giovedì, aprile 27, 2006

Un altro pollo si e' beccato l'LCD

Una cosa divertente e' stata una mia chiacchera, logorroica come di solito, con un amico.

Al solito si era appena "fatto" l' ennesimo pseudotelevisore LCD e voleva che gli pompassi l'autostima... ed io barbaramente, ho chiesto a cosa poteva servire il suo orpello.

Il poveretto ha iniziato ad enumerare una caratteristiche piu' sfigate del suo pannello:
"16:9": la gometria non e' un' opinione, e' ben impossibilitato a vedere i film (22/9), e la televisione normale (4/3) se non accettando da barre nere (o peggio tagli) in entrambe le occasioni.

Castigato questo questa prima caratteristica, il nostro prode si lanciava in una accurata quanto pazzoide e goduriosa descrizione pomposa dell'altissima risoluzione del suo pannello HD ready 1366 x 768.

Forse vista la risoluzione, era meglio che si fosse chiamato HD e ridi.

L'alta definizione non e' a tutt'oggi uno standard definito, questo significa molto semplicemente, che essendo un pannello LCD un oggetto dalla risoluzione fissa ed immutabile, qualsiasi risoluzione cercassimo di rappresentare diversa da quella appena detta (1366 x 768) causerebbe un crollo verticale nella qualità di visione.

In parole povere questo pannello non è in grado di vedere la televisione normale, il caro vecchio PAL, qualsiasi altra definizione che sia diversa da 1366 x 768.

Così, dal momento che livello europeo pare che si voglia utilizzare come soluzione del raster 1080, il pannello dovrebbe avere una soluzione obbligata di 1920 per 1080 per poter definirsi alta definizione.

Con 1920 per 1080 avrò un televisore in grado di vedere solo ed esclusivamente quella risoluzione, qualsiasi altra risoluzione che non sia almeno meno della metà conterrà una quantità di artefatti da far rimpiangere il vecchio televisore della nonna.

Insomma il mio amico, per poter vedere decentemente il suo pannello è sostanzialmente costretto a farsi fare apposta i programmi televisivi!

Se tutto ciò non bastasse, veniva anche bastonato sul veloce ritracciamento, nel caso specifico è completamente insufficiente per poter vedere la classica partita di pallone.

Il mio povero (divenuto tale, visto l' esborso) amico continuava ad insistere sul fatto che il suo povero sfigato pannello dovesse essere ad altissima definizione in quanto dotato di una caratteristica fenomenale:l'HDMI.

Questa altro non è che una presa, bochettone, una connessione di nuovo tipo che come caratteristica principale ha il fatto di avere un meccanismo anti copia.

In parole povere all'utente poco smaliziato viene venduto un sistema anti copia spacciandolo per la promessa dell'alta definizione.

L'amico insisteva dicendo che dal cavo HDMI poteva transitare all'alta definizione, ciò è vero, così com'è vero che esistono innumerevoli cavi (più giusto chiamarle interconnessioni) in grado di veicolare un segnale in alta definizione.

E se ancora non bastasse, non basta avere lo stesso bochettone della benzina di una Ferrari per aver l'automobile che è in grado di viaggiare a 200 chilometri l'ora, dopotutto i distributori di benzina sono gli stessi per la ferrari e per la panda.

Ma la cosa più divertente di tutta la storia, consiste nell'evoluzione delle leggende metropolitane:

Fino a dieci anni fa l'acquirente pensava che televisori fossero tutti uguali: nulla di più sbagliato, le differenze erano enormi come le qualità che si potevano raggiungere.

Oggi che la maggior parte dei pannelli sono tutti uguali, con l'aggravante di essere ugualmente incapaci di raggiungere ciò che promettono, i clienti si riempiono la bocca di tutta una serie di sigle astruse incomprensibili, e tutto sommato assolutamente inutili, attraverso le quali gli pare di vedere differenze allucinanti.

Probabilmente il consumo di funghi è tutt'altro che in discesa.

4 commenti:

turbomanno ha detto...

...ha-ha! spariamo sull' innovazione!
ma dico.. bisognera' pure inventarsi qualcosa, mica sta scritto che le cose debbano essere utili o dotate di una qualche necessaria coerenza!
facciamo qualche esempio?
..auto catalizzate e diesel con filtro antiparticolato, auto da famiglia con 180cv, 4x4 con assetto sportivo da F1...
biciclette in carbonio ma senza carenature aerodinamiche.
vai avanti tu...
Ma non ho capito... l' "amico" saro' mica io... mi sa' di si perche' in pochio si impegnerebbero in una simile impresa..
quando ti vedoooo! (ne riparliamo fino allo sfinimento).

blu-flame ha detto...

... auto da famiglia con 180cv, 4x4 con assetto sportivo da F1...
vai avanti tu..

Cazzerola, stai buttando idrocarburi leggeri sul fuoco!!!!

lo sai che odio certe pruderie...

Se non fai il buono ti sostituisco una delle tue Land con un cessone di una BMWX3 (con gomme slick come di serie) mentre sei sull' ERG

Anonimo ha detto...

...ho troppo sonno per leggerti dall'inizio alla fine...eppure continuo a sorridere, e mentre ti leggo vedo la tua inconfondibile mimica ed è inutile negare che vorrei essere lì...con te!

Anonimo ha detto...

ooops!

Che villana....ho violato una delle regole fondamentali della Netiquette....mai svelare i dati sensibili...