giovedì, ottobre 20, 2011

film distributor 3/


Perche la gente scaRRiGa i film da emule?
Vediamo di spiegarlo agli ottusi che se lo chiedono.

Ma forse la domanda e':
perche' il distributore offende i clienti ?
L'unico modo per ovviare a cio' e' fare cose illegali.

Nel gergo del cinema la window e' il tempo permanenza nelle sale, ad oggi circa 12-18 settimane.
In realta' moooolto meno.
Quando arriva la prima e' solo in alcuni cinema, ma il tempo scatta nel cronometro.
Salvo che sia Avatar dove non puoi non sapere, o sei uno che passa le giornate a cazzeggiare sul W3 o vieni a conoscenza qualche settimana dopo che esiste un film che e' tratto dal tuo libro preferito, e tu hai gia' perso qualche settimana fra la prima e la scoperta.
Se poi come me non hai la TV.....

Ora SAI che vorresti vederlo MA avendo una vita aspetti 2 o 3 settimane il momento "giusto".
Non e' che tutti i giorni vai al cinema e ci dormi dentro: devi anche lavorare e nei WE vuoi fare... altro.

E passato piu' di un mese, quasi due, e le videoteche annusano gia' l'odore del policarbonato e mettono in vetrina il POP di cartone con la siluette di Don Figaccion ed SamanTHA Longlegs.

Nell'istante che succede tutti i cinema delle grosse citta' decidono che se un film e' gia' nell'home video automaticamente non e' piu' un film degno di un cinema.
Sono passate 8-10 settimane e tu stai cercando dove cavolo lo danno ancora: a 30Km di distanza ovvero 3 ore di viaggio AR e 8 euro di parcheggio: lasci perdere.

Mi e' successo che film di grande successo per settimane non riuscissi trovare posti e poi sparissero 3 settimane dopo l'impossibilita' di sedersi.

Questo fa si che il pubblico percepisca che un film non stara' molto nelle sale e causera' una disaffezione a quei film che andrebbero a vedere ma danno per scontato che non sia piu' possibile vederlo anche se lo e'. Un cane che si mangia la coda.
Il chiudere la window ha portato ad un decremento di pubblico e questo ha risposto dando per scontato che un film va visto subito o nulla.
Sarebbe da vedere in faccia i direttori delle case di distribuzione. Che suicidi favolosi!

Perche' dovrei faticare e correre per pagare il biglietto?

Nessun commento: