lunedì, settembre 28, 2009

Volume MP3



I soliti legiferoni!
Premesso che esite un problema:

"Ascoltare la musica ad un volume eccessivo per un lungo periodo di tempo può causare perdita di udito e ronzio auricolare"
"Il sintomo può anche manifestarsi dopo anni, ma a quel punto sarà troppo tardi per intervenire".

Ma il legiferone gasolone, che non capisce un cavolo risolve cosi':

La Commissione Europea ha proposto dei nuovi standard per il volume dei lettori Mp3, per proteggere l'udito degli ascoltatori.
I nuovi standard implicheranno delle piccole modifiche tecniche agli iPod e agli altri dispositivi Mp3, in modo tale che il livello di volume previsto massimo venga applicato. Ci saranno anche degli avvertimenti di natura medica così che gli ascoltatori che vorranno alzare il volume saranno pienamente consci dei rischi. Le limitazioni relative alla pressione audio che l´orecchio umano dovrebbe sopportare è stata fissata ad un valore massimo di 80 decibel.

Meglena Kuneva il commissario alla protezione dei consumatori cosi' espresse la propria ignoranza.

Perche' quando appare la parola consumatori appaiono le cazzate?
Vabbe'.

Oltretutto nessuno ricorda, giornalisti incapaci, che quasi 20 anni fa il problema era lo stesso solo che si chiamavano walkman e non ipod. Nulla di nuovo sotto il sole.

la domanda e' se sia possibile e/o conveniente PRIMA di legiferare caprire se si puo' VIETARE alle mele di cadere.....

Si vorrebbe LEGULEIARE sulla pressione sonora in db ma, MA!,
Nel lettore che dovrebbe produrre questa quantità esatta di mele, OPS, di decibel, vi è normalmente un generatore di tensione. Nella mente bacata del legislatore questo dovrebbe essere limitato ad una ben determinata quantità.
Peccato che una manovra del genere serve solo a fare arrabbiare.

da dove vengono questi db?

Prima di tutto, visto che pure i telegiornali, i giornali e i siti Internet che hanno trasmesso questa notizia non capivano nulla della cosa e hanno fatto disinformazione dicendo sostanzialmente che questi decibel si potevano regolare con più facilità della pressione delle nostre gomme definiamo pedestremente, prendendo un po' di scorciatoie, le unità che andremo a utilizzare.

Qualsiasi effetto andiamo meccanicamente produrre, e un suono o un rumore sono così prodotti, lo produciamo attraverso un lavoro. Il lavoro nell'unità di tempo viene chiamato potenza. La potenza del sistema mKs viene definita con l'unità di misura dei watt.
Ma il watt e non viene giù dalla pianta: l'amplificatore contenuto nel dannatissimo MP3 lavora in tensione e limitarne la tensione, che si misura in volt, come vedremo non serve a nulla.

Le cuffie non sono tutti uguali fra le diversità vi è l'impedenza. Vi sono cuffie che hanno un'impedenza di 10 ohm ed altre che superano i 400.
Come dice la legge di ohm
V/R=I
e
V*I=P
ovvero
V^2*I=P
se prendiamo una Sennheiser hd 595 sono circa 50 ohm: con 3V sono 180mW
prendiamo una molto piu' plebea (un auricolare) MDR-EX500LP di Sony sono 16 ohm: con 3V ben 560mW
un'altra Sennheiser hd, la 600 sono 400 ohm con 3V: 25mW

Com'è facile vedere non basta limitare il volume per avere una determinata potenza, basta cambiare la cuffia per avere un risultato di 20 volte in più. il 2000%

A questo punto qualcuno potrebbe pensare di introdurre un dispositivo dentro nel lettore che limiti non il volume del amplificatore ma la vera e propria potenza emessa. Peccato che per farlo occorre un dispositivo molto complesso con un aumento dei costi. Non solo, solitamente un tal tipo di sistema peggiora la qualità audio. Certo un lettore MP3 non suona come un CD, ma per una semplice questione legislativa a me girano le scatole a pagare di più per ascoltare peggio.... e non ottenere il risultato richiesto!

Gia', a tutto ciò esiste un altro limite: l'efficienza. Così come esistono le automobili che consumano di più e quelle che consumano di meno anche nelle casse e nelle cuffie l'efficienza può cambiare parecchio. Se la legge passasse così il risultato non cambierebbe.
Mettiamo di limitare ad un misero e sfigato 1mW l'oggetto che tutti questi danni causò togliendo la possibilità di Interfacciarlo a tutta una serie di cose condannandolo a divenire uno schifo.
torniamo alle 3 tre cuffie di prima:

la Sennheiser hd 595 ohm avrà un volume in quelle condizioni di circa 89dB
la MDR-EX500LP di Sony 112dB
la Sennheiser hd 600 di 97 dB

Se poi pensiamo che il dB è una scala logaritmica, quindi 112 e' MOLTO piu' di 111....
Ovvero cambiando la cuffia potremo avere una differenza di volume del 10.000%.

Sostanzialmente si può dire che gli auricolari sono tendenzialmente più efficienti ma suonano peggio. Un eventuale legislazione da avvocato di provincia provocherebbe semplicemente una diminuzione di e dell'alta fedeltà incoraggiando prodotti mal suonanti e di pessima fattura. Allontanerebbe ancora di più le persone della musica.
MA NON RISOLVEREBBE IL PROBLEMA.

L'unico modo tecnico semplice per non salire sopra un certo numero di decibel sarebbe quello di integrare dentro nella cuffia un fusibile tarato: al superamento di tale quantità distruggerebbe la cuffia.

La cosa certa è che sempre si va a cercare di punire, schernire, indicare un prodotto o si cerca di automatizzare le multe perché è più semplice che distribuire cultura: un lavoro lento e faticoso. Meglio avere una popolazione imbecille e controllata con un recinto elettrico, si chiami legge sui decibel o autovelox non cambia, che una popolazione consapevole ed informata.


3 commenti:

Anonimo ha detto...

Il mio cavolo di CD-walkmen con compatibilita' mp3, di buona marca, comprato gia' molti anni fa, se lo attacco a qualunque cuffia che non siano quelle in dotazione, non si sente una cippa! Se lo attacco poi a normali casse amplificate tipo PC (ma un po' meglio), devo pompare il volume, quindi il gia' scadente ampli delle casse, con un imput decapitato dalla differenza d'impedenza, restituisce un suono quanto mai moooooscio.
Come se non bastasse: ogni volta che cambio le pile il volume si azzera...
Per finire: sono stato in una discoteca (non le frequento da molti anni... non sono piu' un giovanotto) a vedere un concerto rock, qualche mese fa: mi hanno fatto male le orecchie per due giorni. Mi sono domandato: ma 'sti signori ignoranti che fanno le leggi in Europa e limitano i milliwatt dei lettori mp3, sono mai stati in una discoteca?
p.s. bentornato, bluflame.

Anonimo ha detto...

Bentornato, in effetti la prolungata assenza mi aveva diviso in due dubbi, è talmente schifato dal mondo che si è ritirato in un eremo sulle monagne, oppure non ha più niente da dire che fa strano con tutte le cazzate che girano oggi. Nessuno dei due per fortuna...
Paperolibero

cioTeX ha detto...

Grazie! La chiarezza è sempre una Sua prerogativa. In effetti per essere in linea con la "realtà" i lettori di musica varia (MP3 o altro) non fanno altro che usare i volumi dei concerti e delle discoteche..... non è che i legislatori dovrebbero rivolgere le loro orecchie altrove?