mercoledì, marzo 30, 2016

Win10, chimelofafare...

Vorrei parlarvi del perche' trovo inutile, almeno per un utente consumer, usare windows utilizzando la storia dei miei pc. 

Non uso quella di alcuni clienti, o quella di sentito dire perche' ho la piena consapevolezza delle mie scelte e le motivazioni che mi hanno spinto a dire che a parte l'AD windows oggi e' la cosa piu' inutile dell'universo.
E forse lo e' sempre stato.

Ho sempre pensato al SO dei pc a qualcosa che deve funzionare e basta. Qualcosa di semplice che non mi mettesse i bastoni fra le ruote e fosse stabile come un firmware, quelli d'epoca in cui nessuno pensava che potessero essere aggiornati e quindi erano a prova di bomba.
Forse mi sono abituato al SO integrato nel 1541 in rom. Era li, andava e non rompeva.


Partiamo dal fatto che i miei pc hanno sempre avuto un'infinita' di OS. Spesso avevano boot multipli ed in un caso quadruplo.
Fino ad una certa data il mio SO principale e' stato DR-dos con deskview e/o GEM.
La scelta era facile: l'interfaccia facile ed immediata, il multitasking e l'unico SO fattibile (ci ricordiamo, vero, cosa era MS-dos 3 poi 4 o il costo di SCO?).


Poi arrivo' OS/2 2.0. FANTASCIENZA
Nessuno pensava che non fosse il nuovo re. 
Ancora oggi non penso che esista un SO migliore. Facile, semplice, immediato e veloce.
Lo usai per anni diciamo dal 94 al 2002 circa.
In tempi che l'utente MS passava il tempo a formattare e trovare “il modo per farlo andare” io avevo trovato il modo di usare il pc per fare quello che volevo.
Formattare per me voleva dire “ho cambiato il pc”
Presentation manager era quello che dovrebbe essere un'interfaccia e insieme ad alcune cose di motif dovrebbe essere il riferimento di chi fa un'interfaccia per desktop.


Nei primi del 2003 comprai una workstation portatile ACER e siccome il programma di compatibilita' era per WIN installai XP. Era il mio primo approccio personale con il mondo MS.

Le varie versioni di 
95 (95sfiga, 95OStRega che bidone e 95Urca Superpippa Biversion) 
e win 98 (98sfiga, 98Sfiga Ennanced, e 98 Medda Edition) 
impestavano i luoghi di lavoro.
Posti dove passavo il tempo piu' a smanettare che a lavorare per evitare che in momenti di pressione quando arrivava il lavoro si facesse la classica figura di M tipica delle aziende di serie B (il copuitero non vaaaa).

Allora ricominciai ad avere anche sul mio PC le fantastiche feature MS:
schermate di blocco,
menu' nascosti,
driver che non driverano,
licenze che svaniscono,
crapware,
dimensione del SO degne di un top500.org
impostazioni da iniziati...

Adesso anche gli amanti della necrofilia spero abbiano capito che XP e' stato uno dei peggiori SO del pianeta?
Ho sentito gente che lo rimpiange!
Pazzi.
L'unico suo fatto positivo e' stata la durata sul mercato che ha permesso la sistemazione dei bug piu' grossi nei primi 6 o 7 anni ma anche una stabilita' dei driver di aziende come i cinesoni che finalmente dopo 10 anni hanno scoperto che se funziona il driver sul loro pc crackkato con account demo e lingua cinese non vuol dire che funzioni sul mio.


Dopo circa 10 anni di questo divertimento avevo abbandonato gli altri SO. Ero dovuto diventare esperto di XP. Grandi perdite di tempo. Bill dovrebbe rifondermi migliaia di euri.

Quando dovetti montare 2 nuovi pc (e avendo pagato le licenze!) le misi sotto Xtreme Puttanaton triversionpack (la versione che avrebbe dovuto essere nel 1999 ma usci un paio di millenni dopo.).
Erano macchine vecchie e di recupero.
Il primo PC era collegato al VPR e la seconda macchina era una specie di server.
La prima frezzava di bestia e spesso si impastava a meta' film per secondi interi spesso suicidandosi.

La seconda era stato problematico il solo install. Dell aveva pensato di chiamare 2 pc con lo stesso nome e anche con il seriale si scaricavano driver errati.

Perche con XP e' necessario andare a caccia di driver.

Inutile dire che con modiche 3 ore fra siti vari e' facile facile trovare i driver, no?
Comunque sia era in wifi: il grande spauracchio dei driver cinokorean.
Perche' una cosa e' guardare facebokko e poi spegnere ma se sta acceso piu' di 5 ore e' un casotto.

Comunque su di un sito in cinese dopo ore a capire cosa fosse e ore a capire che azz dicevano le scritte in cinese... avevo trovato un driver che andava.... Abbastanza.

Dopo un anno sul “server” l'HDD mori'. Io stupidamente non avevo salvato i driver forse immaginando che sui siti dei produttori mettessero a posto le cose.

Nuovo giro in giostra con i cinodriver. Dell e' cosi' graziosa con i “pro” quanto muta con i consumer. Idem con le skede di rete WiFi (cambiate 3 ma con gli stessi fXttuti risultati).

Nel frattempo dopo un LinuxMCE e ubuntu, xubuntu il VPR non frezzava piu' e appariva con una saldatura sulla mainboard il sourround, una cosa sconosciuta a XP.
In 10 minuti si installa e non devi andare a caccia di driver. E oggettivamente non frezzando e avendo l'audio multicanale e' un altro pianeta.

Altro anno o due a anche il “server frankestin” dopo una morte di un secondo HDD e una distruzione della FAT (si lo so...) da parte del pessimo XP (ma NTFS non dovrebbe essere giornalato?) l'idea della caccia mi intristiva e allora passava a linux mint. 10 minuti. Ho detto tutto.
Come bonus pack la wifi stava su mesi interi contro qualche giorno.

Mint guadagnava poi anche il VPR definitivamente anche con una nuova MB.

Cambiano i PC e la workstation comincia ad essere un po terrificante: i 9Kg del P4 3GHz erano un po anacronistici e recupero un vecchio coso che cosa con vista.
Vista su tal celertont con 2GB non gira neppure a bastonate.
Classico acquisto da supermercato. Manca la parola subwooferon e il cartellino 1650W e siamo a posto. 15 minuti solo per accendersi e smettere di rompere al povero HDD da 4000giri.
Nonostante il regalo a Bill sbatto su un bel mint. Prende vita e funziona per anni.

Cosi' ho un fisso con WIN7 molto carrozzato (PHII), un portatile “sfigaton” celertont con mint, un server nuovo con mint, un vpr entrambi con varie AMD da 10W circa. Ho regalato 500E a zio Bill.

Compro una nuova workstation moderna con I5 e FirePro. Fighissssima e usata.
Win 7 frezza, un driver errato suppongo e me ne sbatto. Tanto devo partire da zero.

Carico W10usb pulito da MS.com e dopo un supersbatti meta' della roba non funziona ancora.
Solo forzandolo vede la scheda grafica.
Il sito del produttore non si fila win10. Come se non esistesse.
Ok, del lettore d'impronta non me ne puo' fregar di meno ma l'SD... cavolo.
Poi mi installa la Xbox. DI SERIE! NON ELIMINABILE!
Ancora e' installato e cerca di vendersi l'FTP di microsoft (cloud tuBBo megafigo...) come del resto ruzza forte sulla vendita dell'oramai inusabile MS-office.
Ok il SO deve venderti il software che altrimenti non compreresti col nome trendy.
CLOUD=MONNEZZA. Come bio, green, eco.

Il menu “start” sembra uscito dalla lavatrice o forse dalle stampanti. Non certo da un pc.

Il menu contiene riferimenti gioiosi su 11 idioti che rincorrono una palla e che una sconosciuta e' mamma.
Merda, stavo cercando l'editor.
Sflicchera il tempo di roma
stavo cercando l'editor.
Comprati il cloud (che e'? se magna?)
stavo cercando l'editor.
Che bello l'office da 500E!
stavo cercando l'editor.
Nuove partite su razolcrushfantasy!
stavo cercando l'editor.
DOVE MERDA SI TROVA un BANALE E FOTTTTTTTTT notepad?


Cioe' su di una WORKSTATION con windows PROFECCCSSSIONAL (mica game core turbo sampung megapixel tuBBo watti!) mi metti Xbox (non removibile) candy crush e altre decine di CAGATE?

DECINE!

Se voglio giocare a doom sono azzi miei ma immaginiamo che io sia ad una riunione SERIA e viene fuori il tasto (animato, mi raccomendo!) di GIOCHI sul VPR...
Scherziamo?

Il prossimo passo cos'e': fare 100 punti esperienza con Enemy Territory per attivare la fatturazione?
Meta' delle cose ti chiedono qualche tipo di registrazione.
Le finestre sembrano quelle tipiche degli anni 80 pre SAA di IBM: finestra intera con roba sparsa per occupare tutto lo spazio.
Non si possono affiancare: sono ENORMI. Il designer della GUI si chiamava jarjarbins?

Chiede di lavare tutti i tuoi dati, posizione, dimensione di mutande e mandarli a Redmont.
Anche no, grazie.

Lo store fa cagare: i programmi provati sono tutti in versione ridotta (sfigaversion?): gireranno anche sui cellulari ma non hanno le caratteristiche degne di un utente avanzato ovvero professionale.
Chiamiamolo bimboM store.
E' piu' coerente!


Torniamo a caccia di programmi.Vai su mozilla, sun, …

L'affare possiede un lettore di smart card e dopo vari smadonnamenti (ormai siamo ben oltre le 10 ore perse) installo il “beato dallo stato” infomerd per accedere ai siti. NON E' COMPATIBILE CON LA MIA CONFIG.
Certo, smanettando un paio d'ore lo faccio andare.
Ma perche' dovrei?
perche' dovrei?
Sono pazzo?


Ho deciso di installare linux mint: 10 minuti, vede piu' roba, NON MI INSTALLA IL CRAPWARE XBOX.
Lo store e' pieno di roba seria e anche gratuita: CAD, Sniffer, pingher, editor... E molti programmi che uso abitualmente sono gia' installati. Anzi provero' krita.
Funziona anche infomerd (dal sito stolto pero': per lo stato lo store non esiste). E le stolte CMS (che cambiano nome e versione a seconda delle decine di enti).

Perche' se ho voglia di giocare posso decidere ma che su un PC dichiaratamente PRO (win10 PRO sta per PROblematico?) se non ho obblighi metto linux mint che e' ormai divenuta la mia distro di riferimento: una elegante via di mezzo fra il mac e la SAA (ovvero win7) senza il monotasto e la barra menu' sciancata del MAC e le menate di win.


La domanda e' se si esclude la storia del AD di WinServer, carina ma se ci pensiamo replicabile facile, cosa serve windows oltre che per giocare?
Oltretutto il mondo vuole muoversi ad usare mezzi che non sono amici di AD: tutte le pubblicita' di soft di contabilita' pestano il tasto sulla funzionalita' con android e IOS.

E non mi venite a parlare di autocaddo photoshoppo &c, il piu' grande successo di software di grafica ha 14 milioni di installazioni attive. Con 200 milioni di portatili e 100 milioni di fissi all'anno venduti (durata media aziendale 5 anni, per i privati arriviamo quasi al doppio) capite che e' un programma sconosciuto al 99,8% delle macchine.
E poi parliamoci chiaro: mettereste 2000$ di soft su di un pc da 299$ con omaggio 3 salami ed un monopattino?

L'unico limite sono i programmi di contabilita' (per i neo proto fighetti ERP) ma ormai molti sono multi client per via dei miliardi di pezzi fra PAD&c.

So che il limite di win 10 e' essere la versione ripulita di win8 ma, per favore, essere compatibile con un cellulare e' bello ma non indispensabile se il programma poi fa cagare.

Capisco la filosofia di IOS: limiti in cambio di semplicita'. Pero' se abbracciamo la filosofia per il desktop, e ci puo' stare, non dobbiamo dimenticare che per un PC forse lo schermo e' un tantinello piu' grande. Abbiamo il mouse, perche sui pad e sugli androidi vogliono risparmiare soldoni (P910 con UIQ e' un esempio serio di cosa si puo' fare), e abbiamo processori in grado di altre prestazioni visto che ciucciano 150W anziche' 4W

Inoltre non tutti, io per primo, amano vedere i videogame in prima battuta. Non odio i giochi ma se devo lavorare non li voglio in primo piano.
Cosi' come non voglio in primo piano tutti quei riquadri che sfregugliano cercando di attirare la mia attenzione.
Distraente oltre che pacchiano. Il prossimo passo? Un riquadro di porn nel menu' per invitarti a cliccare su una cosa a tre?
Certo continum o come si chiama e' bello ma inutile se deve gambizzare qualcosa.

Ad un utente che non necessita un particolare soft che per motivi suoi esiste solo in quell'ambito consiglio di fuggire lontano.
Da molti anni ormai esistono scelte che vanno dall'interessante di mint odierno al notevole di OS/2 che fu.

Da sempre la domanda e': se non fosse per il preinstall windows venderebbe?
La mia risposta dal 1994 e' NO.

Perche' scegliere MS-DOS invece di OS/2 2.0 era un suicidio da lemming se si aveva un po di RAM.
8 bit ricompilati a 16 o 32bit OOP?
Eppure comprarono carrettate di ms dos per decenni ancora. Roba che fino al 2002 aveva problemi anche con il driver del mouse.
Al confronto quella vaccate che sono i cromebook appaiono geniali: sono a 32bit, hanno una gran durata di batteria e non rompono il cavolo con settaggi wudu'.

Infatti stanno scalando il mercato. In passato ho affermato che sarebero stati il futuro per i “giovani” quelli cioe' meno avezzi alla tecnologia: la usano ma si rifiutano di comprenderla, sono occupati a parlare di marchi, megapiCSel, vatti, subifufer.
Cambiando spesso l'apparecchio deve costare poco. Il costo di licenza e' d'intralcio. Il goal e' trovarselo installato e pronto per facebook.
Da quando ne ho parlato la quntita dei cromebook, che sono un'erosione dei tablet a spese di un PC, sono passati da un 3% ad un 7%. Se avranno successo si vedra' quando supereranno il 10%.
Per i bimboM il cromebook e' la soluzione. Potrebbe arrivare a superare il 20% dei portatili una volta aggiunte un paio di feature.

Il declino della produzione dei contenuti la si vede bene con il calo dei fissi ormai al al lumicino e sappiamo tutti che molti lavori o li fai con un fisso o stai wastando il tuo tempo. Monitor da 25” con colori a posto o dischi veloci e grossi non fanno parte del pianeta portatile. Qualche worksation dal costo improponibile puo' avvicinarsi ma se guadiamo il listini i 3.000E rappresentano un inizio.

Perche scegliere oggi W10 che vuol essere un cromebook di lusso con tasti rotanti sbarluccichi??

Datemi un motivo.



PS
Non chiamamole app, sa di quegli sfigati che nel 1985 facevano i fighetti differenziando i programmi di sistema dalle applicazioni menandosela. Poi magari non sapevano neppure installare un floppy. Gli stessi millantavano il possesso di un profile da 5MB sventolando la rivista applicando. Poi scoprivi che non avevano neppure il computer.






7 commenti:

Stefano ha detto...

Dai, su, Win10 l'ho installato con "spirito suicida" in ufficio su una WS da 3k euri con Xeon, SSD e 16Gb e mi ha sorpreso per la velocita' e stabilita'. Va bene, ci faccio esclusivamente CAD/CAM 3D e roba da ufficio, ma una volta "lobotomizzato" (finestrine, finestrelle e ammennicoli vari) e' una buona "partenza" rispetto ai precedenti.

In ogni caso, mi piacerebbe vedere come andrebbe il mio "ferro" con eComStation, OS/2 WARP 4, per gli amici... :) Mi sa che se riesce a partire (i driver sono sempre stati una croce...) il boot si limita ad uno "scroll" de video...

A proposito di driver, mi ricordo che con OS/2 Warp 3 avevo un portatile con il driver PCMCIA che non supportava vecchie schede di memoria. La soluzione? Molto elegante: avviavo una sessione OS/2 "virtual disk", praticamente una macchina virtuale, che caricava un MS-DOS 3.2 con un driver compatibile con queste vecchie schede. In questo caso potevo caricare e riversare i file nell'HDD (che era addirittura HPFS).

Provateci ora... neppure con VMWare...

E comunque ti ho "battuto": avevo un PC con multiboot a 6 S.O. (che poi sapessi usarli tutti e' un altro paio di maniche...) e 10 HDD (4 IDE e 8 SCSI). Se non ricordo male avevo OS/2 Warp3, Windows98, Windows2000, SCO UnixWare, Linux SuSE e... boh... non ricordo chi era l'altro...

Bei tempi...sigh... :(

Stefano ha detto...

Ah, ecco... XP64...

blu-flame ha detto...

Stefano non ho parlato di stabililita' perche do per scontato che W10 sia meglio di XP e almeno al livello di 7.
Devo dire che 7 non e' stato male da QUEL punto di vista. Forse il prodotto migliore di MS in tutto.
Pero' l'interfaccia e' quella che permette la produttivita'.
per esempio il dragNdrop su 10 e' fallace se lascio su di un file apre quest'ultimo.
Centinaia di piccole cose in cui non va come dovrebbe.

I lenzuoli ctr+P e svanisce lo schermo. Cosa stavo mandando in stampa?
non e' dato sapere. con i prg mmultitab e 20 finestre aperte sarebbe carino poter vedere sotto.
Centinaia di lenzuoli inutili ed irritanti. Per non parlare delle ultime ver di msoffice: 300 click perche la barra dei menu' e' troppo old fascion.

Stefano ha detto...

Su questo sono perfettamente d'accordo. Tra l'altro c'e' l'idiotissimo limite (non ho trovato ancora un workaround, tranne dragdroppare sul programma precedentemente aperto) di 15 file da aprire contemporaneamente/stampare con il menu contestuale(a volte mi capita un centinaio di PDF da stampare contemporaneamente o de disegni da aprire tutti in autocad).
E l'interfaccia e' ancora piu' demente e non moddabile (l'avevo fatto con Win8 riportandolo alla shell di XP)

Per il resto usando programmi vecchi con interfacce "vecchie" (io MSoffice ho smesso di usarlo da prima che venisse fuori l'interfaccia idiota "bubbolosa...") grossi problemi non ne ho, tranne quando devo smenarmi nelle impostazioni. E li' e' un delirio... la copia vomitevole di una interfaccia da cellofono per cerebrolesi lobotomizzati... ma sono scemi...???

blu-flame ha detto...

purtroppo non sono scemi e' il pubblico che sono cerebrolesi lobotomizzati.
Solo che win8 e' arrivato troppo presto.
le persone giovani non sanno neppure settare il F/R delle stampanti e prefariscono il menu sanwich.

Rebecca B. ha detto...

Non sopporto microsoft ed i suoi sistemi dal 2008 ... anno in cui ho avuto sotto mano un modem non softwarizzato...
già odiavo prima i suoi sistemi.
cervellotici, incoerenti, non lineari, proni ad errori interni per cavolate loro.
ora se il sistema crasha è perchè ho fatto una cagata personalmente e ho la possibilità di risolvere il caos. benvenuto sia gnu linux.
sistema operativo solido, coerente (una volta scelta la libreria grafica da privilegiare), supportato da praticamente tutto il mondo (ah, quello no, per sfortuna).
Insomma, sento di usare il mio terminale, a differenza di prima.

Ah, OS/4 Warp è assolutamente al passo con i tempi... peccato che il filone sia chiuso... diventerebbe su una delle mie postazioni il sistema operativo predefinito

Stefano ha detto...

@Rebecca

C'e' ancora eComStation, con un buon supporto:
http://www.ecomstation.com/product_info.phtml

Purtroppo causa "family" ho dovuto abandonarlo e non ho notizie da "insider", tra l'altro e' a pagamento (nonostante la community abbia chiesto a piu' riprese a IBM di rilasciare i codici, ma ci sono parti con copyright MS che non possono essere divulgate).
Vedi un po' se il gioco vale la candela.