anche sul mio PC, dare del pirata all'utente pagante perché il sistema operativo aveva magari caricato un Service Pack.
Ho visto interfacce nuove che per fare gli stessi compiti ci si mette il doppio o il triplo del tempo con un numero di clic spaventosi.
Ho visto che l'assistenza tecnica non esiste, mai esistita, perché al telefono non rispondono. Neppure Samsung fa cosi'. (la migliore e' NOD, basterebbe questo per essere il miglior antivirus!)
Ho visto l'istallazione problematica per via del controllo, per essere sicuri che non siate dei pirati. In pratica i pirati possono metterci anche metà del tempo di installare e non hanno effetti collaterali.
Ho visto che i pirati adesso sono ancora più favoriti possono installare il software in 1/10 del tempo




Evviva le alternative.
Nessuno dei programmi che io ho mai provato, che ho installato, presso utenti che volevano provare qualcosa di più facile e meno impegnativo economicamente ha mai prodotto tali risultati negativi.
Qualcuno può dirmi che la programmazione in Basic integrata in Excel può essere migliore di quella dei concorrenti. Posso anche crederci. Così come io stesso dico che Access è decisamente migliore della concorrenza. Però inutile avere un Lamborghini nel boxe se poi quando giri la chiave non parte perché ti dà del pirata oppure esplode.
Ecco, questo il motivo per cui non ho mai utilizzato se non obbligato (per esempio perché ho trovato installato nel pc che ho trovato su quella scrivania) Microsoft office.


Penso che ora ai miei clienti spingero' molto piu' OO che per esempio non si dimentica di avere una licenza pagata dandomi del pirata di tanto in tanto (una vecchia developer che uso solo per access, gli MDB) mentre la scatola se la ride nascondendosi dietro l'ombra dei molti soldi che spesi. Spero che un domani qualcuno emuli i report di quel bidone.


Inoltre e' una questione tecnica perche' essendo una licenza OEM DEBBO CONSEGNARE UN PC FUNZIONANTE e GIA' ATTIVATO.
Al cliente non interessa di tutto questo, gli sembra solo che io non sappia fare il mio mestiere e non posso dire certo che e' qualcun altro che non lo sa fare.
Dai, vediamo se il cliente vuole provare l'ebrezza di qualcosa di nuovo che non sposta i tasti ad ogni versione (ci manca poco che mi telefonino per chiedere come si salva) e che rende difficile la vita ai clienti e facile ai piratoni.
Forse state dicendo che bisogna comprare la licenza ma per installare bisogna crackare? probabilmente e' piu' veloce e meno problematico.


Poi mi chiedono perche' microsoft e' per me bassa qualita'.


domenica, ottobre 05, 2014

immagini NON di subwoofer

siccome oggi chiamano subwoofer qualsiasi cosa sia un altoparlante vediamo che aspetto puo' avere un subwoofer.
Chi ha comprato il solito coso da 8cm da vecchio in ospizio e cassa in pangrattato ma con scritto sopra 10.000Watti (o erano piCsel?) e dal vomitevole punch idoneo solo ad un tossico strafatto e' pregato di non  proseguire nella lettura. Potrebbe scoprirsi grillino e non vorrei avere il suo siucidio sulla coscienza

I dementi del car audio generalmente parlano di una cosa che chiamano watti (con la i in genere).
Ne hanno una conoscienza approfondita come i grillini conoscono i pannelli solari che tanto citano...



Cosi' ovviamente, il consumatore detta le leggi, i costruttori di altoparlanti si sono adattati a queste favolose richieste.


In primis il WATT:


aumentare i watt vuol dire aumentare il traferro: aumentando il quale diminuisce l'efficienza.
Occorrono piu' watt per lo stesso suono!


aumentare i watt vuol dire che la bobina si sposterà parecchio avanti indietro avendo così necessità di una lunghezza superiore
Occorrono piu' watt per lo stesso suono!

aumentare i watt vuol dire bobine piu' pesanti.
Occorrono piu' watt per lo stesso suono!

aumentare i watt vuol dire piu' rigidita' ovvero piu' peso.
Occorrono piu' watt per lo stesso suono!

aumentare i watt vuol dire aumentare la ventilazione
Occorrono piu' watt per lo stesso suono!


Alla fine fanno un altoparlante da 15" (38cm) che ha tutte queste caratteristiche per arrivare a dissipare 4000W per davvero.
Ce ne sono diversi (anche da 10") e di diverse marche e prezzi ma hanno in comune:
l'elevato wattaggio (per il bimbominkia un vantaggio!) dai 2500W in su
L'elevato peso (per il bimbominkia un vantaggio!) dai 20Kg ai 60Kg
L'elevata escursione (per il bimbominkia un vantaggio!) che portera' a grande distorsione.
L'elevato prezzo (per il bimbominkia un vantaggio!) dai 500E ai 2.000E
L'elevato peso dell'equipaggio mobile e la necessita' di un doppio o triplo spider (per il bimbominkia un vantaggio!) che porteranno a fastidiosi rinning e ohm negativi.

Cosi' vi presento uno dei masterpiece: orion hcca 152.
Orion ha fatto fra i migliori ampli da auto con rimorchio (dove e' il generatore).





Come vedete la bobina e' grande quasi come il coso. Sembra un tweeter con una sospensione troppo grossa.
Peso 31Kg
Pmax 4000W (aka  quasi 6 CV)
prezzo 799E in italia.


Vediamo se le cose spannometriche mi danno ragione.
prendiamo il manuale dell' hcca

http://www.orioncaraudio.com/hcca-series-subwoofers-/27-hcca152-15inch-dual-2ohm.html

2 cose
1)  un cono cosi'  pesante e' affetto da rining (ad alcuni piace perche sembra esserci pi' roba ma e' distorsione) e solitamente e' buono fermarlo molto piu' sopra (40-50Hz: consigliato anche dal produttore.).

2) e' sordo come una campana rotta (79dB)

Un subwoofer (all'epoca si chiamavano superwoofer) serio del 1959 della EV (mica pizza e fichi) arriva a fare 100dB a 60Hz, oppure 94@20Hz CON 1 (UNO)W.

A questo bidone per fare lo stesso suono occorrono 120W. E non riesce neppure a scendere a 20Hz, neppure a 30 e neppure a 40 se vogliamo un buon risultato.


Questo vuol dire che al vecchio ma buono electrovoice con 60W non solo faceva esplodere i cristalli dell'auto (sempre che si riuscisse ad infilarlo dentro) ma che al poveretto HCCA l'alimentazione non basta mai e che per farlo funzionare allo stesso volume l'unica strada e' avere un generatore a gasolio da 200Kg infilato in auto vanificando la possibilita' di un ascolto HiFi.

Gia' perche per produrre 4KW ne occorrono 8. Se il resto dell'impianto e' fatto alla stessa maniera ne serviranno 15. Poi siccome do per scontato che non sia un tono continuo occorrono almeno 8KW che sono ingestibili da un'impianto automobilistico.

non ci credete?
Prendiamo un apli dello stesso costruttore XTR2000.2 che al massimo tira fuori 2000W richiede un consumo di 300A a 14.4V furbetti (ovvero consuma, giustamente, 4500W) e a 12V se riesce nel recupero 360A almeno. Solo per il subwoofer, altrettanto per l'impianto.
Un po come dire che il modo piu' semplice per farlo funzionare e' questo.


Con dentro un mase a gasolio da 1000cc.


Dimenticavo, qualche mentecatto ne monta 4 di questi cosi (16KW in ) e necessita quindi di 800Kg di generatore.



La domanda ovvia e': Perche lo fanno?

Be' in primis orion fa gli ampli piu' potenti del mercato e un coso che beve W come noccionine vuol dire vendere un 2500W da 800$ anziche un 30W da 80$.

Poi questo tipo di altoparlanti sono fortemente voluti dai peones ai quali non importa quanto e come suonano ma che abbiano "watti". Cosa siano i "watti" poi non lo sanno.

Sempre ai peones non importa dei bassi perche' ascoltano musica povera (rap o house) che quando va bene scende a 60Hz. L'effetto pompa nei mediobassi e' cool i bassi sono out.

Infine ci sono i mentecatti delle "gare" spl.
I regolamenti che ho visto consistono in questo:

Metti un CD
misura quanto casino con un fonometro.
fine.

Ovviamente della risposta in frequenza, distorsione, scena stereofonica... nulla interessa.
Potrebbe esserci un petardo che non fa differenza... ed infatti e' espressamente vietato perche non sarebbe che misurato come "musica" una decina di raudi che esplodessero casualmente sotto un sedile.

In questa casistica un simile altoparlante montato in un bass reflex errato, senza coimbentante e con un tubo molto rumoroso non sarebbe negativo ma un esagerazione a 100-120Hz, un tubo relex che ansima come una balena con la polmonite e un rimbombo che pare un'eco sono tutti dB.
In pratica non e' piu' un altoparlante ma e' un'eccitatore di disturbi che causano tanto rumore ben segnato dal fonometro.
Una boom box per sordi.


Poi ci sono quelli che hanno come scopo ascoltare la musica e vogliono i bassi. Questo non e' il loro prodotto.

venerdì, ottobre 03, 2014

immagini di subwoofer EL PIPE-O

 siccome oggi chiamano subwoofer qualsiasi cosa sia un altoparlante vediamo che aspetto puo' avere un subwoofer.
Chi ha comprato il solito coso da 8cm da vecchio in ospizio e cassa in pangrattato ma con scritto sopra 10.000Watti (o erano piCsel?) e dal vomitevole punch idoneo solo ad un tossico strafatto e' pregato di non  proseguire nella lettura. Potrebbe scoprirsi grillino e non vorrei avere il suo siucidio sulla coscienza.




Il pippero, come lo chiamo io in salsa eliosa, e' il parto dell'ennesimo malato mentale dell'hifi.

Un genio e' per forza un malato di mente altrimente ucciderebbe tutti che osano chiamare subwoofer una cuffia ma soprattutto un malato di mente non diverrebbe un serial killer quando uno afferma che la samsung o la LG producono amplificatori audio.

Gia' perche' costui non e' solo uno che pensa che l'unica via sia una classe A a mosfet ma e' davvero convinto che tutti debbano avere in casa un classe A da minimo 40Wch, un affare da almeno 15Kg.
Tanto convinto della cosa da pubblicare gli schemi delle sue creazioni e spiegare come vadano costruiti e perche'!
Non e' da tutti insegnare.
Nelson Pass non solo produce casse&ampli ma pubblica molti schemi, formule e accorgimenti utilizzabili per assemblare mostri allo stato solido.

Alcune delle sue follie, come un subwoofer infrasonico -2dB 20Hz costruito con il tubo utilizzato per la colata del cemento e' veramente divertente.




  Hai letto le specifiche che dicono "risposta utile: 20 Hz - 20 KHz" e si sa che la parte 20 Hz della questione è esageratamente ottimista. 
 Il raggiungimento di frequenze molto basse a livelli di potenza ragionevole non è un lavoro facile; l'impedenza acustica diminuisce con l'inverso del quadrato della frequenza. 
In pratica ,i l  woofer e loro casse devono essere molto grandi per riprodurre correttamente l'ottava più bassa. 
Anche quando si compensa con equalizzazione e più  potenza, per raggiungere le prestazioni ci scontriamo con  le escursioni e tenuta in potenza  che un piccolo cono soffre in  un piccolo box.
 Le dimensioni contano.

 

E cosi' capite perche' e' un genio:
In 2 parole non solo vi ha comunicato la sua frustrazione e il fatto che i dati sono palle. Ma vi ha anche spiegato perche i woofer devono essere enormi senza scampo.
Tutte cose che ho detto ma ci ho messo 49 post e in maniera non cosi' elegante.

In realta' non volevo mettere questo sub nella sequenza ma 2 giorni fa volevo accordare un vecchio wf e mi e' tornata in mente questa cosa. Leggendo Nelson e' come farsi portare per mano anziche' trovare la strada.


 https://www.passdiy.com/project/speakers/the-legend-of-el-pipe-o

martedì, settembre 30, 2014

immagini di subwoofer wawecannon

del signor amar bose si puo' dire tutto.
Era un grande fisico e faceva altoparlanti stupendi.
Era un grande commerciale e vendeva schifezze a chi le chiedeva a gran voce.
Era un professore del MIT (mica a gallipoli)
Era sicuramente un genio

Cosi' fece quel coso che vedete in foto negli anni 80
Ora, vederlo cosi sembra un cosino cinese dei soliti, piu' o meno reflex e piu' o meno grandi.
Lancio' la moda dei bazoka che pero' non ci assomigliavano per niente.
Il perche' e' banale: questo non e' un cosino reflex da bagagliaio ma una gioiosa guida d'onda che nella versione che vedete (quella piccola) e' lunga solo QUATTRO METRI.

4000*35cm circa.
Vi assicuro che negli anni 80 era un UFO.
non e' carino?



Frequency Range
25Hz – 125Hz (±3dB)
Nominal Impedance
8Ω
Maximum Acoustic Output
109dB-SPL
Sensitivity (1W, 1m)
84dB-SPL
Long Term Power Handling
300W
Recommended Amplifier Power
600W
The maximum acoustic output of the bass
enclosure shall be 109dB-SPL from 25Hz
to 125Hz, with measurements referenced
to a full-bandwidth pink noise input at
1 meter at the enclosure’s rated power.
Its power handling capacity shall be
300 watts continuous, referenced to IEC
noise for 100 hours

sabato, settembre 27, 2014

immagini di subwoofer del 1959

siccome oggi chiamano subwoofer qualsiasi cosa sia un altoparlante vediamo che aspetto puo' avere un subwoofer, oltre al solito mitsubishi-diatone.
Chi ha comprato il solito coso da 8cm da vecchio in ospizio e cassa in pangrattato ma con scritto sopra 10.000Watti (o erano piCsel?) e dal vomitevole punch idoneo solo ad un tossico strafatto e' pregato di non  proseguire nella lettura. Potrebbe scoprirsi grillino e non vorrei avere il suo siucidio sulla coscienza.


Nel 1959 EV (electrovoice) decise che per i bassi occorrevano woofer che scendessero in maniera decisa.
20Hz -6dB.
obbiettivo mica da disprezzare, no?
Il cono offre una sopportazione di potenza di 30W continui e 60 per 8 ore continue conun segnale discontinuo con variazione di 6dB. Precisi nel dare i dati tenuto conto che sto leggendo uno scritto del 1959.

Con 1W produce 100dB a 60Hz, oppure 94@20Hz.
Quanti sub  possono dire la stessa cosa e soprattutto senza bersi 400W almeno?

Il magnete e' allo stronzio che nella prodzione di molti costruttori non e' mai arrivato se non nelle cuffie.
Un masterpiece che alcuni ascoltano ancora con piacere dopo 55 anni. Perche' non e' un balubino cinokoreano che domani e' vecchio.

Forse agli ignavi che aquistano marchi senza ricerca e storia  come inno-hit, samsung, auna, kraun, mediacom, empire eccetera non dira' nulla ma questi signori nel 1970 avevano inventato e vendevano il sourround (all'epoca quadrifonia) e tutt'oggi nel professionale sono un mito.

Se acoltate un concerto di qualcuno che e' tosto, mica un pompailpippero qualsiasi, e' molto probabile che gli altoparlanti siano EV.





Oggi EV e' uscita dal mercato consumer e fa solo roba PRO.
Perche?

"vorrei, casse, hu!"
"ecco una coppia di EV risposta in f favolosa e un B4 come si deve!"
"ma io vorrei un sub in hd da 1200W almeno!"
"eccole uno Scono-sciut con scritto HD, 1200W, low fire, diamond sound, 8 casse e telecomando"
"beeee beee beeeello. Ho visto pubblicita' su "macho oggi", ho anche il citofonino uguaglio!  godo, ha anche i LED! Firmo l'assegno!"



mercoledì, settembre 24, 2014

bifolco napoletano


In uno Stato civile ci sono delle regole. Alcune di queste regole possono essere opinabili come ad esempio i limiti di velocità autostradali, altre possono essere assurde altre ancora poco simpatiche ma necessarie come le tasse.

Rimane sempre e comunque il fatto che molte di queste regole, la maggior parte di quelle di base, siano regole generalmente accettate per poter costruire una società civile che funzioni.

Con società civile intendo quello che è il mondo occidentale al quale alcuni di noi sono abituati dotato di ospedali, strade e la possibilità di attraversare la strada senza venir rapinati.

Perché al di là di quello che può dire qualche invasato la possibilità di conservare i propri averi e poterli quindi investire permette la creazione di cose nuove come farmaci o computer. La possibilità di vivere tranquilli senza che la propria fidanzata venga malmenata mentre va a messa ci permette di concentrarci su cose come possono essere leggere un libro o inventare qualcosa di bello.

La società moderna permette un tenore di vita assolutamente ad altissimo livello soprattutto se lo confrontiamo a zone del mondo come il Congo.

Queste cose ovviamente valgono fino che vale l'idea che la popolazione voglia vivere in questa maniera. Se invece una percentuale consistente della popolazione pensa che vivere mangiando per terra con le mani urlando come scimmio sia una buona soluzione e che la vita migliore possibile sia quella della sierra Leone tutta la zona avrà dei problemi.



I napoletani è una vita che ci raccontano di essere diversi dagli altri e nel loro racconto fanno intendere che sono migliori degli “altri”: in genere si raccontano come geniali nel truffare, svicolare, ghermire e infrangere la legge.
Ovviamente sarebbe utile che queste persone che intendono vivere in codesta maniera non vengano messe sotto sotto lo stesso tetto di quelli che vogliono vivere come classico signor Brambilla. Ed invece purtroppo è così.
Per questo motivo a Napoli esistono forze dell'ordine che dovrebbero far sì che la quantità di furti, scippi eccetera nel napoletano dovrebbe diventare inferiore a quella di Pont-Saint-Martin. Purtroppo abbiamo visto che la popolazione invece intende pensarla diversamente.



I fatti:
Uno dei fessi che dovrebbe far rispettare le regole si trova alle tre di notte ad inseguire un motorino con sopra 3 (TRE!) esagitati senza casco perché ha forzato un posto di blocco (oppure e' fuggito all'alt non cambia). La motoretta si stampa su di un'auto (o su un'aiuola spartitraffico). I tre cercano di darsi alla fuga: il primo ci riesce, il secondo dopo una breve collutazione viene preso ed il terzo viene ucciso da un carabiniere.

Si verrà a sapere a posteriori che:
alla guida vi era un ladruncolo,seduti dietro un'evaso e un 17enne.
Il motorino non era assicurato



Questi i banali fatti che in uno stato normale sarebbe passata come notizia secondaria mentre forse in Texas si sarebbero meravigliati che il motorino non fosse stato crivellato di colpi.


Vediamo di capire il background dell'incidente, napoli:
una città dove l'illegalità e' diffusa,
Dove ci sono pistolettate a tutto spiano,
Dove girano fiumi di droga
dove le ragazze sulla spiaggia con il moroso sono violentate sotto la minaccia delle armi da fuoco,
Dove La delinquenza gioca a fare il tiro al carabiniere.
Dove i delinquenti hanno provato a costruire delle auto blindate da usarsi ad ariete sui posti di blocco
Dove nello stesso giorno una ragazza veniva scippata e ridotta in fin di vita.
Dove mentre scrivo un tabaccaio e' stato centrato dai proiettili di un rapinatore
Dove, insomma, chi ha problemi di legge e' ARMATO E USA SPARARE.

In uno stato normale si sarebbe un processo al carabiniere per andare a controllare che abbia agito nel giusto o meno. Nel secondo caso è cosa buona e giusta che venga messo in gattabuia.
È una regola banale: chi ha sbagliato paga.

Invece sta succedendo una cosa molto strana: Sembrerebbe quasi che l'incidente sia colpa del carabiniere.
Molte persone protestano contro il carabiniere.

Sul fatto che lui abbia sparato, e sul fatto magari che vada punito per questo, possiamo anche essere d'accordo. Non sono assolutamente d'accordo sul fatto che l'incidente sia colpa del carabiniere. L'uccisione del diciassettenne non è semplicemente figlia di un poliziotto ramboide: se avesse intimato a me l'ALT nulla sarebbe capitato.

Logica:
fatto>conseguenza
i fatti raccontano tante cose che insieme potevano portare all'ovvieta' raggiunta.



Vediamo alcune cose che hanno detto o riportato i giornali.

il fratello della vittima, Tommaso, ha dichiarato apertamente che è la Camorra a proteggerli e non lo Stato
Tommaso è uscito all’aperto e si è presentato davanti telecamere e cronisti per ingiuriare le forze dell’ordine

Aspetta aspetta il fratello Tommaso e' agli arresti domiciliari.
La regola impone per uno agli arresti domiciliari di non parlare con nessuno e di rimanere all'interno della propria abitazione. In caso questa regola non venga rispettata scatta immediatamente il passaggio dai domiciliari al carcere vero come del resto succede in posti normali come Bergamo
invece questo signore qua non solo esce di casa ma indice una conferenza stampa.
E NESSUNO LO METTE IN GALERA!

Tommaso ha 32 anni ed è agli arresti domiciliari perché a giugno del 2013, insieme ad altre 7 persone, è stato accusato di far parte di una banda che avrebbe messo a segno almeno 13 furti in appartamento, tra Napoli, Caserta, Salerno, Avellino e Benevento.
Diciamo che forse Tommaso è protetto dalla camorra visto il lavoro che fa è un po' come dire che il concessionario ha un buon rapporto con la Fiat. Oltretutto manco sa parlare in italiano fluente, quindi non e' neppure andato alle elementari. A Napoli non ci sono le elementari?
I giornali non dovrebbero aver riportato queste cose come dette da una brava persona che si sente protetta dalla camorra ma dovrebbero sottolineare, al limite con ironia, che forse uno che fa il ladro ed è stato beccato non è propriamente un cittadino modello.

“Il morto ha un fratello camorrista che evade dai domiciliari per protestare contro lo stato. I carabinieri lo lasciano stare perche' e' evidentemente incapace di intendere.”
Questo e' un titolo.


Il padre dice:
Ora ci accusano anche di essere vicini alla camorra perché tutti vengono a portarci le loro condoglianze: che devo fare?

Forse questo capita perché tuo figlio ha detto per ore di seguito che la camorra e' meglio dello Stato? Quello che devi fare prendere a sberle tuo figlio, al limite.




Le curve del San Paolo ricordano Davide Bifolco, il 17enne morto in seguito a uno sparo partito dalla pistola di un carabiniere al Rione Traiano. Un lungo striscione sotto la curva B recita: "5 minuti di silenzio per Davide". Anche la Curva A ha omaggiato Bifolco con uno slogan: “Che questo gesto non resti impunito, giustizia per Davide”

A mio giudizio riportare queste cose senza sottolineare che l'unico motivo per cui possono essere successe e perché queste due curve sono piene di ladri, assassini, truffatori e quant'altro è un attimo bizzarro. Perché se sicuramente il gesto del poliziotto deve essere punito in qualche maniera dipendente dalla gravità della sua azione è pur vero che quella è stata solo l'azione finale di un dramma iniziato molte ore prima.


Ma vediamo cosa dice il terzo incomodo del sellino dal motorino (il fuggitivo).

"Sono considerato latitante perchè ho evaso i domiciliari.”
“Così non è vivere. Io ho paura. Sono un ragazzo di 23 anni e mi piace uscire. Non sono un latitante come vogliono far credere.”
"Non sono un latitante, sono scappato perché il motorino non aveva assicurazione"

MADDAIIiiii!
Aspetta, fammi capire perché qualcosa non è chiaro. Lo Stato anziché mettere in galera un piccolo stronxo ti fa il favore di poter stare a casa tua e dormire nel suo letto a patto che tu non metta il naso fuori. È una punizione. Il fatto che tu ami andare in discoteca o semplicemente passeggiare fra i boschi con la fidanza è un diritto che non è hai più in quanto lo hai perso. Sicuramente la galera non è vivere: e' una punizione. Nel momento che ti beccano a non essere più agli arresti diventi un latitante, cioè uno che non si sa dove si trovi.
Quindi il rincoglionito non sa neppure l'italiano perché nel momento stesso che mette fuori il piede di casa è automaticamente un latitante.
Non è che vogliono far credere che tu sia un latitante, sei un  latitante.
Nonostante ciò tu dici di essere fuggito perché non avevi l'assicurazione del motorino che possono controllare senza fermarti?
Ma quante palle riesci a dire un una sola frase?
E poi i giornalisti che non gli ridono in faccia. Come fanno a intervistarlo rimanendo seri

Io immagino che la frase “mi piace uscire” potrebbero ripeterla la tutti i carcerati italiani, cavolo sto dicendo, tutti i carcerati dell'universo.



La salma del 17enne è stata accolta con un lungo applauso nella chiesa di Maria Immacolata della Medaglia Miracolosa al suo funerale.

Scusate ma che caspita di notizie sarebbe?, soprattutto che tipo di titolo sarebbe per un giornale?
Cominciamo a fare giornalisti e chiederci perché all'arrivo del cadavere di uno che è stato ammazzato da un carabiniere bisogna applaudire:
la prima che mi viene in mente e che in vita fosse un mecenate delle arti, un grande ricercatore, l'equivalente locale di santa Maria Teresa di Calcutta o altro del genere. Ma avendo 17 anni penso proprio che non avesse simili pregi che solitamente appartengono a coloro i quali hanno vissuto un pochino di più.
La seconda è che fosse un collega morto sul posto di lavoro di coloro i quali sono lì ad applaudire e come conseguenza diretta e gente che per qualche motivazione contrasta le forze dell'ordine. Molto banalmente il morto era un ladro.
Quindi titolo corretto potrebbe essere che un possibile ladro è stato applaudito da altri ladri per aver perso la vita durante il suo mestiere. Ma ormai non si possono più scrivere queste cose bisogna cercare di non offendere anche i ladri.

Perché se ci pensiamo bene se mia madre mi avesse visto tornare alle quattro di mattina quando avevo 17 anni mi avrebbe riempito di botte, e non è un modo di dire. Se poi avesse saputo che ero su un motorino in tre mentre ero a terra avrebbe cominciato calciarmi con gli zoccoli che all'epoca portava. Alla notizia che i miei compagni di merende erano un ladro e un ladro latitante non avendo più forza nelle braccia e nelle gambe, conoscendola, avrebbe chiamato mio padre e probabilmente avrei passato 15 giorni a non uscire ad alzarmi dal letto.
Ma probabilmente alla mamma del ladruncolo in erba tutto questo non gliene fregava assolutamente anzi era il mestiere di famiglia poiché com'è facile capire dal fatto che il fratello Tommaso è in galera, il fratello Alberto, 29 anni, era stato arrestato e Davide probabilmente non era ancora stato beccato.

Vediamo se sono eresie della mia mente malata?

Il 60% dei motorini napoletani e' senza assicurazione. (fonte: guardia di finanza napoletana)
Mmmmm. Ma e' normale?


Dal sito di Rick Steves

La città più “sporca, inquinata e piena di criminalità d’Italia.
Dai per scontato che tutti i mendicanti che non hanno menomazioni fisiche sono dei ladri
Cammina sempre sul marciapiede anche se i napoletani non lo fanno
A Napoli fermarsi ad un semaforo rosso è discrezionale
I turisti più intelligenti per attraversare la strada si accodano ai napoletani, che generalmente ignorano le strisce pedonali
Aspetta che le macchine non passino, attraversa con sicurezza e crea un contatto visivo con il guidatore dell’auto che si avvicina a te. Il traffico si fermerà.
La stazione e' piena di ladri che cercano come prede i turisti disorientati con i loro bagagli.

oppure

“Napoli, una città di criminali, borseggiatori, truffatori di strada” 

da National Geographic video


Se si decide di esplorare la città prima della partita, si consiglia di spostare in gruppi più piccoli e non andare completamente singolarmente.
a Napoli vi è un alto tasso di criminalità, per cui si consiglia di non portare oggetti di valore con voi.
Avvisi dello sparta calcio





La gente di Napoli davanti a tutto questo sembra che faccia cortei, innalzi cappelle e si lamenti per la morte del piccolo ladruncolo.

Invece la stessa gente non fa cortei, non si lamenta, non lascia interviste e soprattutto sta zitta quando ci sono stupri, rapine e furti, in alcuni casi eclatanti come l'intera balconata di un edificio pubblico.
Non si lamentano neppure del deficit del comune, comune che ricordiamo affitta appartamenti a 24 euro al mese.

Secondo me è la sottolineatura che la città (e regione) andrebbe rasa al suolo politicamente:

1)fare istituire il coprifuoco con legge marziale e mandare le forze armate. Fermare tutti e sempre: tutte le sanzioni duplicate e processi da svolgersi all'estero (penso alla svizzera per via della lingua) per evitare interferenze. Chi non potra' pagare le spese processuali lavorera' in gatttabuia.
Gli indigeni onesti ben suppliranno un paio di anni di sofferenza in cambio della netta riduzione di malavitosi subumani.

2)Un'altra soluzione e' di vendere le 5 regioni piu' a sud agli americani che gia' mostrarono interesse un mezzo secolo fa. Loro, esagerati come al solito, manderebbero uno Schwarzkopf qualsiasi, capite che solo a pronunciarne il nome rischiate di perdere la lingua.
Figuriamoci il coglioncello di napUli che sta scippando una turista svedese il tablet rivestito con pelliccia di foca bianca quando si vede puntata la canna liscia di un abrams M1.
Perche' gli americani saranno pure esagerati ma quando devono arrivare ai risultati non scherzano un cazzo.

3)Un'altra soluzione e' fare uno stato autonomo:
Perche dannarsi?
La maggior parte di loro vuole vivere come in algeria! Perche' dobbiamo interferire con il loro volere e pagarli pure perche' ci prendano in giro per il nostro stile di vita poco furbo?
Che se ne vadano per i caspiti loro, muoiano di fame, si annettano al kossovo, facciano gemellaggio con i mongoli.
Facciano quello che vogliono
Ritiriamo i NOSTRI carabinieri dal LORO territorio.
Seguano i LORO, quelli del gruppo leader, desideri a base di stupri, furtarelli, inganni, mattoni...
Basta che non rompano piu' i coglioni dicendoci che sono furbi e poi chiedendoci i soldi perche' manco sanno raccogliere la spazzatura. 
Quando ci riescono devono mandare i camion in lombardia e piemonte per bruciarla perche' dicono che e' tossico bruciare in campania l'indifferenziata.
MAVAFFA!
Mi dispiace per gli onesti che sicuramente vivono li. Ma io sono stufo di mangiare la merda di Napoli nonostante  pago profumatamente perche' non esista.

Perche' ricordiamo che la sola cassa del mezzogiorno che avrebbe dovuto elevare queste anime in mezzo secolo ha bruciato 12.000.000.000.000E che sommati agli aiuti a vario titolo decisamente piu' abbondanti (ancora oggi esistenti) si puo' solo ipotizzare una cifra sufficiente a trasformare il mezzogiorno in una svizzera con la tecnologia della silicon valley. Invece il comune di napoli e' un passivo di miliardi. Dove caxxo sono i soldi? E' molto piu' grande di tutte le manovre finanziarie che tutti i settembre hanno piegato la schiene degli onesti. Per cosa? Per sentirsi presi per il culo?


Perche alla fine di un bifolco ladruncolo che stava cercando di sfuggire alla pula insieme ad altri due ladri e cade nel rischio del mestiere, come un'operaio fiat che perde un dito, a me frega meno del cipputi smignolato.


E questo dovrebbe essere indipendente dalle eventuali colpe della pressa della fiat o del carabiniere.



martedì, settembre 23, 2014

immagini di subwoofer FW800N

siccome oggi chiamano subwoofer qualsiasi cosa sia un altoparlante vediamo che aspetto puo' avere un subwoofer, oltre al solito mitsubishi-diatone.
Chi ha comprato il solito coso da 8cm da vecchio in ospizio e cassa in pangrattato ma con scritto sopra 10.000Watti (o erano piCsel?) e dal vomitevole punch idoneo solo ad un tossico strafatto e' pregato di non  proseguire nella lettura. Potrebbe scoprirsi grillino e non vorrei avere il suo siucidio sulla coscienza.


 Fostex, che per chi ama la HiFi e' piu' che noto ma sovente e' sconosciuto ai peones.


Diciamo che se e' raro trovare un prodotto finito marchiato fostex o tascam e' molto probabile che se le vostre casse hanno altoparlanti particolari almeno uno sia fostex.

Ovviamente quando ho provato a mettere anni fa la marca su wiki sono stato caziato di entusiasmo e tutt'oggi uno dei mostri sacri dell'HiFi non esiste....

Il marchio e' specializzato in altoparlanti "particolari" quelli cioe' che nssuno sa fare o vuole fare perche' poco richiesti: largabanda esagerati, escurioni folli o membrane corrugate giusto per citare qualcosa.

Per gli autocostruttori e i riparatori e' il paese delle meraviglie anche per un altro particolare: al contratio dei marchi consumer un altoparlante rimane in produzione ere geologiche. E questo facilita molto la progettazione e la riparazione.
Dopotutto non e' cambiato molto negli ultimi 30 anni nella produzione di altoparlanti, no?

Questi signori sono molto contenti di informarvi che sono riusciti a progettarlo perche sia di facile caricamento in box di SOLI 500 litri....
:-)














giusto per le proporzioni





e visto che lo producono ancora 
http://www.fostexinternational.com/docs/speaker_components/pdf/fw800hs.pdf


venerdì, settembre 19, 2014

immagini di subwoofer D160

siccome oggi chiamano subwoofer qualsiasi cosa sia un altoparlante vediamo che aspetto puo' avere un subwoofer, oltre al solito mitsubishi-diatone.
Chi ha comprato il solito coso da 8cm da vecchio in ospizio e cassa in pangrattato ma con scritto sopra 10.000Watti (o erano piCsel?) e dal vomitevole punch idoneo solo ad un tossico strafatto e' pregato di non  proseguire nella lettura. Potrebbe scoprirsi grillino e non vorrei avere il suo siucidio sulla coscienza.















Per chi pensa che il D80 visto precedentemente sia piccolino, non sia mai che ci infastidisca non riuscire a scendere a 5Hz, la solita mitsubishi-evo-diatone produceva la versione maggiorata del D-80.

Dalla foto non sembra ma e' alto molto piu' di voi il dolo cono sono 160cm di bassi con la cassa siamo oltre i 2m e poi contate le ruote.

Ecco, rendono bene le immagini iniziali di "ritorno al futuro" dove probabilmente il woofer era questo (o il fratello sempre da 160 mai entrato in produzione) ma messo in una cassa piu' piccola e cartapestato per farlo piu' consumer...


Ovviamente i consumatori anziche comprare da diatone (faceva roba anche piu' normale...) che ha piu' volte dimostrato di essere in anticipo sui tempi e avere un know-how pazzesco ha preferito comprare roba da subumani coreana a caroprezzo. Mitsubishi chiudera' la divisione altoparlanti nel 1999.

Parafrasato da vita vissuta:
"salve vorrei una cassa"
"ecco una coppia di diatone: 500$ "
"ma io volevo una Silverpurg made in korea con twetter a LED e subwoofer"
"ma certo abbiamo pure alnche la Samerd in offerta speciale:  499$ 6 casse subwofer da 8cm e scorengiano quando si siede un'amico"
"Beeeeddo... quanto ho risparmiato. E poi ha il subbowoferso!. Le compro!"


giovedì, settembre 18, 2014

immagini di subwoofer D80

siccome oggi chiamano subwoofer qualsiasi cosa sia un altoparlante vediamo che aspetto puo' avere un subwoofer, oltre al solito mitsubishi-diatone.
Chi ha comprato il solito coso da 8cm da vecchio in ospizio e cassa in pangrattato ma con scritto sopra 10.000Watti (o erano piCsel?) e dal vomitevole punch idoneo solo ad un tossico strafatto e' pregato di non  proseguire nella lettura. Potrebbe scoprirsi grillino e non vorrei avere il suo siucidio sulla coscienza.



Mitsubishi ha sempre fatto ottimi altoparlanti, auto e aerei. Mai visto un prodotto della casa che classificherei sotto la dicitura merda. Forse sono stato fortunato ma se pensiamo bene le auto non erano male volvo V40 e lancer-evo sono una discreta presentazione nel paese della fiat gran ruggine.

Negli anni che da noi nessuno, neppure nei negozi e nelle presentazioni del "bruno", osava accostare dei TV a delle casse   non riuscivano a importare per poco interesse tv a tubo catodico con casse della stessa altezza e finitura dotate ogniuna di due woofer da 20cm.
Probabilmente sono dei nerd.

E come dei nerd hanno fatto dei wooferini da 80cm.


La scritta sulls cassa e' rappresentativa, non si chiamavano ancora sub-woofer ma superwoofer.
Eravamo nel 1980

Per reggere alle enormi spinte (circa 500W) il cono e' fatto come le navicelle spaziali (e molto dopo le barche a vela da competizione) con la struttura honeycomb e fibre aramidiche (tipo kevlar per intenderci).
  •  4 ohms
  •  15 Hz - 500 Hz
  • risonanza : 23 Hz
  • 100 dB/w/m
  • 1000 W (EIAJ)
  •  L x h x p : 1000 x 1350 x 667
  •  150 Kg
 Forse non e' chiara la dimensione, sembra il solito altoparlante, no? Cosi' vi faccio vedere la versione da cinema che ha le rotelle ed e' un pochetto piu' grezza.







"eccole il nosrtro subwoofer mitico sgnaffo!"
guardi nella stanza ne non lo trovi "ma dov'e'?"
"ma qui nella mia mano! Scusi e' cieco?"
"no, non sono particolarmente cieco. Ma lei conosce, per caso, a menoria il numero dela neuro? devo fare una chiamata urgente per qualcuno che ho appena conosciuto...."











mercoledì, settembre 17, 2014

franceschini basta la parola





Esiste un nuovo mostro quasi grillino.
Ho notato che fino all'avvento dei grillini lo scemo del paese lo si teneva nascosto. O almeno si cercava di farlo.
Certo ogni tanto appariva la cicciolina, o l'idiota simbolo (o qualche boutade dei giullari di corte, borghezio dice nulla?) ma quando in passato un politico diceva una cazzata sicuramente non lo si sosteneva. Spesso si fischiettava facendo finta di nulla: “ quello li? Non lo conosco!” anche se poi era compagno di banco in parlamento.
Poi grazie ai vari niki vendola si e' apero le porte appunto ai grillini.
Ufo, chip, governi alleati che sono “nemici del popolo”, sputi in testa, rutti, bizzarre teorie sullo sbarco lunare, tentativi di frode AV, palle sull'autismo con potenziali morti di bambini causate dall'M5S, manipolazioni dell'informazione (aka palle in video) per essere prolav, bugie sulla posta elettronica per mascherare che non sanno usarla, bugie....
Insomma grazie ai grillini una bugia non troppo grossa passa ormai inosservata (che sia il reale scopo? Creare una nebbia dove il malaffare non appaia?) e allora ne approfittano mandando mostri vendoliani che prima non avrebbero usato. Mostri che ovviamente saranno riconoscenti per questa uscita dall'ombra, questa nuova possibilita' alla vita.


Uno di questi mostri e' ignorantino fraceschini, dario per gli amici.

Il tipico pollitico che dopo una laurea, perche' la carta e' importante, entra in politica e appena laureato e' consigliere a ferrara. La cariera sa di calcinculo di amici. Tutta pollitica e si vede. Mai lavorato seriamente e nessun posto che porti una qualche innovazione da ricordarsi.
Questo genio ad un certo punto, ricordo laureato in azzeccagarbuglioreria, viene piazzato come capo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Ora quale esperienza nel turismo, nel managment, nella cultura abbia un avvocato che ha passato la vita a disquisire se la mano sinistra e' piu' rossa o semplicemente meno nera della destra e' un mistero.
Certo potrebbe essere anche una persona molto acculturata o addirittura un genio.
Pero' quello che succede dopo fa sospettare che sia solo un mostro che non capisce un cazzo.
Per esempio dice: “E’ vero, sì. Oggi la sinistra non ha più paura di Checco Zalone.
Cazzo sono andato a cercare sto tizio: chi era? Un grande statista? un matematico? Un fisico? Un teorico della teoria del caos che prediceva la scomparsa della sinistra?
Nulla di tutto questo!
Checco Zalone e' un comico dello zelig.
http://it.wikipedia.org/wiki/Checco_Zalone
Questo e' il riferimento della cultura della sinistra italiana secondo il loro ministro: non Heisenberg, non il Bhagavadgītā, non Bertrand Arthur William Russell, neppure Marx o la bibbia ma...
lo zelig!
Sembrerebbe perche' la sinistra non riesce a giustificare che “quelli di sinistra” preferiscano guardare un film dove un sedere scoregngia per 2 ore filati che un racconto sulla storia della sinistra italiana di 4 ore con una sola inquadratura: la faccia di Fassino.
Eppure lo sappiamo: abbiamo una sQuola che fa schifo che non insegna nulla e si intrattiene ore ed ore su noiosi poemi scritti in una lingua morta (una divina tragedia, direi) a tediarci con i promessi sposi, libercolo carino da bersi in un pomeriggio estivo, da analizzare come se fosse li fosse contenuto l'inventario del magazzino che dobbiam computare.
Dai formati cosi' cosa cercate? Che felici vadano a vedersi un film su michael collins? Il film the iron lady? K-19?
Sinceramente dopo che avete spiegato a tutti che i promessi sposi, un romanzo d'appendice riuscito solo a meta', e un trituramento di organi riproduttivi si terranno ben alla larga da tutto cio' che in qualche maniera puzza di colto perche' colto=trituramento.



Ma la prima prima cosa che fa Franceschini e' fare un'incontro con eric Schmidt, non con un pirla qualsiasi, ma con mister google. Insomma vuole far vedere che ha le palle. Franceschinio e' un'altro pirla che basta essere convinti per aver ragione.
L'incontro e' infatti una debacle e sicuramente il signor Schmidt e tutti i giornali ne parlano come evento riportando delle mezze frasi o l'ovvio “simo arretrati MA” o altre amenita'.
NESSUN GIORNALE RIPORTA L'INCONTRO TRADOTTO PER INTERO, addirittura nessuno riporta per intero una singola risposta di mister G e l'omologo di fantoz, ops, franceschini. Anche su internet si fa MOLTA fatica a trovare il testo completo. 
Addirittura dove lo trovai e' scomparso. 
Voglio dire: tutti a dire che e' stato epico, favoloso, un grande successo e da ricordare e non riportate neppure l'intervento stesso? Su interDet 10 pagine dattiloscritte fanno un costo?
Perche?
Perche e' una balla che sia stato favoloso, e' stata una caporetto insanguinata in cui il fesso non stava al passo. Cazzo stai parlando con uno con due P in acciaio inox (e birillo HSS) mica puoi nasconderti dietro alla cultura come feticcio. Se vuoi fare soldi con la cultura la devi VENDERE ovvero fornire un servizio-oggetto che la comprenda. Sapere del mediovevo nella tua stanzetta con il poster del Che e quello di Marilin non serve ad un cazzo!!!
faccio un riassunto con “traduzione” superlibera, compresssa e assai bastarda di alcuni scambi.



Schmidt:Ci sono 2,5 miliardi di utenti di Internet e vicino ai 2 miliardi di utenti di telefoni cellulari. In Italia penetrazione della telefonia mobile è di circa il 110%, non sapete manco fare una app o un sito web: che cazzo fate? Vi suicidate?


Franceschini: Il Tema ha SUA Attualità babla babla babla cultura, l'Audiovisivo, babla il cinema. Si puo Collaborare se lo SI Toglie da Una Logica di Mercato, ma con Chiarezza e Trasparenza. Cosi evviva evviva i film italiani (VANZINA?) da vendere in piu' copie di star wars grazie all'antilogica (che fighe le parole di sinistra, vero? Antilogica!) di mercato.
(tiro di coca per aver detto che essere illogici porta ad un risultato automatico)

De Biase: Ma la strana situazione è che la digitalizzazione del turismo è cresciuta del 30% del valore aggiunto va a piattaforme che sono americano, come booking.com. Che cosa possiamo fare?

Schmidt: sono cazzi vostri a non sapere usare il computer. Vi rimane di incrementare il vs business. Se continuate con una sQuola di merda la turkia vi incula

De Biase: La tassazione delle piattaforme è fondamentale.

Franceschini: mettere delle Regole E per tutelare chi non E in Grado di tutelarsi da solo. E 'Così utopistico Pensare Che Un Paese puo Contare anche per il Numero di IGNORANTI Che hanno ANZICHE' che per il Suo PIL?
(evidentemente aveva appena fatto un tiro dalla canna)


Schmidt: Mi piacerebbe vedere politici che sanno come ottenere l'economia a crescere in presenza di globalizzazione. L'Italia ha il tasso di disoccupazione giovanile, oltre il 40%, che è un fallimento della governance
 
(aka: siete un branco di idioti al governo).
Dovete correre come dannati nell'istruzione prima che sia tardi, basta minchiate vetero datevi na' mossa franceschi'


De Biase: si guarda alle start up in Italia per comprarle idee?

Schmidt:NO. Il sistema scolastico italiano fa cagare la maggior parte di voi manco sa accendere un pc che cazzo di startup volete che cerchiamo?

Franceschini
 
(sempre piu' fatto): Penso tuttavia Che dobbiamo EVITARE di omogeneizzare Tutto, noi continueremo cosi': chi se ne frega del pc, mai insegneremo linguaggi di programmazione, viva il latino!, mica vogliamo gente con i soldi che parla la stessa lingua degli altri. Faremo la fame ma saremo diversi e piu' fighi. Se vovrranno pagarci sara' perche sapremo chi era il signore di vattelapesca e declameremo ogni vassallo, valvassore o valvassino in do mi sol.






Domanda: Che cosa può fare Google per aiutare l'Italia a promuovere se stessa all'estero, a parte Berlusconii e la mafia? Abbiamo prodotto un documentario ecc ecc Ci sono un sacco di italiani che vogliono dare tornare in Italia.

Schmidt: il materiale e' disponibile online?
(nota: chissenefrega cosa avete fatto: e' arrivato ad essere visto? non visto e' come se non fosse esistito)

Domanda: Per esempio, c'era una bellissima Save the Children commerciali, e 24 milioni di persone lo guardò. L'Italia ha fatto uno spot per l'Expo 2015 ed è stato visto da 7000 persone.

Schmidt: Noi non facciamo i contenuti, Siamo una piattaforma. Se il contenuto non è su YouTube non si raggiunge nessuno. Tocca a voi fare dei contenuti appetibili e di gusto.


(e' ovviamente di parte, ma chiarisce che 7000 persone sono una scorengia. O almeno una scorengia su you tube viene vista almeno da quelle quantita':il video di presentazione del Kauri Museum, Matakohe, Northland, New Zealand, non certo il louvre, ha fatto quasi 4milioni di visite. Su youtube il successo si misura con numeri diversi come PSY che veleggia a miliardi insieme a Rihanna [14 miliardi]...)




Il confronto va avanti cosi', io non non sono arrivato neppure a meta', mi si stringeva lo stomaco dal nervoso, con uno che parla e l'altro che si masturba:
“Hei avete visto che cosa noi fighi di google facciamo con l'arte?
E l'altro che risponde “le rose della zia sono sfiorite”
“Cavolo, il mondo e' enorme e connesso e noi siamo fighi riusciamo a non pagare le tasse perche siete dinosauri e facciamo soldi a mitraglia!”
“ieri mi sono tagliato le unghie”
“ciccio sveglia!!”
“la mia mamma mi ha dato il latte ed era buono”

cosi' franceschini continua, ormai sparato nell'impero dei sensi causato dalla mescalina: al fine di realizzare eventi culturali di rilievo e di offrire occasioni di promozione della creatività italiana, ha deciso di lanciare un appello alle forze vive del paese affinché mettano a disposizione gratuitamente il proprio genio e, in aggiunta, mettano mano alle proprie finanze per far crescere il nostro potenziale intellettuale e artistico.
Ma allora e' proprio il medioevo e il sistema feudale . Il signore poteva far pagare le tasse ai contadini e assegnare a questi ultimi delle "corvées", cioè periodi di lavoro in cui i contadini liberi dovevano svolgere mansioni gratuite per lui. Anzi peggio; ci devono smenare ( in aggiunta, mettano mano alle proprie finanze)

E le tasse, visto il bonus siae, le chiede, perbacco.

Ma franceschini e' quello che ha capito che in mondo tecnologico da supercapo quale e' ora diverrebbe l'ultimo dei fessi quale e' in un paese competitivo. Ecco perche' si ostina a mantenere la gente ignorante.
Inoltre fa parte della squadra dei PD, deve dire cose di sinistra a caso, o almeno e' l'unico motivo che mi viene in mente.
Oltre alla bustarella data alle forze poLLitiche.



Un mondo iperconesso fatto di UBER i tassisti non possono fare piu' nero. Ecco perche' il pisapia se la prende tantissimo con un banale progammino e anziché mettersi a ridere, dopotutto i tassisti possono fare la loro applicazione, minaccia chissà che cosa. Perché se tassisti non lavorano più in nero non producono più bustarelle. La fine delle bustarelle sta a significare che il Pisapia anziché essere li a prendere soldi non chiari per mantenere quella posizione forse dovrebbe iniziare a lavorare.


Un mondo iperconesso fatto di netfix Vuol dire che la Rai e Canale cinque possono smettere di trasmettere l'ennesima replica della donna in giallo e il flusso pubblicitario va a finire da un'altra parte. Vuol dire basta amministratori delegati e giornalisti amici di destra o di sinistra. Vuol dire basta bustarelle che arrivano dalla pubblicità occulta.

Un mondo iperconesso fatto di spotify vuol dire che la tassa Siae tanto voluta da Franceschini è una scoreggia nel deserto che ammorba solo chi la fa. È stato un autogol dal punto di vista mediatico è logico ma lui, vecchio dinosauro incancrenito, ha messo il timbro a una legge sbagliata proprio come formula. Non sa neppure come si fa una legge.

Un mondo connesso vuol dire che grazie al fatto che in Italia non si è spiegato che differenza c'era tra un computer e una banana, o fra un martello e una 5 assi, oggi siamo tagliati fuori e tutto il business sta andando all'estero.



Tutti parlano di startup ma anche ammettendo di trovare con gli unici due pirla che sanno usare il computer in Italia, vuoi per progettare un nuovo pela patate o per vendere i salamini nel mondo, rimane il fatto che nessuno sano di mente investirà in un luogo dove Franceschini ha appena detto che non vuole assolutamente che si faccia business. Perché se ci sarà business ci sarà una tassa apposita o una legge che lo le renderà poco profittevole.


Il nuovo business in realtà, visto che la torta non è infinita, andrà sicuramente a impattare sulla vecchia economia quella cioè che ha pagato i politici fino ad oggi.

Non bisogna lavorare ma raccontare cos'e' un valvassore ai passanti infastiditi.




Magari tutto questo è follia della mia mente ma rimane il fatto che ha una sua logica: i dinosauri che non capiscono da che parte si accende l'automobile odiano coloro i quali vorrebbero volare con un elicottero.

Franceschini è uno dei tanti nostri politici che pensa che un sito Internet possa al massimo essere qualcosa come un catalogo e non un database. Del resto e' in compagnia, insieme per esempio ai Grillini che pensano che un vecchio forum sia una novità pazzesca e si masturbano per delle ore sul loro. Se poi guardiamo a Vendola ci sarebbe solo da piangere, uno che al massimo potrebbe fare la parrucchiera che è stato messo a governare milioni di persone.


L'alta tecnologia funziona solamente nei paesi in cui le bustarelle sono basse, le aziende sono salvaguardate, chi investe non viene deriso o saccheggiato e le categorie di sfortunati che sono costretti a fare lavori a basso reddito, come tassisti, non divengono improvvisamente benestanti e protetti e invece quelli che generano reddito per tutti sono costretti ad emigrare.

Gli italiani in genere pensano che ciò non li riguardi perché, come del resto i politici che desiderano il comando, non pensano che questo comportamento faccia si di trasformarli in prede.

Si, Franceschini sei un pesce rosso che pensa non deve preoccuparsi dei piranha “solo” perché la maggior parte dei predatori sono grandi come dei caimani e se non la pianti di dire stronzate e comincia a prendere lezioni di fisica, chimica e informatica.


Altrimenti saremo solo del krill.