mercoledì, luglio 25, 2012

tasse e giustizia 3/10



Le tasse vengono pagate su quello che avete GUADAGNATO.

Cosa vuol dire guadagnato? Il guadagno e' quello che una volta che avete sfangato tutto l'anno guardate nel portafoglio e ci trovate dei soldi. E' in relazione all'incasso ma non sempre va a braccetto: potete avere grandi incassi MA fallire comunque. E' un calcolo complesso che ha molte regole ma un solo spirito:

Ricavi-spese=guadagno.

tot guadagno=tot tasse.


Il guadagno e' quello che vi permette di andare a fare il giretto domenicale e a comprare la pasta.

Per un prestatore di mano d'opera e' facile: ha spalato per 10 ore a 30E sono 300E e tra la rava e la fava paghera' 150E di tasse. Il doppio che nei paesi civili.

Ma ora ammettiamo che lo spalatore non sia un mero spalatore ma un qualcosa di piu': un muratore con Piva.

Il muratore quindi possiede un martello una cariola ed un badile.

Pisapia che ha messo il limite dei 30Km/h in milano per favorire i mezzi pubblici non lo fa salire in metro con la cariola. Gli tocca, “e' obbligato”, a comprare un furgone.

Ma non basta un furgone qualsiasi da 3.000E di 4rta mano mezzo scrostato, deve essere nuovo di pacca euro12 con tutte le menate. Altrimenti il Pisapia gli manda a casa 700E di multa al giorno.

E' ovvio che il muratore finche' non ha pagato i 20.000 euri del doblo' tuBBo nafta non sta guadagnando come prima o no?

Ecco lo scopo dello “scaricare”, quell'ambito nemico pubblico numero uno che i sinistrosky sul palco citano spesso con malaffare e i coglioni ignoranti maledicono al bar.

Vediamo come funziona visto che il 90% degli itaGliani sembra cosi' stupido da ignorarlo pur parlandone spesso. Sembrano le centrali nucleari, non trovate? Non capisco la fisica ma ho una MIA idea inculcata da altri. Qui e' uguale: non conosco la fiscalita' ma se non e' operaio e' cattivo!

Se un entita' prende 100E ma ne spende per la sua sopravvivenza 50 (martelli cemento&C) il suo guadagno ovviamente sara' circa 50.

Ma come calcolarlo GIUSTAMENTE?

Facciamo un esempio pratico (scusate le inesattezze e le facinolerie come la mancata gestione degli scaglioni i e altre corbellerie per mostrare il nucleo piu' semplicemente)

Compra il trapano e cemento per 12.000E

incassa 60.000E

paga il commercialista con assegno di 2400E

Adesso prende l'iva e versa quella delle fatture emesse trattenendo quella delle fatture ricevute. (paga allo stato 7600)

E qui si scatenano tanti polli che sulla detrazione parlano spesso al bar a cui non viene in mente che se non succedesse il committente, magari un operaio che ha rifatto il bagno della mamma, pagherebbe 2 o 3 volte l'iva: e' una tassa che spetta, come tutte le tasse in realta', al mandante.

Poi toglie il valore residuo dei costi all'incasso per verificare il guadagno lordo (38KE).

A questo punto paghera' la tassa vera e propria (12.000E) e quindi capira' che se gli sembrava di avere un bel contante (60KE) alla fine gli rimarranno 26.000E e deve ancora decidere se e' il caso di assumere qualcuno... o comprarsi il furgone Pisapia-formigoni compliant.



Nessun commento: