mercoledì, aprile 01, 2020

il peone non nasce oggi



Introduciamo da oggi il momento MADMEN, dal nome della serie che fra gli altri parla pure di questa pubblicita'. Se non avete visto la serie fatelo e' uno dei punti fermi della produzione filmica degli ultimi anni: come fare cultura nuova.

questa pubblicita' a mio giudizio e' assolutamente geniale.
Introduce la peonaggine del gelato in fronte.

20.000 medici dicono che la sigaretta lucky e' meno irritante di una palata di sabbia in gola.

"e' tostata", come dire che le altre non lo sono.

evidentemente il redattore della pubblicita' aveva ben capito, gia' all'epoca,  che i consumatori sono una massa di idioti.

Sto facendo molti piu' post per intrattenervi nella clausura, ma un aumento dei post non corrisponde il solito aumento di visite. Anzi.

Interessante il fatto che con la chiusura degli uffici ci sia un calo delle visite del blog e di alcuni forum che frequento. Visti gli orari di visita  ho sempre pensato di essere visto dagli uffici... e questo implica molte cose.

Oggi sono proprio cattivissimo.

lunedì, marzo 30, 2020

radio gretina


Quando dicevo che gretina avrebbe aumentano l'inquinamento non scherzavo.
Oggi ne ho la prova di cosa puo' arrivare una scimmia sotto acido.
Sparare cazzate erigendosi a simbolo crea "religioni"
Le religioni formano dei "credo"
Poi si arriva a vette che esplicano quale sia il pensiero dei selfisti come questi.

La religione in questione e' fare cose, non importa quali, per l'ambiente.
Insomma tutta quella roba che i verdirossi ci hanno abituato in italia: Fare una serie falo' incendiando legna per salvare le foreste o chiudere le cattive fabbriche perche' sono cattive con gli operai.

Prendiamo un collettivo sinistrorso di "adolescenti" che fanno informazione e le loro immagini.

no, non e' uno scherzo, e' veramente dal loro sito, sono senza testa o la nascondono.
Sito pieno di frescacce buoniste che non vogliono dire un caxxo ma in potente salsa sinistro-verdosky.

 "gli adolescenti sono il capitale incompreso della società"
"IL MONDO VA CAMBIATO E STA A NOI FARLO!"
"abbiamo inventato il Dibattib-eco"
"bisogna passare dalla consapevolezza alle azioni!"
"we want the red carpet"
 
Capite gia da soli che sti Sr che gestiscono l'associazione di podcasting sono dei verdosky duri, quelli che sono disposti a bruciare tre foreste, ammazzare 4 negri e comprare 6 iphone per salvare un boschetto urlando di aver fatto bene, perche AGIRE, e' importante!

Sti geni verdosky che rispondono al grido di radio immaginaria sono talmente verdi... da andare in giro con un apecar

Si, non sto scherzando e' essere ecologici andare in giro con un maledetto motore 2 tempi a carburatore degli anni 70 che inquina come un maledetto pullman.
Uno dei pochissimi esempi in cui rottamare e' ecologico.

Cosa fanno questi idioti con l'ape anziché mandarla in fonderia?
Ci fanno cose ecogreeeeeen!


Li vedete qui con un ape ad andare in disco a malta (con un secondo ape piu' recente) sparato fino a malta, come dire dietro l'angolo rispetto a Bologna, sede dei verdosky. 
Alla faccia dell'ecologia.

Ma la cosa divertente e' che dopo aver ascoltato la gretina supercitata nel sito marrone della radio immaginaria, questi non hanno capito un ortaggio.
Ovviamente hanno partecipato allo sciopero per il clima, ovviamente macinando km e immaginette

e gif animate (ve le risparmio) che buttano via cicli di clock come se non ci fosse un domani.
Per coronare il loro menefreghismo per il clima decidono di fare esattamente il contrario di quello che sarebbe necessario...

Prendono 11 prodi piu' un paio di adulti (qualcuno deve pur guidare l'ape) e si sparano 9000Km (4500x2) e immagino alternino gli equipaggi con cifre piu' alte di queste percorrenze.



Dal momento che l'ape quando da buono e' omologata per due (e questa non e' la versione spiaggina) occorrono altre 2 auto al seguito visto che sono in 11 come da sito.

Vediamo di fare i conti:
2 auto a benzina (spero certo che come verdi non osino parlare di gasolio!) hanno un impatto per 18.000Km di circa 1800 litrazzi di benza piu' collaterali.
Pero' un'auto a benza euro 1 o superiore, diciamocelo, inquina piu' la costruzione del veicolo  e la produzione della benzina che l'emissione del veicolo. Sono comunque TANTI.
Quando decidi di bruciare 1,5 tonnellate di benza presa in mezzo al deserto a 10.000Km di distanza e raffinata, usurando gomme e perdendo liquidi, non e' che di merda non ne sbatti in giro.

Inoltre parliamo di traghetti a raffica (12 tratte?) e quelli viaggiamo ad IFO, mica a benzina, e col piffero che hanno il catalizzatore. Inquinamento durissimo.

parliamo poi del bidone a miscela da 190cc con gli adesivi eco green.
quello inquina come un pullman da 50 posti. Nonostante l'adesivo dello sponsor "smemoranda"

Ovviamente da bravi verdosky pensano che basti "fare" anche altro per essere per essere ecocosi.
"Nel cassone ci portiamo un bel po' di piante per compensare le minime emissioni del piccolo motore da 180 cc."


Col caxxo che sono minime, e' un boato di roba marrone che irrompe clamorosamente in atmosfera. neppure gli altri mezzi che ho immaginato per fare l'avventuretta, col flauto traverso, che li copri.

Le vostre piante, immaginandole adulte immagazzinano CO2 per 20Kg annui.
Da qui i seguenti problemi:

1) le piante non assorbono e mettono chissa' dove (su marte?) la CO2, la "trasformano" in legno.

Quello che sfugge agli idioti e' che se un domani quell'albero morisse, e non mi pare che siano eterni,  la CO2 tornera' in circolo.
Solo una piccola parte che rimane intrappolata come carbone o simili e solo in condizioni molto particolari rimarra' per "sempre" (fino a che qualcuno non decide di usarlo per caricarci un'auto elettrica come i crucchi).
in pratica per il vostro viaggetto dovreste portare sul cassone dell'apercar, per il vostro diletto di andare a trovare gretina, una foresta intera.


2) la merda che esce da un 2T, mi dispiace, non la assorbono le piante.
e di roba da li ne esce a tonnellate.
La benzina e l'olio vaporizzati non la bevono le piante,
gli NOx devono essere legati
I residui di vario tipo
il particolato, persino un SUV diesel sembrerà pulito ed eco.



notate che a Mordor sono piu' ecologici.
la roba da buttare,
il caffe' fatto con bombola usa e butta
e ovviamente mancano i 500 alberi adulti da piantare.

Avventura carina?
Si. Può anche essere formativa se non fosse per le bugie che formano persone che incolperanno gli altri dei problemi che causano e si crederanno dei santi.
Ecologica?
non direi e' esattamente presa dal manuale per la distruzione del pianeta.

Del resto hanno ben capito che professandosi green verranno coperti di soldi, come si nota dalle sponsorizzazioni.

immagino la foto con scritta la greta ripresa dal loro sito, evidentemente non capita, che gli urla contro., ma evidentemente siccome la colpa e' sempre degli altri...


non hanno capito che parlava di loro, bestie che pensano che basti parlare della CO2 perché essa si riduca mentre ne producete a iosa

Volevate essere ecologici? 
Dovevate andare in bicicletta o a piedi, portando tutto cio che necessitate con zaini o  dei tender da agganciare.




PS
" grazie all’aiuto di un ingegnere, l’abbiamo allestita con una marmitta catalitica" e' una corbelleria: un motore a carburatore 2T scampanato come si usava negli anni 50 i due cat (ossidante e riducente) li disintegra dopo i primi 100Km. Hai anche da smaltire quel coso che hai preso chissa' dove e chissa' se prima di essere rovinato riesce ad entrare nelle temperature per la post combustione. I motori odierni sono di materiali diversi con tolleranze diverse. Persino i 125cc ormai sono tutti 4T, fare un 2T catalizzato e' veramente difficile e persino le aziende piu' titolate ci rinunciano. 


PS2
sono cattivo o sono loro un branco di insegnanti bastardi?

mercoledì, marzo 25, 2020

pets, nuovi figli


Una volta gli animali domestici venivano nutriti con gli scarti.
Dopotutto un cane o un gatto non dovrebbero avere particolari richieste ed e' difficile sapere quale sia il loro pensiero:
"hei donna la tua sbobba non mi piace, il topo ammorbidito da un tir e' tutta un'altra cosa!"

Eggia', spesso i padroni di animali sono piu' stolti degli animali che comprano.
Capisco che preparare il cibo per un pesce sia difficile, ma in genere esistono lattine che prese a vassoio costano circa 2E al Kg.
Se spendete di piu' fatevi delle domande.
Si, perché quando vai in un supermercato e ci rallenti scopri un mondo rovesciato dove il cibo per animali costa piu' del cibo piu' costoso per gli esseri umani.


partiamo dal cibo in multipack, na merendina da 18 sacchi al Kg.
ovviamente nei gusti che piacciono agli umani come pollo, filetto...

Un po come dire che questo affare costa piu' (quasi il doppio) di un prodotto per umani di un costoso brand come simmenthal. Si una marca costosa (11E al Kg) per umani, non roba da discount,  costa meno del cibo del foxxuto gatto.





ovviamente quello era lo snack, se vogliamo mangiare "per sul serio"


anche cambiando marca la storia non cambia, al limite si vergognano di esporre il prezzo e per cercare di far confondere  le menti semplici del grillino di turno scrivono il prezzo al Hg... come dire che un normodotato non capisce che sono 11,2E al Kg
Ovviamente parlano di nomi gourmet da umani: tonnetto (non scarto di tonno tonno, ma tonnetto) e prosciutto (evidentemente la carne suina, facile preda per 15Kg di animale, sotto sale e aromi e' tipica della razza felina). Sarebbe da chiedere come reagiscano i reni di un gatto o un cane a una simile bomba di sale.
Mai che ti dicano "passero artigliato" o "ratto splatter azzannato al collo"
Perche le scritte devono far venire il laguore non al gatto o al cane ma all'umano che le comprera' secondo il suo gusto umano arrivando all'assurdo che vidi anni fa dell'anatra all'arancia, tipico piatto preparato anche dai lupi di montagna, che si sa' sono i fini gourmet che hanno introdotto l'impiattamento nel mondo dei canidi.


cambiando marca ancora il risultato non cambia:
Whiskas Temptations Con Pollo e Formaggio



Eggia', il famoso formaggio felino che i gatti amano preparare da sempre: assalgono le mucche e dopo averle sventrate per il caglio ne mungono altre per insegnarci a fare il famoso provolone felino.


Come giustifica un pollo & formaggio l'azienda:

Coccola il tuo gatto con Whiskas® Temptations: snack golosi e leggeri, privi di aromi artificiali, perfettamente bilanciati per lui. Croccanti fuori, morbidi dentro: un gusto irresistibile che sedurrà anche il palato più esigente!

golosi e leggeri?
coccola?
ma siete co i neuroni bruciati?
Manca solo farci sesso e siamo ok
Ovviamente niente di artificiale, la plastica e i mattoni non ci sono nelle scatolette.
Vogliamo parlare del nome? da idioti.
Dimenticavo il prezzo da gelato in fronte: 16,5E al Kg.
Raga abbiamo sbagliato la virgola e la gente le compra lo stesso?
roba 4k...




ma ecco che arriva lo snack.
PARTY MIX eggia' i gatti fanno i party, non ho visto le bottiglie di crystal per cani ma ci potrebbero essere.
Un party mix per umani  costano 5E al KG e quelli della cameo, marchio assai reclamizzato, non arriva a 10.
Per i gatti?
per i gatti il triplo. 
insomma uno snack per gatti costa piu' delle tartine di salmone con gelatina fatte a mano. 
Alla faccia dello snack.


e come non pensare alla tipica preda del nostro felino il MANZO, potete vedere le pose per l'attacco tipico contro la specie bovina. 
Da li a poco il grosso ferino felino sgozzera' il bovino e assaggerà le sue carni 


dimenticavo, 44E al Kg. 
E' un prezzo da suv: entrambi sono scarti venduti a prezzo da lusso sfrenato.
Se riuscite a comprare un cesso di una punto a 45KE potete anche comprare sta roBBa.
Voi il telefonino da 108 megapixel ve lo meritate.
Costerebbe meno dare caviale al vostro gatto. Non che la roba per quelle fogne dei cani siano meglio.
Siete dei pazzi.

Evidentemente i cani e i gatti sono piu' importanti delle persone per chi ha bruciato i neuroni a forza di canne.
La droga, evidentemente, e' molto diffusa in italia.

lunedì, marzo 23, 2020

selfista 11/10


Ultimamente faccio sempre piu' fatica a capire il selfista, certo ne abbiamo gia' parlato in maniera estesa, ma alcuni comportamenti mi lasciano basiti.

Capisco che uno che usa il telefono per fare foto e' un idiota, altrimenti non ci sarebbero cellulari da 108 megapixel, ma ci sono dei casi molto difficili da capire anche ammettendo che il selfista abbia un cervello da petauro dello zucchero. Almeno il petauro e' simpatico questi no.

vado ad una mostra su Steve McCurry e ci sono le sue foto ben in grande.
Ovviamente sono sempre le solite nel 90% dei casi che potete vedere su internette 

nei pochi minuti che siamo stati li ci sono stati 4 selfisti che hanno preso tutte le immagini con il cellosfiga.

cosa cazzo puo' riprendere una maledetta webcam tenuta in piedi riprendendo un soggetto orizzontale, in penombra (notate quanto mosso) quando la stessa foto e' disponibile su internette a bomba






Voglio dire, vai ad una mostra perche' la foto stampata in un formato adeguato partendo da files non troppo piccoli fa una sua porca figura. 
Infatti dopo la mostra ho capito che sottovalutavo lo steve, a quella dimensione si apprezza davvero che e' un figo. Forse ritoccherei meno, ma e' uno dei grandi.

idem a una mostra di dali' con le serigrafie (in pratica fotocopie) che sono vedibili ovunque riprese da professionisti, con MACCHINE FOTOGRAFICHE e con illuminazioni decenti.

non riesco a capire proprio come un panda (uno degli animali piu' stupidi del regno animale, ma evidentemente piu' sveglio di un selfista) possa passare ore a webcammare TUTTE le opere di una mostra in malo modo, con immaginette di medda mosse e solarizzate quando queste sono disponibili su internet.




 

 

martedì, marzo 17, 2020

leddi








Qui vediamo il montaggio dei deficienti, breve spiega.

In pratica un riflettore-calotta sferica fatto cosi' da per scontato che ci sia una lampadina che emette a 360 o comunque a 180 VERSO L'ALTO, come le rarissime argentate assiali.
Se fosse  altrimenti, ovvero una lampada che emette solo sulla parte superiore della lampadina con forte accentuazione per 40 gradi il designer avrebbe messo il portalampada sotto per illuminare correttamente  l'intero riflettore.

Questa lampadina, montata dagli specialisti di "noto mobiliere" che spacciano le LED come cura a tutti i mali.
Quando guardi perplesso le  merdolampade che vendono cercano anche di consigliarti con potenti yabba dabba INCREDIBILI. 
Piu' di una volta ho risposto "scusi, ma si rende conto che ha detto una fila di corbellerie in una singola frase?"
Lo stolto rispondeva piccato di aver fatto un corso e di essere altamente qualificato.
Al che facevo notare che uno che ha fatto un corso pieno di stronzate non e' il caso che distribuisca leggende a tutta la gente e soprattutto con chi lo ha studiato a scuola.
In genere rimangono offesi e ripieni della loro verita come "le LED fanno 10 volte la luce di una lampada normale" anche quando ne fa un decimo. In pratiche hanno una expertize che ha un errore del 90%.

L'imbecille, evidentemente fresco del corso "vendi tante LED che costano di piu' e piacciono tanto al peone di turno" ha montato cosi' la lampadina con i LED (risolutrice di tutti i mali della terra) su di una piantana con il risultato di indirizzare il 70% della luce sullo stelo della stessa, avere una luce piu' dura e fare schifo come LED comanda.

Come era la storia che i LED avrebbero dovuto fare piu' luce?
Ma vaffanzum!

gli idioti si distinguono sempre







Gli idioti si distinguono sempre, sono ovunque, e fanno danni che poi altri dovranno subire. Quando poi sono concentrati...

Ho sempre definito scimmie gli idioti che non hanno istruzione. 

Dopotutto siamo solo scimmiette, almeno fino a che non studiamo e abbiamo conoscenza.
Ci sono aree del nostro paese dove si sono versati decine di bilioni (si con la B) per migliorarsi e siccome questi sono capre li hanno usati per fare la bella vita diventando persino la seconda area piu' ignorante della UE.
In pratica un produttore di idioti.

cosa succede se si chiude un'area?
circa 100.000 scimmie tornano al paesello di capre innescando altri focolai che allungano la degenza.
Mentre io vedo che nella solitamente trafficata strada sotto casa, in pratica una coda continua, il vuoto: oggi potresti cenare per terra sulla linea continua.

Cosa fanno queste regioni particolarmente FURBE?
Semplice, vista l'abbondanza di danaro che continua a piovere su di loro proseguano a fare quello che fanno: sagre, feste, cortei carnevaleschi e riunioni per la fine dell'inverno.


L'irpinia dove chi ha piu' di 2 neuroni attivi deve essere una rarita', si lancia con il rito del calice di Ariano Irpino (con 32 contagiati certi in 15 minuti e probabilmente altrettanti untori in singola sessione) e i notevoli carnevali, mi raccomando, con la quadriglia, hanno tenuto banco alla fine di febbraio nelle loro tipiche e goliardiche feste pagate dai coglioni che ora sono in quarantena dura. 
Perche' dover essere tristi?  facciamo una festa per il virus "in cui tutti i figuranti di ogni maschera goliardicamente e con audacia canteranno e reciteranno l’un verso l’altro. Seguirà il classico Ballo della Quadriglia con la partecipazione dell’intera popolazione."

Ballo in maiuscolo, mi raccomando.
Risultato?
dopo il tempo d'incubazione ovvio grafico esplosivo... 


Senza arrivare alla stupidita', direi evidente, del popolo irpino non e' che altre regioni siano messe meglio, i 20.000 pugliesi che sono tornati dove la politica e' un dire, ma mai fare, un posto dove ci si lamenta per un tubo interrato e si fanno minuetti sull'acciaieria che neppure il "dizionario sinonimi e contrari" e' in grado di starci dietro.
Se anche 1 su 100 fossero infetti?
guarda caso con una latenza media di 7gg la puglia esplode, tanto fermare i baci e gli abbracci come quelli del carnevale di putigliano (puTTangliano?) 
"APOCALISSE dell’Associazione Carta&Colore con alla guida i maestri cartapestai Vito e Paolo Mastrangelo è il carro allegorico vincitore della 626esima edizione del Carnevale di Putignano, il più antico d’Italia e il più lungo d’Europa"

e 7-15gg dopo il carnevale, il tempo per incubare, BUM! 
A quel punto la puglia esplode e chiede di PORTARE RISORSE DAL NORD come i letti per i ricoveri. 
Ma anche no.
Per un motivo semplice.
Se gli idioti se ne stavano tranquilli entro qualche giorno l'epidemia si sarebbe fermata.
Ora che e' esplosa al sud grazie a queste scimmie e non potendo bloccare il paese per troppo tempo altrimenti finiamo morti di fame, il virus non si fermera' e tornera' al nord per completare l'opera.
Se uno si lancia dal balcone divertendosi volontariamente per "vedere l'effetto che fa andare in ospedale" non tolgo il letto a chi ha avuto un'incidente. 
Caxxi suoi.  
Direi di negare le cure a ha ha partecipato ad una festa.

In questa accezione il Boris Johnson che tanto mi sta sulle palle per 1000 motivi non ha neppure tutti i torti:
Visto che ci sara' una parte di idioti che fungera' da untore allegro tanto vale che crepi qualcuno di piu', ma alla fine passera'.
Quello che non ti sei giocato fermando l'economia lo spendi in letti (ricordo che la sanita' inglese e' piena di infermieri immigrati e dottori esteri, molti italiani che in terra d'origine vengono sottopagati) e anticipi per quanto possibile le necessita'. 
In pratica spendi e questo fara' girare di piu' l'economia.
Poi, ovvio, qualcuno in piu' crepa, ma intanto passa in fretta.
L'unica evidenza e' che non e' chiaro se chi e' guarito e' veramente immune.
Nazista, per alcuni,  ma ha un senso piu' degli idioti che ballavano in piazza in quel di marzo. 
Insomma se non riesci a contenerli esiste una certa selezione naturale darwiniana.

Consiglio la lettura del sempre interessante bressa sulla questione inglese che fa notare che se non mandi i bimbi a scuola e poi li fai assembrare altrove, o se non vai al lavoro e poi vai in disco... non serve a nulla.




Vi lascio con il video che inquadra gli idioti al pascolo del 23 replicata in varie forme fino al 26 febbraio con il grande boom finale.
https://www.facebook.com/irpinianews/videos/1833977400069255/


PS
Se vi e' qualcuno che pensa che io sia antiqualcosa (razza, religione, colore o provenienza) e' pregato di lanciarsi dal balcone, rendera' il mondo un posto migliore

domenica, marzo 15, 2020

l'ignorante colpisce duro: trafffocco.







Tempi di coronavirus per la lombardia.
un anno particolare perche' non solo quest'anno non siamo mai andati sotto zero in gran parte della Lombardia, non abbiamo visto la neve, e fuori mentre scrivo ci sono 12C che a meta' marzo sono piuttosto rari. In marzo e' piu' facile avere la neve che 12C alla mattina.

Con il coronavirus non solo il traffico e' di fatto fermo, e comunque rappresenta una bella fetta, ma anche aziende, motori ausiliari, processi chimici, verniciature...
E ovviamente le caldaie a pellet, il pezzo forte dell'inquinamento lombardo,  di cui alcune usate persino per lavorazioni


Insomma e' normale un calo DRASTICO dell'inquinamento. 
tutte le fonti sono in regime ridotto.

arriva l'idiora di cui sopra e ascolto una sua intervista sul TG radio24 di sabato in podcast.

"il tema sullo smog esiste.... i dati di questi giorni ci dimostrano quello che noi stiamo sostenendo da tempo, che il traffico nelle grandi aree urbane e' fondamentale sulle politiche dell'aria perché la diminuzione del traffico ha generato ha generato una riduzione strutturale dei livelli di inquinamento"

se e' vero che il traffico milanese e' una fonte di almeno il 20% dell'inquinamento milanese invernale, e' anche vero che con una diminuzione di emissione multifattoriale come questa non dimostri un cazzo.
Per carita', sono io il primo a volere treni veloci ovunque, metropolitane a ragnatela, monorotaie e financo teleferiche sparse per la citta' per soppiantare l'automobile quando non e' idonea.

Pero' e' diverso questo continuo colpevolizzare l'auto senza dare alternative.

Vado a vedere chi e' lo strz che batte il tasto "auto e' cattiva harg"

E' in idiota che gia' altre volte ha fatto delle sparate del genere e (ORRORE) parla di monopattini elettrici!

inoltre e' incautamente messo come assessore alla mobilita' del comune di Milano, uno che fa simili affermazioni e' da bandire da un simile compito.
Faccio la solita scommessa che e' un latinista di merda, al massimo un laureato in psicologia, e vado a vedere chi e' lo sfigato raccomandato.

dalla sua biografia si evince che il suo massimo titolo di studio e' declamare ovidio. "Ci ha" studiato liceo classico. STOP.
Come cavolo sia finito a pianificare cosa supertecniche sto bel tomo non e' chiaro.

Propongo il PD, di cui e' iscritto, l'immediata radiazione da tali compiti. Mi sta bene che mettano un'altro dello stesso partito, ma per carita' almeno con una serie di skill tecniche e dirigenziali.
Altrimenti il PD e' solo un altro scherzo di natura come ho sempre pensato.

Vi  e' da chiedersi: ma se in italietta abbiamo questi manager, possiamo veramente pensare di andare da qualche parte?
Esiste un caspita si partito che non si fondi nel farsi figo declamando 2 frasette latiniche per irretire il poveretto che vota?

Ma forse se l'italiano e' una capra e' giusto che si attacchi al tubo di scarico a mo di cannuccia, mi raccomando di una fonte ecoloGGica come la legna di mancinella. 





martedì, marzo 10, 2020

pagare, davvero?








L'altro giorno passavo davanti a questo obbrobrio.
Certamente uno per comprarlo deve fare uno sforzo colossale, diciamo che per farmi tirare fuori 12.000E per tale schifo dovrebbero minacciarmi.
Poi ho scoperto che ci sono degli idioti, non so come altro chiamarli, che cacciano piu' di 30K per questa orribile accozzaglia che non ha un motivo di esistere.
Almeno se siete normodotati.

Ma tornando a noi:  passo davanti a questo schifo e vedo il colore, che nella wecammata sembra piu' normale: merda marcia metallizzata (immagino che nella palette possa essere il nome ufficiale).

con la mia morosa ci siamo chiesti quanto paghino il poveraccio per usarla.
Io per guidare tale vergogna chiederei che per intestarmela mi devono dare almeno 20K annui piu' spese. Immagino che le regalino come prezzo di partenza.
Masochismo oggi: la parafilia motoristica.

Per voi quanto vale il vostro disgusto nel farvi vedere alla guida di tale scempio che nega l'esistenza della tecnologia, con un design oscemo e di color merda marcia metallizzata?



lunedì, marzo 09, 2020

italiani furbi ma non intelligenti

L'italiano sconta il fatto che ha nella maggior parte dei casi una provenienza da luoghi ove 300 anni fa fare il furbo pagava.
Molti non sono andati avanti.
L'arraffoneria, la roBBa che raccontava il Verga, un dawinismo sociale che ha plasmato i modi.

Cosi' alla prima avvisaglia di problemi la gente si butta al supermercato e quando vai a prendere il solito cibo ti ritrovi questo che ho webcammato


come al solito l'italico e' furbo ma non intelligente.
Se fosse un problema da zombieland e' ovvio che l'energia elettrica non sarebbe cosi' copiosamente disponibile.
Al contrario di quello che vediamo in alcune commedie zombie piene di ridicolaggini (do casso prendono la benza?) in TV, i supermercati dovrebbero puzzare in maniera invereconda
Inoltre mi dovete spiegare che caxxo di freezer avete a casa vostra. Il mio 2,5 cassetti, che mi pare vicino alla media, e' sempre pieno con 2 cose. Dovessi portare a casa tanta roba non saprei dove metterlo.
Inoltre, per quanto ad alcuni non sembra, anche nel freezer la roba scade, e lo fa spesso prima che le scatolette.

Comunque dopo aver dovuto fare della spesa a spizzichi e bocconi la settimana dopo i supermercati davano cifre ancora piu' incredibili. Finito l'accaparramento compulsivo non e' che l'italico ha smesso di comprare, giammai consumare il frutto predonesco,  ma hanno iniziato a comprare con picchi del 20% in piu' rispetto alla media in molte zone.
La spiegazioni degli analisti non mi convince, ma tutto avra' un qualche nonsense.

L'italico fubbo col suv e il telefono megacoso pero' e' convinto che lo stato e' stupido, del resto e' stato votato da lui e quindi lo sa bene.
Conseguenza spiccia dell'italico che pensa di essere sano e immortale considera le misure prese persino nelle zone peggiori cazzate

come quelli che hanno protestato che la protesta e' stata cancellata.
con la conseguenza che appena si narra della possibilita' di RALLENTARE il transito da e per la lombardia migliaia di persone decidono che e' necessario fare il contrario: un esodo di massa!

Stazioni prese d'assalto.

il ragionamento al solito e' quello del coglione autoreferenziale che pensa che in se ci sia la verita':
"IO sto BBene, sto fuBBo e scapppo"  
evidentemente uno che sta incubando e va in zone dove gli ospedali funzionano peggio e' decisamente furbo:  ci sono buone probabilita' che fra 15gg avremo focolai nelle zone dove questi idioti sono fuggiti pigiati in treno a mo di sardine.
Se non succede un casino e' solo culo pazzesco.

evidentemente l'italiano non e' mai esistito.
E' una leggenda.



giovedì, marzo 05, 2020

nakamichi requiem




Vedere una supposta BT di medda pura con sopra un marchio HiEnd fa un pochino specie
Solo allora ti rendi conto che dell'enorme marchio
che aveva fatto i 1000, un pezzo che aveva per sempre cambiato il volto della registrazione casalinga, ancora oggi irride molto digitale,
il DRAGON vero masterpiece,
Che aveva fatto la follia dell'undar (unidirectional autoreverse) per avere la massima qualita'


Gente che quando aveva deciso di fare un amplificatore ha detto:" hei chi fa il migliore?" 
e dopo averlo visto si sono detti: "ma noi possiamo fare di piu' "
Gia', avevano preso i threshold di nelson pass (mica un pirla qualunque) e avevano migliorato il massimo della piazza 
Ecco ti rendi conto che e' un po' che non vedi nulla di loro. 20 anni.

L'errore, al solito, e' stato fare buoni prodotti e targare 30Kg di ampli 200W anziche' 2.000.000 di watti come un coreano qualsiasi.
Oppure potevano mettere come un cinokorean un coso da 1,5W e dire che erano 200.

E invece no.
Troppo orgogliosi sti giappi.
Pensavano che un ampli da 200W dovesse essere da 200W e degno di nota, altrimenti che lo fai a fare, mica sei un coreanaccio da due soldi che produce solo fuffa megapixel.
Adesso e' di proprieta' di gente governativa cinese specializzata in sparizioni bancarie con sede alle bermuda che vende giocattoli cinesi.

dopotutto nessuno ascolta piu' musica: a cosa serve un ampli?

venerdì, febbraio 28, 2020

monopattino grillino


Ne fenomenale decretone millesfighe, fra buchi di bilancio e suicidi rituali, fra le nome da idioti, appare una norma da idioti. Ok, avete capito, parliao di solo una di queste..

Sappiamo gia' che ero molto perplesso sulle bici elettriche sovramotorizzate.
Oltretutto vedere uno con la bici elettrica pedalare e' abbastanza raro, indice che con il piffero esiste la pedalata assistita se non sulla norma. Dopotutto esistono persino le mods per aumentare la potenza.
Quei pochi che "pedalano" spesso lo fanno praticamente a vuoto e li vedi senza sforzo a razzo.
Ma hanno freni da bici, non hanno sospensioni, non hanno... sono bici, non motorini. Un disastro.

Ma dalla padella si passa alla braciola.
Ta da daaa






Ora con il decretone si narra:

"I monopattini che rientrano nei limiti di potenza e velocità definiti dal decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 4 giugno 2019, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 162 del 12 luglio 2019, sono equiparati ai velocipedi di cui al codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285."

Praticamente posso andare in mezzo alla strada con un mezzo barcollante.
Ok.

E uno spera che abbia al massimo 50W per evitare che zompino in mezzo alla strada e come le bici siano almeno assistiti.

Invece no.
Sono 100% motorini 50cc.
" dotati di motore elettrico avente potenza nominale massima non superiore a 500W e di segnalatore acustico." 

 Scusa un attimo, qui basta che hai un campanello e puoi andare come un dragster?

"Da mezz’ora dopo il tramonto... tutti i dispositivi .. sprovvisti o mancanti di luce anteriore bianca o gialla fissa e posteriormente di catadiottri rossi e di luce rossa fissa, utili alla segnalazione visiva, non possono essere utilizzati, ma solamente condotti o trasportati a mano."

 aspetta, mi vuoi dire che sta roba


nottetempo con il fanalino rasoterra invisibile che esce a razzo da un incrocio, magari raso parcheggiate, con aggrappato alla benemeglio un 12enne di 40Kg che sta accelerando come un dragster io devo pure evitarlo?

complimenti

"I dispositivi non possono essere dotati di posto a sedere per l’utilizzatore e sono destinati ad essere utilizzati da quest’ultimo con postura in piedi."

Cosi' con quelle sgasate violente e ruotine insignificanti con freni inetti e sterzo non compensato devono pure lottare contro il destino inerziale mentre planeranno sulla mia auto.
Dargli un sedile e un telaio non sarebbe stato male.

" I dispositivi in grado di sviluppare velocità superiori a 20 km/h, ... devono essere dotati di regolatore di velocità, configurabile."

Eggia', con quasi un CV in presa diretta non e' impossibile se state accoccolati in basso arrivare a 70Kmph.
Lo vedo il consumatore mentre regola il limitatore per la velocita' prevista.... Maddaiiii

Immagino in strada il pischiello seduto sulla piastra con le mani a scimmia che va a randello dopo una ripresa che passa molte auto.


Suvvia il monopattino ha
un solo freno, spesso ridicolo,
uno sterzo che non e' compensato, e' un palo
ruote che e' meglio lasciare  che trovare come tenuta di strada
un trasferimento di carico casuale: ti voglio vedere chi sposta per tempo il carico per la frenata o l'accellerata o staranno rigidi sottosterzando in caso di pericolo (e con quelle ruote sottosterzare vuol dire staccarsi dall'asfalto).

Se questa era la legge per i monopattini allora alle bici potevamo dare 2000W e la manetta del gas!
Dopotutto ha ruote migliori, freni migliori, meno trasferimenti e baricentro migliore.
Anzi, perche' non rendiamo legale le bici con il motore a benzina fino a 100CV, anzi magari qualsiasi motore, magari a razzo 

dopotutto se un monopattino puo' avere un cavallo e sfrecciare nel traffico praticamente senza luci e freni a velocita' e accelerazioni notevoli una bici da 280Kmph che si pippa una sport car (in rettilineo ovviamente) e' molto piu' sicura, no?


Qui si sta partendo per la tangente, dovemmo prendere l'idiota che ha firmato sta legge e processarlo: o ci e' o ci fa.




martedì, febbraio 25, 2020

hyperloop




Di tanto in tanto ci sono argomenti che servono per distrarre il popolino dai temi importanti.

Fino a qualche anno fa era il gay pride calcistico, i 22 muscolosi maschioni mezzi nudi distraevano adoranti masse del polpaccio teso per settimane.
Nel frattempo si imbarcavano i soldi per gli “amici”, tipicamente i Bilioni a pioggia al sud, e il debito si impennava sotto i piedi degli italici che poi ripagavano con la tassa chiamata "inflazione a due cifre", rimanendo un paese rurale e ignorante.

Oggi si usano altre tecniche, per esempio il solare salvifico e altre grillate e ultimamente l'hyperloop, anche quello risolvera' tutti i nostri problemi stando ai proponenti: gotta e debito compresi.

Quando, per esempio, scrivi della tav, un piccolo pezzo di treno ad alta velocità che doveva gia' in essere 20 anni fa, mezza Italia si sta picchiando (letteralmente pure) perché non lo vuole.
In un paese normale civile e che ha l'idea di crescere non dovrebbe avere solo UN piccolo pezzo di ferrovia ad alta velocità ma ne dovrebbe avere qualche centinaio.
Al notavvista, ma anche al noauto, al grillino confuso per mantenerlo tale, insomma per tutti quelli che pensano che ci possa essere un modo migliore e fantascientifico (nelle loro teste senza collaterali come avviene in una cosa chiamata realta') uno dei piu' discusse distrazioni recenti e' l'hyperloop.

Per esempio, per contrastare l'alta velocità è cominciare a dire che alla tecnologia vecchia e che adesso arriva la nuova ferrovia chiamata Hyperloop.

È interessante notare che gli esagitati, come avviene ad esempio per l'energia e altre cose, tendano a squalificare l'oggetto odiato dicendo che è vecchio. 
Non vi ricorda, ad esempio, il nucleare che viene considerato vecchio da chi vuole utilizzare fonti energetiche che hanno un migliaio di anni in più?

Ovviamente queste teste calde, spronate anche dai giornali che li appoggiano dicendo che Hyperloop è una cosa semplice, facile e che la stanno già pensando di montare a Bologna o a Milano, considerano questo parto del pazzo di tesla una cosa praticamente semplice e pratica.

Persino giornali come il sole24 stanno dando come in costruzione questo affare (segno che anche il sole sta diventando un giornaletto per incarto insalata)

Bisogna ricordare un po' che la fisica e la chimica non cambiano assolutamente anche quando arrivano degli eroi del popolo.
Al solito l'eroe del popolo è tendenzialmente un miliardario come può essere Berlusconi oppure i 22 miliardari precendenti che si rincorrono in mutande nei prati con milioni di voyeur (evidentemente le comunita' LGBT e' molto ampia in italia...).

Il primo grosso problema del treno Hyperloop e' che tutti i vantaggi che racconta di avere derivano da una cosa “molto semplice”: transita sottovuoto (o quasi).

Provate a immaginare semplicemente in cosa consiste un tubo di qualsiasi materiale lungo un migliaio di chilometri completamente, o parzialmente come in realta', sottovuoto.

Per quanto noi possiamo sigillarlo avrà sempre comunque delle perdite, vuoi per porosità, vuoi perché delle porte per far entrare ed uscire la gente ci vogliono. Svuotare questo enorme tubo dall'aria non è una passeggiata dal punto di vista energetico, non lo è tenerlo vuoto.


Non lo e' neppure per dilatazione termica, immaginiamo un tubo di metallo lungo km quanti soffietti di gomma devi fare. I binari, poi, si espanderanno nella stessa misura?
Un tubo di metallo lungo anche solo 100Km si allunga di un 100 metri in maniera non uniforme d'estate: devi prevedere ogni 50 metri dilatatori e compensatori se non vuoi trovarti un roller coaster e parti del tubo stracciate. 

 

Capiamo che non e' una passeggiata.

Inoltre, ricordiamo, che qualunque tipo di manutenzione o controllo sia sul treno che sui binari che del tubo consiste nell'operazione di sezionare una parte del contenitore infilarci dentro l'aria e poi svuotarlo. 
Altri costi energetici, problematiche e porte per l'accesso sulla tratta. Fatevi due conti su cosa possa costare un singolo portello verso l'esterno. Ne farete migliaia.

Una gran parte della meccanica dovrà funzionare regolarmente in un ambiente depressurizzato.
Magari a voi non dice niente, ricordiamo che già ne negli aerei ci sono problemi di lubrificazione, nel vuoto i lubrificanti tenderebbero evaporare o modificare le loro caratteristiche fisiche. Avere uno strato di lubrificanti depositato per evaporazione su tutto ciò che esiste all'interno del tunnel non è la cosa più furba del mondo.
Molte plastiche hanno una durata inferiore.
Parte della meccanica invece potrà essere comodamente all'interno del treno dove ci saranno gli essere umani.
Lascio solo immaginare il caos necessario per avere degli assi di trasmissione con un lato nel vuoto e un lato in atmosfera.


Ricordiamo, inoltre, che un maglev non e' un treno, ma un aeromobile che vola molto basso con tutto cio' che comporta come il controllo della quota, imbardata, rollio e scivolamento laterale. Il galleggiamento e' da gestirsi dentro in decimi di mm essendo la forza dei magneti inversa al quadrato della distanza.

Sarebbe anche interessante sapere i costi di costruzione del tubo.
Ricordiamoci semplicemente che deve sopportare una pressione di un chilo per centimetro quadrato che sembrano pochi su un cm, ma quando hai ad esempio un portello di entrata uscita o un sezionatore che e' praticamente l'area del tubo stesso sono cavoli.
Stiamo trattando di spinte veramente incredibili: sono sezionatori da farsi ogni pochi metri che reggeranno 50.000tonnellate per poter fare manutenzione e per sicurezza. 
Altro che le porte viste prima.



Per poter rendere ispezionarle ogni tratto di binario sarà fatto fra due setti con 50000 tonnellate che spingono sullo stesso e questo si riverserà sul tubo stesso che dovrà reggere non solo la spinta assiale ma anche quella normale alla superficie del serpentone.
Insomma: il tubo non e' dello spessore di una lattina di cola e dentro sara' dotato di porte (ad iride?) che reggono un tir parcheggiato sopra mentre si muovono. La porta che vedete nel demo, bella leggera da poche tonnellate e che tiene solo la pressione da un lato, non ci sta dentro nel tubo salvo ne facciate delle parti di diametro MOLTO piu' ampio.

Il sezionatore-setto dovrà anche essere un aggeggio che si può chiudere molto velocemente e in condizioni di emergenza.
Pensiamo ad esempio a un masso che dovesse fracassare il tubo: un sezionamento di emergenza in condizioni di salto di pressione vuol dire che quella porta deve potersi muovere e chiudere mentre lotta con migliaia di tonnellate.
Provate a chiudere una porta con davanti un camion. Ce lo vedo un portone del peso di qualche tonnellata che arriva alla battuta a quella velocità.

Una frattura dovuta ad un incidente, pensiamo al tir che e' caduto da un ponte qualche anno fa, che rompesse il tubo provocherebbe una ripressurizzazione con conseguenza esplosive (avete mai stappato la bocca?) e le vostre iridi piu' vicine DEVONO chiudersi in frazioni di secondo, senza energia e senza tranciare il treno.
Altrimenti l'onda di pressione spazzera' tutto il tubo a velocita soniche disintegrando tutti i treni, poi facendo esplodere il resto per un colpo d'ariete, che l'aria e' comprimibile certo, ma quando viaggia a certe velocita' soniche una bella botta la fara'.

Se non ci siamo ancora fatti un'idea possiamo pensare che dal punto di vista del percorso ci troviamo immersi a 10m sotto il livello del mare e vogliano viaggiare a 1000Kmph.

Cominciamo a capire perche l'unica tratta dell'hyperloop e' un modello del 25% (ricordiamo che la pressione e' cubica essendo legata all'area della superficie del manufatto), e' di pochi metri e non ha strutture di accesso?

Il treno procede sottovuoto, ma poi la gente deve uscire.
Vuol dire che il treno deve essere in qualche maniera agganciato a una struttura basculante rigida. Non solo il treno verrà spinto dalla pressione atmosferica che entra, ma anche il tunnel per uscire verso la banchina deve sopportare tonnellate di spinta. Una quantità di porte equivalente ad un normale treno per consentire una buona vita di persone potrebbe tranquillamente far deragliare il treno da fermo o tenerlo appeso sul soffitto. 
Salvo voler riempire d'aria tutta la zona treno (lentamente, mi raccomando!) e ripressurizzare il tutto 2 minuti dopo che i passeggeri sono entrati. come nel demo. Farebbe ridere, no?
2 ore per salire su di un treno.



La soluzone e' una parte del tubo attrezzata con porte mobili e tunnel in grado di reggere la spinta per evitare che il treno si sposti, non e' una passeggiata, soprattutto se non devi metterci mezzora per agganciare il treno con dentro un centinaio di scimmie che non vedono l'ora di uscire (e che non devono perdere il tempo che hanno risparmiato rispetto ad treno a vapore degli anni 30)


Avendo parlato della parte più appariscente del Hyperloop sembrerebbe che il grosso del lavoro è finito.
Sbagliato, il grosso del lavoro arriva adesso.

Noi abbiamo un treno che si muove in un ambiente che è simile allo spazio (un decimo dell'atmosfera, in realta') e che contiene centinaia di persone che respirano.
Qualcuno potrebbe dire in maniera tranquilla che basta avere delle bombole di ossigeno e dei riciclatori di anidride carbonica per riuscire a sfangarla.

Magari abbiamo già problema di avere un'enorme massa necessaria per poter gestire centinaia di persone per molto tempo e contemporaneamente ricaricare il sistema in tempi molto brevi, altrimenti non usciamo a commercializzare il servizio in quantità idonea. In una parola parliamo di costi.
Enormi.

Cosa succede se un finestrino salta, una crepa si un particolare insignificante permette all'aria di uscire?
Si, stiamo parlando di situazioni da astronave.

Uguale se il particolare insignificante, come puo' essere una ranella da 10 centesimi che non e' del metallo esatto causa un blocco al treno: chi fa respirare per tempi elevati che servono ad una ripressurizzazione del percorso i passeggeri?

Non e' che i passeggeri possono respirare nel vuoto.
Ne puoi pensare che possano mettersi una tuta spaziale in decimi di secondo o obbligarli a viaggiare con la tuta come turisti spaziali.
Bambini e panzoni compresi.
Per un treno
 


Anche se tu avessi montato ogni 50m un irdide sezionatrice prima devi fermare il treno e non puoi pensare di fare una luuuunga frenata da 2G spappolando i passeggeri, comunque ci metteresti un bel po'. 
Poi dovresti chiudere i setti da milioni di E cadauno, ripressurizzare non troppo velocemente con delle aperture che sono in grado di capire l'emergenza anche senza energia e morte del sistema di bordo e solo dopo aprire delle vie di fuga.
Nel frattempo sono tutti morti.
D'asfissia.


Ma la questione dell'aria è ben lungi dall'essere sistemata perché il treno ha il piccolo difetto di avere un motore.
Il motore deve essere raffreddato.
Peccato però che il nostro caro motore è contenuto in un proiettile che si muove all'interno del vuoto dove l'unico modo in cui possiamo raffreddare qualcosa non è con un bel flusso d'aria ma solo per irraggiamento.
In pratica il nostro tubo è un bel isolante e se ci pensiamo è il più grande thermos mai costruito.

Dopo pochi kilometri all'interno del nostro treno avremo una temperatura aumentata di qualche decina di gradi, nostro motore resisterà ancora, molto meno le persone a bordo.
Dopo una tratta di qualche decina di kilometri da temperatura potrebbe essere talmente elevata da dare problemi anche ai motori, non che c'interessi più di quel tanto visto che a bordo avremo solamente un grosso stufato di umani.

Anche disporre il motore sul binario non cambia molto la sostanza, salvo si voglia costruire l'impianto di raffreddamento piu' grande mai pensato e che ha parte dell'opera sottovuoto.


Sinceramente non vedo un sistema per dare una soluzione a questo visto che costerebbe cifre talmente elevate che possedere un elicottero personale diverrebbe più economico che prendere il biglietto del treno.

Come al solito stiamo parlando di qualcosa che “tecnicamente” e' possibile e realizzabile, dopotutto lo shuttle o il programma gemini-apollo hanno fatto ben di peggio, ma e' assurdo per l'uso di massa.
Una cosa e' dire che si possa costruire un'enorme camera a vuoto e spararci dentro un treno maglev, altro e' farlo.

Dopotutto nulla vieta di fare aerei supersonici con tangenza molto alta, in pratica suborbitali, per connettere i grandi continenti: la ridotta atmosfera permette velocita' molto alte e costi di carburanti esigui per i mach 4 o 5 che vengono dichiarati ogni 6 mesi dal genio di turno che scrive su qualche giornaletto di serie B.

Oppure nulla vieta ai condomini di avere una piccola centrale nucleare in cantina.

Certo che si puo' fare. Ci sono le tecnologie. Ma questo non e' un “ci sono le tecnologie” ma un “accendere il cervello”.

Una cosa e' FATTIBILE.

Altro e' farlo in sicurezza,
in maniera ripetitiva come uno shinkansen che transita ogni 5 minuti,
e con costi che non divengano folli.


Assomiglia in MOLTO peggio alla storia dell'auto elettrica, non trovate?

venerdì, febbraio 21, 2020

recensione ad astra



Ad astra, uno strano film

Prendete rambo.
Rambo uccide e spacca come previsto per tutto il film. 
Puo' starci. E' un film "spacca e trucida", non e' il mio genere, ma capisco che ci sia chi gode.

Quello che cambia e' che lo fa principalmente con i suoi compatrioti innocenti. 

Dimenticavo, e' di uno sfigato cosmico, tutto, ma dico tutto, gli va storto e se la cava da strafico o accoppando qualcuno. 
Del tipo che se compra le merendine dalla macchinetta questa, che fortuna!, e' il nascondiglio di un ninja che protegge i sacri prodotti da forno. 
Il nero protettore esce e prende a mazziate il protagonista che reagisce  uccidendolo con un RPG: come danni collaterali tira giù un paio di palazzi in edilizia popolare, 300 vittime.

Ormai siamo oltre bud spencer.

Prima di girare il regista ha un'alzata d'ingegno: giriamo il tutto come un “coso spaziale” tanto basta mettere 2 astronavi ed un laser andando a zonzo per pianeti.

Ovviamente il regista o lo sceneggiatore, che ancor prima di iniziare il film non manca di mostrare il proprio amore per una lingua morta e non smette per tutto il film (per es con la Cepheus, lima eccetera) non ha nessuna idea di cosa sia lo spazio.
Ama il latino, no?
Bello ancorato nel passato, uno di quelli che "odio queste cose moderne complicate!"

Conseguenza spiccia: tutte le caxxo di scene presentano errori ridicoli. 

Tu sei li e dici: ma no, cazzo, e' impossibile! 

Capiamoci, anche guerre stellari e' pieno di errori, le astronavi si muovono diversamente, ma qualcosa ci sta, dopotutto gli spettatori potrebbero trovarlo strano il modo corretto, sto bidone si esalta arriva quasi a punte di armageddon, vera fogna interdimensionale (comunque la misuri e' fogna)
 
La fisica e' una merda, evviva il latino!

Deve essere uno di quelli per i quali la fantascienza e' "far vedere le astronavi cosi' i nerd godono".

Lo vestivi con una felpa da spaccia, lo ambientavi alla periferia di balimora o a napoli ed era pessimo ma credibile.
Invece no, lo hai ambientato nello spazio.

Mavaffanc...
Scommetto che hai un suv, un suv bello alto. Spero che arrivi una curva, cosi' capisci la fisica rischiando di morire.

PS 
come si dice "vai cedere il tuo didietro dietro compenso" in latino? 
Quello e' il titolo del film.

lunedì, febbraio 17, 2020

elettriche e prezzi


dopo molte bestemmie e bizzarrie pare che per davvero vogliano piantare in mano un'auto elettrica (full electric)  a tutti.
La cosa divertente e' che viene proposta, di volta in volta, come soluzione a tutti i mali. Persiono allw CO2, cosi' quelli dei diesel (in cui e' l'unica cosa buona della nafta) rialzano la testa.


Facciamo davvero 4 conti


Partiamo dal costo dell'auto.
Per quanto e' vero che molti usano l'auto per 3Km giornalieri (e ci sarebbe da chiedere perché caxxo non vanno a piedi) e' pur vero che se non si vuole possedere 2 auto a testa e' vero che DEVE avere autonomie importanti. 
Capita di avere urgenze o necessita', come capita di usarla per la scampagnata... magari poco prima dell'urgenza. 
Un'autonomia reale di soli 160Km (80Km di raggio) per un'auto che desideri sostituirsi all'auto odierna e' solamente una barzelletta, quei miseri Km non li ricarichi certo in 10 minuti.
Insomma basta il minimo contrattempo che la tua auto seguente tornera' ad essere termica. 

Ad oggi, perché parlare delle batterie che POTREBBERO esserci fra 20 anni non ci interessa, altrimenti tacciamo e rivediamoci fra 15 anni, l'unica chiave e' avere circa 100KWh di batterie imbarcate.
Peccato pero' che queste batterie costino come una ford focus fatta e finita.
Ricordiamo che mediamente le batterie rappresentano oltre 1/3 del valore di una vettura elettrica
Questo vuol dire che quei modelli che ci permettono di ottemperare a questa "sostituzione" costino un botto.
Infatti la tesla 3 con soli 75KWh costa, nonostante le cose tirate dritte,  ben 60KE.
Non e' un caso che siano spariti dai listini tesla i KWh sostituiti da "standard range" o altre corbellerie.
Tesla 3 e' ben lontana dalle finiture di una ford focus. Per carita' i sedili sono sopraffini, il volante e' ottimo e le sospensioni sono di alto livello come la tenuta. 
Ma il resto dell'auto e tirato molto dritto, per non parlare della scomparsa del cruscotto: come risparmiare 4-5000E sul prezzo al pubblico. Lo so che il tizio che gode del megapixel-4k trovera' il tablet "bello", ma e' foxxutamente scomodo.




Giusto per avere un'idea un'auto molto simile come potrebbe essere una mazda6 con un tranquillo 2.5 da 200CV e' prezzata 35KE e ha il cruscotto e un livello di finiture immensamente piu' alto, per non parlare dell'affidabilita' nettamente superiore. 
Mi piace molto la mazda6, e' molto equilibrata, se non vi piace il mondo e' pieno di ottime berline con motori facili e finiture di pregio superiori ad una tesla. Volete un brand premium tedesco? Pagate 8000E in piu' per una BMW serie 3 o altrettanto per una snobbissima jag.

In pratica, ancora prima di partire, voi avete comprato l'equivalente, al prezzo odierno, di 18.000 litri di benzina. 
A casa mia, sono circa 150.000Km.
Anche se ci fosse una riduzione selvaggia del prezzo delle batterie, diciamo un altro 20% che sarebbe colossale, non cambierebbe la sostanza. 
Perche' quando si parla di spaventose riduzioni di prezzo, un po come e' accaduto all'efficienza dei pannelli solari, i giornalisti capiscono cose tipo raddoppi di produzione. Certo, l'economia di massa fa cadere i prezzi, gli oggetti costano meno, ma raramente i metalli costano cosi' meno. Una volta che il prodotto e' industrializzato, e le batterie lo sono ampiamente, un gradino di prezzo o efficienza e' sempre epocale. 
Non possiamo aspettarci dimezzamenti dei costi prima di 20 anni e, se non sopravviene qualche "invenzione" fra quelle sperabili ch funzionano solo in laboratorio al giovedi' durante la partita di quiddich non scenderanno e basta.

Il fatto che vengano proposte autovetture con 15KWh senza ridere ha il suo perche' di costi

In pratica anche se l'elettricita' fosse gratis si rischia di essere a pareggio moooolto avanti.
Qualcuno fa conti "furbetti" dicendo che pero' l'auto a benza necessita di manutenzioni particolari.
Io, sinceramente, non so con cosa uno e' abituato. Derto un naftone e' piu' incasinato, ma le mie auto a benzina hanno controlli ogni 20.000Km, oltretutto i concessionari tendono a non farli ed incassare comunque ed e' il motivo per il quale mi guardo bene dal farli da loro (i VW-audi sono i peggiori a mia esperienza).
I freni durano piu' di 100.000Km, anzi mai cambiati sulle mie auto personali (quella odiena 120K, quella precedente 140K cambiati a 20K perche erano pastiglie "sbagliate").
L'olio costa 30-50E e il filtro olio 10E, almeno se non avete un 5000V8
i filtri sono 30E
Certamente avete qualche guasto in piu', avete piu' roba, ma possiamo stanziare meno di 1000E in 100.000Km, 2000E in tutto.
Come del resto su di una elettrica avrete altre noie, soprattutto al freddo o in posti remoti.
Alla fine parlare di maggiori costi di manutenzione come incidenti sul percorso e' mooolto tirata per le orecchie.
Ovviamente se parliamo di una fiat panda disesel con il motore tuBBo a strattoni grossi o la punto suv diesel (o equivalenti) con  motore a strattoni che demolisce le frizioni e i loro volani a pacchi e trita i freni perche' spinge dopo 15 minuti quando non serve piu' non e' che un problema del termico, e' un problema delle cubature troppo esigue e del tuBBo troppo grosso. 


Parliamo poi dei costi della ricarica.
Mettiamo che voi, come tutti i teslari che parlano, abbiate un box. Una cosa che stando ad istat e' abbastanza rara visto che solo il 30% delle auto ne ha uno. 
Cosa possano fare con l'altro 70% non e' dato sapere, ma tant'e' facciamo finta di nulla.
Facciamo anche finta che le migliaia di euro per installare un 15KW nel box siano nulle. E si, sai che solo di progetto vi chiederanno un milllino, va certificato. 
Figurati tirare i cavi.

Per quelli che si credono gegnacci e pensano di caricare a 1KW usando il contatore di casa in fascia protetta sapiate che manco iniziano a caricare. Alcune piccole caricano con rendimenti disastrosi (sotto il 50%). Gia a 2.5KW (di fatto impossibile con un cantatore da 3 condiviso) si sale otre il 60%. Il vero salto e' sopra i 10KW dove alcune auto arrivano a rendimenti vicini al 90% con batterie nuove di pacca.
Per i non avvezzi all'elettronica e alla tecnologia ricordiamo che non solo i PWM hanno UNA CURVA di rendimento che solitamente e' alta oltre il 70% della potenza. (la curva e' quella che spiega che i diesel NON hanno coppia)
Ma anche che ci sono dei sistemi che devono rimanere attivi per tutto il tempo, come puo' essere una pompa. Perche anche se quella maledetta piccola pompetta di circolazione consuma solo 300W un conto che stia accesa in ricarica un ora o due (.6KWh) e una cosa che stia attiva 50 ore (15KWh). Solo quella ti ha appena fregato il 15% del sugo.
 In pratica la carica molto lenta, anche se costasse meno la corrente, alla fine costa di piu'.


Comunque le offerte per casa per un numero di 25 ricariche complete su un simulatore di tariffe, usando la mono-oraria,  danno fra i 779 e gli 890E annui di bolletta. 
Cominciano a capire che non sono piu' i 10 euro e vai in capo al mondo. 
Con quelle ricariche ci fai forse 10.000Km come 20.000Km, piu' che altro a seconda della velocita' e temperatura.
Se prendi un'auto a benzina "normale" scostarsi dai 9-10Km per litro di media e' difficile: se vai forte fai meno, se sei inchiodato in coda ti farai amico un benzinaio, ma solitamente e' strano avere mix molto diversi.
Un litro di benzina oggi e' tassato da soldi che lo stato preleva dall'auto perche', tradizionalmente, l'automobilista e' ricco e va punito in quanto tale. 
Infatti l'elenco di tasse applicate e' variegato, bizzarro e con scuse che non reggono neppure davanti ad una platea di petauri dello zucchero: come giustificare l'aver pagato per 55 anni ai toscani i soldi per il nubifragio o i soldi per fare la campagna coloniale più grande della storia italiana che cesso', coff, coff, 84 anni fa?

Questi contributi sull'auto, circa 20 miliardini annui, o finiranno dritti dritti in busta paga o verranno pagati dai "pieni" elettrici?
I casi son 2: o li togliamo anche dalle benzina o li mettiamo anche all'elettrico,  se la legge e' uguale, piu' o meno, per tutti.

Ricordiamo infatti che a oggi un litrozzo di benza viene massacrato con 1,008E di tasse. 0,728 € di accise e  0,280 € di IVA. 
Meno comprensibile le tasse sul gasolio, solo 0.887E, 0.1E di differenze d'accisa e responsabile di gran parte della differenza di "prezzo pompa" gia' diversificato dal fatto che, bizzarramente, si vendono i carburanti al litro come quando si compravano in farmacia. 
Ricordiamo che il gasolio e' molto piu' denso (ed e' il fulcro dei suoi problemi).
Forse con il venir meno dei riscaldamenti a gasolio si vuole favorire il combustibile per evitare di non saper dove metterlo: prossimamente nelle auto elettriche via MAN.

Un confronto onesto deve essere quindi a parita' di tassazione visto che questa non e' un COSTO ma un volere dello stato di fare un prelievo fiscale da una categoria (i ricchi possidenti di fiat panda di 3za mano) per i suoi bisogni. 

Certamente Pierino puo' dire "ora e' cosi' e chissenefrega, intanto io scialo" esattamente come gli idioti che ai tempi del boom del gasolio defiscalizzato a 600 lire al litro contro 1200 lasciavano accesa l'auto quando entravano nei negozi a mo di spocchia con la scusa che cosi' non si rovinava il motore (il condi non esisteva ancora nel nostro 3zo mondo). 
Se si toglie da un benza le tasse "ACCISA sulla benza" che viene pagata, lasciando l'iva e gli altri oneri che si pagano anche sulla corrente la benza costa circa 0.6E al litro ecco che le cose cambiano parecchio.
con le 25 ricariche "casalinghe" per buttar dentro 80KWh netti circa, costate circa 850E la nostra tesla percorre circa 320-450Km cad ovvero meno di 10.000Km

in italia il costo supercharger e' di .33E per ogni KWh (non e' chiaro se di fornitura o di ricarica, diamo la seconda MOLTO piu' bonaria):  meno di 10.000 km, non molto distante dalla ricarica "metto un contatore nel box", ma con oneri aggiuntivi: siccome di stare a guardare il display in carica per ore non era divertente, molti mollavano l'auto in ricarica e andavano a cena piuttosto che a far shopping. Bene, fate conto che se non siete nelle immediate vicinanze alla fine della ricarica prevista (che per alcuni charger e' l'80%)  è prevista una penale di 0,40 euro al minuto, che sale a 0,80 euro nel caso in cui tutte le postazioni siano occupate.  Essere oltre i 5 minuti di distanza abbuonati  mentre vi leccate un ghiacciolo puo' essere piuttosto costoso.

Non parliamo neppure delle paline ENELx, ancora piu' costose: diciamo che fra una cosa e l'altra le ricariche fuori casa vanno da un minimo di .32, di fatto allineato a tesla a .51 con una botta di testa a .79E.
E' ovvio che all'inizio si voglia drenare clienti, ma le tariffe raccontano che ci sara' assestamento verso l'alto.

Con 850E di benza senza accise sono 1300 litrazzi che sono 13.000Km

non ci credete?
Chiediamo all'oste se il vino e' buono, ovvero i famosi risparmi di tesla supercharger
 per una spesa di 100E di ricaricona dicono che si spenderebbero 183E di benza.
Se applicassi un raddoppio del prezzo prima delle tasse, di fatto inferiore alle accise della benza, il calcolatore narrerebbe 200E di elettrico e 183 di benza.

Gia' ora, se non fosse per le ACCISE che di fatto costano piu' del prodotto facendone raddoppiare il costo i costi d'utilizzo sono di fatto sovrapponibili.
Sarebbe strano il contrario:
La corrente in italia costa tanto per via di un'inefficienza che potremmo chiamare solare.
La corrente deve essere trasportata su un'imfrastruttura doppiamente costosa: sia ingenti perdite che costo ENORME
infine non e' conservabile ma ondemand

Trovo che sia un miracolo che i prezzi siano di fatto coincidenti e tale miracolo e' possibile solo per quell'aspetto che tutti i teslari   esaltano come e' giusto: un'enorme efficienza del mezzo. Efficienza pero' che sbatte il grugno contro la complessita' dell'infrastruttura che e' la parte nascosta, come il famoso iceberg.

Fintanto che gireranno qualche centinaio di auto tutto andra' piu' o meno bene, certo non sono state le clio o le tesla a far saltare il nord a luglio.



Quando dovessero diventare di piu' come dice l'omarello di cui sopra che vorrebbe porre termine anche alle iBBride entro domani mattina (2035) capiamo che dobbiamo avere una rete infrastrutturale molto diversa da quella odierna nata per le aziende e quel poco che fanno le case.

Anche qui, come gia' narrato, ci saranno ingenti costi, miliardari.
La domanda e': chi paga?
Se i possessori di elettriche allora un bel superbollo ci sta, altrimenti ci state ad aumentare prepotentemente le tasse?
Oppure preferite aumentare allegramente l'energia e i disoccupati?

Infine una noticella: le auto a benza di dimensioni normali di fascia media e alta in ita sono praticamente scomparse per via dell'imposta sul lusso calcolata, va a capire perche', sulla potenza: ci sono auto da 35.000E che pagherebbero 5000E annui d'imposta lusso. 
Perché la tesla che dichiara, un po furbescamente, 600CV non li paga?
Forse che una model S e' un'auto operaia?

Concludendo:
-Le auto elettriche, costano una botta, tanto che compri una benza a ci vai in giro 10 anni allo stesso prezzo.
-per farle andare, tassazione a parte, costano grossomodo come un benzina
-Per farle andare l'infrastruttura costera' miliardi, grossomodo se pagati dalle ricariche, costera' piu' il pieno di una tesla di quello della bentley mulsanne che ha uno charme diverso, converrete.


lascio l'elenco per far notare che queste accise nulla hanno a che vedere con l'inquinamento presunto o qualsiasi scopo che non sia d'integrare con una paccata di soldi il bilancio statale visto che alla fine dell'emergenza divengono stabile introito senza, in realta', differenziazione alcuna.

    1,90 lire (0,000981 euro) per il finanziamento della guerra d’Etiopia vinta nel 1936;
    14 lire (0,00723 euro) per il finanziamento della crisi di Suez del 1956;
    10 lire (0,00516 euro) per la ricostruzione dopo il disastro del Vajont del 1963;
    10 lire (0,00516 euro) per la ricostruzione dopo l’alluvione di Firenze del 1966; evidentemente non e' ancora rientrato l'arno
    10 lire (0,00516 euro) per la ricostruzione dopo il terremoto del Belice del 1968; evidentemente a poggioreale vivono ancora nei container
    99 lire (0,0511 euro) per la ricostruzione dopo il terremoto del Friuli del 1976;
    75 lire (0,0387 euro) per la ricostruzione dopo il terremoto dell’Irpinia del 1980;
    205 lire (0,106 euro) per il finanziamento della guerra del Libano del 1983, conclusa nell'85;
    22 lire (0,0114 euro) per il finanziamento della missione in Bosnia del 1996;
    0,02 euro per il rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004 (se pagate gli stipendi dei macchinisti con la benzina, le vostre gomme sono pagate dai biglietti del treno?);
    0,005 euro per l’acquisto di autobus ecologici nel 2005 mai avvenuti;
    0,0051 euro per far fronte al terremoto dell’Aquila del 2009, di usare i soldi, che ormai devono essere bastati a rifare il friuli 2 volte, o quelli che stiamo pagando per il belice non se ne parla.
    da 0,0071 a 0,0055 euro per il finanziamento alla cultura nel 2011.  immagino non spesi per quello visti i tristi risulatati;
    0,04 euro per far fronte all’arrivo di immigrati dopo la crisi libica del 2011, perche' paghiamo, tanto per cambiare;
    0,0089 euro per far fronte all’alluvione che ha colpito la Liguria e la Toscana nel novembre 2011: ma scusate i soldi alla toscan per l'alluvione erano gia' in accisa!;
    0,082 euro (0,113 sul diesel) per il decreto “Salva Italia” nel dicembre 2011, come si vede facevano prima a scrivere "addizionale irap 2011;
    0,02 euro per far fronte ai terremoti dell’Emilia del 2012 Perche' ogni terremoto e' una buona scusa per mettere un'accisetta, ma multare chi costruisce errato non si tocca, poi vengono fuori le buste.