lunedì, gennaio 17, 2022

metaverso

 

Non capisco tutto questo abbaiare contro e dire stronzate sul metaverso di mrZuc.

Tempo fa, parlando di genshin, dissi, riportando qualcosa che dico da 20 anni:

“Quando arrivarono i giornali entrarono in competizione con tante cose: urlatori e libri principalmente.
Quando arrivo' la radio entro' in competizione con tante cose: urlatori, teatro, libri, cinema e giornali.…...
il teatro di strada e simili erano gia' defunti o quasi.

La tv regno' a lungo zappando cadaveri.
….....
Ora siamo forse su un nuovo crinale con i videogiochi.
i videogiochi gia' oggi sono una realta' importante della nostra vita, il fatturato dell'industria mondiale dei giochi e' 152 miliardi di dollari.
Di fatto i videogiochi hanno gia' asfaltato i media precedenti”

Poi parlavo dei concerti fatti nei giochi eccetera.


Vediamo di capire la questione.

I giochi da anni SONO piccole comunita'.
Conosco amici che si sono conosciuti su WoW.
Forse erano comunità da prima di facebook.

Nel frattempo i giochi si sono evoluti, sono diventati piu' immersivi, e oggi sono dei mondi fatti e finiti con regole tutte loro.

Quasi tutti parlano di second life, un triste esperimento che non aveva possibilita' di evolvere per vari motivi.

Second life e' un videogioco piuttosto limitato per le interazioni, ha un costo d'ingresso e non ha nessuno motivo di attrazione che il gioco stesso.
Uno a second life gioca a second life.
Meno esaltante, ma simile, di una partita a Doom.

Second life e' sostanzialmente sconnesso dalle nostre vite.

Fortnite, per esempio, meno.

Innanzi tutto bisogna sottolineare che spesso in giochi del genere vi e' un supporto audio, ad es esterno con discord, ma poi ci sono eventi e questi eventi sono le stesse cose che facciamo fuori come concerti di musicisti.
Il gioco e' stato platea di concerti veri e non di signor nessuno come Travis Scott ma persino di Arianna Grande, una tizia che macina alla grande, non una morta di fama che sta andando sull'isola degli infami per tornare in auge o divenire conosciuto.

Questo pero' non rende l'idea.

Abbiamo gia' detto che all'interno dei giochi si va a vedere un concerto e, in teoria, si puo' vedere e sentire molto piu' che in TV o su YT. Nulla vieta, per es, di avere un TV virtuale dentro un un gioco in cui posso lanciare un player youtube.

Ma non e' tutta la storia, i giochi sono costruiti attraverso motori 3D che sono gli stessi che usano brutti telefilm, come mandalorian.
In pratica in questi telefilm parte dell'immagine e' fatta da motori come Unreal, generalmente degli schermi 4k alti 3m usati come sfondo messi in semicerchio.
Pare che siano meglio del green come velocita' di ripresa e qualita' di recitazione, ma fa anche capire perché il mandolino sia uno sfaticato che non fa 2 passi di seguito in scena: uscirebbe dal piccolo semicerchio.

Certo i “pc” che usano in mandolino sono molto potenti, ma debbono ricalcolare un 4Kx6 con bumping ineccepibili. Nulla vieta di caricare le mappe di mandolino e vedere con una qualita' piu' bassa, ma con performance che un TV con un filmato non puo' fare.

Infatti i giochi hanno una differenza importante con un telefilm, sono 3D in tempo reale e nativi.

Ovvero, rispetto ad un film, e' un tempo reale, posso interagirci e cambiare l'angolo di prospettiva (quello che speravano di fare con i DVD/BD) e, se ho l'hardware, vederlo in 3D e anche in questo caso non e' il 3D quasi bidimensionale da effettaccio delle cartoline millerighe del film di medda come Thor, e' un 3D immersivo che asfalta avatar.

Posso essere li con mandolino, con baby Yogurt, girare la testa e vedere attorno, persino in tempo reale mentre l'attore recita.
Gia', posso essere li, e con “li” non un mero “ho visto” ma un “esserci” e interagire con i miei amici mentre sono, siamo, sul pianeta Plorg e andare nella taverna a giocare a carte dove a breve entrera' il mandolino e magari lo Yogurt spostera' una delle carte sul nostro tavolo.

Capiamo che' e' un bel salto dell'intrattenimento, ma ha ovviamente dei limiti nella grande organizzazione del set cinematografico (ve lo vedere il cinema itaGliano che non sa neppure montare 2 luci?) che ovviamente porta la cosa su di un'altro livello.
Quanti sarebbero disposti a pagare 10E per la serie mandolino immersiva?
Io direi molti. Ad un'impallinato di StarWars girare sulla motoretta di mandolino non SIMILMENTE al telefilm, ma IDENTICO al telefilm quanto riuscite a spillare?
E ad un impallinato trekker che eiacula per una brutta copia di un comunicatore cosa pagherebbe per poter girare fra i ponti della nuova astronave "the renaissance"  della serie star trek "l'ennesima solita pizza IX" completamente girata con sfondi digitali?

lo ricordiamo come e' fatto un set virtuale in cui l’eroe e' in mezzo al deserto?

 


questo e' quello della serie 2 che e' enormemente piu' grande della prima, potete notare, rispetto al green o altri crop, la presenza in tempo reale dello sfondo che permette molta piu' facilita' di ripresa e recitazione

 




Se tutto cio' non ci basta non lo posso copiare, perche' non e' un “prodotto” ma e' un flusso che e' specifico. Non posso prendere VLC e scrivere nella barra rstp:sitoconifilm o fare un download: non sarebbe piu' interattivo.
Potrei fare un serial TV di fatto incopiabile.
Fine della diatriba DRM

Di fatto, e' solo una questione di abitudine, ma di fatto, non si capisce cosa possa far si che non si veda un concerto o un telegiornale all'interno di un ambiente 3D.

Manca ancora qualcosa.

Il problema dei giochi, e del pluricitato second (o se preferite simcity), e' che non sono connessi alla NOSTRA realta'.

Proviamo ad immaginare una serie di mondi 3D che non si limitassero come fruizione solo a quel livello.
Perche il problema e' che se io gioco a second, minecraft, genshin. WoW o pacman la mia realta' e' lo schermo.
Quello che ci trovo e' quello predefinito o quello fatto dai giocatori.
I giocatori sono sconosciuti, o comunque che non sono i miei amici, salvo che decidiamo di entrare insieme in un gioco.

Provate a pensare a pokemon go, la realtà e il gioco sono divisi solo da un vetro.
Il vetro e' un vetro pesante, ma cominciamo a capire che si puo' fare meglio.

Crichton, in rivelazioni (1994), racconta di una realta' virtuale molto simile ad un gioco 3D con vista 3D e manipolatori in cui l'ambiente virtuale circostante sostituisce la GUI attraverso una metafora simile a quella che rappresenta la scrivania su di un desktop moderno.
Questo era frutto di visite alla valley che aveva fatto ed era un futuro che era disponibile a breve, il 3D era gia' une realta'.
Poi arrivarono gli LCD e i loro problemi.
Di fatto non e' una cosa nuova, non mancava la tecnologia, mancava la rete e il pubblico.

Del resto gli ambienti 3D negli anni 90 spopolavano come i caschetti, gli occhiali eccetera. Ogni cad o programmino per il disegno prima del 2000 era 3D e con vista 3D.
Poi sono spariti
Il fatto e' che e' arrivato un 3zo incomodo che si chiamava LCD.

Gia' perché tutta sta roba era basata sul fatto di avere display veloci, senza andare ai top di gamma oltre i 100Hz, il piu' scrauso monitor degli anni 90 poteva fare l'immagine per l'occhio sx, spegnersi, fare quella dell'occhio dx, spegnersi in mantenendo 60FPS, 30 per occhio.
Ci sentivamo sul bordo di una rivoluzione e vi erano gia' desktop 3D.

Poi si diffusero i monitor LCD e il 3D spari', ancora di recente monitor SPACCIATI per 144Hz in realtà non vanno oltre i 15 FPS per occhio, che, converrete, non e' propriamente una buona cosa.

Adesso pero' ci sono 2trick: un monitor LCD per occhio con giocattoli da indossare e monitor oled in arrivo che promettono di riportare i 60Hz sui PC e altrove.

La cosa e' inoltre spinta da avere anche PC tascabili che fungono da accentratore.

Certo spesso sono caricati di programmi anni 60 per minorati come whatsapp, ma il mondo rischia di divenire vasto.

Ora provate a mettere insieme queste cose e parliamo anche del mondo opensource (quello che fa muovere internette e i vostri celli)

Ci sono tutti i tasselli per creare mondi interconnessi come tutte le cose opensource che interagisce con il close... se solo qualcuno realizzasse le parti mancanti.

Provate ad immaginare un gioco/luogo/sito in cui potere invitare un amico, ricevere la posta elettronica, vedere youtube o streammare con gradi diversi di interazione a seconda se siete con una periferica come oculus, un cellulare, un pc (con o senza schermo 3D) senza problemi.

Ovviamente al contrario dei programmi da vecchi come WA e' intercambiabile come oggi lo e' internette.

Capiamo per per Zuc sarebbe un disastro.

Oggi quando usiamo l'open source o le regole definite a livello di ricerca viviamo in un mondo INTERCONNESSO e LIBERO anche se non sappiamo perche'.

Se io mando un messaggio di posta elettronica non e' importante che programma uso (thunderbird, apple mail...).
Non e' neppure importante chi pago per il servizio, se sono abbonato a gmail posso mandare una posta a microzozz e, davvero, funziona tutto.
Perché le REGOLE sono OPEN.

Posso usare qualunque PROGRAMMA con qualunque FORNITORE mandando il messaggio ATTRAVERSO i fornitori. 

Posso mandare un messaggio da hotmail a Gmail, libero.it, VK... e da, attraverso, verso, qualsivoglia programma e sistema operativo.

Lo stesso posso fare quando navigo su internette, non devo pensare che quel sito e' ospitato da tizio e quindi devi usare un browser speciale... qualcuno ci ha provato, microzozz, cercare di spaccare le regole open per aumentare il potere.

Se devo mandare un messaggio istantaneo i protocolli “normali” prevedono le stesse liberta' della posta: posso usare quello che voglio, come voglio per parlare con chi voglio.
Anche le reti non identiche avevano spesso dei modi per poter mandare un messaggio per una rete su di un'altra. IRC, per dirne uno, esiste ancora adesso dal 1988 dopo essere usato nella guerra del golfo e penso tutti quelli che hanno usato e-mule avranno notato di avere una finestra per chattare con altri condivisori, e' solo RFC 1459.

Il concetto di regole e di open sta a significare che una volta costruita la strada (mail, messaggi o web che sia) tutto possono percorrerla, ma per farlo ovviamente si devono porre SULLO STESSO PIANO, cosa per Zuc negativa.

Del resto potete usare l'auto per andare su qualunque strada, usando qualunque marchio e qualunque distributore.  Perché le regole (codice della strada, ISO, EN, DIN...) sono OPEN (open, ricordo, non e' GRATIS).

Questo per le aziende piu' arretrate e/o che vogliono mantenere la leadership senza faticare, o faticando meno dopo aver conquistato la vetta, e' un problema enorme.

Prendiamo il caso piu' arretrato possibile, e, guarda caso e' di Zuc: il fetido IM Whatsapp.
Con chi comunichi con WA: nessuno.
Chi puo' scambiare un messaggio con te cosa deve fare?
1) DEVE avere un software solo, quello di WA.
2) DEVE essere un telefonino dotato di SIM e solo di alcuni tipi.
3) DEVE essere sulla rete di Zuc
4) DEVE mandare roba SOLO ad altri che hanno le stesse "cose" molto limitanti
Il vecchiume non puo' neppure mandare messaggi ad uno degli altri IM di Zuc, facebook messenger, instagrammo &c, che e' abbastanza ridicolo, converrete.

Gli SMS sono estremamente piu' flessibili e moderni di WA.

In pratica WA e' uno strumento che vive con enormi limitazioni in un ristretto spazio che sta in piedi solo a minacce e, immagino, bustarelle.
Se ci pensate ha poco senso che io non possa mandare un IM a chi ha un PC, un TV o un telefono che non e' supportato.
In un mercato OPEN sarebbe arrivata l'azienda, o lo smanetta, e avrebbe creato il programma per funzionare  sugli orologi (che non funzionano con WA), sui TV eccetera.

Il rendere pessimo WA permette pero' controllo.
Divide et impera, come insegnano bene ai licei nati per controllare le masse.
Del resto MSNmessenger un po lo ricorda, no?

Idem succede con facebook: il territorio all'interno di FB e' mio. Puoi mettere FB messenger sul telefono, ma non puoi inviare un messaggio da FB a WA e neanche a instagram.
Se ci paensate e' ridicolo avere piu' programmi IDENTICI dello STESSO PRODUTTORE per fare le stesse maledette cose (fottendo la batteria, CPU e RAM per dare piu' controllo).

Provate ad immaginare se tutti i giochi su Unity cominciassero a parlare fra di loro, magari attraverso una spazio comune (Weta Digital e' appena stata pappata per fare metaversi... addio film).
E magari dentro questo spazio comune, divenuto social, e' possibile caricare video e foto, in “case” virtuali che ci rappresentano.
Un po come avviene nei browser, i giochi della X o della Y possono accedere a spazi, gli stessi spazi, come oggi posso usare firefox per accedere al YT o FB.
Posso andare a “casa” di Giorgio dove ci sara' una parte pubblica (giardino?) e una privata come ora su FB.
Posso lasciare un messaggio sulla porta di casa virtuale che Giorgio vedra' come messaggio sul telefonino o sul TV se ne avra' uno mentre guarda lupin IV. Rispondendo appare sul mio dispositivo, virtuale, sul display, sull'oculus o qualunque diavoleria io stia usando (altro che la merda di WA).

Questo chiaramente offre MOLTO di piu' che il piccolo giardino di FB, Tweeter, quora o cos'altro. Ed e' molto piu' remunerativo, perche' OPEN non e' GRATIS, manco per il ca..spita.

Non solo questo strumento potrebbe dare piu' info ai gestori, ma girerebbero piu' soldi.
Oggi nessun creatore vuole salire su FB, roba da vecchi e nessuno lo usa per i video (oltretutto e' pessimo), ma un mondo virtuale in cui ti addobbi la casa potresti volere la ferrari in giardino e ferrari chiederti 10E per averla (miliardi) o uno stuolo di programmatori/designer che ti arredano casa o ti scandiscono quella reale.

La domanda e' perche' ad ora non e' ancora stato fatto. Forse perche mancano dei pezzi.

Abbiamo capito che perché gente come facebook MS si stanno lanciando.

Fare una versione non compatibile, non connessa, da big player, PRIMA DI TUTTI, gia' in possesso di social, permetterebbe di CHIUDERE e reprimere.
Evitare l'interconnessione

Avremmo il metaverso di FB pieno di no-brain, quello di instagrammo pieno di tette e cani, quello di likedon, quello di... ovviamente per ognuno con un PROGRAMMA SPIA che impesta i device e ci rende la vita difficile come WA.

Ecco perche e' importante per Zuc non solo spingere per essere il primo, ma spingere per fare qualcosa di incompatibile con altri.
Chi e' con Zuc deve stare con Zuc.
Anzi chi e' con Zuc FB non puo' neppure stare con Zuc WA.
Da li capite anche perche' la periferica 3D DEVE avere un account FB per accendersi.
Eggia', l'hardware oculus non si accende neppure se non avete una pagina FB, il luogo ideale dove incontrare i vostri amichetti ed e' l'unica che possa connettere, male, device diversi nel mondo Zuc.

Voi siete SUOI.

Non e' che altri siano meglio: Provate a mandare un messaggio da linkedin a zoom o da skype a hotmail...

Provate ad immaginare che zuc solo per i sui 3 mondi chiede 3 volte i
30$ per arredare la stanza/casa virtuale personaggio e i suoi vestiti (certo ne puoi fare senza, ma fornite insegna...) che pagate a ikea, ma parte incassa Zuk. Se poi entra nel mondo business non puoi farti vedere con un avatar di medda.
100$ annui che becca di pubblicita' che vi appariranno in giro,
gli spettacoli, le convention che non saranno certo gratis
tutti i servizi virtuali disponibili o gli accessi a netfrixo o al mandolino di cui sopra (fino a quando non ci sara' disney+virtual+eDDiCSIONE, un solo canale distributivo ricordate come sembrava economico?) 

I soldi fatti con FB sono briciole da dare ai piccioni se si riesce a fare uno steccato e proteggere il brand.







venerdì, gennaio 14, 2022

post piu' visti nel 2021

post piu' visti nel 2021

 

bitcoin e polli
Pubblicato da blu-flame
1.704

elettriche sistema 2
Pubblicato da blu-flame
974

led 3: the fantozzaten
Pubblicato da blu-flame
791

raffresca tua nonna!
Pubblicato da blu-flame
522

CO2, again
Pubblicato da blu-flame
416

elettriche sistema 5 finale
Pubblicato da blu-flame
396

scimmie 2
Pubblicato da blu-flame
390

NFT=idiota
Pubblicato da blu-flame
389

autodistruzione finale!
Pubblicato da blu-flame
350

draghi dragomiro
Pubblicato da blu-flame
349

 

giovedì, gennaio 13, 2022

vignette covid

 

 mentre il covid massacra le finanze a 1000, e mostra quanto le scimmie sono pericolose, proviamo a riderci sopra... un po di roba raccattata

pecche io ci ho imparato bbene la matemattica a squala


e' normalissimo ghiaccio

non si misura la stupidita', se non dai risultati.

ma questo lo dico da sempre

Dave e' fra noi, da prima del covid, e massacra.

e poi non si puo' mai parlare liberamente grazie alle scimmie



lunedì, gennaio 10, 2022

allevamenti animali

 

 



Bisogna far note spesso che le tradizioni e i modi di fare non cambiano nell'arco di una generazione, anzi, spesso per correggere le cose occorre di piu'.

E' innegabile anche che oggi non esiste possibilita' di fare tutte le pellicce sintetiche anche solo simili a quelle naturali, nei casi che possono essere simili esteticamente non lo sono tecnicamente. o viceversa. e spesso costano di piu' dell'alternativa animale.

Ovviamente piu' l'animale e' trattato “meglio” migliore ne sara' la pelliccia e in Italia solo di visoni vi era una popolazione media intorno a poco meno di 100.000.

Dovete sapere che in italia il campo della moda ed in particolare quello delle pellicce e' un bel numero grosso, con un fracco di lavoratori e un indotto di migliaia di lavoratori.
Vi basti un nome su tutti, Fendi che e' stato fondato come pellicceria (3000 impiegati, Karl Lagerfeld defunto compreso, 1miliardo di fatturato).

Mercato visoni

euro 3.5milirdi eu

euro 17miliardi mondali

in costante aumento entrambi.

dimostrazione di un mercato attivo e vivace

Questo e' un dato di fatto.
Piaccia o meno.

se non piace chiedetevi come fare, non sparare caxxate.

Negli ultimi anni e' stato spesso un settore massacrato da leggi tali per cui un prodotto animale sta diventando un po un caos, vuoi per leggi giuste, altre volte meno.

Il fatto e' che come al solito quando complichi le cose all'italiana (ma nel caso della lana e' americana) nascono i furbetti:
un maglione di lana di capra hircus deve dire dove e' stata allevata la capra e dove e' stata venduta la lana.... per un prodotto composto.
Il filato e' un mischione di lane di diversi animali e provenienze e in ogni fase il processo (raccolta, vendita, mischia, sbiancatura, cardatura, filatura..) puo' avvenire in paesi diversi.
Le capre che interessano all'alta moda pascolano, spesso liberamente, in una zona chiamata kashmere (o kashmir eccetera a seconda di chi lo dice e dalla translitterazione) che e' fra 3 stati: India, Pakistan e Cina. E alcune volte le capre se le rubano ai confini.
Posso dire che se, come accade, la lana ha come provenienza l'India, la certificazione meno problematica, sempre, uno qualche domandina dovrebbe porsela.

Figuriamoci cosa avviene con le pelli, non ho esperienza diretta, ma ho sentito narrazioni da film.

Questi fin ora i fatti.

Abbiamo una serie di attori che vorrebbero diminuire la presenza di pellicce per motivi vari (alcuni giusti altri errati).

Per esempio i lobbisti della LAV, o gli esagitati sisnistroidi che vorrebbero vietare le pellicce perché cosi' si fa del male ai ricchi: la dimostrazione e' quando gli regali la pelliccia sbavano quando fino al giorno prima ne diceva peste e corna (ricorda i suv?).

Il fatto e' che quando non lo fai per un MOTIVO, ma solo per IDEOLOGIA inventi il silver bullett.

Cosi' si e' spinto per ELIMINARE gli allevamenti di animali da pelliccia nostrani.

Il risultano non sarà di fermare la pellicceria, ma renderla piu' difficile con il bonus che gli animali verranno trattati di merda in Turkia o in Russia.
Dalla padella di venir trattati in allevamenti industriali alla brace di allevamenti non normati fatti alla carlona con villici che scuoiano alla vecchia maniera: piu' sofferenza e piu' animali necessari per il medesimo soprabito.

Un mercato in salita lo puoi rallentare, ma non lo puoi fermare cosi'.

Se noi non facessimo, per decreto, piu' SUV in italia perché pericoloso, la Pina Fantozzi comprerebbe un audi Q2, fine. Al massimo il DKW Q2 verrebbe venduto con il nome di FIAT 500SXV.
Non hai fermato i SUV, hai solo spostato la produzione.

Non e' vietando la produzione di animali da pelliccia in ITA fermi la Pina che si pavoneggia con le amiche

Del resto in mezza Europa i rincoglioniti in questi anni hanno fermato l'allevamento.
Il risultato?
Aumento del fatturato.
LaSoluzione (TM) (mi sembrava adeguata dai commenti) non e' mai una soluzione, nel 2020 e' record in EU: non si sono mai vendute tante pellicce.
Woah.
Il proiettile argenteo ha funzionato proprio bene.

Il fatto che la pelliccia di visone e' abbastanza inutile per un cittadino metropolitano di Milano o peggio piu' a sud, diciamocelo, il gioco e' capire perché si compra e come far desistere gli acquisti.
Piu' difficile, piu' complesso, piu' costoso e, diciamocelo, poco furbo se non fornisci PRIMA un'alternativa equivalente.

E' un po come quando parlo delle auto elettriche e simili: non e' che io voglio che il mercato rimanga alla pelliccia, quando era nella moda facevamo poco e personalmente mai avuto un capo in pelliccia o pelle tranne un giaccone in shearling che mi hanno regalato nonostante non lo volessi (amo i capi che posso sbattere nella lavatrice, ho le mie fisime) ed e' uscito dall'armadio meno di 1 volta all'anno.

E' sempre una questione di MODALITA'.
Quando vuoi cambiare il mercato, fare una transizione o una rivoluzione, devi capire perché OGGI le cose sono cosi' e intervenire sui motivi.
Certo puoi vietare la vendita, ma rischi forte di avere il contrabbando in varie maniere, oltre ad una morte istantanea di posti di lavoro. Del resto i CD e DVD o le sigarette la raccontano molto bene, no?

Molte maison raccontano la balla di non usare piu' pellicce per motivi etici (buhahahaaaa), in realta'  la pelliccia ha bisogno di laboratori e lavoratori specializzati e la stessa materia prima non e' uniforme.

Parliamoci chiaro:
Non posso portare un capo dal terzista senza capacita' che mi fa la confezione di un capospalla a 10E
Inoltre un filato di plastica e' sempre identico e dal prezzo concordato.
In soldoni vuol dire che quando faro' la produzione (che inizia circa 6 mesi prima dell'arrivo nei negozi) avro' un prodotto IDENTICO a quello del catalogo/sfilata del punto di colore della cartella colore preciso e senza variazioni di sorta.

Per la pelliccia ogni animale e' diverso, la stola mai sara' identica alla cartella colori (che di solito e' in vero nel tessile, non una foto) dando adito a contestazioni, ci saranno scarti anche rilevanti (gli animali non sono tutti identici) che daranno variazione del prezzo produttivo rilevante a fronte di prezzi dei vendita avvenuti 6 mesi prima.

Non e' buono per dei prodotti di serie ad alto guadagno e i consumatori oggi sono dei cagacaxxo.

Definito che disintegrare un settore per mandare gli animali in allevamenti di merda e a basso rispetto degli animali (vi assicuro che alcune provenienze sono folli) vediamo come si fanno le leggi in un paese di disperati microcefali spinti da verdosky che odiano gli animali.

innanzi tutto gli sfigati non fanno una legge sulle pellicce o sugli animali.
Troppa fatica.
Si rende impossibile alle persone rispettare la legge, un articolo sulla ristorazione lo troverete nel testo sulla moda, come uno sulle scarpe in uno sulla prevenzione degli incendi.
Dopo non lamentiamoci di avere un corpo normativo ENORME di difficile comprensione e impossibile da conoscere dal cittadino o azienda che devono saperlo tutto a memoria: la legge non ammette ignoranza!

Non parliamo poi della legge di bilancio di fine anno, in teoria una legge che dovrebbe sistemare le discrepanze fra le previsioni e la realtà.
Legge di bilancio regolarmente scambiata dall'inutile cretino di turno per l'ultima occasione per prendere i soldi o fare l'ultima porcata dell'anno mentre gli italioti pensano al cenone, non a caso cose de menomati mentali come i monopattini sono state scritte dentro li a centinaia tutti gli anni. Segno evidente della quantita' di cretini eletti. In DE esiste un limite di 5 emendamenti, sarebbe da adottare immediatamente.

Cosi' anche questa porcata e' finita come un emendamento alla legge di bilancio di fine anno 2021 in cui entro 6 mesi gli allevamenti devono cessare di esistere.

Inoltre, un decreto del Ministero della Transizione Ecologica, del Ministero dell’Agricoltura e del Ministero della Salute sarà emanato entro il 31 gennaio 2022 per regolare cessione, sterilizzazione e detenzione dei visoni in strutture preferibilmente gestite direttamente o in collaborazione con associazioni animaliste riconosciute.”

Capiamoci, roba difficile, in genere questi decreti arrivano il giorno prima dell'obbligo o mai lasciano un limbo, ovvero aspettiamoci di averlo per Giugno con i poveracci che non hanno piu' un lavoro ma devono spendere soldi per aspettare di capire come fare a perdere il lavoro (o venderanno ai turchi o daranno fuoco a tutto, animali compresi)

Per questo motivo saranno finanziati anche indennizzi statali, sino ad un massimo di 3 milioni di euro, per la chiusura e smantellamento di ciascun allevamento, nonché 3 milioni di euro complessivi per la loro riconversione in impianti agrivoltaici per la produzione di energia pulita.”

energia pulita oramai e' il grido del cretino che si lancia contro il muro di mattoni come sport perdendo i denti.

Vorrei che contaste le corbellerie insite nelle 2 righe.
Sembra impossibile cacciare dentro tante caxxate in cosi' poche parole.
Ormai facciamo scrivere le leggi dai grillini con i loro proclami.

 Secondo voi, nel 2022, con questa legge, oltre a licenziare un po di gente (aumentando la poverta' in Italia), riusciranno ad incrementare ulteriormente il fatturato delle pellicce e degli animali da pelliccia uccisi?

se non cambieranno altre cose sono sulla buona strada.

giovedì, gennaio 06, 2022

mao e i passeri

 

 

manifesto che spiegava cosa bisognava fare.

 

Quando sei ricco, un figlio di papa', e pensi di essere piu' figo degli altri perche' hai studiato un pochino e gli altri sono capre dure che puoi irretire, succedono cose brutte, come centinaia di milioni di morti.

Perché le menti deboli quando arriva un istruito che parla di "programmatico", usa lemmi magici latinosi, puo' far sentire un ignorante inferiore e questi pensa che il verbo, la storiella,  di uno poco meglio di lui sia la medicina perfetta

non a caso mao pur essendo un assassino, inventore di purghe, era un eroe per gli sfigati perché aveva delle idee... di merda. ma affascinanti per poveri di testa.
L'ideologia uccide.

Per esempio parte dei contadini fu precettata per produrre acciaio... ma non in industrie, ma in piccole officine improvvisate gestite da ignoranti che bruciavano alberi a nastro per fondere alla carlona il ferro.  Decine di milioni di contadini, 60 milioni secondo le fonti più pessimistiche, furono allontanati dai lavori agricoli per produrre acciaio, così come gli operai, gli insegnanti e addirittura il personale degli ospedali


 
Ovviamente queste fondere improvvisate non creavano acciaio titolato ma masse informi di metallo inutilizzabile per qualsiasi uso moderno sottraendolo alle funzioni come mestoli o reti del letto.
Il motivo?
Scalare le classifiche dei produttori di acciaio.

Pero' mao non ha ucciso solo umani direttamente, con uccisioni varie, ma racconta anche quando e' idiota usare un "silver bullet" (cosa molto adottata da noi italici simpatizzanti del comunismo del tizio) per risolvere i problemi.

nel 1958 la Cina, nonostante le epurazioni di massa, aveva una popolazione piuttosto importante e il problema di non avere abbastanza cibo: del resto l'idea era quello che si deve far fatica a zappare, mai usare modernita'.

Bisogna ricordare che pochi anni prima le terre coltivabili vennero espropriate a grandi e piccoli proprietari terrieri e collettivizzate a favore delle masse di contadini nullatenenti: un numero elevatissimo di proprietari terrieri venne di fatto sterminato, si trattava di grandi possidenti come i genitori, ma anche e soprattutto di piccoli contadini proprietari, non certo ricconi.
Questi personaggi non solo erano possidenti, ma di fatto erano anche coordinatori e depositari della tecnologia di coltivazione e ucciderli (si, non bastava espropriarli), perché ideologicamente erano il male, aveva abbassato il livello della gia' scarsa tecnologia cinese nelle coltivazioni, uccidendo di fatto anche il poco know-how.
I contadini ignoranti furono incoraggiati a sviluppare i tu fa (metodi della terra), realizzando fantasiosi quanto inutili marchingegni di legno derivati da quelli tradizionali che erano gia' inefficienti rispetto alla coltivazione moderna.
Ovvero tanta spesa poca resa.

La stampa, per mostrare un futuro radioso e mascherare la la transizione  diffuse notizie di eccezionali progressi scientifici, fra cui la scoperta di un "fertilizzante eterno", la realizzazione di piante gigantesche e addirittura incroci fra maiali e bovini e fra cotone e pomodoro, che originava un cotone rosso.
I cinesi erano convinti che la produttività sarebbe aumentata di dieci volte o più con quello che stavano facendo.

Ma le rese erano in picchiata.

perché non bastano i proclami, le urla sui giornali e l’eliminazione fisica del cattivo di turno come silver bullet per migliorare la societa'.

Cosi' bisognava trovare un sistema per aumentare le rese e la cosa piu' semplice fu trovare qualcuno di nuovo da incolpare come causa della poca resa, un nemico da eliminare dalla scena, non ricorda i grillini?

Si noto' che i passeri mangiano le granaglie e si stimo' che non solo rubavano dalla pianta, ma anche dai depositi.
Rubavano al popolo affamato da un piano economico basato sull'ideologia: quelle cose cioè che gli uomini distaccati dalla realta' immaginano come perfette o ideali per il popolo. Qualcuno ha detto Franceschini?

Fu cosi'  proclamato il passero “agente reazionario al servizio del capitalismo” (come cambiano poco le cose leggendo alcuni nostrani quando parlano di aziende) e fatto oggetto di una campagna di sterminio condotta in modo militaresco, quando non direttamente dai militari sparando ai nidi e prendendo gli studenti dalle scuole mandandoli a far rumore battendo con le pentole per spaventare gli animaletti.

Fu ordinato a tutti di distruggere i nidi, di spaventare i passeri evitando che si posassero  per riposare in modo tale che crollassero uccisi dallo sfinimento, di romperne le uova… 

Soldati, studenti e operai furono mobilitati  per 2 anni con risultati incredibilmente efficaci.

Il popolo festante e festoso aderì in massa a questa nuova campagna, come si vede in foto, contro i ricchi passeracei aderenti al bilderberg.

Ovviamente nel mentre furono accoppati anche altri passeracei e uccelli vari. Morti collaterali.

Tanto per dare l'idea di come era l'andazzo alcuni passeri avevano trovato rifugio nei locali extraterritoriali di varie missioni diplomatiche in Cina.
Il personale dell'ambasciata polacca (che lascio' testimonianza scritta di questo) a Pechino nego' la richiesta cinese di entrare per spaventare i passeri che vi si nascondevano e di conseguenza l'ambasciata fu circondata da persone con i tamburi. Dopo due giorni di tamburi 24/24h, i polacchi hanno dovuto usare le pale per ripulire l'ambasciata dai passeri morti. Immagino con delle occhiaie supersoniche.

L'eroe nazionale del momento era Yang Seh-mun, 16 anni, dello Yunnan.
Aveva ucciso 20.000 passeri furtivamente durante il giorno alla ricerca di alberi nidificanti. Di notte, ha riferito con orgoglio, si era arrampicato sugli alberi e aveva strangolato intere famiglie di passeri a mani nude.
fonte: China Youth
Come dire, uno che ha vinto la medaglia Fields.

come vedete un regime violento dell'uomo forte genera mostri.

il problema del silver bullet come sistema per risolvere i problemi e' che non si tiene mai conto che in un mondo complesso le soluzioni devono essere complesse.

Uccidere i passeri in un sistema pericolante di produzione non fu certo geniale.
La mancanza dei passeracei aumento' a dismisura gli insetti, zanzare, le cimici, ed infine le cavallette.
La deforestazione, causata dal ferro di merda, lasciava poca scelta alle cavallette su cosa mangiare...

Questo causo' una colossale distruzione delle coltivazioni.

Ovviamente questo aumento di insetti e mancanza di competizione causo' a sua volta un aumento dei topi cacciati dagli areali che erano stati deforestati per la produzione e invase le zone abitate.

Come soluzione un altro paio silver bullet.

la campagna di quattro parassiti ( cinese :除四害; pinyin : Chu Si Hai ) oggi si chiamerebbe: "quattro bullet is megl the one: ciao crem mission" o il grillino lo chiamerebbe "vaffa parassito killer day"


dotare tutti i bambini e studenti della pompetta del DDT per spruzzare tutto e tutti.
Uccidere gli insetti che rubavano il sangue e il cibo al popolo!

Nel frattempo, altro silver bullet, pagare i cacciatori di topi.
La classica cosa che era stata fatta con successo nella Londra vittoriana.
Ma regolarmente, nel terzo mondo, capita qualcosa di contrario: gli ignoranti si credono furbi e anziche' sbattersi a cercare topi da "vendere" con fatica preferivano allevarli (stessa cosa che capito' agli inglesi in india con i cobra precedentemente, quindi non doveva essere inaspettata).

come conseguenza spiccia causata da errori politici  la fame. 

Il numero di morti senza precedenti, verificatesi in un lasso di tempo brevissimo, portò inoltre ad episodi di violenza e cannibalismo, con persone che uccidevano altre per non morire di fame, oppure che mangiavano i cadaveri dei propri parenti.

Dopo 2 anni e 50 milioni di morti (si stimano fra i 45 e i 70) per fame cominciarono a capire che quei silver bullet non funzionavano, anche se hanno poi continuato con altri colpi di genio (non sembra che i governi italiani hanno una gran similitudine?)...

cosi' importarono 250.000 passeri dagli amici russi...

Morale della storia:

non esistono silver bullet

l'ideologia "io sono di.." o "la parte Xx e' sempre meglio" e' un grosso e grave problema da estirpare. Gli assunti a raffica senza fondamento, soprattutto quando arrivano da uomini vissuti secoli addietro senza esperienza alcuna (qualcuno dice Marx?) o proto religiosi non sono una cura, ma il male.
Le decisoni "politiche" devono essere ragionate per il sistema ATTUALE, per la regione in essere e tenendo conto bene degli effetti diretti e indotti e delle negativita' che ne scaturiranno.




 

giovedì, dicembre 30, 2021

Log4Shell

 


 

Ultimamente ci sono un po di marette sull'open source ed in particolare di quello che comunemente chiamiamo LinuX.

Prima cosa, l'open source si e' diffuso, fino a salire sul 99% dei computer per 2 motivi:

Il primo e' che e' GRATIS.

Possiamo menarla quanto vogliamo, ma M$ per una copia di Win chiede anche 200$, oltre 1000 per la versione full, capiamo che sulla mia workstation tascabile da 200$ non ha molto senso.
Se MS si mettesse a venderlo a 1E dubito molto che poi ci sarebbe gente disposta a spendere di piu' per metterlo su di un desktop o non usasse la licenza del telefonino per il desktop.

Il secondo e' che LinuX e' stato per anni l'unico SO diffuso affidabile sul mercato. (suona forte, vero?)

Dobbiamo tornare un pochino indietro per capire questi assunti.

Negli anni 80-90 nei computer vi era un fermento colossale.
Processori diversi, modi nuovi e molte altre cosette.


 

Si usciva dall'epoca delle macchine con la semplice ROM dominata dall' apple II e CBM PET e 64, per approdare a macchine in cui il modus operandi sulla rom non riesce piu' a stare.

Il mercato e' allegro con SO favolosi, amiga, ACORN, MP/M, o come BeOS o GEM, e altri, sono gia' su architetture diverse (portabili), al gruppone degli UniX che e' vasto con i vari SCO, HP-UX, BSD, Solaris, IriX eccetera.

In tutto questo caos spumeggiante la solita racchia furba (figura gia' vista in molti mercati): MS.

Microsoft aveva un problema, riuscire a mantenere la presa senza pero' innovare, del resto non ha mai inventato nulla fin dagli albori.
Del resto MS-DOS era molto limitato e di fatto presupponeva poca flessibilita' e scarso adattamento ad un mondo diverso. Nato per quella che era poco piu' di una brainboard anche solo l'idea di avere delle directory era stato un passo importante.

Quindi MS si concentro' piano piano per essere sempre piu' aggressiva con la concorrenza fino a fare takeover di concorrenti o di aziende che reclamavano un giusto brevetto alla piu' completa spregiudicatezza.

Il motivo di concentrarsi sul PC da tavolo era quindi multiplo

Il SO 8-bit stile compilato a 16 non avrebbe certo potuto alimentare workstation o altro e parimenti montare uno UniX (all'epoca MOLTO costoso per vari motivi) su un 8086 aveva poco senso... o quasi.

Ammettendo pero' la superiorita' dello UniX per compiti non-game la stessa MS produsse una versione dell'OS AT&T (pagando licenze per accedere ai sorgenti) chiamata XeniX per il 286 nel 1985 e nel 1987 per il 386 divenendo non solo lo unix piu' diffuso all'epoca, ma di fatto il primo OS a 32 bit venduto da MS... per pochi mesi, perche' di fatto la storia, per il fatto banale che xenix si vendeva troppo, sottolineava bene l'inutilita' di MS-dos, almeno a livello PRO.

In pratica essendo un clone AT&T cosa avrebbe fatto se fosse giunto sui desktop che nel frattempo erano sempre piu' potenti?
Alla fine era solo uno dei tanti SystemV e un PC HP o  di IBM secondo voi avrebbe avuto a bordo HP-UX,  AIX o qualcosa di MS come Xenix?

MS infatti comincio' da prima a vendere tutto a SCO, un'azienda con cui collaborava per produrre Xenix e poi ad allontanarsi facendo notale che MS-dos era “piu' meglio”... peccato che Xenix rimase in giro all'interno di MS fino al 96: voi comprate il mio MS-DOS, ma per le mie necessita' io uso xenix (per la cronaca dopo non uso' comunque roba MS sui server per anni).

In quelle epoche i SO di MS si caratterizzavano per essere costruiti in maniere, come dire?, pessime.
MS-dos era molto spartano e con limiti enormi e le sue GUI erano prone a schiantarsi come zanzare sui parabrezza (infatti all'epoca in autostrada era utile avere un raschietto).
Il SO che doveva essere “pro”, NT, passava dal suicidio al mal funzionamento, e solo con la beta chiamata XP venduta in massa nel 2003 cominciava a funzionare piu' di 10 minuti di seguito, ma solo con la versione XPsp2 (agosto 2004) poteva dirsi usabile.

MS passava il tempo a bombare tutti con un marketing (ed avvocati) tutto e tutti.
Se non era MS era rischioso, solo MS e' la vostra mamma.
Il famoso FUD, come spiegare che lo schifo era buono distruggendo qualsiasi cosa che non sia MS.

Questo creo' quel contesto che sul blog abbiamo visto piu' volte (come la nascita di un Berlusconi, itunes, netflix o l'exploit di Omnitel):
Se qualcuno o qualcosa fa tabula rasa di tutti i foxxuti concorrenti si crea una zona vergine dove qualcosa puo' arrivare e farlo tutto suo.

Mentre MS spendeva in “relazioni” e non nel “prodotto” un ragazzino fece un aborto di SO, un gioco estivo, almeno all'inizio.

A qualcuno venne l'idea, che gia' circolava da tempo, che un SO completo si potesse fare senza aziende scassacaxxo.

Bisogna anche ricordare per chi non e' del settore che un SO non e' UN programma, ma e' in pratica un insieme di programmi, qualche migliaio, che permettono di fare quello che ci si aspetta da un SO, che sia la banale calcolatrice, alla lettura del mouse, passando dal programma che formatta l'HDD e a quello che ci mette sopra l'OS vero e proprio (il kernel).

Ovviamente era un po destrutturato e ognuno aveva un'idea un po diversa su cosa dovesse essere un SO e se erano a disposizione 20 calcolatrici diverse e 10 linee di comando, ma nessuno aveva pensato che esistevano cose come le schede audio (vado a caxxo ma rende l'idea).

Pero', come avviene in questi casi, arrivarono anche organizzatori e questi, chiamate distribuzioni, sostanzialmente collezionavano i programmi fatti da mezzo mondo e da tutti rendendo l'ambiente coerente.

Diciamo che una mandrake della fine degli anni 90 non era piu' difficile di un win 9X 8 bit like, anzi, pero' era molto piu' efficace e gia' a 64 bit, processore permettendo.
Da cui il mito “questo e' l'anno di linux sui desktop”

Ovviamente la cosa miglioro' negli anni con le varie ubuntu (“questo e' l'anno di linux sui desktop”),
ubuntu server (“questo e' l'anno di linux anche sui miniserver”)
e  infine le favolose mint (“questo e' l'anno di linux sui desktop”)
che erano molto piu' facili dei vari windows, piu' stabili e piu' ECONOMICHE.

Ovviamente ogni anno era sempre “l'anno di linux sui desktop” soprattutto quando mori' IBM OS/2.

Questo enorme successo tecnico ovviamente ha portato ad un enorme adozione, non certo nel desktop difeso con coltello, denti e soprattutto avvocati e “bustarelle”, da MS.
In compenso “l'anno di linux sui desktop” divenne 

-“l'anno di linux anche sui router” dove il peones non chiede “ma dov'è windoze bello pubblicizzato? Io ci voglio intentette quello del coso con la e”

-“l'anno di linux sui supercomputer” dove il peones non chiede “ma dov'è windoze bello pubblicizzato? Io ci voglio intentette quello coso con la e”, ma abbiamo personale specializzato che guarda all'efficienza e modifica la cosa a proprio vantaggio.

-“l'anno di linux anche sui server” dove il peones non chiede, ma il teNNico risparmia sbatti e danari

-“l'anno di linux anche sui TV” dove il peones non chiede “ma dov'è windoze bella pubblicizzata?”, ma chiede che funzoni sempre e facilmente.

-“l'anno di linux anche sui DVD” dove il peones non chiede “ma dov'è windoze bello pubblicizzato?”, ma chiede che funzoni sempre e facilmente.

-l'anno di linux anche su marte”, ai marziani non interessa la "e"

-l'anno di linux anche sui telefoni”

-”l'anno di linux anche sui vibratori” (si, non chiedete, e' pure buggato)

-“l'anno di linux anche sulle auto” 

Poi ovviamente il FUD dice che sul desktop "e' troppo difficile da usare per l'utente medio" che lo usa sull'auto, sul tv, il telefono, sul frullatore: l'utente del desktop deve essere uno che non ha auto tv, cellulare... perche li trove difficilissimi da usare.

Se ci pensate e' un'adozione ragionevole: chi non vuole un SO di qualita' superiore a quella di MS che chiede milioni di euri per motorizzare il vostro sistema informatico?

Cosi' dapprima il nostro open source e' salito su di tutto un po e siccome un SO server abbisogna di specificita' si e' cominciato a RACCOGLIERE altri programmi come quelli necessari a fare web server, database eccetera che a loro volta raccoglievano tutte quelle piccole parti che non progettavano personalmente.

Tutto sommato e' buono, del resto, di media, il prodotto risultate da questo minestrone accozzaglia e' buono e siccome l'unico contender e' MS che, diciamocelo, non svetta certo per qualita', non era neppure una scelta.

Vorrei ricordare come esempio di rara qualita' del prodotto quel bidone di XP: bastava connettere il cavo di rete e aspettare 10 minuti per averlo con un virus e una backdoor.
Non serviva neppure visitare un sito malevolo o avere attivato chissa' quale programma o arcano come un web server (e dimentichiamo il bidone IIs di win XP che roba era).
Non parliamo neppure del tanto pompato (e all'epoca costosissimo anche per utente singolo) MsSQL (la M sta per merda?) che negli anni ha dato molta prova di se con cosette come SQLSlammer: 75000 server infettati nel 2003 in meno di 10 minuti e aveva infettato quasi il 90% dei server MSSQL su inet, compresi molti di proprieta' di MS stessa, nel giro di ore.

Capite che nessuna distro ad oggi si e' mai abbassata cosi' tanto.

In realta', in quella che e' una distro media ben oltre il 50% del codice e' oggi di grandi aziende che usano linux&c per i loro prodotti (molta IBM, ma anche delle parti scritte da MS stessa, per dire) e ovviamente quando manca una funzione sono i primi ad aggiungere. Un buon 25% ulteriore e' fatto da societa' piu' o meno piccole.
Una cosa che spesso alcuni dimenticano quando raccontano in salsa semi politica che e' una cosa fatta dal popolo o da gente che lavora gratis e sono eroi del mondo libero in salsa di destra o di sinistra (mah) come vogliono far credere come mito artigianale.
Del resto firefox, apache, oracle, ubuntu e financo redhat non sono filantropie, ma AZIENDE.

E' anche vero una parte ancora rilevante e' fatta, fu fatta, da dei signor nessuno 15enni durante le vacanze estive del 1989.

Quando una banca ha risparmiato qualche milioncino (e non contribuisce neppure alle aggiunte), quando un'azienda di TV idem e quando uno dei millaemila produttori di router, auto, caffettiere, water, telecamere, tv, hanno risparmiato decine di miliardi di $ per avere gratis il prodotto di buona qualita' in teoria dovrebbero mettere sul tavolo dei soldini per migliorare il prodotto open source, per esempio pagando della gente che esamina il codice. Non dico milioni di $, ma almeno un nichelino ogni tanto.

Ma oggi viviamo nel momento in cui il prodotto va buttato fuori il prima possibile e al prezzo piu' basso anche se e' completamente immaturo con bug grossi come una casa.
Del resto i cinokoreani sono fatti cosi' e hanno basato il loro successo a questo modo di fare:
ho millantati watti,
Millantato processore grosso,
Millantati pixel
e millantato 4k.

Poi lo accendi e, beh si,
ha il processore 8834BXq, ma non va cosi bene in the wild,
ha i pixel, ma l'immagine fa caxare di quella webcam,
nel tv 4k sono indirizzati, ma un 576 se lo fulmina.

E' come l'ecologia: che la faccia qualcun altro, io intanto mi compro l'auto nuova, e' pure piu' potente e non pago il bollo se greenwash.

Insomma per le grandi aziende l'open source e' diventato il mondo in cui e' possibile avere software GRATIS di grande qualita' senza dipendere da fornitori del caxxo.
Perché e' da ricordare cosa ha fatto MS a clienti che hanno OSATO proporre altro sui desktop.

Insomma oggi tutti i computer hanno qualcosa di open source, spesso mezzo computer quando non tutto.
Ricordiamo che colossi come Google o Amazon, sono di fatto computer linux, i 500 computer piu' veloci della terra, computer da un miliardo di euro, girano di fatto solo su linux, tutti i telefonini hanno dentro roba open source, quando non l'intero coso.

MA e' solo una faccia della medaglia, vi e' di peggio del solo sistema operativo.

Ormai e' diventato la norma, non si programma quasi piu' si “va a cercare” qualcosa che assomigli a quello che abbiamo bisogno e si usa.

Se hai bisogno di un programmino che scrive “ciao” prenderai l'intero programma di videoscrittura e gli farai scrivere “ciao”.
Quello che succede nel 99% del tuo codice, boh, chissene, lo usano tutti, che vorrai che ci sia dentro?

Perché il goal e' fare in fretta, e che sia carino, che funzioni eccetera.
Ovviamente se devi controllare 50.000 linee di programma facevi prima a scrivere quelle 200 che ti servivano, ma se non le controlli ci hai messo 10 minuti.

Tanto e' gratis.

E' lo stesso ragionamento degli imbecilli che craccano porcoshioppo: devono solo ritagliare un'immagine, ma usano il coso grosso perché migliore in quanto grosso... e lo usano tutti...

L'anno scorso ho provato un paio di linguaggi di programmazione “nuovi” rifacendo un programmino che avevo iniziato in freebasic e in pascal, purtroppo con limitazioni notevoli nella direzione in cui volevo muovermi dei due ambienti free. Rivoglio la Borland dei tempi che furono!

Cosi' mi armai di queste “novità”, almeno per me che erano 20 anni che non scrivevo un rigo.

La prima cosa che si nota che questi non sono linguaggi di programmazione, ovvero determinano solo la sintassi, non i comandi che sono pochissimi e molto limitati.

A seconda del sito di spieghe, anche quello ufficiale, veniva fuori che DOVEVI caricare CARRETTATE di librerie anche per le cose piu' banali.
A loro volta le librerie si aspettavano le presenza di altre librerie eccetera.

Per eseguire programmini abbastanza stupidi che sotto un linguaggio “normale” a cui ero abituato non servivano librerie, o al massimo una e standardizzata, mi sono ritrovato ad avere caricato 20 librerie e... non funzionavano neppure tutti i programmi di esempio.

Un casino orripilante. Tutto perche' chi “fa” il linguaggio non vuole sbattersi e prende delle librerie terse e le nomina "ufficiali".

Eppure se sentite in rete e' roba cool, figa e che funziona benissimo. Diciamo che la parte di “benissimo” vi e' il solo fatto che e' facile agganciare librerie a nastro.

Cosa vi e' dentro in quella roba raccattata in 20 siti diversi (anche raccolta da alcuni in pacchetti) non e' dato sapere.

Cosi' capitano cose imbarazzanti.

Come gli esempi sul manuale del linguaggio che semplicemente non vanno, perché Giacomino, che pubblica sul suo sito la libreria “faccio le percentuali” ha cambiato un paio di cose, per essere piu' veloce, in occasione delle vacanze estive e quella roba viene usata da “faccio le righe storte” (il cui manutentore, Carletto, e' morto) a sua volta usata da “faccio grafica” di Gennarino.
Tralascio che il disegno per essere salvato devi avere altre 4 (quattro!) librerie a cascata e non va assolutamente come dice il manuale della libreria principale.
Risultato? Fare un cerchio iscritto da un errore “impossibile”.
Ovviamente sono andato di fantasia sui motivi, le concatenazioni, per semplificare, ma l'errore e' reale per motivi simili piu' complessi.

Ormai programmare e' per lo piu' riutilizzare roba SCONOSCIUTA, che non ci sarebbe nulla di male, se non fosse ormai il 99% del lavoro e si controllasse.

Questo su tutti i prodotti, non esiste ormai SW che non sia fatto cosi', oltretutto molti linguaggi nascono cosi', e' impossibile usarli senza usare roba arcana.

Cosi' ci sono pezzi importanti che sostanzialmente sono al momento creati e manutenutati da gente che fa altro nella vita, il pasticcere o il postino.

Quando PGP, che e' scritto da Werner Koch, che prendeva meno di uno spazino crucco per mantenere quello che e' sostanzialmente il motore crittografico delle email certificate e non solo, dichiarò che ne aveva le palle piene perché avendo una figlia non aveva neppure i soldi per i pannolini, a mezza internet che lo usava a sbafo gli si e' stretto il sedere: riscrivere da zero quella roba e/o far manutenzione costerebbe un botto.
La soluzione e' stato che per pagare il poveraccio la linux fondation ha dato 137K$ e Facebook e Stripe 50K cadauno ogni anno e cosi' e' passato da una media di 20KE annui a 150K$ lordi, non tantissimi, ma ci si puo' vivere bene con le tasse crucche.
Ma rimane un one band grobe programmen.
Se dovesse morire?

Cose simili sono successe anche prima, in peggio.

OpenSSL fa funzionare sostanzialmente oltre il 50% dei siti intenet mantenendo la crittografia e funzionando piuttosto bene.

Anche questo era sostanzialmente fatto da un solo uomo sottopagato, Steve Henson (che poi nel 2017 si e' rotto le scatole ed e' andato a farsi dare soldi veri).

Robin Seggelmann, uno studente tedesco all'Università di Muenster, propone una miglioria al codice e il suo proffo lo invita a darli al tipo che lo legge, pensa che vada bene, lo pubblica a capodanno 2011.

Peccato che ha un bug banale ma ENORME che blocca mezza internet con pianti e lacrime nel 2013.

Nei 2 anni successivi al casino del 2103 la openSSL foundation riceve 3000$ in piu' di donazioni per mantenere il cardine della sicurezza maggior parte dei siti internet.
3000$.
LORDI.
Chi lo usa per per business miliardari non gli paga neppure una coppa di gelato LIDL.

Cosi' arriviamo ad oggi dove un caxxo di programma per gestire banalissimi log (ma ovviamente con una marea di funzioni che molti non usano mai) che usano veramente in tanti si scopre avere una mostruosa vulneratilita'.

Ovviamente viene giu' il mondo, si strappano i capelli, si richiama la comunita' che dovrebbe far questo e quello....
insomma questa COMUNITA' piena di gente deve mettersi a ripararlo!
Pero' gli sviluppatori della grande comunità open source sono.....
il sig Ralph Goers,
che lavora presso Nextiva e quando non sa cosa fare anziché cazzeggiare su facebook come scimmia NO-brain, sviluppa un programmillo che e' molto stimato.

Ma, visto che lo fa per diletto, in caso di apocalisse avrebbe potuto dire:
“hei bro, io questi giorni li sto passando con i miei 2 nipotini, non metto mano al codice da tempo, arrangiatevi”.
Oppure poteva essere ricoverato, morto, in vacanza dove non esiste internette...

Forse comincia a diventare chiaro che il SW ha dei problemi.

Non e' semplicemente un problema di open-close source, non solo le schifezze fatte da MS basterebbero a vincere il campionato a mani basse, ma nei server cloud Microsoft il 90% della roba e' open source (e adesso capite perche' linux non e' piu' il diavolo, il male e antidemocratico, ma win 10 ha pure un sottosistema linux e 11 ne avra' 2 quando uscira' dalla beta intorno al 2023)

Inoltre, come abbiamo visto, i linguaggi “cool” sono una bestialita' di librerie, alcune convertite o connesse brutalmente da altri linguaggi, perché “comode” e GRATIS.

Tutto si sta facendo piu' complesso e tirar dentro un problema e' sempre piu' facile.
Un SO prima ci stava su di un floppy, anche uno unix andava poco oltre il MB.
Poi i SO cominciarono ad aver bisogno dei CD, 700MB, poi 2, poi.. Oggi il solo SO occupa quasi per intero un DVD (4700MB).
La stessa cosa hanno fatto i programmi, anche i piu' stupidi per i cellulari sono ENORMI.
Non e' che per un programmino che scarica la posta o mostra 2 foto hai bisogno di tutta quella roba o il produttore ha veramente scritto tutto quel bordello, spesso sono programmini di medda di poche righe, ma tirano dentro universi open come librerie con un paio di click oppure modificano “cose” trovate in giro.
A breve la complessita' aumentera' ancora, e' un dato di fatto, siamo proprio sicuri che sia buono?

Forse bisognerebbe inventare un sistema “via di mezzo” dove un qualcosa deve comunque versato all'inventore.

Fatto sta che il sistema di arraffo fine a se stesso non ha molto senso, certo ha funzionato meglio di MS, ma altri attori comunque non erano cosi' tragici.

Mi pare assurdo che uno sfigato come Fedez o giovanotti prende per il proprio piccolo ingegno milioni di $ e uno che fa SW ben piu' importante, su cui si reggono decine di business miliardari, zero. 

Certo hanno scelto la via dell'open source, ma open non e' gratis e forse se sono pezzi cosi' importanti l'arraffo e basta forse non e' piu' sostenibile.
Pensate per esempio ad auto con opensource a manetta che non frenino il 15 se e' un venerdì alle 3:13 bisestile (qualcuno ha detto tesla?).

Cosa ne pensate?


sabato, dicembre 25, 2021

orologio computer

 Quando si inizia con  qualcuno di parlare di computer da polso molto potenti, a livello di PC, e chi li ha introdotti oggi gli ignoranti fanno vedere sto rottame inutile che molti mentecatti comprano a piu' del suo prezzo (30E).

un coso che con la tecnologia odierna e' merda:
non dura di batteria,
ha un design di medda, sproporzionato, come quelli dei sacchetti delle patatine,
ha input di medda, non potete scrivere nulla, non che l'iphone sia meglio....
ed e' tecnologia anni 80 con chip grossi attuali, insomma.

e' la brutta copia di questo:

un PC indossabile del 1984 (presentato 2 anni prima).

Tanto potente da avere una docking station (quella di apple e' una medda, converrete)


Qualche scimmia, come quelle che pensano che apple abbia introdotto il touch screen sul cellofoni (balla colossale), potrebbe dire che si l'i-watccc sia un bidone da 30E ma ha il touch screen che fa tanto appleeee.

A costoro do una cattiva notizia.
Nel 1984 non era facile, ma nel 1985...


abbiamo la versione touch screen in virtu' del nuovo processore di bordo (uno Z80, all'epoca tanta roba).
Dimenticavo, al contrario del cesso della apple si vedeva giorno e notte sempre attivo e solo in caso di buio pesto doveva retro illuminarsi. L'apple watch non sa neppure stare acceso a mostrare l'ora, si scaricherebbe dopo 2 ore e fa pena all'aperto.
L'epson vince a mani basse.


L'unico motivo per il quale non e' stato venduto?
Beh, la domanda e' quella odierna, a cosa serve davvero un orologio da caricare tutti i giorni che non ha un vera utilita' se non siete dei citrulli?


 


lunedì, dicembre 20, 2021

NFT=idiota

 

 

una notiziola che forse a qualcuno puo' essere sfuggita.

Abbiamo gia' perlato che gli NFT sono destinati a chi e' sostanzialmente un idiota e la storia sarebbe finita, il post terminato e se volete potete smettere di leggere, ma quando si arriva a certi livelli bisogna parlarne.

Tutti abbiamo visto l'autoproclamato sciamano di quanon nella sua tipica posa "ho appena preso un palo li dietro" con il suo pittoresco vestire, che comunque trovo meno tragico del completo di terital della taglia sbagliata dei venditori Enel, ma e' un mio problema.

il tipo ha deciso di vendere la way of life dello sciamano poLLitico in NFT.

"ora sta abbracciando la DeFi e l'empowerment guidato dalla comunità

da una pirlata ad un altra

"questa raccolta di NFT è vista come un'opportunità per recuperare una narrativa sfruttando il decentramento e l'arte digitale"

arte?

"L'arte spazia dal frivolo all'introspettivo al provocatorio e tutto il resto."

introspettivo, provocatorio, davvero?

la cosa assurda che in 3 giorni, ha aperto il 17 dicembre, su una delle piattaforme ha gia' cubato 1000$.

oggetti unici, quindi, introspettivi:


abbiamo un disegnino UNICO ripetuto 1066 volte.
Abbiamo 12 sfondi diversi, la maggior parte colori pieni e un paio elaborazioni di foto prese chissa' dove (come opera derivata...) e un disegno dell'old glory ricolorata in 3 maniere.
Abbiamo o meno la lingua e/o i denti in mostra e/o la faccia pittata...
Praticamente e' la stessa immagine che qualunque programmatore e' in grado di dirvi che sono copie brutali di una decina di disegni diversi ritagliati da un banale ciclo for...next che e' in grado di fare qualunque 12enne che non sia un selfista.

tutto molto unico.

molto unico anche il fatto di usare un NFT e non una copia cartacea firmata a mano: al di la che lo stesso collage che ora e' su un vendor e su una chain puo' essere venduto su di un'altra chain senza problemi (cosa che una firma autografa e' almeno diversa ogni volta che la eseguiamo) 

E' arte?
no, nel senso che potrebbe anche essere arte anche se fatta dallo stagista della Timmermann Media Group, LLC, o probabilmente da lei

ma non e' arte il dare un ciclo for...next come singola opera. Come una gomma pirelli non e' un'automobile.

introspettiva?

Buahahahah

Avete notato che ormai tutti i siti piu' o meno tecnologici devono dare una o due notizie crypto alla settimana e quando non sanno cosa dire l'articolo non si capisce il senso dell'articolo?

Articoli che parlano della variazione di un nulla, di cose che POTREBBERO, cdi cose senza senso.
Solo sul tizio che anni fa ha buttato un HDD con dentro la pass del wallet BTC ci avranno fatto 100.000 articoli e ogni 6-7 mesi riappare magicamente.
Mai che parlino di cose NEGATIVE delle cryptocose, voglio dire io saro' critico, ma tutte le cose hanno problemi, le cose nuove generalmente di piu', potrei scrivere un libro delle cose peggiori degli oggetti che preferisco.
Ma le cryptocose non hanno lati negativi, salvo perdere l'HDD, ma anche quello sottolinea per l’ennesima "io scemo con 4$ diventato miglionario gratiis ma ci ho pesso miGlioni"

Assomiglia in grande al lancio di ebay, lo ricordate?
Venduto secchiello vuoto a un milione di euri (o qualcosa del genere e' scomparso dal google sara' in 400tesima pagina).
Era un continuo di "notizie" in cui un venditore con un oggetto dal valore modesto incontrava un acquirente cretino che lo faceva ricco.
Evidentemente questo tipo di "notizie" funzionavano se continuavano, evidentemente le scimmie pensavano che non fosse pubblicita'.

Con le cripto il mare di pubblicità e' decisamante piu' ampio, segno che quel piccolo mondo ha enormi capitali da spendere per convincere testate ormai alla fame di parlar bene di questa o quella cosa.
Avete notato che quando i miner si sono spostati dalla Cina non si parla piu' dei consumi energetici e le continue menate sui rig o sulle schede migliori per,  con il metano ed elettricita' che ci daranno una bella legnata.

E' evidente che ci sono investimenti pubblicitari bustarellosi ENORMI fatti per convincere gli idioti a lanciarsi nel bellissimo mondo marrone delle cryptocose rendendolo cosi' troppo grosso da far fallire.

Vai a spiegare ad un idiota che ha sulla carta 50.000$ che quella roba, per legge, e' illegale o si vuole azzerare... sai se cominciano ad essere un milione solo in italia quegli idioti e malauguratamente votano... con il cavolo che li puoi salvare.

Perché e' sempre un punto di vista per alcuni e non un fatto...





mercoledì, dicembre 15, 2021

fango e cervello

 


ogni tanto penso di fare dei bei post, ma poi capita che l'articolo che leggo fra i tanti per  informarmi dice gia' tutto.

Nel fare un articolo sulle medicine alternative scopro di un tizio che vende terra paludosa (in pratica foglie morte, cacca di animali e vermi vari defunti) come rimedio totipotente.

Le scimmie si spalmavano questa roba sul corpo, la bevevano, la usavano come sali da bagno e ancora adesso e' roba ambita sulla baia con una valutazione 4.9, come dire, usando una recensione, AWESOME!

Ora bersi roba raccolta in una palude, si narra di migliaia di confezioni al mese, vedute fra i 50 e i 110$ cadauna per 125g, quasi 1000E al Kg fa ben capire che il consumatore va protetto suo malgrado nonostante tutto.

Se uno e' disposto a mangiare la terra, letteralmente, e chiede alle aziende di procurare terra in una confezione molto trendy e' chiaro che la scimmia non e' in grado di prendersi cura di se stessa.

Lo stato quindi deve mettere dei limiti, per esempio agire contro il venditore di fango da bere, vietare i monopattini sulla strada, fare mettere una scritta "pericolo" su suv e sigarette eccetera.

del resto se ci sono furbetti che stanno pompando i BTC e ci sono idioti che ci cascano si dovra' anche prendere atto che bisogna intervenire anche sui BTC.
O su altre cose che apparentemente non dovrebbero venir normate, come gli inutili 4-8K.

Io sarei per un libero mercato, un libero mercato presupporrebbe che il libero mercato sia composto sia da simmetria informativa, sia da umani.
Quando l’asimmetria informativa campa ci sono molte stranezze e quando e' accompagnata da legioni di scimmie che non meritano un libero mercato il mercato si deforma ad immagine della scimmia divenendo merda.

Ecco perche', pur essendo per un libero mercato, penso che un entita' come lo stato dovrebbe essere in grado di mettere freni e sanzioni... purtroppo le scimmie votano e mettono dimaio al governo, essendo esso stesso un libero mercato per la ricerca di manager pubblici.  

Cosi' ai governi non sempre ci sono umani e anche i venditori di fango ci si mette decenni a fermarli e nascono tv 8K, monopattini e altre castronerie.

Mangiamo il fango, fa bene!

https://www.nbcnews.com/news/magic-dirt-internet-fueled-defeated-pandemics-weirdest-mlm-rcna6950

beh, niente, quando uno e' disposto a mangiare fango e' proprio finita.

lunedì, dicembre 13, 2021

I20 test drive

 


 

 

Di recente ho fatto 2500Km con un altra citycar, una koreanazza di una di quelle marche tanto malconsiderate dai nostrani.

La versione 4L e probabilmente il1200cc da 85CV, 4 dischi.

La vettura era equipaggiata con gomme M+S 185-15”e ho cercato di tenerne conto, tenete quindi anche voi dell'incertezza.


Parliamo del “santo” motore.

Non ho mai capito perché di un'auto spesso si glorifica solo una parte dell'auto, e nei bar si parla sempre di cavalli e motori, comunque da almeno 40 anni praticamente qualunque auto ha potenza sufficiente per divertirsi, meno per quanto riguarda il corpo vettura spesso claudicante in maniera orribile.

Ecco il santissimo motore, meraviglia delle meraviglie delle chiacchiere da caffe'... un coreanazzo qualsiasi svernicia pesantemente la maggior parte delle merde europee.


Ho provato alcuni ottimi motori di questa fascia, alcuni migliori di questo, ma parliamoci chiaro, questo svernicia pesantemente molti mostri sacri europei tanto slinguazzati dai nostri esperti da bar, per fare un esempio: tutti i motori VW che ho provato negli ultimi 20 anni sono merda fumante rispetto a questo.
Il piccolo motore della I20 era con una coppia sempre disponibile e una potenza sopra le piu' rosee aspettative nell'arco di un ampio regime, e non parlo delle skoda VW poLLo sfiga che e' gia' piu' cara, parlo anche di auto che costano oltre il doppio.

E capiamo anche il motivo per il quale VW spinge tantissimo sull'elettrico: non hanno motori a combustione interna decorosi.
Ci sarebbe da parlare solo del pessimo sincronizzatore della retro.

Se l'auto fosse il motore ci fermeremmo qui dopo aver vinto tutto, ma l'auto e' tanta roba, e il motore, piu' o meno, e' il 10% dell'auto a mio giudizio...

Anche in questo caso, come nei casi passati, l'auto va forte, frena forte, curva decentemente (un po alta... ma ci sta in una citycar da 10.000E purtroppo..., ops non costa cosi.), e' ragionevolmente silenziosa (tranne l'alternatore) e le finiture sono di buon livello. In pratica fa tutto quello che una BLASONATA vettura italiana di fascia alta del 1995 non faceva nonostante quello che ne dicessero.

La fregatura, se vogliamo raccontarla, e' l'adesione alle richieste degli idioti.
Le auto stanno diventando sempre piu' rispondenti alle richieste. Non e' un limite del costruttore

Per esempio lo splitter e gli specchietti retrovisori.
Capisco che lo splitter regali un'estetica sportiva, ma stiamo parlando, come vedremo, di una vettura da centro cittadino.
Capisco che gli specchietti rovinino l'estetica, ma caxxo... Anche se sono meglio di alcune europee.
Inoltre lo splitter e i microspecchietti aiutano lo scemo che cerca lo 0.1 litro in meno sulle caratteristiche come soluzione a tutti i problemi del mondo...

Poi abbiamo un cruscotto imponente per farci sembrare su di un transatlantico da 7m come un navigator e non su una piccola da 4m e rotti.
Non che io sia proprio cosi' tappo, 176cm, ma il cruscotto e' sopra della mia vista e ho dovuto guidare con un asciugamano sotto il sedere e anche cosi' si vedeva poco. La cosa assurda e' avere 35 cm sopra alla testa e il sedile completamente alzato. Va bene che devono fare auto che vanno bene anche a chi e' 230cm di altezza con una capigliatura afro, ma qui si esagera, come guida una persona da 140cm?
Capiamo certi incidenti?

Anche il cesso dello sterzo risente delle richieste delle “donne dopo una cerebroectomia” (come narra noto telefilm) ovvero leggero leggero leggero.
Poi se devi andare dritto per ore, magari con un po di venticello, le braccia faranno un male boia, pero' al supermercato l'Adalgisa appesa al volante con il naso appoggiato sopra sara' felicissima di scassare la scatola sterzo girando le ruote da ferma, magari con una delle due appoggiata al marciapiede, usando pero' un solo dito mentre tiene la sigaretta in una mano il cellulare con la spalla e si ripassa il lucidalabbra.
Insomma lo schifo ballerino che avevamo visto nelle europee puntate precedenti, non mi meraviglierei se fosse di un fornitore unico.


Altra stranezza e' l'avviamento: non puo' avvenire se non hai la frizione premuta.
Ora e' chiaro che un consumatore se molto idiota tentera' l'avviamento con frizione innestata, marcia bassa e acceleratore a bomba... ragazzi e' selezione naturale. Ma in un paio di casi nella mia vita mi e' servito molto poter muovere l'auto in caso di noie al propulsore e questa mi sembra una grave mancanza.

Idem per il beeper alle cinture: molte volte spostiamo l'auto per pochi metri e anche da fermo poi rompe i timpani.

In compenso il display non e' arrogante come le europee che ti consigliano la 5ta sempre e comunque con una lampada da 200W.

Insomma la vettura non fa schifo perche' la merdosa kia prona e' il loro massimo e non sanno fare di meglio, ma fa schifo perché hanno deciso scientemente (facendo violenza fisica sugli ingeneri, immagino, gatti a 9 code a pacchi) di ottemperare alle richieste del pubblico che NON desidera un auto comoda e sicura dove si vede bene ed e' facile da guidare.
L'idiota vuole credere di essere un riccone su di un macchinone e non su un coso da 13.000E, vuole spazio attorno a se e non vedere bene chissene, pensa comprano pure la prona.

Io direi che questa macchina ha destato molte preoccupazioni in molti marchi, in particolare in quelli EU.
Alla fine non e' tremenda se non per scelta e non e' inferiore alla media EU.

Ed e' chiaro perché con queste scelte molti optino per il suv: questo probabilmente usa una piattaforma suvvata e per questo che e' alto di linea anteriore e rimane piu' corretto se applicato a furgoni come il menga o la prona.

Se continuerà cosi' saremo costretti a comprare suv di merda.

Una riflessione:
a forza di non innovare spingendo facili guadagni con i SUV (metto una molla piu' alta e vendo al doppio), se anche dei koreani sanno fare auto a livello di un EU, e un cinese non sara' molto lontano, se si dovesse passare all'elettrico dove il telaio diviene piu' semplice sappiamo, vero, che l'industria auto EU potrebbe scomparire come del resto e' avvenuto con PC, fotocamere, TV eccetera?