venerdì, marzo 06, 2009

Nuovi marchi

questo poderoso oggetto che vedete nella foto è un coso che dovrebbe suonare musica.
Alta fedeltà insomma.
Esiste diverse versioni con e senza hard disk ma per il resto la macchina è pressoché identica.
Si vede bene dalle caratteristiche che questo è il prodotto ideale per il supermercato: a tante funzioni, tante lucine, il telecomando ed un bel cartello che a seconda del pelo sullo stomaco del salumiere di turno racconta di potenze esuberanti dell'ordine di 300/400 W.
Nonostante i costi circa € 500 si può subito apprezzare che in quelle casse non può esistere un altoparlante per uso d'alta fedeltà ma esclusivamente qualcosa di triste. Prendendo in mano il peso non fa che confermare questa opinione.




WOW! stiamo parlando di casse targate 90 W, visto che me ne hanno date addirittura sei potrei mettere su una piccola discoteca: devo avere giusto un amplificatore da 300 W e per Canale, una robetta da 20Kg, connettendole tre a destra e tre a sinistra la prossima festa con 40 persone piego a tutti le orecchie!




forse però è meglio non farlo questo altoparlante assomiglia più a quello contenuto nella mia radiolina portatile che a quelli delle JBL L130!
forse questo non vuol essere un impianto hi-fi ma vuole semplicemente essere gli altoparlanti che non sono stati venduti con il televisore della stessa marca. Nei televisori infatti per evitare problemi di comprensione dovrebbe esserci una cosa tipo quella che abbiamo già visto estratta da un televisore di Nokia. Queste nuove aziende per farsi belle dal punto di vista dei costi dimenticano di montare gli altoparlanti e mettono al loro posto delle cose strane.
Quest'oggetto questo tenendo in mano e' degno di essere montato direttamente su di un televisore economico, come un vecchio mivar, poiché uscirebbe perdente con quelli di marca. chiamare queste cose alta fedeltà e decisamente fuori luogo.

salvo progetti particolari come i progetti di Amar Bose (4000E di casse) o gli elettrostatici per una questione di semplice banali masse normalmente occorre avere un altoparlante specifico per le alte frequenze che qui non c'è. La cosa che continuo a sottolineare e che in televisori del 1980 si era già arrivati a mettere questa cosa importante. Questo perché trovo assurdo, pazzesco, folle avere sei casse e nessun tweeter. Si ingombra la casa e si ascolta male.
Un bel altoparlante singolo, mono, permetterebbe un ascolto decisamente superiore.




queste infine è una chicca, l'azienda che non mette gli altoparlanti nel televisore, purtroppo buona compagnia con altre coreane, decide di sparare numeri a caso: l'altoparlante e' targato maniera diversa dal contenitore che lo ospita.
la stessa marca che produce altoparlante e l'impianto completo ha due idee diverse su cosa sia un watt. Mister James si stara' rivoltando.
Forse dovrebbero dare una calmata, una doccia fredda, al reparto del marketing. Magari le associazioni dei consumatori potrebbero decidere di iniziare a fare il loro mestiere e cominciare ad evitare di prendere quelle bustarelle che prendono oggi poiché di robe strane ce ne sono tante ed invece perdono tempo non portando nessun vantaggio a quelli che una volta erano clienti rispettati.


forse continuo ad essere fuori moda: preferisco un bel paio di casse stereofoniche e un amplificatore serio ad avere sei baracche da distribuire per casa e un suono orribile.

Gia', sono terribilmente demode': mi piace la musica, le belle foto, le giornate di sole e proseguono a piacermi le ragazze. non in quest'ordine.
:-)

3 commenti:

_Jack_ ha detto...

Ahime hai ragione, un'immagine stereo buona è impagabile!
Il problema è che a partire dagli anni 80 siamo stati sommersi da HI-F... ehm... alberi di natale, e ci siamo dimenticati come è fatto un buon suono. Stavo per perdermi anche io nel mare delle configurazione a 5+2+7+1 casse (più una da infilarsi su per il cu*o per i bassi dall'interno), fino a quando non sono capitato a casa di un amico che mi ha fatto sentire come dovrebbe suonare un impianto di tutto rispetto.
Così mi son rotto i maroni, ho tolto via tutti gli scatolotti di cui mi stavo circondando e ho comprato un paio di casse Sonus faber usate con un amplificatore sempre della stessa marca, che anche se non è un classe A fa comunque molto bene il suo lavoro e che comunque per il mio orecchio mal allenato è più che abbondante. E non ho mica speso tanto di più del suddetto impianto a 18 scatolotti!

Anonimo ha detto...

Dunque, 5 altoparlanti da radiolina inscatolati dentro a cubetti di plastica piu' un mid woofer dentro ad uno scatolone di plastica suonano male se venduti a 500€, ma bene se moltiplichiamo il prezzo di ben 8 volte e lo portiamo a 4000€.
BETTER SOUND THROUGH MARKETING!!!

blu-flame ha detto...

Penso di non aver capito:
con 4004 euro ti riferisci a quali prodotti?
Con quei soldi SOLITAMENTE parliamo di TW woofer a corsa lunga e casse fatte di materiali diversi ad alta densita' e alto spessore.
Poi che alcune realizzazioni non siano propriamente eccelse... possiamo discuterne.