mercoledì, marzo 21, 2018

elezioni 2018 congostyle



Sulle elezioni di quest'anno, non che fosse una novità, è interessante notare la sempre più netta affermazione di tutte le minchiate che ho scritto nei vari anni nel blog e anche a voce.
Per prima cosa bisogna indicare che l'uomo medio è sicuramente una banderuola che gira a seconda del vento che tira. 

Come già affermato, per molti la scelta coloro che ci indicheranno la strada non viene fatta avendo in mente che cosa vogliamo nel nostro paese per i prossimi cinque anni, ma in base a una sorta di ricompensa o di danaro o perché ci sentiamo migliori a fare quella scelta.

Nel primo caso lo chiamerei “sei stupido”, perche' assumere (persino una colf, figuriamoci un manager) perche' ti allunga 80E all'assunzione e' da stupidi.

Nel secondo e' da idioti totali perche' assumere una colf perche' e' di una religione precisa o fa il tifo per la marra pugliese e' da idioti.

Comunque e' interessante cio' che e' successo.

Per prima cosa analizziamo il partito democratico.
Anche se non sono sicuramente un affezionato della sinistra è necessario, a mio giudizio, che ci sia comunque un qualcuno che tenga quella posizione per ricordare a noi una serie di importanti cose.
Una cosa e' che non mi piaccia, altro che sia necessario in modiche quantita', variabili a seconda del momento storico.
Ho sempre pensato che il miglior governo dovrebbe esserlo indipendentemente dalle convinzioni personali e certe soluzioni sono buone indipendentemente che siano tipicamente di sinistra, destra o marziane.
Il problema nasceva dal fatto che il partito comunista e la sinistra non venivano votati da coloro i quali erano di sinistra o la pensavano nella stessa maniera.
La maggior parte dei votanti erano persone che pensavano che avere una sinistra al potere potesse dare loro dei vantaggi personali a scapito di tutti “gli altri”. Alla faccia del pensiero di sinistra.

La sinistra, per anni, ha continuato a battere il tasto che è una cosa bella prendere dai ricchi (gli altri) per dare ai poveri.
Se in un contesto particolare di Nottingham sembra una bella cosa, nel mondo reale le cose possono andare in maniera molto diversa: I ricchi non sono in quantità necessaria per elargire a tutti, e i poveri di cui si parla... non sono propriamente poveri.

Bisogna ricordare a quelli di sinistra che un operaio medio odierno è molto più ricco e ha una vita molto più agiata di un ricco sfrondato di poche decadi fa.
In una famiglia operaia non è raro trovare tre automobili, quando ero piccolo i “ricchi” ne avevano una, qualche volta due, salvo che fossero Agnelli o simili. Non parliamo poi di viaggi e oggetti vari.

Questo continuare picchiare il tasto sull'etica del "povero operaio" a tutti i costi e che bisogna elargire soldi a coloro i quali ne hanno meno, ma comunque ne hanno, è stata la bandiera degli ultimi quarant'anni della sinistra.

Prendere troppo le parti di una zona sociale senza regole o progetto equivale a mettere in crisi tutte le altre, poi la cosa diventa un boomerang. Tutto e' in realta' collegato.
Se io prendo dal ricco, con ricco inteso quello che ha molti più soldi di un operaio, e lo porto verso il basso, a queste risorse succederà una cosa molto banale: i ricchi non saranno più ricchi oppure se ne andranno da un'altra parte dove non li prendono per il culo.
È quello che è successo, anche se gli operai non ne sono ancora convinti.
L'azzeramento della classe mediana di reddito la racconta molto lunga con una distruzione totale dei piccoli imprenditori che ormai guadagnano poco più di un operaio, quando non meno.La fascia alta ha di fatto esportato la tassazione.
Certo, i ricchi avranno l'auto più bella o la casa più grande anche per un passato, ma sostanzialmente non hanno piu' i capitali per poter gestire un mercato divenuto internazionale oppure una crescita tecnologica.

Tutto questa manfrina per dire che la sinistra sostanzialmente si è beccata i voti per un motivo molto banale: assicurava flussi ingenti di denaro a chi non aveva preparazione, possibilità di trovare un buon lavoro e soprattutto era invidiosa di chi aveva più soldi.
Urlare che erano gli imprenditori che non pagavano le tasse, quando e' vero il contrario, financo elargire 80E di mancetta presa chissa' dove esemplifica il concetto.
L'invidia era il motore principale.
La contribuzione in contanti verso gli amici diventa la norma, il caso MPS la racconta benone come le 500 esenzioni speciali ad una tassazione mostruosa per permettere la creazione di mostri come i forestali. Il partito delle tasse ma con la narrativa faidate' che dice il contrario.
Cosa succede quando arriva qualcuno promette piu' pelo per tutti del PD?
Tipo 700E anziche' 80E?
Il PD, che ha basato gli ultimi 20 anni a fare
campagne contro berlusconi
campagne per regalare soldi
campagne per dire che le cose “fighe” erano di sinistra
campagne per dire che loro sono gli eletti, e i giusti
Tutto cio' scompare.
Dopo tutto il berlusca non e' piu' un incombenza e con la superiorita' morale non ci compri l'iphone nuovo. In piu' i "nuovi" si raccontano piu' etici degli etici.


Il balzo in avanti della lega è stato qualcosa di spettacolare.
Matteo Salvini è un vero outsider.
Quando parli con qualcuno di parte avversa, soprattutto della sinistra, passa il tempo a raccontare di cose ignobili che lui avrebbe detto.

È innegabile, una parte del messaggio è alquanto inqualificabile, come del resto quella tre quarti dei partiti italiani.
Bisogna dire qualcosa di questo personaggio: è molto meno scemo di quello che sembra.
Se in un comizio in piazza davanti ad una platea di sostenitori mezzi invasati è assolutamente a suo agio, quando viene intervistato in platee molto diverse, come radio 24, il personaggio si adatta a meraviglia senza che risulti una minima discrepanza.

In pratica è capace di passare da toni guasconi che paiono arrivati da uno stadio a una piu' moderata e puntuta prosa decisamente a livello di un leader nazionale.

In pratica, come esempio, cavalca l'anti europeismo: ad una platea di invasati userà toni drammatici dicendo che l'Europa fa schifo, dando l'impressione che in caso di elezioni vinte si possa uscire dall'Europa e dall'euro nell'arco di 10 minuti.
Quando va in Confindustria specifica in maniera particolareggiata che non vuole uscire dall'Europa, ma non vuole che la nostra Nazione conti come il due di picche facendo arzigoli per evitare che si possa dire che dica il contrario di quello detto agli invasati.
È un pubblicitario fantastico.
E' una tigre da palcoscenico.
Aggiungete che chi lavora e' stufo di regalare cifre incredibili. Se dici ad un americano o ad un crucco il tipo di tasse che abbiamo sono fermamente convinti che tu li stia prendendo per il culo.
In questo contesto “roma ladrona”, ovvero basta tasse, e' un sorso di acqua fresca dopo una maratona nel deserto, per chi lavora.
Per questo è riuscito a far si che la lega sia passata da essere un partito destinato al ricordo, ad essere il secondo più votato in Italia.
Indipendentemente da come la pensate: tanto di cappello.


Forza Italia è un bel rebus.
Quando fu fondata mai avrei pensato che avrebbe potuto raggiungere più di qualche zero virgola. Una pubblicità aggressiva, una gestione fatta correttamente dal punto di vista del mondo dell'advertisement ne ha decretato il successo pressoché istantaneo.
Inoltre c'erano delle condizioni molto precise perché la gente comunque della lega dell'epoca non si fidava ma voleva qualcosa di nuovo.
Oggi la destra italiana, raggruppata sotto questa insegna, è abbastanza bizzarra.
In Italia sostanzialmente non abbiamo mai avuto una destra, perché la parola destra veniva associata erroneamente al fascismo e a cose molto brutte.
In tutto il mondo esistono dei pensieri politici che sono ben diversi da quelli della sinistra, ma non sono certo nazismo o simili.
In pratica in Italia è sempre esistito il discorso di sinistra, votato principalmente dai poveri, dagli operai perche' era stato detto dal sindacato e dagli stolti nella maggior parte dei casi. 
Esisteva un centro, che non è mai stato definito, che era famosa democrazia cristiana. Chi non era un estremista non aveva molte scelte. Il berlusconi era credibile, non estremista e nuovo. Riempiva il buco della DC avendo attirato all'interno il centro.
Finito il boom, e soprattutto il pirotecnico Berlusconi (potete anche odiarlo, ma ha fatto un numero circense) sta piano piano tornando a quello che è sempre stata la destra in Italia nonostante, di fatto, sia il centro.
Berlusconi comincia ad avere 82 anni, qualche acciacco e, nonostante sia stato preso a colpi di cannone, incredibilmente è ancora in piedi. Basterebbe questo per finire sui libri di storia. Ma ovviamente non e' l'uomo di 30 anni fa.
Potete raccontarla come volete, è cattivo, fa gli affari suoi e metterci quanta merda riuscite a produrre sopra la sua testa passando anche da chi si porta a letto: il fatto che sia rimasto un personaggio importante nella scena politica italiana ha diversi corollari, non del tutto piacevoli.
Vuol dire che in politica non esiste nessun personaggio in grado neanche lontanamente di essere così in gamba.
Vuol dire che la politica italiana tutto sommato è ridicola. In quel contesto e' un gigante.
Vuol dire che le persone sono stupide.
Vuol dire che gli altri sono peggio di berlusconi.
Che a voi piaccia o non piaccia sta dimostrando che la concorrenza e' peggio.
Inoltre, parliamoci chiaro, ha dimostrato di essere meglio degli illuminati che reputandosi eticamente superiori facevano le piu' gran bastardate nel nome del partito santo e benedetto reputandosi intoccabili.


I Grillini sono una cosa che mi spaventava molto e continua a farlo.
Avevo ragione che erano in grado di sbancare.
In pratica i Grillini hanno utilizzato due tematiche principali:
la teoria dello specchio, in pratica: tutto quello che la gente pensa, loro l'hanno semplicemente ribadita.
Sembra che i negri siano una cosa buona e bisogna essere buoni ad accoglierli?
Ecco che i Grillini dicono che l'immigrazione e' una cosa buona.
Dopo 10 minuti scoprono che i sondaggi dicono che la gente ne coglioni pieni di dar mangiare a degli sconosciuti?
Il movimento cinque stolti fa una campagna contro i neri. Si noti bene che anche per costoro tutti gli immigrati non sono uguali ma è bello identificarli con il colore della pelle non bianca.

La gente si sente in colpa perché usa l'auto per fare 10 m?
Ecco la soluzione: non vi preoccupate! asfalteremo quattro regioni italiane deportando con i mitra la gente e sarete splendidamente Green.
Ovviamente tralasciano la parte con i mitra dalle conseguenza di tale pensare.

La gente pensa che i politici siano dei mangioni perche' i votanti sono invidiosi del loro stipendio?
Ecco la soluzione clinica, anziché controllare che facciano il loro mestiere bisogna togliere le entrate legali dimenticandosi completamente di quelle illegali.

Si potrebbe andare avanti molto ma ogni giorno è un tuonare contro qualche cosa che la gente reputa non buona. La colpa e' sempre degli ALTRI, mai dell'italiano che vota grillino.
Se claim e' il contrario di quello detto 3 mesi prima? Chisenefrega. 

Se vogliamo vedere è molto in piccolo e sfigato la campagna che ha fatto Don Trump: Dare al popolo quello che il popolo pensa che sia giusto anche quando è una galattica tavanata.
Almeno Trump ha detto qualcosa di giusto fra una frase acchiappavoti e l'altra. I grillini non sono riusciti neppure in quello.

La seconda cosa, che poi è quella che ha causato l'affossamento del partito democratico, è il manifesto “più pelo per tutti e noi siamo gli etici”.
Non è un segreto che al contrario di quello che continuavano scrivere giornali, soprattutto di sinistra, la maggior parte dei votanti Grillini non arrivassero dalla destra ma dalla sinistra.

Se ci pensate è ovvio: il pesante assistenzialismo, la promessa di un mondo migliore, di sentirsi eticamente superiori come una razza eletta sono tipici stilemi della sinistra italiana.

Cosa succede se qualcuno riesce nell'immaginario collettivo a darsi l'allure di essere la razza eletta perché diverso, promettere un mondo migliore basato su delle cose impossibili, come il 100% del solare, promettere uno stipendio senza lavorare.

Fra le menti deboli è fantastico.
Soldi gratis
Elettricita' gratis
pollo gratis

Togliere a chi usa la macchina, quando potrebbe prendere l'autobus, il senso di colpa semplicemente votando e' fantastico!
Si prospetta che tutto quello che si fa di sporco può diventare pulito, come andare a confessare i peccati in sacrestia. 
Come per magia.
Confessato l'omicidio non sei piu' colpevole.

Dare una giustificazione etica a chi beve il sangue altrui come i forestali in sicilia e altre decine di migliaia di approfittatori?
Bellissimo. Chiamiamolo reddito di cittadinaza, rendiamolo normale.
Non sei piu' un bastardo che ruba il sangue agli altri, ma stai sereno con il reddito di cittadinanza.

Ovviamente speri che anche per i tuoi familiari possano passare da un uno schifoso lavoro a un reddito di cittadinanza.
Ecco spiegato il grande successo sud del movimento cinque stolti. In luoghi dove e' difficile trovare un lavoro e quando lo trovi e' di medda i soldi piovono dal cielo.

In un momento in cui la crisi morde duro perché le scuole italiane che non sono toccabili, perché se lo fai vedi cosa succede a chi fa una modifica, ecco arrivare salvatori: noi faremo mondo migliore in cui sarà tutto verde, tutti guadagneranno, non avremo l'inquinamento e soprattutto chi non ce la fa avrà comunque lo stipendio. Tutto senza cambiare nulla.
Come vedete è assolutamente il ben godi.

E poi la colpa AGLI ALTRI.
Non siamo piu' un popolo di ignoranti succhiatette rispetto ai tedeschi o ai francesi.
Noi non siamo incapaci, non riusciamo perche' e' colpa del politico.
Noi non siamo culturalmente inetti, e' colpa della legge.
Noi non siamo stolti, e' colpa dei partiti.
Noi siamo fighissimi, e' colpa degli ALTRI se non sappiamo neppure parlare la nostra lingua.

L'unica cosa che possiamo sperare è che nessuna delle cose che sono state dette negli ultimi cinque anni dai Grillini venga messa in pratica.
Altrimenti l'economia italiana diventa peggio di quella del Belize.


Gli outsider:
Bisogna anche sottolineare che tutti quei piccoli partiti che hanno provato a fare qualcosa di effettivamente nuovo, in passato Fare, nel presente 10, non vengono neppure annusate di striscio. Ed è un peccato perché sono gli unici che hanno portato in realtà qualche numero, fare aveva portato dei veri faldoni, 10 aveva qualche buona idea.
La politica italiana ormai si basa sulla io ti do 50 euro, renzi, Io ti do 700 euro, i Grillini.

Ovvio che vincono i grillini con un popolo bue.
E' il problema della democrazia moderna.
La nascita di mostri come la brexit, i grillini o il duo inqualificabile clinton-trump.
Il perche' e' banale e assomiglia molto alle aziende consumer.

Una volta anche l'azienda o il partito piu' scargnappola vedeva di non esagerare.
Certo, un po si show ci sta'. “mai sentito prima”, “novita' fantastica” ci stanno.

Le aziende serie, spesso ancora con il fondatore (vedi ford, bosch...) erano nate per fare cose serie, non giocattoli.
Inoltre i consumi erano di nicchia, non avresti mai venduto un 18-200 a molti fotografi perche' avrebbero riportato in negozio tale medda dopo i primi scatti.
Con l'allargamento del mercato molti si sono sentiti esperti solo per il possesso dell'oggetto.
Poi cominciarono le marche peggiori a non dichiarare piu' 22W anziche' 18. Provarono in seguito 25, 28, 30... e il successo arrise.
Ad un certo punto arrivi al fatto che tutti promettono cio' che speri.

Ormai tutti gli ampli dichiarano 100W e molti partiti regalano soldi ai cittadini (o promettono simili cose) prendendoli dalle tasche degli stessi.

Se gli 80E erano uno sfregio, il bonus di 500E ai 18enni e' diarrea in testa.
Abbiamo dei coprofagi con la cannuccia.

Ovvio che se arriva un cinokoreano in giacca e cravatta che dica che l'ampli e' 1650W gli ignoranti ci credono. 
Sono i grillini, DiMaio e' il frontend che riesce a rimanere serio quando dice che deporterano i siciliani in puglia e i calabresi in abruzzo. Non fa neppure un plisse'.

Impassibile come un giocatore di poker, in giacca e pettinato di fresco. Credibile come i 1650W koreani per il peone medio.

Il perche e' banale, la gente crede di sapere. Si crede piu' intelligente di quello che e'.
IO VALGO (l'oreal)
E se tu pensi di sapere la tua ignoranza e stupidita ti guidera'.
Non ti interessa chi paghera' gli 80E, nella tua testa ci compri il telefonino 4k nuovo. Tu lo vuoi.
Non ti interessa da dove verranno i 700eur-watti mensili. Tu li vuoi.
Non ti interessa come venga prodotta l'energia e NON LO VUOI SAPERE perche' sei una scimmia, la vuoi gratuita e verde e che fa giochi bellissimi.

In pratica se pensi di essere intelligentissimo e straordinario quando sei una parratina che fuma una canna (perche' pensi che faccia bene, tanto sei idiota) voti-compri quello che la spara piu' grossa e ti promette piu' soldi.
Non hai piu' vergogna a chiedere 700E aggratis.
Non hai piu' vergogna a votare chi ti promette sputi in testa se ti da piu' soldi virtuali.
Perche' “io valgo” e quindi mi merito di piu' e le mie idee sono brillanti anche se sono una scimmia che non sa usare una lavatrice.

Banalmente i partiti si stanno adeguando al nuovo mondo.
Quelli che sono piu' vicini alla stupidita' collettiva stanno vincendo. 

La brexit e' un'esempio.
Trump non e' stupido, ma ha dato esattamente quello che la gente chiedeva. Non una virgola in piu'.
I grillini, gente senza etica e senza idee, ribadisce a pappagallo le minchiate che leggono su facebook.


La costanza e' che vince chi e' piu' stupido o furbescamente appare tale. Dicono le stesse cose dell'idiota medio.
Grillo non e' stupido, ma i ministri grillini sono mediamente degli idioti e il partito appoggia l'idiozia.
Salvini non e' stupido, ma non lo sembra abbastanza e i leghisti hanno meno idioti dei grillini.
Renzi e' un frontend abbastanza idiota compliant ma forse non e' apparso sufficientemente idiota.
Berlusconi e' stanco e fare proclami “piu' Fi...lomena per tutti” e' ormai fuori dalle sue corde.

Mi dispiace: la politica e' finita.

E' difficile dire quale puo' essere un futuro di imbecilli governato da imbecilli o che si comportano da tali.
Io proporrei a tutti quelli che hanno votato m5s una lettura

Gli idioti in marcia
Cyril Michael Kornbluth

e un film
Idiocracy, un film del 2006 diretto da Mike Judge


3 commenti:

ijk ha detto...

Avevo dimenticato Kornbluth.
Per chi ha letto molta SF il mondo di oggi offre meno stupore.
Aggiungeri a questo filone Frederick Pohl, Robert Sheckley, e John Brunner.

Giuspi ha detto...

Secondo me - e mi dispiace dirlo - tutto sommato i 5 stelle attualmente sono il male minore.

Il centrodestra ha portato il paese sull'orlo del default e ancora ci stiamo leccando le ferite dopo la cura Monti. Con la Flat Tax sarà default immediato. No grazie, non lascio ancora il timone in mano a questa gente.

Il PD dorme. C'è voluto un blogger per fargli aprire gli occhi sulla questione migranti, e forse oramai è troppo tardi. De Benedetti gli fa fallire il Monte dei Paschi e noi dobbiamo rifinanziare? Gli fanno il sedere a strisce? No, gli danno le soffiate per guadagnare altri soldi. Gentiloni sottoscrive cessioni marittime senza nulla in cambio, e grazie a dio c'è stata una congiunzione astrale per cui il Parlamento non è riuscito a ratificarle. Le aziende fuggono all'estero, ora pure quello che fatturano tanto chiudono e riaprono all'Est, con gli stessi fondi UE che finanziamo in larga parte anche noi, e giù applausi fino all'altro ieri senza alzare il ditino in sede di approvazione di bilancio europeo. Accomodatevi in panchina e rinfrescatevi le idee.

Di Maio è la nuova Raggi? Bene, il reddito di cittadinanza non si fa, non si farà nulla di nulla di quanto hanno promesso; la bolla a cinque stelle scoppia e magari questa è la volta buona per far emergere un partito decente (anche 10 volte meglio, se non si presenta un nuovo kamikaze Giannino alla guida).
Di Maio è il nuovo Pizzarotti? Bene, il reddito di cittadinanza non si fa lo stesso, a Beppe gli restituiscono un bel Vaffa e magari è la volta buona che si combina qualcosa di decente.

Luca Lissona ha detto...

LIKE