venerdì, dicembre 23, 2011

Puke!


Ora o poco acculturato fessacchiotto che hai comprato un pericoloso falciaerba con un motore troppo grosso preso da un'auto vera chiedo ma su quell'abominio di osceno mezzo che e' il nissan juke dovevi metterci le bandazze modello auto da corsa americana?

Non ti senti ridicolo?
Gia' ci vuole del fegato a comprare siffatto prodotto ma mettere delle bande alla nascar su una clio che spera di esssere un furgone del gelato a me sembra come aver scritto pirla sul cofano.

Ho la pelle d'oca!

Per gli altri che hanno avuto le convulsioni ecco un calmante: un auto che costa come la tua ma MERITA le bande.


4 commenti:

Gabriele Zanon ha detto...

certo, ci vuole un bel fegato!!

Gabriele Zanon ha detto...

certo, ci vuole un bel fegato si! e per chi guarda, uno stomaco forte!

motogio ha detto...

Non sono bande alla nascar ma alla "Le Mans".

A essere pignoli hanno più`senso su una Clio ricarrozzata che su una Dodge visto che già nel '60 Amedeo Gordini ornava le sue creature con quelle strisce (vedi Renault Dauphine Gordini).

Ma non hai tutti i torti perché il primo a utilizzarle è stato uno statunitense, Briggs Cunningham nel '50; idea ripresa poi da Carroll Shelby.

Comunque non sono un esclusiva delle auto statunitensi: Lister-Jaguar 1958

Buone feste :-)

blu-flame ha detto...

Ho sempre pensato che uno dei primi fosse shelby. Evidentemente sbagliavo.

quello che intendevo e' mettere le striSSie da pista su di un furgone del gelato a me fa specie..

Persino la povera piccola regie che citi dopotutto aveva vinto la 1000 miglia e montecarlo.

Il puke l'unica cosa che puo' vincere e' contro la duna, al cui confronto l'italiana esce con una dignita' e compostezza inaspettata.

Il passo dopo sara' mettere le strisce e la scritta GT o gran prix ai seguenti: ford transit, la panda 30 e il defender 130 telonato.

Secondo me sono tutti piu' meritevoli di avere le strisce, sebbene lo troverei comunque fuori luogo...