mercoledì, settembre 28, 2022

scrutini 2022, scrotini...

 


 

Adesso che hanno votato guardatevi nel portafogli.
Vediamo il consorzio dei polli che ha vinto cosa propone, visto che sembra che non si sappia...

1) l'assegno unico universale che ora è calcolato su base ISEE. FdI lo vuole più che raddoppiare,
in 5 anni di legislatura? 100 miliardi

2) rivogliono TIM, Vivendi venderebbe a 34 miliardi.

3) alitalia... alti 5 miliardi e forse non si fermera'.

4)   Pensioni: stop a coefficienti in base all'aspettativa di vita,  rivalutazione all'inflazione e detrazioni per pensionati che aiutano i giovani. Diciamo 10 miliardi annui, 50 miliardi?

5)  Flat Tax salxazzo con 3 gusti +1 fra i 30 e gli  80 miliardi annui, ovvero 250 miliardi in 5 anni

6) da FI la casa, anche argomento della meloni,  30-50 miliardi annui 200 miliardi e finiamola.

7) Il salario minimo  di 1000 euro.  9 miliardi a carico delle imprese, ovvero 9 miliardi in meno ai dipendenti non minimi se non licenziabili. diciamo che e' come se fosse una tassa di 9 miliardi?

8) anche la lega vuole altri 150 miliardi... non scendo nei dettagli truci

Queste cose sono scritte nero su bianco e potere scaricarle dai siti dei partiti, fatelo perché, come i grillini hanno dimostrato, dopo... Facendo finta di nulla...

Tenuto conto che sono circa 700 miliardi malcontati e scontati della "piccole spese" sotto i 10 zeri... la domanda sorge spontanea

Con una tassazione italiana di 450 miliardi annui, con una spesa DICHIARATA in campagna e gli italiani che HANNO VOTATO per AUMENTARE le TASSE di circa 140 miliardi annui (e siamo fortunati che non e' il PD) spiegatemi ora come pensate di portare quei miliardi nella storia.

Aggiungete a questo qualche decina di miliardi dati da quella cosina che si chiama inflazione e che influisce su chi ha debiti enormi e ha vissuto gli ultimi anni a colpi di scostamenti (chiamarlo "facciamoci prestare soldi" lo capivano in troppi).
Il QE e' finito, finito con anni di ritardo, ma e' finito.

I principali titoli di Stato in circolazione valgono 2.300 miliardi, calcolate quanto vale due punti percentuali in piu' su quella roba? 

Oggi 63 miliardi  annui (300 miliardi), domani intorno ai cento (500 miliardi)

Notate che molti enti come comuni, provincie e aziende statalizzate (ATAC?) hanno in pancia altri debiti a vario titolo.

Poi abbiamo con i costi della auto elettriche, nessuno si oppone alla completa adesione o almeno pone domande, stimabili intorno ad ULTERIORI 500 miliardi entro domani mattina che nessuno, nessun partito, ha quantificato e messo nella nota spese. Piu' aspetti piu' paghi e la paghi.
Salvo che fra un anno si dica che avevamo scherzato e l'infrastruttura non si fara': si torna alla benzina!
e' kolpa della kasta dell'eu se abbiamo i blcchioutti!
Che ci paghino!
Vogliamo un neX elllettric EU gratiz!

 In realtà ci sono 3 modi per far quadrare i conti.

1) abbiamo scherzato, tutto quello che scriviamo sono barzellette e siete cosi' coglioni di aver votato dei giullari bugiardi.

2) smettere completamente ed improvvisamente di dare soldi al sud.
Piu' o meno, piu' che meno, la cifra e' quella. Si, ogni anno diamo una pioggia di miliardi al sud
Ci saranno morti e feriti, una guerra civile forse, morti di fame certamente, ci sono citta' intere che vivono di sussidi.
Se li spegni di colpo devi smettere di pagare milioni di stipendi inventati e smettere di comprire buchi e fallimenti.
Oggettivamente e' impossibile.

3) un aumento del 50% di tasse.Ti voglio vedere l'operaio...


Quando si parla di miliardi spesso non si capisce, anestetizzati dal loro continuo uso.
Giusto per avere un'idea:
In italia ci sono 23 milioni di occupati fra dipendenti e dove non ti possono sentire urlare.

Con un difficilissimo calcolo, 1.5 bilione di euro (meno della cassa del mezzogiorno, per dire) sono oltre 65.000E a cranio.
13.000 annui
1000 al mese

ora non so voi, ma sono cifre che variano in base al reddito, chi prende 1000E netti e' praticamente immerso nella no-tax area e bengodi bonus, ovvero un lavoratore medio oltre i 1800E  e moglie lavoratrice possono trovarsi da pagare quei 400.000E di costi nel nucleo familiare.
O se preferite 4-6.000E in piu' di tasse al mese per i prox 5 anni.

 Con un complesso algoritmo che si studia alle elementari, se voi e consorte siete intorno ai 2000E mese netti  a cranio, 4000E in totale, pagherete, direttamente o indirettamente, altri 4-6000E di tasse.

Lascio a voi capire quella complessa situazione matematica che significa avere un lordo di 4000E e pagare 4-5000E di tasse cosa possa voler dire.

Ovviamente qualsiasi di quelle manovre promesse e' impossibile, mancano i soldi.

Le uniche cose che servivano all’Italia nessuno le ha promesse.
 

Mi sembra tanto di rivedere l’italiano scimmia che va comprare un mezzo di trasporto:
SUV, con autoradio grossa, con il portellone motorizzato, con il marchio cool, il furgone piu' grosso possibile, le ruote in lega da sportiva, con il colore di moda, con la USB, con il cambio con i tastini, con... e poi porta a casa un rottame, con tutta quella roba, ma con le ruote interconnesse e i freni a tamburo... avendolo pagato caro

Lasciano perdere questa cosa di cui molti si sono resi complici, e' interessante vedere quanti sono gli idioti e dove sono quelli che hanno votato grillino.

I grillino sono ancora in vetta alle preferenze!

Vi do uno spuntino, hanno fatto il botto nella regione piu' ignorante d'italia (seconda in EU), qualcosa vuol dire, lascio a voi cosa.

Ii grillini in alcune zone ignoranti hanno mantenuto, nonostante le porcherie multiple e carpiate, il 36% e con la versione del professo' e del dimaio  sono intorno al 37%, viene da chiedersi che cosa hanno nel cervello cotanti italiani.
Avete capito:
ci sono provincie e regioni (si REGIONI, tante) dove i grillini sono ampiamente il primo partito.
Ci son collegi oltre il 45%!!11!!
( si, ci volevano)
45% non e' un risultato, e' un plebiscito con decine di simboli a disposizione.
Posso dirvelo? Siete 5 milioni di fessi!

Voglio dire, era gia' difficile votarli la prima volta, qualcuno dice che era un voto di protesta.
Certo per protestare contro la moglie mi taglio il birillo...
Ma adesso, dopo che tutti gli altarini sono esplosi rivelando la cloaca piu' lurida della storia della democrazia italiana?
Parliamo di gente che non e' stata neppure in grado di fare uno statuto del partito e ha subito un golpe ai vertici...

Ancora piu' stucchevole e' De Luca.
Ha una dialettica fantastica, di rara ed elevata inventiva e ascoltarlo nelle sue esternazioni e' meglio di andare a teatro...
Ma davvero in 220K volete eleggerlo? 
siete  OGM cresciuti dalla mamma con latte al plutonio!
E' tafazzismo!

Capisco di piu' il vetero-comunista che continua a votare PCI del grillino o del deluchiano: il PCI, nel bene e, soprattutto, nel male, e' stato un forte simbolo nell’Italia e capisco il riconoscersi dopo tante avventure.

Panorama desolante, programmi impossibili, soldi a pioggia, una stretta in arrivo... Cosa potrebbe andare male?

Ma ancora una volta nessuno che parla di quello che servirebbe come riforme fiscali da zero o rifare la scuola, pompare l'istruzione (pompare, non "dare piu' soldi"), diminuire bonus e aiuti se non a tempo e finalizzati a qualcosa.

 

PS

Se dopo le elezioni, i giornali devono presentare il programma elettorale, pure sbagliando, abbiamo una o piu' di queste:
-I giornalisti hanno passato gli ultimi mesi a guardare pornazzi
-Gli italiani non sapevano i programmi elettorali
-I programmi elettorali in italia non servono a una cippa.
-votare in italia non serve ad una cippa (visto l'ultimo referendum e' così)

venerdì, settembre 23, 2022

scimmie a votare

 

Forse non e' chiaro al 99% degli italiani, che sono come abbiamo visto ignoranti, cosa siano le votazioni.

Io proporrei nella legge elettorale l'obbligo di appendere fuori dai seggi questo cartello:

Ricorda:

Stai assumendo un gruppo di manager.
Non stai facendo il tifo per una squadra sportiva preferita.


Se non capisci neppure questo, non dire la tua sulle selezioni del personale. 


Cmq, visto che che il migliore GRUPPO DI CANDIDATI alla GESTIONE ha la lebbra e la rabbia insieme per non parlare della sinistra che se fosse vero il programma (programma? BUhahahahaaaa) manderebbe in default l'intera EU in 6 mesi.
Ma dove pensano di trovarli i ns poLLitici i soRdi?
sugli alberi?
Non basterebbero neppure gli alberi dell'amazonia.

La cosa che mi lascia piu' stranito sono i giornali.
Ma nessuno va dal leader del partito e chiede:
"ma lei e' cosi' scemo da pensare di trovare 600(3000 per altri) miliardi per le caxxate che scrive?"

Perché questa e' l'unica domanda che una persona, non una scimmia, puo' fare leggendo quella roba.
Invece parlano dell'uncinetto e di come preparare la pasta.

Io mi tiro fuori, non voglio aver dato neppure da lontano, dato l'assenso a questa follia.

ricordo che tutta la fiscalita' annuale sono 470 miliardi, si tratterebbe nel migliore dei casi di pagare il 50% in piu' di tasse per anni (o in soldoni dimezzare gli stipendi).
Nel peggiore di casi letti avere gli stipendi in negativo: pagate per lavorare.
Per anni.

E' tutto scritto, sono follie nero su bianco, liberamente scaricabili da internette dai siti delle scimmie.

giovedì, settembre 22, 2022

Watti stable car audio

 


Abbiamo visto innumerevoli volte che quelli del car audio sono spesso dei cretini, all'incirca il 30% piu' di un  wombato, che pero' e' carino e caga dei cubi, caso unico nel mondo animale. 

Quando cerchi di capire perché fanno cose, come il puccioso animaletto,  reagiscono con aggressività all'arrivo di intrusi.

Comunque la cosa piu' assurda sono gli ohm e i watt come abbiamo visto innumerevoli volte.

Oggi diamo un pochino di numeri perché e' semplice e discorsivo, o cercheremo di.

Negli anni le casse HiFi si sono stabilizzate intorno agli 8ohm per 3 motivi.
1)) se scendi troppo di impedenza i cavi divengono un dramma, di fatto ti ritrovi con cavi che hanno la stessa impedenza, o maggiormente simile, all’altoparlante e quindi se dimezzi l'impedenza degli altoparlanti dovresti fare lo stesso con i cavi, se li porti a un ottavo...

2) alla diminuzione dell'impedenza non solo il cavo diviene pesante ma anche l'ampli soffre. (V/R=I V*I=W)
un ampli (che e' un generatore di tensione) da
20V su una R da 8ohm sono 2.5A ovvero 50W (un alimentatore da 100W)
20V su una R da 4ohm sono 5A ovvero 100W (un alimentatore da 200W)
20V su una R da 2ohm sono 10A ovvero 200W (un alimentatore da 400W)

La cosa che il cretino vede e la potenza, pensa che masti diminuire gli Ohm e magicamente aumenta la P, quello che non vede e' che DEVE essere in grado di erogare 4 volte gli A e i W. Che e' mooooltooo difficile, soprattutto per gli A.
Se invece l'alimentatore  rimane lo stesso del primo caso e hai un altoparlante da 2ohm avrai un ampli da 15W...

o se preferite

200W con 8Ohm sono 5A che son tanti (anche perché devi prevederne il quadruplo se vuoi alimentare una altoparlante reale) ma è fattibile
200W con 4Ohm che son 7A  comincia a non essere una passeggiata
200W con 2Ohm sono 10A che son volatili per diabetici triplicando di fatto il costo dell'ampli. In pratica devi comprare un ampli che ti costa come uno da 600W @ 8 Ohm.

Infatti il problema, oltre dover avere piste che portano quelle correnti che non e' cosa facile, e' che anche i componenti dell'ampli hanno una resistenza e quando si scende negli inferi influiscono sulla capacità di funzionare bene. Se l'alimentatore deve dimezzare la R interna raddoppiando o triplicando i transistor per evitare di sedersi per un colpo di bassi, si può fare, ma costa.
Costa come un ampli che su un altoparlante da 4Ohm ha almeno il triplo di potenza.


La domanda sarebbe:
vuoi un ampli da 30W @4Ohm che e' in grado di scender a 2Ohm e avere 60W problematici o preferisci avere un ampli da 120W@4Ohm allo stesso prezzo?

3) se scendi di impedenza NOMINALE gli altoparlanti scendono oltre, ad un limite impraticabile per i motivi precedenti. Infatti, sebbene gli ampli vengono spesso testati su delle resistenze, gli altoparlanti non lo sono.
Neppure da lontano.

questo e' un grafo generico di un altoparlante di circa 8ohm, come si vede e' 8 ohm quando vuole lui, ovvero se lo misurate MALE. Perché l'impedenza e' una curva (poi vedremo che e' pure peggio).
Ci sono sistemi che durante il funzionamento salgono a 6 volte e scendono a 5Ohm come questo e altri che scendono ad 1/6 dell'impedenza nominale.
E questo e' ottenuto con uno sweep, ovvero e' testato con un tono singolo frequenza per frequenza.
Quando ascolti musica la storia e' molto peggio.


Il segnale musicale non e' una sinusoide, ma e' un "coso" complesso che puo' esacerbare certe situazioni (anche solo perché la bobina non e' "centrale", a riposo)
Ovvero se uso un cassa da 4Ohm posso trovarmi con istanti un cui e' inferiore 1ohm... e non e' bello, ed e' il motivo per i quali gli ampli fighi sono VERAMENTE "stable" e non per farli andare con casse di quell’impedenza, ma perché l'altoparlante potrebbe andarci... due casi MOLTO diversi.

Ma non basta, non siamo in CC, prima vi ho detto una mezza balla (V/R=I, V*I=W) facendo finta di essere in corrente continua per semplificarvi il discorso. 

 


 ecco come va descritto un pochino meglio un altoparlante da case di 4Ohm.
Occhio che parto con delle semplificazioni a cannone....

La formula  V/R=I e' vettoriale e R non e' un singolo numero essendo un induttanza (che fornisce uno sfasamento elettrico) quindi il risultato e' una I vettoriale piu' grande di quella resistiva. 

Come conseguenza il risultato non sono Watt, ma VA (voltampere)... e sono di piu'. MOLTI, anche il doppio.
Potete anche far finta che questa roba, che ho cercato di semplificare a manella, non ci sia, ma sappiate banalmente che dovete considerare che l'ampli (e il suo alimentatore) debbono in realtà picchiare fuori molti piu' "cosi" e i "cosi" molto piu' difficili dei normali watt su di una resistenza e sono di più.

Semplificando ulteriormente si puoi dire che una cassa da 4Ohm puo' essere COME se fosse meno di 1 Ohm e potrebbe addirittura, in casi estremi, avere Ohm negativi a caso.
Abbassarsi ancora e' da idioti
Almeno se lo scopo e' ascoltare musica.

Verrebbe da chiedersi perché si usano solo 4ohm in auto e non 8 come a casa che sono piu' rilassevoli.

I primi amplificatori erano su singolo componente finale e con 12V dei primi transistor avrebbero avuto circa 3W e anche con quelli piu' complessi non si andava avanti molto... ma, a ponte, con 4Ohm hai @12V un risultato di  18W che sono tanti e buoni ed e' HiFi.

Poi se vuoi barare e dire che stai andando a birra con il motore a 6000giri in discesa e hai 14.4V, allora hai i famosi 25W che tanto si trovano sulle scritte scritte delle autoradio, ma rimangono 18W.
(oggi ci trovi scritto di tutto, probabilmente collegandole ad una batteria del camion da 24V, o mentre vieni colpito da un fulmine e il fantasma di Syd Barrett siede al tuo fianco,  ma e' un altro problema)

 Fino a qui e' molto semplice: tanta tensione tanto wattaggio SE HAI GLI AMPERE.

Un ultima postilla che forse e' sfuggita hai non addetti nonostante tutto.

Se devi superare i 18Wch DEVI avere piu' di 12V, in pratica devi avere una stazione di elevazione che porta la CC in CA, un trasformatore, un raddrizzatore eccetera per alimentare il tuo ampli: adesso hai capito perché gli ampli per auto diventano GRANDI calde  bistecchiere e non sono integrati nelle autoradio.
Ed e' quella roba che a sua volta fornisce gli A.


Praticamente la maggior parte del costo della bistecchiera è l'inverter.
Corollario: se non avete fatto caxxate i costosi condensatori esterni tanto amati dai Wombati del car audio non servono ad un ciuffolo.

Ora queste banalita' mi sovvengono avendo il mio vecchio ampli ventennale che ha deciso di lasciami e  per comprarne uno ho visto cose strane.

Dovete sapere anche che gli ampli dotati di preamplificatore invertente (che vuol dire che i 2 ch della stereofonia viaggiano speculari anziché in parallelo) oltre ad essere leggermente meno pesanti per l'alimentatore possono essere connessi a ponte: fornendo il medesimo segnale e' possibile usarli come un singolo ampli a coppie.
La tensione dei 2 ampli connessi in questa maniera si somma, divenendo QUATTRO VOLTE TANTO la potenza, ma per via che gli ampli vedono una impedenza dimezzata sarebbe il caso di raddoppiare l'impedenza degli altoparlanti.
Ecco perché quando gli ampli HiEnd, bestioni enormi da decine di Kg dichiarano la P a ponte non dichiarano mai oltre il triplo e mai sotto gli 8ohm o dichiarato per altoparlanti da 16ohm.

Ora torniamo ai nostri wombati che alla ricerca del uatto cercano l'ampli "2ohm stable", non per avere piu' corrente per meno distorsione, ma per ricavarci "uatti" dall'aria.

La prima fregatura e' che se anche fossero "stable" su di una resistenza a 1000Hz potrebbero essere Molto lontani da esserlo su un altoparlante per i motivi di cui sopra.
Diciamo che un ampli stabile a 2ohm "altoparlanti" da auto costa oltre i 1000E.
Ma i wombati lo cercano anche a ponte!

Un ampli ha un rendimento in classe AB del 50% e alla massima potenza l’alimentatore perde l'10-30%.
in soldoni siamo sul 40% per il rendimento di un ampli.

Prendiamo le caratteristiche di un ampli "stable" fra i piu' venduti.

dichiarazioni della casa:
Potenza nominale (RMS) @ 14.4 VDC, THD 1%:
4 Ch 50 W x 4 (4Ω)
4 Ch 65 W x 4 (2Ω)
2 Ch 130 W x 2 (4Ω)

Cominciate a vedere cose strane?

se ha 50W su 4ohm, su 2 Ohm resistivi deve averne 100!.
E se fosse 2ohm "stable" su un carico a 1Ω resistivo avrebbe 200W

Quindi la sola dichiarazione "2ohm stable"riportata 3 righe sopra e' contraddetta da
"4 Ch 65 W x 4 (2Ω)"
Se fosse "stable" sarebbero 4x100 e almeno 200 W x 2 (4Ω).

Se non li ha su di una resistenza vuol dire che su un altoparlante a 4Ω non manterrà MAI la promessa dell'1% di THD, probabilmente e' un ampli che nella realta' di una cassa normale e' un 25W "quasi stable" 4Ω, 2Ohm DI ALTOPARLANTE, manco sa dove siano.

sulla scatola vi e' un bel "600 W totali di potenza massima"

consumo massimo 16A@14V =224W... ovvero entrano 200W e ne escono 600W?
Ricordate il rendimento del 30-40%? entrano 200W e ne escono 70.

se pero' fossero 20W*4 abbiamo un vincitore.... ma allora perche' non rimanere con i 12V diretti ed evitare queste complicazioni? Due TDA 20XX, 15E, e abbiamo gia' finito.

ne vediamo un altro?

una marca seria?

Configurazione max dei canali a 4 Ohm THD (%) 70 W x 4 / 1 %
Configurazione max dei canali a 2 Ohm THD (%) 85 W x 4 / 1 %
175 W × 2 (BTL)a 4 Ω

praticamente se si trova davanti  2ohm si siede per terra. E un altoparlante da 4ohm se ha un inerzia come molti sub, scendono.
In pratica e' un ampli per altoparlanti 4Ohm da 40W, stando a loro.
paradossalmente dicono che puo' fare 175W su 4Ω. 

Sulla scatola narrano di 1000W.
Consumo 36A che a 14V sono 500W: entra un W ne escono 2 (gia' da qui capite che e' serio sperando meno vaccate, ma colpisce che le sparino comunque cosi' grosse, e' un paraculo 4X (TM)).
Diciamo che e' un 50Wx4  usando altoparlanti STABILI a 4ohm (ci sono altoparlanti stabili e meno) oppure targhiamolo 40Wch, ovvero 160W e non 1000 e ci stiamo.

ovviamente tutto questo sempre a 14V, le potenze a 12, o a 11V dopo i lunghi cavi che arrivano dalla batteria, sono molto differenti.

Vi ho gia' detto che il car audio e' assurdo?

Giusto per ridere questo e' il dichiarato di un ampli HiEnd da casa, il primo che ho trovato, categoria che che ha inventato la definizione di "stable":
Accuphase p-7500, dichiarato 300Wx2 
26.000E
47Kg (per riuscire ad essere stable ci vuole robaccia)
300 W / 8 ohms,
600 W / 4 ohms,
900 W / 2 ohms
e persino il cucciolo piccolo, quello da 90W, meno di quelli esaminati prima, la stessa azienda vi dira' che su un singolo ohm non e' stable, costa solo 11KE e soli  30Kg.
90 W / 8 ohms,
180 W / 4 ohms,
360 W / 2 ohms
500 W/1ohms only music signals (trad: non e' una saldatrice e non rompetegli il caxxo con quella roba)

Questi esempi per dire che ci sono ottimi ampli a prezzo ragionevole (non necessariamente la robaccia HiEnd), ma scendere di Ohm e' solo da idioti perché nessun ampli normale lo può far a cuor leggero, neppure se costa 11K e viene da un brand cosmico.

non e' un caso che dovrebbe sorprendervi, lo avevamo gia' visto sugli home theater, altra fogna, con i 100W, che le potenze dichiarate al salire di prezzo rimangono uguali, ma aumentano i consumi e le dimensioni.


 

La cosa divertente che ampli dei primi anni 80, come il GM-120 di pioneer venduto a pacchi in tutto il mondo, che da far funzionare oggi e' un mezzo incubo, con i suoi 30Wx2 dichiarati sia scambiato anche a 150E, che e' grossomodo la cifra di questi ampli da 50Wx4 da nuovi vuol dire qualcosa...


 


Non parliamo del GM200, vero pezzo da 90, con i suoi 70Wx2 THD 0.3% con un coerente consumo di 450W che ci sbavavo dietro ma era poco diffuso nella povera Italia rurale che alcuni si scambiano, oggi nel 2022, se perfetto, a 250-300E.


Stiamo parlando di un aggeggio, il GM120, che ha 40 anni, non e' assolutamente raro, e ha i problemi di un affare di 40 anni (ne ho uno  che dovro' risistemare l'accensione che e' flippata e magari la modifico e pubblico la modifica). 


 


Lo comprai usato da mettere insieme ad un KEH 73 che andava inizialmente con una grattugia DiY dotata di TDA2008, il GM120, gia' vetusto all'epoca, mi diede grandi soddisfazioni.

E' interessante notare che anche se le specifiche apparenti, quelle urlate,  dicono "fa schifo" rispetto a quelli attuali nessuno lo nota.
Forse perché e' veramente "stable", o piu' stable di quei bidoni.

Ricapitolando: se volete un ampli per la vostra auto da 40Wx4 che sia decente probabilmente sara' targato 2-4000W e costera' 500E.

L'unico motivo per il quale la storia e' cosi' assurda si chiama consumatore che cerca parole che non capiscono come "stable" anche su roba da 100-200E per cercare di inxulare la realtà estraendo UaTTi dal nulla.





lunedì, settembre 19, 2022

three arrows capital

 

 


ricordiamo cose è il mondo crypto?

quel mondo operato da aziende chiamate exchange che quando non hanno la rabbia hanno il cimurro.
Token spariti,
Risorse usate senza coperture,
Aggiotaggio (anche sui social!)
Turbative di mercato
Blocco degli scambi per pilotare il mercato o salvarsi il Cu.
Furti
Frodi.

Sostanzialmente il migliore exchange e' un truffatore, se si trattasse di finanza, ma alla fine e' solo un videogame e non esiste garanzia.
State giocando a space invaders e il box si e' fregato 1000punti.

Inoltre le crypto non avendo fondamentali si muovono principalmente come dei polli in liberta' ad ondate:
raggiunta una certa beccata psicologica smettono di beccare e le cry-pto affondano sotto i costi
I polli si spostano tutti insieme e ricominciano a beccare e i "valori" esplodono.
raggiunta una certa beccata psicologica smettono di beccare e le cry-pto affondano sotto i costi
eccetera.

I grossi player possono semplicemente accelerare o rallentare i polli e fare enormi guadagni.

Ricordatevi della pollitudine, avrà molto senso fra poco.

Se chiedete ad un coiner vi dira' che quelli che citi sono casi, poche migliaia di casi, ma ruberie sopra i 100 milioni di euro presunti io ne ho contate una media di una al mese, neppure vengono alla luce il 90% di loro e NESSUNA azienda cripto non ha fatto qualcosa che nel mondo reale, se le crypto valessero almeno come un tappo di sughero, sarebbe penale.
Ogni tanto trovate un mio sfogo, ma di fatto sono solo esempi di buchi miliardari, neanche un centesimo di quelli che avvengono.

Lehman Brothers, al confronto della più corretta azienda crypto era un'educanda di rara timidezza.

La cosa divertente che siti come Celsius che ha fatto un buco colossale sono ancora aperti in attesa di ripartire come se nulla fosse, come del resto e' successo a molte "banche" o videogame (terra luna pensavate fosse scomparsa?).  

Anche in Italia apriamo "banche" crypto, la New Financial Technology ha lavorato con circa 6.000 risparmiatori, i quali hanno investito tra i €10.000 e i €300.000 in cambio di un guadagno del 10% (che e' gia' buono, ricordate quando vi parlavo del 90%?) in un momento il cui costo del danaro era il 1-2%.

il tutto con la magia dell'ARBITRAGGIO.
Ennesima parola presa dal mondo finanziario e sparata dentro in un videogame.

Ovviamente i giornali di crypto raccontano che e' il primo cripto crack italiano, dimenticandosi gli altri come mai avvenuti, certo 200.000.000$ fanno scena sul mercato italiano, ma ricordiamoci che gli italiani avranno perso molto di piu' con altre santissime società sicurissime estere.

ancora una volta si confonde sicurezza con garanzia.
e poi
Tutti sono scemi e solo un'azienda nata ieri (3 anni) capisce come fare a fare i soldi?

Ma in realtà altro non era che un'imitazione di quello che facevano altrove, come facciamo sempre in Italia dove non sappiamo inventare.

Ancora a settembre 2022 una serie di articoli del mondo dei cripto idioti titolava cose come (parafraso)
C'è un modo in cui gli investitori in Bitcoin possono avere enormi ritorni senza rischiare il proprio capitale è con l'arbitraggio cripto

La discesa negli inferi dovuta alla contrazione di liquidità del mondo reale fa crollare il videogame?
no problem, evviva il videogame!

Se leggete questi articoli sembrerebbe che l’arbitraggio, per come e' spiegato sulle decine di siti cripto per peones, sia una magia dovuta a:
Yabba dabba, smart contract, vendita, acquisto, UH!, bla bla, sling, Uh, uH, PUF! guadagno gratis.
Spiegazioni lunghissime, anche una pagina, piene di termini "tecnici".

Eppure wikipedia lo spiega bene in solo una frase (baserebbe copiarla, no?):

un arbitraggio è un'operazione che consiste nell'acquistare un bene o un'attività finanziaria su un mercato rivendendolo su un altro mercato, sfruttando le differenze di prezzo al fine di ottenere un profitto. 

Evidentemente se non e' cosi' o il 90% dei siti cripto sono truffatori o sono idioti.
Wiki prosegue:

L'operazione è possibile se il ricavo che si ottiene supera i costi per il trasferimento del bene trattato da un mercato all'altro. 

Che non e' banale visto che "trasferire" nel mondo crypto puo' essere lento, costoso o entrambi.

L'intera operazione deve essere senza alcun rischio per l'operatore. 

E con questo mette la pietra tombale sul 90% degli enormi guadagni: e' arbitraggio QUANDO, non se, e' senza rischio.
O in italiano: e' arbitraggio quando e' senza rischi, o in soldoni, guadagni poco.

Ma evidentemente persino wiki, che non e' certo una "fonte del sapere profonda", ma e' una decente fonte per iniziare ad informarsi e' snobbata dai coiners che l'unica cosa che vedono sono gli yabba dabba.

Praticamente l'arbitraggio e' quando vendi un prodotto che su due mercati ha prezzi diversi: compri il telefono motorsola in Germania dove viene venduto a 100 e lo vendi in Italia dove viene venduto a 180.
Se le tasse e il trasporto non ti uccidono il guadagno hai appena fatto arbitraggio.
Ai tempi dello star-tac decine di aziende campavano su questa roba e gli "sconti" delle varie piattaforme elettroniche degli inizi e dei supermercati, oltre a sistematiche frodi fiscali, erano sostanzialmente questo.
La fuga in massa dei laureati STEM  italiani e' una forma di auto-arbitraggio.

Capite che in un mercato elettronico digitale mondiale, di un oggetto interconnesso digitale, trovare un posto dove il BTC (o altro) venga venduto a meno (o a piu') è non solo bizzarro, ma la stessa pressione di un travaso diminuisce per interferenza la differenza.

In ambito finanziario e' uno dei tanti motivi per cui e' raro avere prezzi disuniformi: nel momento che un azione, un bond o un futures viene venduto ad un prezzo "sbagliato" per il mercato arriva qualcuno ad approfittarne. Quasi un sistema regolatorio.

E il pubblico crypto e' anche cretino se gli dici qualcosa sui ladrocini delle società crypto dirà:
"erano cose vecchie, adesso..."
anche se sono accadute ieri.


Oggi parleremo della societa' three arrows capital una società onnipresente nel ambito crypto, ma i coiner vi diranno che e' gia' stata gia' dimenticata... dal 2022... il giugno 2022 e' roba antica anche se l'anno 2022 non e' ancora terminato.

vediamo di ricordarlo noi ai coiner imbecilli

Zhu e Kyle Davies, ex compagni di scuola superiore a Boston e fondatori di 3AC, erano studenti brillanti e avevano lavorato in ambito bancario e nonostante fossero in gamba la scalata verso le alte sfere sembrava loro maledettamente lenta.

Su Zhu e Kyle Davies, entrambi 35 anni, sono diventati  amici per la prima volta al liceo .

 


 

Zhu si è laureato con un anno di anticipo, summa cum laude, e si è trasferito a Tokyo per fare trading di derivati ​​presso Credit Suisse, dove Davies lo ha seguito.
Tutto andava bene fino a quando Zhu non fu licenziato a causa della crisi finanziaria, trovando lavoro in una società che faceva di trading ad alta frequenza a Singapore chiamato Flow Traders.

Zhu imparò l'arte dell'arbitraggio, principalmente sui fondi comuni di investimento quotati come azioni. Eccelleva in questo, e' un genio matematico stando ai prof, diventando il più bravo in Flow.

Il successo gli diede alla testa.
Era noto per criticare senza mezzi termini le prestazioni dei colleghi e persino i suoi capi.
Zhu  andava al lavoro in pantaloncini corti e maglietta, quindi si toglieva la maglietta, andando in giro come se fosse in spiaggia per mostrare che non era come gli altri, i risultati che otteneva lo rendevano intoccabile. 

Dopo Flow, ormai era una star a parer suo,  Zhu ha lavorato alla Deutsche Bank. 
Davies nel frattempo era rimasto al Credit Suisse, ma a quel punto entrambi erano stanchi della vita da colletti bianchi: volevano di più e pensavano di poterlo avere. 

 


 

Nel 2012, mentre entrambi vivevano temporaneamente a San Francisco, Zhu e Davies hanno unito i loro risparmi e hanno preso in prestito denaro dai loro genitori per mettere insieme circa $ 1 milione di fondi iniziali per Three Arrows Capital. 

Il nome deriva da una leggenda giapponese in cui un signore della guerra, insegna ai suoi figli la differenza tra cercare di rompere una singola freccia  e cercare di spezzare tre frecce insieme. 

In meno di due mesi avevano raddoppiato i loro soldi.

Si trasferirono  a Singapore, che non ha alcuna imposta sulle plusvalenze, e nel 2013 avevano registrato il fondo lì con l'intenzione di rinunciare ai loro passaporti statunitensi e diventare cittadini locali.
Zhu, che parla correntemente cinese e inglese, si muoveva in modo fluido nella scena sociale di Singapore.
Nel 2015, si lamentavano di quanto sia stato difficile raccogliere fondi dagli investitori.
Non dobbiamo essere sorpresi: dopotutto, Zhu e Davies non avevano una storia ne delle pubblicazione ampie.

Durante questa prima fase, Three Arrows Capital si è concentrata su un mercato di nicchia: l'arbitraggio di derivati ​​di cambio (FX, Forex, foreign exchange).

A quel tempo, il FX non era ancora integrato ed era facile trovare differenze, o spread, tra i prezzi quotati in diverse banche, in pratica errori di tempo piu' che di localita', praticamente ritardi di trasmissione o digitazione.
Three Arrows ha trovato il modo di bersi gli errori di prezzo e intascando frazioni di centesimo su ogni dollaro scambiato.
Era una strategia che le banche detestavano
A volte, quando le banche si rendevano conto di aver quotato al prezzo sbagliato, chiedevano di modificare o annullare l'operazione, ma Zhu e Davies ovviamente li mandavano a fare un bagno. 

Ovviamente alle banche cominciavano a stargli sul caxxo a questi strxi che muovevano milioni per "pochi" dollari lucrando su piccoli errori di propagazione o di digitazione.

Nel 2017, le banche hanno iniziato evitarli.
Ogni volta che Three Arrows richiedeva un prezzo, tutti i trader FX bancari li mandavano a fare un bagno e non gli davano il prezzo o non accettavano gli ordini di scambio.

il gioco era finito.
Fine dei lauti guadagni sulle spalle degli errori altrui.

Intanto in Three Arrows hanno notato le criptovalute, notando l'andamento a stormo di polli.
iniziano a investire  in un momento così opportuno del ciclo durante un inizio di risalita che Zhu è stato spesso accreditato di essere il massimo genio del settore per aver capito quando sarebbe stato il fondo del ciclo.
Negli anni successivi, per via dei grandi successi ben propagandati, è sembrato geniale a molti impressionabili criptoidioti e superstar dei "giornali" crypto.

Ormai era un profeta del BTC.

Un pochino e' stato il fatto che Zhu e' effettivamente un genio, ma e' anche stato un momento di stabilita' e coerenza, pollitudine pura, del BTC (che poi guida il mercato del nulla).

Zhu e Davies su Twitter diventano delle superstar dei crypto idioti e questo permette di pilotare i polli direttamente.

Con il trading di criptovalute negli scambi di tutto il mondo, l'esperienza dei due con l'arbitraggio è tornata subito utile.
Una strategia di trading  prevedeva l'acquisto di bitcoin, ad esempio, negli Stati Uniti o in Cina e la sua vendita a un prezzo più alto in Corea del Sud, dove gli scambi erano regolamentati diversamente, con conseguente aumento dei prezzi.

Un altro arbitraggio (in realtà non  lo e' più) crittografico potrebbe comportare l'acquisto di bitcoin al suo prezzo attuale  mentre si vendono bitcoin futures brevi, o viceversa, al fine di raccogliere un premio di prezzo. 

Ma le strategie del genere che rosica su piccole percentuali tendono a produrre più soldi quando vengono eseguite su larga scala, quindi Three Arrows ha iniziato a prendere in prestito denaro come un aspirapolvere per far girare la macchina.
Non e' piu' come nel 2015 dove un investitore ti fa le pulci, siamo in ambito cripto dove arricchiti e polli sbattono K$ in un prestito con la bava di vederli moltiplicare.

Se tutto andasse bene, la manovra potrebbe generare profitti che coprono gli interessi dovuti sul prestito.

Ma il core business era essere dei santoni, dei guru e costruire un sacco di influenza sui social media per i due fondatori.
Twitter è il centro dell'arena, la stanza di di risonanza per le notizie e le opinioni che muovono i mercati dei cripto e gli altri social e siti bevono da li.

Vi ho gia detto che TUTTE le societa' cripto vivono sullo spavento dei polli?
Per fare soldi su qualcosa che non ha un vero valore occorre trovare degli adepti cosi' stupidi da cacciare soldi per divenire parte di una setta (i coiners).

cosi' erano diventati superstar di TW 600.000 seguaci fissi e frasi spesso riportate dai "giornali" specialistici (anche italiani che bevevano ampiamente). 
In pratica voleva dire, twittando molto, assecondare le masse crittografiche con pronostici scandalosamente rialzisti, guadagnando a spese di tutti gli altri.
Si chiama aggiotaggio ed è penale.

Inoltre lo stronzo raccontava che era cosa buona chiedere in prestito soldi per fare operazioni ad alto rischio incoraggiando i giovanissimi.

"Solo i boomer scambiano azioni"

"Conosco persone che dicono che se qualcuno avesse prestato loro $ 50.000 in più allora avrebbero $ 500 milioni in più "

La nostra tesi è semplice, crediamo che il modo migliore per ottenere esposizione al cambiamento di paradigma culturale inaugurato dagli NFT sia possedere le opere più pregiate delle collezioni più desiderate.

Per dirne di divertenti che avete sicuramente sentito declinate anche da noi alla periferia del tutto.

Costantemente Zhu ribadiva il punto sulla piattaforma, nelle sue apparizioni su podcast e programmi video di criptovalute:
compra, compra, compra diverrai follemente ricco

Il gioco di Zhu, ricordiamo che non e' fesso, è un esperto di matematica e praticamente un genio, di far entrare i polli nel mondo crypto, per poi avere carburante per Three Arrows Capital con il bonus che se il BTC sale loro pompano a manetta soldi nella caldaia.

Man mano che cresceva, Three Arrows e' andato oltre il bitcoin in una serie di progetti crittografici e criptovalute, con il flusso di soldi inarrestabile cercava di fare il botto ovunque. Addirittura vendere al doppio della roba cripto che veniva scambiata normalmente alla metà.
Qualsiasi progetto cripto aveva dei capitali di 3AC direttamente o indirettamente.

Nel  2020-1, bitcoin volava alto nel cosmo.
Agli idioti i sembrava un superciclo, nella realtà erano i soldi immessi nel mondo reale dalle varie statalità che servivano per compensare le problematiche del covid, ma degli stolti li avevano a loro volta immessi nel mondo cripto facendolo esplodere.
Il fondo principale di Three Arrows ha registrato un rendimento di oltre il 6000% e controllava oltre $ 5 miliardi.

I personaggi pubblici di Zhu e Davies, dietro il successo ENORME, dietro il fatto che qualunque stronzata dicevano sui social se la bevevano in milioni, sono diventati ancora più estremi.

I loro tweet erano sempre più fantasticherie, del resto qualunque mincxiata dicevano viene presa per oro colato e riportata da tutto il mondo come profonde previsioni sensate.
Andate a vedere le previsioni dei siti cripto fra il 2019 e il 2022 e leggerete sicuramente le balle dei due come "analisi di mercato dei nostri esperti".
Per non parlare delle decine di titoloni come "Su Zhu, CEO di Three Arrows Capital, ritiene che Dogecoin sia la criptovaluta del popolo" (3 pagine di merda riprese anche d 2 "riviste" online italiane per adepti.

Oppure
"Sì, ho abbandonato Ethereum..  ha abbandonato i suoi utenti.
L'idea di stare seduti a masturbarsi ... inventando test di purezza, mentre i nuovi arrivati non ​​possono permettersi la chain, è disgustosa.
"

ovviamente boom di bla bla sui siti che questionavano sulle manovre della gestione di ETH in cui alcuni arrivavano ad ipotizzare crolli apocalittici e altro.
E l'ETH scendeva

Appena perdeva qualche punto Zhu aspirava a manetta senza subire rialzi e quando lo beccavano a comprare a manetta:
 "100.000 eth è polvere... ne stanno arrivando ancora"

Inoltre i due trattavano male il loro personale,  in particolare  i trader, mai riconoscimenti solo insulti, molti licenziamenti.

Nessuno, in realtà, sapeva come venivano prodotti veramente i soldi in 3AC:
Zhu e Davies tenevano nascosto il funzionamento interno dell'azienda. 
Solo loro due potevano spostare denaro tra determinati portafogli crittografici e la maggior parte dei dipendenti di Three Arrows non aveva idea di quanti soldi stesse gestendo l'azienda.
Abbiamo gia' visto questa costante nelle societa' cripto, no?

Loro erano delle maledette rockstar: ricchi e adorati dalle masse dei coiner.
Non erano più trader, erano diventati influencer e cambiavano le sorti del "mercato" con un tweet.
E per un po avevano anche ragione.
Solo che si erano un pochino fatti prendere la mano.

 Zhu e Davies iniziarono a concedersi alcuni dei lussi dei super ricchi tipici della loro posizione da rockstar: case da decine di milioni (35 quella della foto), 

 

navi da 50 milioni.


 

Three Arrows ha continuato a essere un gigantesco imbuto per il capitale preso in prestito, in pratica un aspirapolvere di soldi e "soldi".

l'industria delle criptovalute e' un assorbitore che brucia soldi e poiché i progetti DeFi (crasi di finanza e deficiente) danno tassi di interesse mostruosamente più elevati di quelli che potevano ottenere presso le banche tradizionali ha sempre fame. Come qualsivoglia ponzi o assimilabile.

Three Arrows, attraverso i suoi sistemi, gestiva miliardi e aveva sempre piu' fame.

Quando alcuni  hanno chiesto a Three Arrows di fornire garanzie, come sempre accade nel mondo cripto (e abbiamo visto in decine di casi), si sono sempre rifiutati di dare rassicurazioni.
Che io sappia nessuna azienda cripto è in grado di dare una spiega dettagliata e sui loro siti imperano frasi auliche farcite di termini tecnici che tradurre in linguaggio corrente e' impossibile essendo cazzate per irretire idioti. 

Ai piu' insistenti si è offerto di pagare un tasso di interesse superiore.
In teoria questo non e' un campanello d’allarme e' una foxxuta sirena e uno dovrebbe fuggire, ma nel mondo cripto è "mii mi ci da piu' sorrdi? e io mi ci accetto e ci do milioni!".

Anche grandi, ben capitalizzati, attori della scena DeFi-cienti per via  della  reputazione di prodigio di 3AC non hanno chiesto alcun bilancio certificato o alcun documento. 

WoW mettete in mano 100 milioni di $ ad uno e non chiedete neppure un bilancio?
Siete gegnacci.
Del resto gli smart-cosi sono sicuri, no?

Ad un certo punto 3AC aveva le mani in pasta in molti grandi player della scena DeFi, dando o prendendo soldi o "soldi".

in three arrows capital scommettono pesantemente sul bidone  GBTC (quei folli che facevano un derivato BTC da mettere in borsa, quella vera, ma che la SEC li ha mandati GIUSTAMENTE a fare in... ne avevamo gia'' parlato).

Avevano posizioni esagerate anche su DogeCoin, la moneta di merda fatta per gioco pompata da muscone (un altra rockstar, ma piu' scaltra).

Avevano una esagerata quantità di Luna, jn "valore" di 600.000.000$.

avevano Ether in staking (deposito, una sorta di conto immobilizzato) che poi creava dei subcosi che improvvisamente valevano un piffero (e anche Ether...)

Tanto i polli seguono la voce del fattore, pio pio pio... no?
Nonostante tutto continueranno ad arrivare idioti che vogliono i gettoni pagando moneta!

Esiste un piccolo problema.
Con la fine del picco del COVID in occidente, e la fine dei soldi che i governi sono disposti a lanciare a pioggia, unito all'aumento dell'inflazione (alla fine si paga), le persone hanno cominciato a non versare cosi' a nastro i soldi nel sistema crypto.

Questo non e' passato inosservato ad un trader, quelli veri.
Un trader non e' quello che vede un grafico e immagina, come fanno i coiner, che rappresenti se stesso, ma lo  legge cercando le CAUSE che causano il grafo, che e' un EFFETTO.
Un trader cerca di capirne le cause e quindi il futuro, non legge un grafo come rappresentazione ripetitiva della realtà, ma del passato, che non e' il futuro.
Il trader ha letto che le condizioni del mondo reale stavano causando un rallentamento dei polli, ovvero una discesa del "valore".

Cosi' mentre le cripto si preparavano ad una bella discesa appena accennata qualcuno si prendeva una colossale posizione ribassista su BTC e, contemporaneamente, avendo studiato, usava il folle sistema terra-luna per dare una spallata al sistema come fosse una fionda per essere certo di avere una partenza allegra.

Appena luna (40 miliardi di "valore" in 10 giorni) e' precipitata bruciando i BTC di terra  a nastro, il BTC e' ovviamente sceso (non avendo un vero valore appena una, relativamente piccola, quantita' di BTC viene convertita in $ scende, a maggior ragione con quella cifra in gioco)

Le galline appena vedono una discesa di BTC si muovono in gruppo vendendo, prima poco, e poi tanto, da bravo stormo.

BTC, non avendo un valore (vale zero), ma solo un "valore", ha perso una mostruosità, in un solo giorno e' passato da 30K a 20K, come dire che se fosse stato un titolo negoziato in borsa la storia di BTC sarebbe finita li. Eppure lo zombie e' ancora fra noi.

three arrows che aveva 560.000.000$ di luna in portafoglio arrivati a 1000$, in compagnia di  BTC e DogeCoin: hanno perso l'impossibile. Miliardi di "dollari".

Ovviamente in questo contesto, una contrazione del mercato del "valore" dei vari coin  di circa il 50% e cessazioni di molti venditori di fumo fa si che qualcuno voglia rientrare dei prestiti e hanno cominciato a chiedere a  Three Arrows i soldi depositati.

Nella societa' tecnicamente quei soldi non esitavano piu' perché il mondo cripto e' legato sempre al numero di polli e se escono sei fottuto (come le centinaia di aziende cripto schiattate negli ultimi anni).

Negli ultimi giorni di Three Arrows, i due fondatori hanno contattato ogni facoltosa criptobalena (un tipo di pollo grosso) che conoscevano,  i massimi dirigenti di altre aziende spennapolli (stie?) eccetera per prendere in prestito più bitcoin e dollari per poter pagare chi estraeva gli "investimenti"  ed evitare di affondare.
Quante volte ho narrato di questa situazione quando i ponzi cadono?

Three Arrows sembra, inoltre,  aver tenuto tutti i soldi in conti cumulativi e non nominali, prendendo da quelli a caso per rimborsare i prestatori.
In pratica non si sa di chi e' cosa.
Storia gia' vista decine di volte con aziende cripto, no?

Dopo che i "trader" dell'azienda hanno smesso di rispondere ai messaggi, gli investitori hanno provato a chiamarli, inviare e-mail e inviare loro messaggi su ogni piattaforma. 

SILENZIO.

Alcuni hanno sbirciato attraverso la porta dell'ufficio di Singapore della 3AC, dove settimane di posta erano ammucchiate sul pavimento.

Allora la grande DeFi che non ha bisogno dello stato perché ne e' svincolata e sicura... ha chiamato lo stato e il tribunale.

Il tribunale arriva e scopre che i 10-15 miliardi che dovrebbero trovarsi in pancia della bestia sono... 150 milioni di cui la meta' sono proprietà.

Ora capite cosa vuol dire DECENTRALIZZARE CON LE BLOCKCHAIN?
Voler fare a meno dello stato per fognare e poi volerlo per quando la fogna puzza.
il tutto senza pagare gli stipendi allo stato.

Capite anche che due tizi, deregolamentati, in 4 anni fanno gli stessi danni che in MPS 20.000 idioti ci hanno messo 40 anni i un mercato maledettamente piu' grande.

se fosse il mondo reale mi debbono anche spiegare come
Blockchain.com   ($ 270 milioni)
Voyager Digital (che ha portato i libri in tribunale) ( $ 670 milioni)
Genesis
BlockFi
BitMEX
FTX
e decine di altri intendono ripagare le perdite di bilancio avute dal fatto che 3AC si e' bevuta i loro "soldi".
Non sono noccioline neppure per una banca nazionale "vera", ma forse non dovendo avere un bilancio vero... queste entita' alla fine esistono fino a quando hanno i soldi per rimanere attive, ovvero quando in cassa si vede il fondo del cassetto anche da fuori.
Tutte "aziende" che probabilmente sono zombie e che in questo momento hanno bilanci in profondo rosso (aka inoperative) o stanno giocando con la pelle dei clienti.

questi, sul sito di 3AC, sono i modi e le aziende che erano il fulcro degli affari, quindi tutta roba da evitare.
Noterete il lettering curato e i nomi fighi.
Molto meglio di "banca di Tavernerio" in Times New Roman blu.

Ecco mi sembra un buon elenco da cui partire per sconsigliare dove mettere soldi, magari quelli veri.

Inoltre sul social Zhu difendeva binance che cercava di difendersi dalla diceria che nelle cripto finiscono i soldi dei malviventi: hint, pare che 3AC abbia preso soldi da "organizzazioni non chiare"

 Ma la cosa piu' divertente che alcuni siti di coiner riportano ancora le "idee" usate nei social da Zhu come aggiotaggio (penale quasi ovunque, se le coin avessero un valore superiore a zero).

Ovviamente i 2 fondatori sono irreperibili.

Parafrasando elio:
Ancora un triste final per una storia di coiners.



mercoledì, settembre 14, 2022

bella ciao

Molti di recente commentano che la Pausini avrebbe rifiutato di cantare "bella ciao" perché troppo politica attaccandola.

Al di la che cantare una canzone del PCI in un momento di elezioni e' semplicemente di cattivo gusto, salvo che tu sia un'invasato politico che immagini un annessione alla madre russa. 

Per capire una cosa si deve pensare al contesto.

Bisogna un attimo ripercorrere le origini della canzoncina di merda per capire che la Pausini ha tutto il mio rispetto.

Alla fine delle guerra i comunisti si trovano in difficoltà, tanto per cambiare.

Il fascismo aveva avuto successo non solo per una questione ideologica, ma anche perché il leader oltre che nefando era molto intelligente.
Piaccia o meno. Raccontarlo come macchietta non fa altro che sminuire gli italiani. Se fosse stato un cretino gli italiani sono funghi.

Bisogna ricordare che per arrivare a certe vette non basta essere "cattivi" ma occorre che essere intelligenti e circondarsi di persone capaci.
inoltre era arrivato nel momento "giusto" diventando il portavoce di tutte le frustrazioni di una società caduta in una crisi economica e ideale (grillini dice nulla?)

La stabilità della dittatura fascista è in gran parte da ascriversi alla capacità di Mussolini di generare attorno a se un alture di "figo".
Un animale da palco, come, in misura minore, altri politici odierni che hanno imparato da lui.
Inoltre non era uno sfigato come Renzi e parlava  inglese, francese e tedesco.

Non solo godeva dell'approvazione della società italiana, ma anche nell'ammirazione del l'opinione pubblica internazionale.  

Churchill, nel 1933, lo definì «il più grande legislatore vivente»
La chiesa romana lo amava al punto da chiamarlo «il più grande uomo da me conosciuto e tra i più profondamente buoni».
insomma era uno che sapeva intortare e parlare con tutti i livelli, dalla plebaglia ai top del loro tempo.
Per uno che assassinava i contrari senza pietà non è malaccio come immagine pubblica, concorderete.

Per fare questo il nostro (ooo, siii, e' nostro come DiMaio...) mascellone cavalca i mezzi comunicativi come nessuno ha mai fatto prima:

la fotografia, mettendosi in posa come un'indossatrice, in pose plastiche e potenti, spesso alla guida di auto e aerei (si, li sapeva portare, il tipo aveva grandi capacità).

in una societa' che arrivava all'inizio dell'immagine queste foto potenti creavano emozioni mai viste prima nel popolino.

ma la cosa non si fermava li, inizio' la diffusione della radio, ricordiamo che in Italia eravamo già molto indietro rispetto al mondo occidentale, ovviamente costruita per sentire solo il potere, per diffondere il fascismo.  non eravamo in grado di fare la TV, altrimenti avrebbe fatto trasmissioni fiume. 


 

Pero' vi erano i cinema, il cinegiornale era una grandissima idea e gestita benone.
Nel 1927 nacque il cinegiornale Giornale Luce, proiettato obbligatoriamente in tutti i Cinema d’Italia prima di ogni film.
Uno strumento potente in mano al regime per il controllo dell’informazione e per la propaganda politica.

Se questo non bastava ricordiamo che all'epoca vi era l'art dèco, da noi in Italia chiamata liberty in onore del centro commerciale londinese che stupiva chi ci andava e che, con il suo stile internazionale, stupiva i villici italici che vi giungevano.





Quindi per oltre 20 anni quello che la gente vedeva o gradiva era in qualche modo fascista o etichettato come tale.
Ed era un mondo pirotecnico quasi come gli anni 80.
Vi consiglio caldamente di guardare le pubblicita', soprattutto la cartellonistica, perché racconta di un mondo che non esisteva in Italia, ma che si voleva spacciare come un futuro subito.
Il tutto con grafiche dèco, cubiste, sperimentative.
Sempre con un occhio ad un futuro grandioso.
Donne indipendenti e sicure, un mondo tecnologico (ovviamente autarchico,  devo davvero dirvelo?), la libertà di movimento, macchine fantastiche, erano delle promesse che esistevano in europa, ma da noi erano poco presenti al di fuori di pochissime zone.

Un rullo compressore che da un lato martellava con una promessa di modernità e libertà, dall'altro un italietta nascosta che era di fatto povera e poco scolarizzata, con stipendi infimi rispetto alle altre nazioni.

Finita la guerra in cui ci eravamo cacciati, il regime cadde, del resto sono abbastanza convinto che il mascellone non volesse andarci (sapeva di essere a capo di uno stato poverissimo nonostante le balle raccontate), però ci e' andato, ci si e' ficcato, nicchiando fino all'ultimo nonostante le promesse fatte, la lista della spesa mandata a Hitler e' di una comicità sfigata tutta italiana.
Del resto una figura di merda e' preferibile ad una guerra. Ma alla fine le mosse errate  precedenti, e la forza dei crucchi, costringono al dunque. E si decide per la guerra.

Comunque sia il regime e' il colpevole sia dell'entrata in guerra che della sconfitta, ovvio, il problema che alcuni si ponevano era come far terminare il fascismo.

Perché, parliamoci chiaro, chi non era un vecchio aveva solo visto il fascismo (o le sue basi) e anche solo pensare che esista qualcosa di diverso e' difficile.
La Germania est sapeva benone cosa esisteva, ma e' stato uno shock mostruoso in cui molti non  si sono ancora ripresi dopo 30 anni (vi e' un film comico molto divertente sulla cosa).

Cosi' dei baldi giovani decidono di uccidere il simbolo magno del fascismo, insieme all'amante che ne avrebbe potuto declamar doti, e  per evitare che diventi un martire, e che si veda bene che e' morto e non diventi neppure un presunto esule pronto a tornare, lo trasportano nel punto piu' trafficato nell'arco di centinaia di km e lo appendono in maniera tragicamente suina dopo un lungo trasporto.

Ma questo non basta, il fascismo e le sue radici sono ovunque.
Moltissimi italiani sono convinti dalla macchina della propaganda, che il fascismo è una cosa buona.

De resto non hanno tutti i torti, al di la della stronzata "il fascismo ha fatto che cose buone", tutti hanno fatto cose buone, se vado a cercare bene persino il peggiore partito italiano, i grillini, qualcosa di buono lo avranno fatto. Magari per sbaglio.

Bisogna ricordare che dopo la grande depressione degli anni 20, gli anni 30 sono un momento di grande rinascita che in Italia inizia, al solito essendo uno stato poco istruito, uno-due anni piu' tardi circa nel 33.
Ovvio che l'ascesa al potere pochi anni prima, fa pensare a molti che "da quando abbiamo il duce stiamo meglio" perché prima e' solo raccontata, ma poi e' oggettiva, non per via del regime, ma per le mutate condizioni economiche mondiali.
Quindi un italiano che viveva nel 1940 aveva visto un grandissimo miglioramento delle sue condizioni economiche e la macchina di propaganda non mancava di affermare che era tutta farina del fascio (TM).

Quando e' caduto il regime ed eliminato brutalmente da alcuni poi considerati "salvatori" molti italiano continuavano a pensare che il fascismo era una bella cosa, dopotutto...


qua non si vede bene, ma fra il 30-33 in cui vi e' un avvallamento e poi un bel crescendo. Magari vi trovo un grafo migliore o ci sono di anno in anno o ci sono per un secolo.

Poi decenni di propaganda...

Si poneva il problema di come prendere il controllo dell’Italia da parte di chi voleva far credere di esser la parte avversa e questi furono i comunisti.

Questi presero decisioni negli anni, opinabili come disintegrare tutte le ville dèco che oggi sarebbero un patrimonio inestimabile e di rara bellezza, solo perché era uno degli stili in voga nel fascismo. Avrebbero abbattuto anche il chrysler

Presero tutte le cose osannate del fascismo (considerate belle con un pessimo gusto, come la scuola) e diventarono "comuniste" se non si potevano distruggere.
il liceo, invenzione fascista? Territorio comunista.
la musica tanto usata dal regime? Territorio comunista.
la televisione troppo potente? va ostacolata, sia mai che ci sia un secondo duce.
il cinema amato dal duce per portare il verbo? Territorio comunista.
Tutto quello che era la punta del fascismo passavano a fagocitarlo, mentre la maggior parte dell’Italia era impegnata a leccarsi le ferite.

in questo contesto i comunistoidi, che altro non hanno fatto che nascondere o scimmiottare il loro amato fascismo, diventando di fatto un strano fascismo 2.0 con zeloti dediti al verbo di Mao o di un fuori contesto come Marx.
Ma mancavano di un jingle che li identificasse.
Dopo aver importato in pochino di oscenità, come aver preso una canzone inneggiante la repubblica presa da  "Ciapa on saa, pica la porta" (prendi un sasso, picchia la porta, la trovate anche cantata da van der sfoss in una versione molto diversa) 

Bandiera rossa la trionferà
viva la repubblica, viva la repubblica
bandiera rossa la trionferà
viva la repubblica e la libertà

e averla trasformata in Territorio comunista (TM) persino piu' monotono

    Bandiera rossa la trionferà
    Bandiera rossa la trionferà
    Bandiera rossa la trionferà
    Evviva il comunismo e la libertà.

abbiamo il problema che il comunismo non e' proprio una bella cosa da urlare ovunque, come negli states dove vai a chiedere soldi.
E poi e' troppo vecchio e dopo 20 anni attacca solo nelle teste calde.

cosi' si prende un aria popolare diffusa in mezzo mondo, qualcuno la fa risalire alla cultura ebraica, canzoncina diffusa anche nella bassa

Alla mattina appena alzata
o bella ciao bella ciao bella ciao, ciao, ciao
alla mattina appena alzata
in risaia mi tocca andar. 

e con il solito tocco di "moriremo tutti" che e' bello usare per la propaganda verrà modificata con tragiche parole.

Si racconta quindi che i partigiani siano un entità astratta nazionale di origine comunista (trasformata in Territorio comunista (TM)) e che quello era il loro sacro inno con cui andavano a combattere.
La cosa assurda è che ci hanno creduto persino dei partigiani.

La cosa divertente che i partigiani, con quella tipologia specifica di cui si narra erano prevalentemente un fenomeno del nord Italia sebbene diffuso ovunque.

Detto questo si e' creato il mito che i partigiani fossero una forza comunista che andava all'attacco correndo inneggiano "bella ciao".
Se questa non e' un immagine squadrista fascista non so cosa dire. Perche se non sono quello sono un gruppo di bersaglieri con la tromba.

Comunque sia non solo i partigiani non erano comunisti, non erano uniti dal comunismo e la maggior parte di loro non lo era, anzi ho notizia di partigiani che oggi metteremmo decisamente a destra.
Ma nel quadro della propaganda sono stati trasformati in Territorio comunista (TM).

cosi' si e' preso una brutta canzoncina che si immagina fatta nel 1950 circa e il fascismo, ops, la sinistra italiana, la incolla ai partigiani che mai avevano sentito una tale oscenità.
La prima volta che e' stata eseguita in pubblico pare che fosse fra il 1962 e il 1965, se fosse stata così importante ed iconica anche solo per una zona d’Italia pensiamo quanto l'avremmo sentita sarebbe sui nastri da tempo immemore come e' stato per tutte le altre canzoni di guerra, pensiamo solo agli alpini avvinazzati quante canzoni hanno prodotto.
Al sud con le varie versione della tarantella ci hanno sfondato il rame...
Ma nessun partigiano interrogato negli anni 70 ha mai sentito parlare di bella ciao. Non gli avevano dato fecebokko.

MA così va la propagata fasciocomunista,  a forza di martellare si rende vera la leggenda.
La finzione riesce ad ingranare bene e fra il 1965 e il 1988 e' vero e proprio boom.
Alle elementari tutti i momenti si doveva cantare sta merda.

Oggi il 90% degli italiani e' convinto che TUTTI i partigiani fossero tutti comunisti e i partigiani sono figli del comunismo (quindi il comunismo ha fatto anche cose buone?) e che "bella ciao" sia l'inno ufficiale del partigiani ai tempi della WWII.

Oggi che finalmente anche a sinistra si comincia a capire che Mao era un incapace incosciente  tutto immerso nella sua mente ripiena di ideologie insensate e che forse applicare all’Italia la ricetta maoista non e' la cosa piu' furba, peggiore persino ai danni del grillismo.

 Forse oggi si dovrebbe ammettere che e' stata solo una presa per il rame pazzesca.

Di fatto "bella ciao" e' il jingle pubblicitario del PCI anni 60.

Cantarlo non fa che squalificare chi lo canta, sia perché vuol dire che credi alle bugie, sia perché credi che il comunismo vecchia maniera, Mao-style sia una soluzione.

a quel punto io, fossi la Pausini,  mi metterei a cantare il piu' bel jingle che e' stato fatto: iconico e potente.

I'd like to buy the world a homeAnd furnish it with loveGrow apple trees and honey beesAnd snow white turtle doves
I'd like to teach the world to singIn perfect harmonyI'd like to buy the world a CokeAnd keep it companyThat's the real thing
I'd like to teach the world to singIn perfect harmonyAnd I'd like to buy the world a CokeAnd keep it companyIt's the real thing
I'd like to buy the world a CokeAnd keep it companyIt's the real thing
I'd like to buy the world a CokeAnd keep it companyIt's the real-

https://www.youtube.com/watch?v=1VM2eLhvsSM

Quando l'annuncio RADIO è stato prodotto nel 1971  ha guadagnato popolarità immediata.
I DJ iniziarono immediatamente a ricevere chiamate che chiedevano loro di suonare il jingle, come se fosse una canzone dei Doors o dei Jackson 5, non una pubblicità!
Era così popolare che iniziò a influenzare le classifiche pop.
Gli Hillside Singers avevano registrato la voce originale e quella versione raggiunse il numero 13. Backer, il compositore, fece registrare ai New Seekers una versione leggermente diversa della canzone, intitolata "I'd Like to Teach the World to Sing In Perfect Harmony" che ha raggiunto il numero 7 della Billboard Hot 100.

Data la sua popolarità crescente, la compagnia ha deciso di girare uno spot pubblicitario utilizzando il jingle, assumendo cinquecento persone, portandole in aereo a Manziana (Roma) o recuperando dalle ambasciate,  per stare in cima alla collina  e sincronizzare le labbra con i testi.
La pioggia e altri ritardi italici hanno impedito a Backer e al suo team di raggiungere il budget iniziale di $ 100.000, ma la società di bibite si è fidata così profondamente della sua visione che alla fine ha sborsato $ 250.000
Costava $ 250.000, 4miliardi attuali,  rendendolo lo spot pubblicitario più costoso del mondo all'epoca e uno dei piu' costosi mai realizzati. 

La differenza fra il genio con i soldi e un propaganda fatta di merda.

La propaganda  funziona, vado a bermi una cola.

 






domenica, settembre 04, 2022

scuola riforma 5

 

 


Vediamo i poco preparati come guadagnano.

 

-Il prodotto per ora lavorata.
Se parliamo nel 2019 (se posso, avrete notato, prendo i dati pre-coviddo cosi' da non essere influenzati) Francia, e Germania, che si possono confrontare con noi per tanti motivi, e' quasi il 10% in più (e meno tasse, ovvero ci vivono bene).
Ma in paesi come l'Irlanda... parliamo del doppio, come del resto avviene, ovviamente in misura minore,  per USA, Belgio... e qualsiasi nazione occidentale di livello. 


Se il nostro scopo era essere meglio della Grecia pluri-fallita senza aziende o della Polonia che fa da mano d'opera low price, beh, ci siamo riusciti mentre leggevamo un sonetto aulico dello anno zero e le nostre acute menti si elevavano in epifanie masturbatorie.
Il tutto cacciando dentro DEBITO da 30 anni per aumentare artificiosamente il PIL.

Ma cosa vuol dire basso PIL per ora lavorata, che e' il nostro tragico tallone achilleo?
-che le aziende producono roba di basso pregio
-che i lavoratori sono capre
-che il personale non e' in grado di usare macchinari evoluti
-che le aziende non investono in macchinari evoluti
-che il managment non è in grado di pianificare

in pratica gli stipendi sono bassi e le aziende non possono investire o non lo sanno fare.


Del resto per un'azienda non e' facile fare investimenti se il management bifolco non capisce il futuro e/o ha lavoratori ignoranti, del resto anche se i macchinari fossero comprati non saprebbero come usarli.

E qui abbiamo un altro punto che abbassa il PIL per ora lavorata.
-il continuo fare folli bonus per i muratori.
Del resto ad un unskilled come gli trovi il lavoro?

-le decine di castronerie come aiuti solo economici (vogliamo parlare del reddito di cittadinanza?) che abbassano il PIL

-lavori no-PIL per unskilled a pioggia, qualcuno ha detto forestali?

Queste cose viste, bassi stipendi, basso background, mercato del lavoro di medda ecc,  per altro causa i famosi cervelli in fuga.
Quelli che NONOSTANTE TUTTO, ci sono riusciti e hanno uno skill buono fuggono.
In altri stati non e' un problema: escono 10K indigeni, entrano 10K stranieri altrettanto skillati che portano anche un modo diverso di ragionare.


Win Win.
Questa è l'emigrazione normale: uno arriva e un altro va.

Da noi sono fuggiti (nel 2020 che ha rallentato per la pandemia)  80mila laureati.
Vi prego di notare che sono un enormità con il numero di ns laureati, 291 mila laureati 2021, 1 su 4. 

Si avete capito il 25% dei laureati riceve, e accetta, un offerta nettamente più interessante dall'estero.
Praticamente produciamo laureai per esportazione.

Purtroppo non ci sono split sul tipo di laurea di chi scappa, comunque mi meraviglierei se  fossero i politici o i filosofi, non vedo molti italiani a capo del Christlich Demokratische Union Deutschlands.

Dall'estero le cifre degli arrivi non sono chiarissime e confrontabili, ma se parliamo di laureati le stime, secondo me imprecise,  sono al massimo 20K. Scusatemi l'imprecisione, ma quando persino gli organi ufficiali sparano castronerie impossibili e contraddittorie posso fare solo una stima.
In compenso entrano quasi milionarie masse annuali di extracomunitari con titoli non equivalenti alle elementari, di fatto non parlano neppure la lingua.

Ricapitolando:
Escono 60-70K laureati netti (80-20) ed entrano badilate di unskilled in un paese di unskilled.

E' evidente che il tessuto sociale fatto di unskilled latinici produce lavoro di tipo unskilled, non e' che ci voglia la palla di cristallo, l'extra si trova a suo agio.


E capiamo anche  paura dell' "oddio il negro ci ruba il lavoro, le donne, il paese...".
Già, date le premesse... non e' neppure del tutto errato nel paese dove essere unskilled e' la norma.

Il fatto e' che per fare un cambio di passo devi segare professori che oggi pensano di aver vinto alla lotteria del posto fisso.
Se cambi i programmi ti servono altri skill.

Inoltre per una gran parte del popolo il “liceo” rimane un mito, smontarlo non e' facile.
E' un mito per la destra sfiga, essendo un baluardo del fascismo
E' un mito per la sinistra che si e' appropriata dei miti del fascismo, facendoli sembrare piu' moderni solo perché non di destra.
Un vecchio mito dual use come spesse volte ancora oggi capita in parlamento dove gli schieramenti dicono le stesse idiozie e sono "giuste" o meno a seconda di chi le dice: evidentemente l'italiano medio essendo unskilled e' un idiota.


Adesso andiamo a vedere come dovrebbe essere fatta una sQuola moderna, anticipando ovviamente che non basta fare una buona scuola se il resto del tessuto sociale e' fatto per gli unskilled.

Se oggi un ricercatore universitario e una sciampista hanno stipendi paragonabili non fermi certo l'emorragia, anzi se  migliori la scuola rischi di aumentare la fuga. 

Quindi okkio a fare proiettili d'argento: lo stato e' un organismo complesso se metti il boost da una parte devi preparare anche il resto.
Forse per quesro la sQuola italiana e' un disastro, non volendo migliorare il tessuto sociale non potevano certo creare una generazione di persone istruite.

martedì, agosto 30, 2022

pulire un sensore

 


Chiunque abbia usato una reflex (o peggio una mirrorless) sa di avere un enorme problema rispetto a chi ha le lenti fisse:
LA MALEDETTA COLOSSALE STRZissima POLVERE!

Per quanto ci siano sistemi in vendita di varia natura hanno una caratteristica comune: non funzionano!

La maggior parte di aziende come canon, nikon e sony hanno tutte in comune l'idea che le mandi in assistenza il corpo e cacci 60E per pulire il sensore.
Con tutto quello che ne consegue (roba che non funziona piu', costi di presa e riconsegna, fermo macchina, smarrimenti... tutte cose che ho sentito da conoscenti)

Se appena appena fai foto spesso e fai lunghe esposizione, macro e simili non e' strano dover pulire il sensore un paio di volte all'anno.
Canon ha per esempio il costo di pulizia ufficiale a 49E e il saldo fattura, a quello che mi dicono conoscenti, 59E. 

120E annui tirati nel cesso solo perché le camere, TUTTE, non hanno sistemi di mitigazione.


Bisogna solo ricordarsi quale e' l'azienda che inventa la maggior parte delle novità nelle macchine fotografiche: PENTAX.

La solita pentax da 20 anni ha in catalogo LA soluzione che ho scoperto intorno al 2008 dopo aver litigato con swab e altre mixhiate che alla fine facevano piu' danni che pulizia.
Del resto e' impensabile proporre una digitale se non puoi pulirla.

 

Gia', bastava guardare sul sito Pentax. 

E, caxxo, si, l'appiccicone funziona.


il centro assistenza di altre marche?
Ma cosa usano questi laboratori per pulire i sensori?
Secondo mie indagini, prende un prodotto della concorrenza piu' evoluta e pulisce le fotocamere.

Come dire un ennesimo scollamento fra l'andamento di mercato e la qualita' del prodotto.

 Rimane da capire perché non integrino un sistema antipolvere, anzi abbiamo fotocamere come Sony che quando cambi l'ottica espone il sensore alla polvere per guadagnare inutili 2mm di spessore.
Solo a vederlo mi viene il cimurro.

 

PS

2 estati fa sono andato un un posto ventoso e un  possessore di Sony 6600, probabilmente scottato dai 60E, al cambio di obbiettivo, roba da stomaci forti, faceva questo:
-Toglieva l'ottica porgendola alla morosa
-Prendeva dalla tasca una perette e pompava POLVERE stampandola sul sensore per un buon 15 secondi
-rimontava un'ottica diversa che era rimasta in mano, scoperchiata in attesa da decine di secondi, della morosa
Potrebbe aver fotografato della polvere nella polvere mischiata a polvere.
Il mio stomaco era annodato.

Immagino che la prossima pulizia gli chiederanno un extra, tipo 150E.