venerdì, ottobre 09, 2015

diselgate e stupidita'

Ancora non si ferma la polemica che riguarda i motori diesel, si dice di VW ma com'è facile dimostrare il problema è la categoria naftaroni.

Dal punto di vista “meccanico” ne ho già parlato ed è inutile proseguire.

Quello che però sta accadendo è lo sviscerarsi del fatto che nessuno ammette di essere un completo ignorante.
nessuno capisce cosa e' successo e perche'


Fino a pochi anni fa un oggetto complesso come poteva essere un'autovettura era tutto sommato semplice. Il massimo della complessità esistente nel 1962 era un ponteggio con 4 ruote (giusto per capirci audi si chiamava ancora DKW). Unica eccezione a questo mondo, e rimarra' tale per decenni, la citroen DS.


Ma basta arretrare di altri cinquant'anni perché sostanzialmente le autovetture come intendiamo oggi non esistevano e il massimo della tecnologia era il treno. La prima autovettura a solcare il suolo italiano (una pegeout) era di pochi anni prima ancora.

Ancora pochi anni indietro e un intero settore oggi piu' grosso del food, quello tecnologico, si può dire che non esisteva ancora come mass market. Certo oggi non consideriamo le bici, auto, computer, telefoni e frigoriferi la stessa cosa. Ma all'epoca era normale (per dirne una fiat e ford facevano frigoriferi, beh GE lo fa ancora).

Pensiamoci bene: tutto ciò che oggi conosciamo è arrivato nella seconda metà dell'ottocento. Niente e' piu' come prima, neppure il cibo. 
Nessuno oggi si sognerebbe di far a meno del mattone forato o dei trattori. 
Nessuno si muoverebbe per 1000Km usando i cavalli. 
Nessuno si sognerebbe persino di levare gli OGM con cui vengono prodotte le eccellenze italiane.

Esiste un problema di fondo che è dato dalla conoscenza.
Molti fanno combaciare l'inizio della civiltà col fatto che eravamo in grado di maneggiare un bastone.
Forse questo ha scatenato una serie di cose ma ricordiamoci che sono parecchi gli animali che fanno uso quotidiano di utensili e non si tratta solo di primati ma persino di uccelli.

La vera chiave di volta dell'evoluzione che ha permesso lo sviluppo della civiltà moderna è stato il linguaggio e la possibilità di trasmettere informazioni fra unità e nel contempo trasmettere anche parte del know how.

Il problema di questo sistema trasmissivo non è solo una questione di volontà ma anche del fatto che la memoria non nasce per questo scopo ed è quindi impossibile ricordarsi perfettamente tutto ciò che ci viene detto.

Prima che ci fosse uno step successivo dovettero passare secoli, millenni.
Il primo aspetto tecnologico della nostra civiltà e' la scrittura.
La scrittura è un primo oggetto, un primo meccanismo, che ha permesso all'uomo di potenziare delle facoltà.
Non è comune a nessun animale, completa e definisce anche il linguaggio.

Come tutte le cose in grado di fare la differenza era una cosa che veniva tenuta stretta e utilizzata solo dai governanti o comunque dalle persone non certo comuni.

Fino al 1600 lo strumento principe di avanzamento tecnologico è stata la scrittura e ancora oggi è la differenza che sottintende fra le fasce di popolazione.

Nel 1600 però succede qualcosa di particolare si definisce la scienza e cosa è scientifico e cosa non lo è.
Definire che cos'è una stronzata, separandolo da un dato di fatto, separare la fantasia dalla realtà, consente di essere in grado di discernere che una cosa non è automaticamente vera perché qualcuno ha fatto un'affermazione.
Questo potente strumento, inizialmente non compreso, che si riduce alla banale affermazione che se non sei in grado di ripetere un evento non sei in grado di capirlo, ancora oggi è sconosciuto alla maggior parte della popolazione.

E nei primi del novecento che si iniziano a intravedere delle persone che non sono scienziati, non sono ricercatori e non sono neppure artigiani ma costruiscono oggetti avanzati.
I tecnici, gli ingegneri, sono persone che non hanno fatto “la scoperta” e non sono neppure le persone che hanno imparato tutto all'interno di una bottega.
Questi nuovi prodotti umani oggi tipicamente escono dalle università sono persone che hanno le conoscenze che giungono dagli scienziati ma non assumono queste formazioni per proseguire il lavoro della scoperta.
Costoro sono tecnici che prendono il conoscere e lo trasformano in un oggetto fruibile da chiunque. Inizialmente la categoria non è ben definita e netta visto che molte cose importanti devono ancora essere scoperte ma è grazie a loro che vedranno la luce cose come l'automobile, l'elettricità nelle case, la telefonia moderna eccetera.

L'industria, la tecnologia per la massa. Il concetto di produzione seriale dato dalla precisione e dalla uniformita' di realizzazione.

Gli scienziati e tecnici plasmano il futuro e danno una svolta così grande alla storia che basta leggere qualunque rivista di qualunque anno che si trovano scritte aspettative enormi e chissà quale rivoluzione. Negli anni 50 del 1900 sembrava che fosse una certezza persino poter prendere un autobus per Marte entro pochi anni.

All'incirca negli anni 80 del 1900 si cominciano a produrre (in massa, ovviamente) oggetti in grado non solo di funzionare come funziona un martello ma di avere una logica di comportamento.
Questi oggetti inizialmente erano utilizzati da entusiasti che imparavano competenze specifiche con il solo scopo dell'utilizzo.
Solo vent'anni sono passati da un utilizzo molto ristretto ad un utilizzo che di massa e' definire poco quando alcune riviste con la mente ristretta al passato, ancora negli anni 90, (repubblica?) si chiedevano se fosse il caso di avere una macchina programmabile in una casa. In realta' alcuni degli oggetti una volta banali timidamente cominciavano a possederne uno.
All'epoca mi sembrava come il chiedersi della necessita' o meno di usare la carta.

Nel 2010 la società è completamente basata sui computer e ogni persona del mondo industrializzato ne possiede almeno un centinaio, numero in continua ascesa.
Il cittadino del 2015 ne indossa almeno un paio,
i bambini giocano esclusivamente con il computer,
si cuoce il mangiare con un computer,
Il caffe' viene spesso preparato da un computer
al supermercato si paga ad un computer (con l'accessorio cassiera o meno)
utilizzando come moneta un computer.
E non non parliamo neppure dell'eventualità di andare a spasso: se tutto va bene siamo trasportati da una piccola rete di una decina di computer alcuni dei quali piuttosto potenti.

Per la chimica e' stata la stessa cosa se solo si pensa alla bachelite.

Se si vede bene esiste un'accelerazione logaritmica della complessità di ciò che ci circonda. Nel contempo tutti noi bramiamo quelle comodità che questa complessità enorme ci ha fornito.
Il rovescio della medaglia è che noi dobbiamo essere degni, informati, di questa complessità.

Nel frattempo che questa complessità arrivava a vette difficili da capire si formavano altre classi di persone che incapaci di comprendere la complessità cercavano di inventarsi nuove cose antiscientifiche.
È il motivo della contrapposizione di alcuni alla scienza nonostante non ne possono fare a meno.

Per esempio se parliamo degli avvocati è ridicolo il fatto che non comprendano che cos'è un computer nonostante in tutte le cause è più o meno presente. (non me la prendo con le persone avvocati ma con la scuola e il fatto che il sistema giuridico sia rimasto al latino di 2000 anni fa)
Il fatto che non se ne rendano conto giustifica addirittura l'applicazione di leggi contrarie alla logica come l'uso della PEC. Perche agli uomini di legge e' impedito l'empirimo.

Capita perche' esitono gli umanisti: nulla a che vedere con l'umanesimo sebbene pensano di avere le stesse ispirazioni.
Gli umanisti vogliono contrapporsi a qualcosa che è stato costruito dagli esseri umani né più né meno di altre cose che però vengono prodotte apparentemente in maniera artigianale.
Ecco la stolta differenziazioni fra materie umanistiche e le ALTRE (manco sanno definirle).

Artigianale è umanistico, realizzato tramite strumenti non è umanistico.

Le discipline umanistiche parlano della condizione umana, utilizzando principalmente strumenti critici (balle che confutano balle) oppure speculativi (il contrario di una balla e' la verita?) a differenza dell'empirismo proprio della scienza.

La cosa è abbastanza divertente perché non esiste una definizione di quanto, ad esempio, una statua sia o no opera dell'uomo visto che da ormai decenni vengono utilizzati strumenti elettrici a vario titolo.
La anti scientificità di questi personaggi si spinge così in la da non essere in grado di definire con una frase quando una cosa è arte oppure è fatta dall'uomo e quando no.

Dopotutto molti strumenti musicali sono dei computer e i rimanenti ormai sono quasi tutti costruiti attraverso computer. Si registra con un computer e si trasmette la cultura attraverso un computer.
Il battimento non e' semplicemente sgradevole quando capita in certi contesti ma e' matematicamente prevedibile e un compositore odierno che lo ignori e' stolto.

Questi autodefinitesi umanisti sono contrari alla tecnica perche' attraverso lo snobbismo tanto appagante non si faccia caso che sono semplicemente dei disadattati.

Il problema e' che sono disadattati che formano altri disadattati con la bandiera della "cultura".Per loro e' cultura qualsiasi cosa non empirica, non provata.
La logica e' banale: se almeno una meta' delle persone e' un disadattato automaticamente questo non lo e' piu': vivono a lato e in groppa agli atri che per via del numero non possono ignorarli. 
Ecco perche' negli apparecchi e' scomodo fare molte operazioni: se fossero a portata i disadattati di troverebbero in difficolta'. 
Alcune macchine fotografiche per essere usate normalmente bisogna schiacciare decine di tasti: per i disadattati e' buono, a loro ne serve solo uno, si spaventerebbero davanti ai soliti 3.

Pascal ne sarebbe inorridito.
Una volta le persone che ci governavano erano le più istruite, le più avanti dal punto di vista della conoscenza. Addirittura le caste destinate al governo avevano scuole che spesse volte incitavano a pensare ad un futuro se non altro per evitare di trovarvisi invischiati.

E cosi' la cultura, quella a tutto tondo, si spegne. Perche e' cultura persino quella merda calcistica ma anche saper vedere il volo di una rondine conoscendo l'aerodinamica e intuire cosa sta facendo perche' l'etologia non fa male. Perche' i cigni sono degli stronzi e il fatto che siano belli non cambiano la loro natura nonostante cio' che dicono gli umanisti che si fermano sulla loro fantasia.

L'uomo medio di oggi, se pensiamo ad esempio all'italiano, nel 30% dei casi e' analfabeta.

Il 30% degli italiani non è in grado di comprendere uno scritto.

E' certificato in decine di modi. Dalle universita' al sig DeMauro.

Al di là di questa percentualeche è incredibilmente somigliante alla quantità dei votanti grillinici sta a significare che queste persone non sono in grado di intendere e volere all'interno di una società costruita su una tecnologia che ha 50 anni per il semplice motivo che loro sono fermi a 2000 anni fa quando i faraoni e gli scriba si tenevano la scrittura per se.

All'interno del 60% rimanente un'altra metà buona non è in grado di capire esattamente come funziona il cambio di una bicicletta, ponendoli di fatto come testa all'inizio del 1900.

Molti non sanno che differenza esiste fra un acido o una base e ci sono persone che mettono un po' di candeggina nell'acido (per fortuna mooolto diluito) per pulire il water. Roba 800tesca

In pratica forse un 20% della popolazione è in grado di capire che cosa stia succedendo ed è quindi in grado di governare o scegliere i rappresentanti per farlo.

Perché a parole e' bello dire che siamo tutti uguali ma un baluba che proviene dalle foreste del Congo e una persona con tre lauree prese in europa non sono assolutamente uguali in quel di Milano (e il contrario dei risultati in una foresta).

Con la storia dell' “uguali” che è stata pensata per dire che tutti gli uomini dovessero essere trattati nella stessa maniera e che la mia vita non è più o meno di valore della tua.
Qualcuno poi ha pensato bene di dire che tutti gli uomini fossero uguali nel senso di identici.
Se così fosse tutti potremmo pilotare la soyuz.
Cristoforetti sei avvisata: arrivo io!

Arriviamo ad oggi dove esiste un mondo che è fatto sostanzialmente di macchine adattabili, intelligenti è troppo.
Abbiamo un governo fatto da persone ignoranti perché spesso provengono da università umanistiche (aka snob) come i vari franceschini.
Sono votate da persone ferme al 1600

Queste persone ovviamente fanno delle leggi che andranno ad impattare sulla fisica e sulla chimica nonché sui computer.
Richiedere cose che sono assurde porterà con sé solo problemi. Il caso di VW è abbastanza emblematico ed è solo il primo di una serie di problemi che ci saranno nei prossimi decenni.

Per esempio si è detto che un'automobile che perde la chiave mentre e' in moto causa 170 morti, forse ci sarebbe da chiedere se sapevano guidare, mentre non vi è nessun controllo sul software.
Per esempio il software della macchina di mia sorella accccellera per i cavoli suoi (cosi' sui test sembra consumare meno).Quanti morti produce?
Sono milioni di auto con lo stesso motore che fanno la stessa cosa: nessuno lo ha mai notato?

Nessuno ha mai notato che alcune auto consumano il doppio cambiando stato?
BMW FugonX5 gasolon dichiara
CO2 pari a 150g/km con 230 KW
sul mercato europeo mentre in USA, diventano
214 g/km e il motore pompa solo 173kW. 

Sulla CO2 si paga la carbon tax in alcuni stati europei.
Se uno non e' stolto qualcosa di molto strano esiste.
In pratica nel modello americano, sempre L6 biturbo BORGwarner, il motore perde 60KW (praticamente un motore intero) ma consuma una botta in piu'?
Sono rintronati i tecnici BMW che al diminuire della potenza aumentano i consumi?
Dalle nostre parti solo il benzina da 450CV V8 montato sempre sul cassonetto x5 riesce a fare POCO peggio nei consumi del diesel americano.
Come mai in america si dichiarano consumi e/o inquinamenti peggiori anche del doppio rispetto all'europa?
In europa si bara?
VW in USA e BMW in EU?
Oppure, banalmente, il motore a gasolio inquina molto di piu' e avere le potenze di un benza vuol dire non passare i test?

Nel futuro prossimo, senza arrivare ad auto che guidano da sole, l'interazione tra il frigorifero e il supermercato potrebbe farmi guadagnare kilogrammi favorendo una marca “amica”.

Nel presente abbiamo un legislatore che c'ha frantumato gli zebedei per dei banali cookie ma non si è accorto di un programma che ruba annualmente 200 euro da chi lo utilizza. Whatapp infatti ruba i dati per un valore all'incirca di quella cifra. Chi lo installa dovrebbe essere pagato.

Eppure nessuno ha detto niente, la cosa è passata sotto i ponti e continua a mietere vittime senza che gli enti governativi si interessino della cosa. Fatto salvo che non siano i principali acquirenti di questi dati dovrebbero preoccuparsi maniera grave di una enorme falla nella sicurezza dei propri cittadini. Qualcuno dice NSA (aka spie)

Molti servizi oggi venduti mandano “senza motivo” alcuno le informazioni altrove.
Penso ad esempio alle informazioni di alcune videocamere: perché è una telecamera IP deve essere connessa ad un server in Cina?

La stessa cosa succede ad esempio con i televisori di Samsung: perché la telecamera inquadra il nucleo familiare e le pippe dei figli mentre è connessa ad un server coreano dove invia foto? Per alzare il volume con la manina? Non scherziamo!

Il motivo per cui nessuno nota questo, così come nessuno notava quello che faceva la centralina di VW, è banalmente perché chi deputato a governarci non ha la benché minima idea di cosa sono questi oggetti.

Anche ammettendo che oggi sia possibile vedere che la centralina di un motore ci sta fregando non è escluso che un domani un computer con più sensori o un software più furbo sia in grado di rilevare qualsiasi tipo di misurazione in atto e porre contromisure tali da rendere sostanzialmente impossibile scoprire la fregatura.

È questo momento in cui bisogna mettere dei paletti che ci evitano di cadere in questi tranelli.
Il problema però è che il legislatore non dovrebbe essere un avvocato e basta, così come una volta non poteva essere un legislatore uno in grado di saper leggere ma non scrivere, ma dovrebbe essere anche un tecnico.

Siamo in un mondo tecnologico dove una macchina fotografica
ha la consapevolezza di dove si trova
sa quante persone ha davanti,
sa se i soggetti sorridono o meno,
conosce la presenza di altri oggetti simili intorno come marca, modello e capacita di render,
pubblica la foto in tempo reale in 127 stati.
basterebbe veramente un niente perché sapesse identificare i nomi delle persone inquadrate (anche se alle volte scambia gli afro per scimmie. Evidentemente la genetica non e' acqua come i nosti nonni).

Una banale fotocamera pone dei problemi e delle conseguenze che non sono assolutamente inimmaginabili da una scuola di pensiero che brandendo la bandiera dell'umanesimo considera quell'oggetto al pari delle innumerevoli compattine kodak prodotte dal 1901 (brownie e instamatic).

Il problema che tecnici sono stati trattati negli ultimi decenni come dei paria e per questo esclusi dal “giro giusto”.
In pratica questa esclusione forzata che inizia nelle scuole inferiori e vedere appoggiata anche dai genitori dei ragazzi meno dotati trasforma le persone in macchiette. Se sei tecnico sei un nerd e devi vestirti male.
La serie televisiva di big bang theory sottolinea efficacemente il risultato di questi sforzi tesi a escludere tecnici capaci dal potere perché altrimenti chissà cosa potrebbero fare.

Qualcuno potrebbe dissentire sulla mia accezione. Ricordiamoci però una cosa molto particolare che il mondo in cui viviamo e' costruito ed e' immaginato dalle persone che sono tecnici.
Viviamo nel mondo inventato dai tecnici.
Potremmo farne a meno, certo, però è il mondo che piace perché alle cose offerte da costoro non abbiamo detto di no anzi ad ogni obiettivo raggiunto chiediamo quando arriverà il successivo.

Abbiamo chiesto ai tecnici di costruirci un mondo nuovo e costoro nonostante venissero trattati male e spesso sottopagati lo hanno fatto.

Abbiamo deciso che i soldi invece vanno a coloro i quali contano i soldi, o facciano da paciere. 
Le leggi sono fatte per essere LABILI anche nel caso che non serva. Nessuno ha mai fatto una legge in cui sia chiaro a cosa si vada in contro con il divorzio: Liti nate dalla mancanza di regole CHIARE.
In effetti una persona furba oggi non dovrebbe iniziare una carriera tecnica ma una umanistica perché attraverso una serie di cose questi mondi vengono tenuti separati soprattutto economicamente.

Dopotutto è difficile quantificare la qualità di alcuni lavoratori mentre nell'ambito tecnico uno in grado di fare una cosa o non è in grado di farla. In tutto il mondo lavori come gli avvocati (continuo parlare di loro perché sono ben cosiderati, si sprecano persino le serie televisive. Non perché sia una professione che odio particolarmente) sono spesso la crema come del resto i pubblicitari o i commercialisti.
Non avete mai visto una serie televisiva che parli del disegnatore che di fatto ha ideato la vostra automobile, oppure del tecnico che ha realizzato software di tutte le volte che frenate evita che passiate a miglior vita?
Non ci sono serie televisive che parlano dell'abbattimento dell'inquinamento attraverso quelle persone che hanno studiato i sistemi di scarico industriale.
Non ci sono neppure serie sui commercialisti, perche' cominciano gia' a puzzare di non-umanistico.
Meglio i telefilm sulle prostitute che uno su di un chimico. Ops, uno lo hanno fatto, ma forse e' piu' un film sulla droga e sulla malattia.

Hanno persino fatto quattro film su Steve Jobs che era l'amministratore delegato della apple.

Il fondatore della Apple, Steve Wozniak, nonostante abbia avuto una vita decisamente più complessa ed eroica, colui che ha progettato tutte le prime macchine dell'azienda e abbia fatto anche alcune macchine volanti, il tutto nei backstage dei concerti, e' un emerito sconosciuto agli umanisti.

Questa accezione è veramente potente: l'inventore ed anima dell'azienda è un signor nessuno mentre chi ha trovato i soldi e' santificato.

Senza Jobs avremo avuto probabilmente le stesse cose. Magari oggi Apple sarebbe una sussidiaria di comodore alla stessa maniera di minolta e Sony.
Senza Woz L'evoluzione sarebbe stata più lenta.

Adesso vogliamo che questo mondo disegnato da costoro venga gestito da gente che non capisce queste cose.
Non sto dicendo che tecnici siano migliori o peggiori degli altri sto dicendo semplicemente che la cultura dovrebbe muoversi insieme una società.

Abbiamo parlato fino adesso di cultura tecnica ma la cultura scientifica e' messa anche peggio.

Prendiamo per esempio il vulcano Etna.

Abbiamo una conoscenza approfondita di uno dei vulcani più studiati del mondo e sappiamo perfettamente che può mettersi debuttare in maniera cospicua da un momento all'altro.

Esistono molti studi su questo vulcano ma la cosa divertente è che vengono pubblicati in inglese essendo pagati da entita' spesso aliene alla zona.

Agli amministratori locali questi studi non interessano, non li sovvenzionano, non li leggono,  e lasciano costruire praticamente sotto la bocca del vulcano un sacco di case.
Il legislatore non metto un divieto a costruire sulle pendici di uno dei vulcani più attivi del pianeta, evidentemente ignora che è un vulcano.
Le amministrazioni locali lasciano costruire, danno i permessi per farlo. E anche quando i permessi non ci sono lasciano che gli abusivi crescano.
Non interessa ai cittadini che dovrebbero votare chi li protegge.
Non interessa a chi compra una casa: è bello comprarla in un punto che potrebbe farci morire.

Tutta questa gente dovrebbe essere interessata agli studi che si fanno sui vulcani, a pagare persone per consigliare cosa fare e invece regolarmente fanno ciò che si è sempre fatto dalla notte dei tempi: oggi non piove, ergo, costruisco in mezzo al fiume.

Quando poi come nel 91 la lava arrivò a lambire queste scimmie lo Stato italiano dovette utilizzare la più grossa partita di esplosivo plastico usata dal dopoguerra (8 tonnellate di C4) ed erigere un muro che basterebbe per farci uno stadio da migliaia di posti.
Per salvare chi ha deciso di sponte sua  di sfidare il fiume?

Se questo non vi sembra assurdo un giudice, un giudice, non uno certificato come avente la sindrome di Angelman, considerò colpevoli gli scienziati per non aver saputo prevedere un terremoto con la precisione di ore. Non nel 1700, un paio di anni fa.

Ancora un altro giudice ritenne possibile per una parabola, che ha un rapporto fronte retro di qualche milione, devastare con potenze altissime posteriormente la popolazione inerme. Anche questo nel 2014 non nel 1632. A sua difesa nel 1632 non si usavano segliali radio

Appare evidente che non solo la popolazione ma anche coloro i quali ci debbono giudicare all'interno di una società e coloro i quali devono tracciare la via come legislatori e politici per il nostro futuro continuino a pensare di poter vivere nel medioevo.

Se pensiamo che a breve entreremo nell'epoca in cui avremmo IoT, ovvero quasi tutto si potrà connettere Internet, il nostro termosifone compreso, possiamo capire quale sia il problema.


Cosa possono fare oggetti che possono decidere in base al progettista funzioni non previste e a noi segrete?
Dopotutto un illecito e' tale fino a quando non decidiamo che lo sia!
Quindi non solo dobbiamo sapere che cosa fa l'oggetto ma definire se quello che abbiamo scoperto viola leggi o interessi.

Da un punto di vista pratico un'auto che ha 2 step di funzionamento non e' un crimine  sopratutto se passasse i test in strada e sul banco. 
Un soft piu' evoluto sarebbe legale per quando dal punto di vista etico no.
Il problema di VW non e' stato che barava ma che non barava abbastanza. Ci vuole un computer piu' potente.

Se un'azienda come Whatsapp riceve montagne di danaro come startup per provare a fregare i peones e dopo anni nessuno si lamenta e nessuno stato protesta apre una strada. 
Pensiamo che Facebook riesce a sapere all'80% quando e se lasceremmo il nostro partner. Ora ha anche i dati di WA che sono molto piu' personali.
In pratica non è difficile pensare con quei dati di sapere non solo se abbiamo commesso infedeltà ma può conoscere tutta una serie di dati della persona che potrebbero creare delle offerte che non siamo in grado di rifiutare.
Può sapere se siamo malati siamo tristi, se l'amante e' focosa, se abbiamo o meno una vita sessuale, se abbiamo debiti. I dati di WA e di Facebook messi assieme possono dire a una macchina molto di più di quello che sa nostro fratello o il nostro partner. Addirittura potrebbe sapere cose che noi stessi non conosciamo potendo di fatto modificare la nostra vita.
Quando diverra' “normale” perche nessuno degli umanisti trova la cosa comprensibile sara' impossibile evitarlo.

Non è solo una questione di prodotti anticalcare che dicono di contenere candeggina, una cosa assolutamente impossibile,
non è solo una serie sempre più elevata che ruberanno i nostri dati.

Si tratta di qualcosa di più profondo del fatto che la tecnologia andando per via logaritmica da qui a 10 anni avremo non solo computer più potenti ma anche storage in grado di contenere masse di dati a ieri solo ipotizzabili.
Se teniamo conto che sono stati pagati a Whasapp in unica soluzione circa 50 dollari per i dati di ogni persona stupidamente sul network, presumibilmente quei dati fruttano 10 volte tanto, appare banale che per conservare quei dati spendere 50 dollari non è certamente stolto. Un hard disk odierno quel prezzo può contenere sostanzialmente tutta la nostra vita: dove siamo stati con un'accuratezza di 10 minuti, con chi abbiamo parlato, chi abbiamo visto, chi era nei 10 m attorno a noi, tutte le nostre conversazioni scritte sul telefonino, tutte le persone alle quali abbiamo telefonato e quando.
In pratica se noi volessimo sapere dove eravamo 10 anni prima a quell'ora e chi era con noi un attrezzo come WA lo sa. Io sinceramente non mi ricordo cosa ho fatto settimana scorsa.

Solo i tecnici stanno cercando di arginare il problema mentre gli umanisti quando spieghi il problema fanno vacui occhi.

In questo nuovo mondo in cui tutte le informazioni sono immagazzinate da qualche parte non solo rappresentano un pericolo di sicurezza per il solo fatto di esistere ma rappresentano anche un bottino molto ricco per qualsiasi ladro. Aprendo una cassaforte reale al massimo possiamo trovare qualche decina di migliaia di euro in varie forme. Se riuscissimo invece a forzare un simile database avremmo a disposizione un valore di miliardi di euro.

Così come ad esempio se un'officina autorizzata può scaricare nella centralina di software che non è quello in cui è stata omologata la vettura sostanzialmente cambia il motore. Non è un caso che alcuni strep dei motori hanno come unica differenza o quasi la versione del software. Alcune volte come mi è capitato, basta lamentarsi con la concessionaria che viene caricato un software che ha delle caratteristiche diverse vuoi come distribuzione della potenza vuoi come potenza fine a se stessa.

Se è illegale modificare il condotto di aspirazione di uno scooter altrettanto dovrebbe esserlo il cambiare software. 
In pratica se non si vuole rendere tutto il software leggibile dall'esterno dovrebbe esserlo per lo meno il CRC dell'immagine caricata. Ovviamente ogni firmware dovrebbe essere poi omologato.  
Altrimenti la conseguenza è che qualsiasi tipo di elaborazione che non passi per il cambiare il motore intero dovrebbe essere automaticamente omologata senza passare dai test.

Ho descritto solo un paio di casi anche perché sono più comprensibili: una raccolta dati e un software un po' furbetto. In realtà nei prossimi anni vedremo cosa ancora più profonde e ancora più sconvolgenti ma che potrebbero rimanere invisibili se cultura media dei nostri legislatori e dei nostri cittadini rimane quella dei primi del novecento.

Cosa succederebbe per esempio se uno dei supercomputer che teniamo in tasca cominciasse a registrare video mandandolo in Cina, oppure che scambiasse dati con i telefoni vicini nel raggio di una cinquantina di metri per sapere chi sono e chi conoscono loro volta.
Cosa succederebbe se le assicurazioni conoscessero il fatto che io viaggio mediamente a una velocità superiore a quella del codice della strada oppure che mi reco molto spesso in ospedale non essendo un impiegato dello stesso.
Cosa succederebbe se la banca che mi affida mutuo sapesse che frequento una bisca, clandestina o meno per questi computer non cambia, oppure che mi reco in regioni dove è facile morire come il Congo.
Cosa succederebbe se qualcuno forzasse un punto d'accesso a tutti i miei dati? Sono veramente poche le persone non ricattabili perché una cosa è non avere un amante e pagare tutte le tasse e un'altra e magari aver detto delle bugie magari a fin di bene o aver detto cose non veritiere ad una societa' (es la residenza). Se si guarda bene tutti sono ricattabili.

Il futuro è così pervasivo che realtà neanche film di fantascienza sono mai riusciti a dare un'idea di quello che succederà perché
nessuno ha mai ipotizzato negli anni passati potenza di calcolo così elevate associate a una connessione permanente anche senza fili con uno storage così enorme.

La maggior parte dei film di fantascienza e affini nascono come scritti negli anni 50 o sono la loro imitazione.

Il fatto di poter tenere in tasca tutta la musica arrivata fino a noi prima degli anni 60 è abbastanza bizzarro.
Ci sono oggi cellulari che possono contenere 2 TB. Ai non tecnici dici poco.
Stiamo parlando che a qualità telefonica potremmo registrare l'intero nostro arco della vita dal punto di vista audio. 
E lo spazio per contenere l'intero elenco del telefono mondiale sarebbe una percentuale trascurabile. Con uno spazio del genere potremmo contenere i movimenti di tutte le borse del mondo da quando sono nate ad oggi.
Se ci pensate nessun film di fantascienza nessun romanzo di fantascienza ha mai ipotizzato una cosa del genere tranne final cut (ma solo in un'accezione visto che nell'ambiente del film non esiste traccia della tecnologia impiegata).

Quando fanno delle leggi sulla privacy o peggio quella dei cookie viene scritta da persone che conoscono molto bene il latino visto che lo hanno studiato per un decennio ma che sovente non sanno neppure cosa sia un computer oppure un acido.

Fanno leggi sull'inquinamento senza sapere che cos'è l'anidride carbonica piuttosto che composti a base di azoto.
Si parla nei telegiornali delle centrali nucleari dicendo che i morti fatti da queste ultime sono 40.000 annegati senza capire l'assurdità dell'affermazione. 

Giornali interi che inventano notizie a raffica come la possibilità per il vento dell'Alaska di congelare delle onde a mezz'altezza (repubblica) senza sapere neppure quante energia ci vuole per fare un passaggio di stato.
Notizie che starebbero bene in un fumetto della Marvel come le leggi che sono state promulgate.
Ma nel mondo reale le cose stanno diversamente e i ragni radioattivi dei fumetti come del resto le implicazioni molto fantasiose andavano bene quando sono stati scritti per le prime volte più di mezzo secolo fa ma purtroppo ad oggi rappresentano nell'immaginario collettivo non della fantasia come volevano essere ma la realtà che credono di vedere gli ignoranti.
Nucleare: clang, clang, HARG, BOOOOOM!

I lettori di Repubblica come del resto i nostri legislatori pensano che la realtà sia quella dei fumetti della Marvel quando invece la realtà ha ormai superato quello stadio per certi versi, per altri non potrà mai superare essendo opere di fantasia, ma la cosa reale che c'è uno scollamento sempre più grande tra quello che gli oggetti prodotti sono è quello che la gente pensa che siano.

Se un'automobile deve poter essere guidata anche da uno che spala la terra è pur vero che ad oggi frenare con un'auto moderna e molto diverso che frenare con un'auto degli anni 50 sono due tecniche diverse che dovrebbero essere insegnate a scuola guida.
Ma anche la scuola guida essendo figlia del legislatore che a sua volta non capisce un tubo perché è fermo al diritto romano non è in grado di capire questa cosa.
In pratica non siano grado di frenare un'automobile in corsa, i prodotti tecnologici che ci vengono somministrati contengono molta fisica, chimica e informatica che anche per pulire casa occorrerebbe una conoscenza che non sia pari a zero.

Purtroppo parte della popolazione viene tenuta uno stato di artificiale ignoranza ma la cosa più drammatica che anche chi è destinato a sorvegliare è sostanzialmente un ignorante cronico che non solo dice cose senza senso ma addirittura le rende leggi.

Come direbbe qualcuno:
il futuro non è più quello di una volta

o qualcun altro:
L'intelligenza della terra e' una costate, la popolazione e' in aumento.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma in questo caso capita che il primo che ti sta rispondendo e guardacaso un avvocato che tra l'altro non ha ad ora problemi a fare root al proprio cellulare per installare programmi che impediscano alla pubblicità di rompergli le scatole, oppure per l'iPhone Jb: la prima volta che l,ho fatto manco si chiamava così. 2007, agosto, cyberduck, Linea di comando.

Ammetto di non essere un tipico leguleio, mi occupo di privacy e diritto informatico. Ma non ho sessant'anni e parte di questo post l'ho disgraziatamente dettato a Siri. Meglio la tastiera. Meglio fare a manina. Meglio sapere che l'algoritmo SECA c140 è servito (anche) per motivi legali, no?

Gli illetterati non sono gli avvocati. Gli illetterati sono quelli che han messo su firma digitale e processo telematico al posto di copiare il metodo usato col corecom.

Si chiamano politici. Sono una banda di vecchi cialtroni. Non sono avvocati, medici o ingegneri. Solo lestofanti.

blu-flame ha detto...

"Gli illetterati sono quelli che han messo su firma digitale e processo telematico"
Ok

Oltretutto il processo telematico non risponde nepppure alla 196/03. In piu' a milano e' stato bombato, con quali danni non e' dato sapere

ma sei dell'idea che anche i poLLitici spesso sono avvocati e comunque il genere e' assolutamente non avezzo a sapere neppure configurarsi un client di posta?
Come del resto almeno un 80% della popolazione.

Il fatto che qulcuno si AUTOinformi non vuol dire che la cultura media non sia errata.

Anonimo ha detto...

Ti ribadisco e abbrevio il concetto.
Tolto qualche buon politico, per lo più in quella banda di ragazzini portati in parlamento da Grillo (una novità) il politicastro medio italiano, magari avrà anche un lavoro o una professione. Ma fondamentalmente nel bel paese, fa parte di una schiera di falliti inconsapevoli o saccenti a seconda dei casi.

Schiavi di qualcuno. Inutili.

Poi, perché no, potranno essere sulla carta avvocati medici ingegneri preti e ballerine. Ma sono una fetta di quelle professioni solo sulla carta. Eccellono solo in una cosa, ed io li conosco purtroppo bene e da vicino. Nell'arte dellarrangiarsi ed impadronirsi degli altrui meriti.

Mi parli della legge sulla privacy. Io ci campo, camperei, se non fosse che Monti ce l'ha smontata da sotto le lenzuola senza farsene accorgere. Alla fine dell'anno, probabilmente, avremo i privacy officer finalmente! Per merito dell'Unione europea.

Paese di guitti e lazzaroni, l'Italia. I pochi commenti che spesso leggo su blog come il tuo, d'altronde ne sono la dimostrazione.

Ciao.

Enrico G. Lupo ha detto...

Quanta verità in questo post!
Sarebbe da stampare e far girare, a mo' di volantinaggio selvaggio facendolo cadere da aerei sull'italico suolo (e non solo).

Ahimè la verità è che nulla cambierà ed in questo caso Italia o Europa poco cambia. I politici sono lì per non cambiare nulla facendo finta di cambiare tutto.

Basterebbe un briciolo di umiltà per capire che non si può essere onniscienti (e ci mancherebbe) e che per quei settori in cui si hanno lacune ci si può rivolgere a tecnici veri, quelli operativi, quelli che sul campo inventano, creano, modificano per avere anche la loro visione su cosa una determinata legge potrebbe o dovrebbe fare.
Giusto che gli avvocati legiferino nel loro ambito ma se, ad es., il PdC attuale deve legiferare su economia, informatica, biologia ecc. sarebbe santa cosa che andasse in giro da economisti, informatici, biologi che sono in prima linea per capire cosa e come legiferare, l'aspetto tecnico intendo. Sicuramente non sarebbe nata quell'obbrobrio di legge sui biscotti.
Sarebbe bello se Renzi twittasse un selfie con un informatico in una serverfarm...

Ma il retaggio di una civiltà millenaria non sarà mai superato e l'umanista sarà sempre migliore...il migliore a far danni!