lunedì, novembre 28, 2016

tv story 1996






Hitachi,un altro nome che ha fatto moltissima ricerca, produce il primo schermo LCD che avrebbe una qualche motivazione di stare su di un televisore: i pannelli IPS.

La differenza con i pannelli vecchi consiste nel fatto che un LCD attivo (TFT) ha un problema di angolo di visione ridotto che causa uno scostamento dei colori a seconda dell'angolo di visione. Siccome l'occhio e' puntiforme anche la visione da uno specifico luogo e' cangiante.

Ed è il motivo che nonostante alcuni televisori LCD siano abbastanza spessi da avere un buon diffusore e di luce posteriore alla vista spesso i colori non sono uniformi tra centro e bordi. Una cosa che peggiorera' con i TV supersottili per gli stolti di moda dopo il 2010.
Non parliamo poi se il televisore non viene visto perpendicolarmente. Questa tecnologia non verrà montata nel mercato mainstream che dopo 15 anni perché nel frattempo era più importante raccontare di avere più pixel, avere  il finto LED oppure lo smart (smerd?) che avere una qualità più alta. Si arriva all'assurdo che alcune marcacce hanno proposto nel 2012 televisori che costavano cifre da capogiro con pannelli TFT

5 commenti:

Scatola Grande ha detto...

Da ex possessore di un bel monitor con schermo Triniton, dal peso e ingombro spropositato ma dalla qualità immagine superba da tutte le angolazioni e in un ampio intervallo di risoluzioni e frequenze posso dire che tutt'ora lo rimpiango. Purtroppo qualcosa nell'elettronica che controllava la deviazione del raggio ha ceduto e le immagini si ingrandivano sempre più diventando sempre meno luminose. Oppure era il cannone elettronico che non ce la faceva più o la tensione di griglia era crollata.

Fatt sta che questi LCD dopo una decina di anni lateralmente si vedono male. Inoltre, come giustamente scrivi, questi grandi schermi mi fanno notare meglio i difetti delle trasmissioni che, appunto, neanche il vecchio PAL analogico specialmente su alcuni tipi di immagini in movimento, tipo la pioggia.

blu-flame ha detto...

La pioggia se comprimi un botto te la giochi.
Diciamo che meno di 300Mbps sono inutili su di un HD in azione e anche cosi' la pioggia rimane spesso un problema. Per avere una bella pioggia bisogna salire oltre.

Dopotutto il PAL lo si comprimeva sulla videocassetta a 300Mbps, no?
Proporzionalmente il FullHd sono 1200 e il 4k (4kolioni?) 5Gbps: connessione facile e leggerera, no?

Scatola Grande ha detto...

Nel precedente commento volevo dire che ancora oggi, ad oltre un decennio dall'uscita, i pannelli LCD hanno ancora dei difetti ripetto ai CRT.
Però devo dire che sono sottili e leggeri.

La perdita per compressione me la vedo persino nella TV piccina così' senza neanche fare tanta attenzione. Immagino cosa accada se osservassi con attenzione. O se usassi un PC.

Attualmente la nuova moda sarebbe l'HDR che, a quanto pare, sarebbe la semplice visualizzazione dei colori usando più di 8 bit per colore. Per adesso si parla di 10.

blu-flame ha detto...

ad oltre un decennio dall'uscita, i pannelli LCD hanno ancora dei difetti ripetto ai CRT.

I pannelli LCD a colori per TV sono usciti, come scrivo, nel 1983. Sono 32 anni da quando vidi il primo.
E' come le lampade LCD: una tecnologia errata ma a forza di mettere Biliardi di $ alla fine, fra 20 anni, diventeranno decorose. Nel frattempo si mangia merda.


La perdita per compressione me la vedo persino nella TV piccina così' senza neanche fare tanta attenzione.

Potranno raccontare sempre di un compressore alla provitaminaV o al succo di pannello solare ma qquando un flusso come il PAL (500Mbps) lo trasmetti con 2Mbps si tratta sempre dello 0,4%. buono quanto vuoi il tuo amico compressore ma si tratta sempre di buttare il 99,6% dei dati.
Una compressione e' una cosa ma superare l'80% dei dati persi e' una strage.

l'HDR non serve ad un tubo se non, come il 4k, a spostare l'attenzione che i pannelli fanno cagare e alcuni addirittura non sono neppure IPS: degni di un orologio da polso ma non certo da vedersi un intero film.
Oltretutto incrementa i dati ancora del 20%, ovvero se non si aumenta la banda, una maggiore compressione.

Sarebbe piu' utile, per una trasmissione 1080, passare da 10Mbps a 50Mbps che, come stanno facendo, aggiungere il 20% dei bit o quadruplicare i pixel.
Ma fare questo COSTA e non si puo' fare via internette.

«pane e giochi circensi»

OlatusRooc ha detto...

@ScatolaGrande:
Io uso ancora un bel 21'' Trinitron (credo del 2000), regalatomi da mio zio quando ha cambiato pc: lo voleva buttare!
È vero, pesa ed è ingombrante: ma tanto non vivo in un monolocale, ho la postazione per il pc. E funziona ancora bene (come l'altro mio schermo, un LCD di marca strana che si può definire solo "Monitor generico Plug & Play" del 2003, pure questo funzionante bene).

Anche i miei conoscenti hanno tutti schermi con massimo cinque anni: sono io l'unico fortunato a trovare i pezzi riusciti bene che non si guastano? :)