lunedì, luglio 11, 2016

idioti con barattolo hightech

sto per raccontarvi una strage di cui nessuno parla perché implica che la maggior parte di persone sono scimmie.


Ci sono attrezzature che hanno un design da astronave e questo  oggetto, pietra dello scandalo, in particolare assomiglia più alla poltrona di comando di un'astronave della Disney che ad una motocicletta.

Poi aggiungiamo il design italiano (e' stata prodotta dalla Barazetti&C di Milano negli anni 50) sembra una roba proprio figa. Anzi lo e': una vera roba ad alta tecnologia.

Per una serie di concause l'armamentario “bello assai” era locato in una sede abbandonata di un'ospedale e per evitare furti c'era la guardia in versione ATAC (simil autista de roma).

Il 13 settembre 1987  Voudireinão da Silva, il custode dell'oggetto, immagina che sia un'ottima idea dire di essere malato per poter vedere il conturbante film “Herbie sbarca in Messico” con la famiglia.  Mai piu' senza. Vi e' da chiedersi per un prima visione cosa e' disposto a fare.
Non essendo pianificato, nessuno riesce a sostituire il coglione.
Questo fatto, banale per alcuni, innesca tutta una serie di cose che porteranno alla morte di una decina di persone e a danni fisici di molte altre.


Lo stesso giorno  Roberto Alves dos Santos Mota e Wagner Pereira, due scimmie che si credono molto furbe, pensano di avere vinto alla lotteria notando la mancanza della guardia.
" robbe', a gguardia sparita!"
“mii anveddi ci possiamo arricchi' co a macchina spazzziale!”
“eggia' cosi beddda vale $$$ e' robb da ricchi!”
“mo arrubbiam e ricchi siam, cumpa'”

(Nel  mio immaginario collettivo schizzofrenico (io, me e me medesimo), per via della mia storia personale do per scontato che parlino in uno strano mix fra cattivik, e vari dialetti del sud. non me ne vogliate)

Caricano l'oggetto rubato sulla carriola e lo trasportano per 920 m a spasso nella città, in una zona densamente popolata,  mezzora almeno,  senza che nessuno trovi strano che un macchinario complesso & fantascientifico sia trasportato da due scimmie sopra un mezzo di trasporto decisamente poco coerente.

Le due scimmie cominciano a smontare l'oggetto appena arrivati nel cortile di uno dei due pirla.

Così iniziano lo smontaggio dell'oggetto misterioso con la loro alta tecnologia che si può riassumere attraverso:
il cacciavite grosso dalla lama sbilenca,
la mazzetta da muratore (5Kg),
e un improbabile cacciavite a stella spuntato.
Il tipico armamentario con cui, dalle mie parti,  cercavano di riparare i videoregistratori.

Mentre smantellano in maniera potente delle parti che sono fatte in acciaio molto spesso alle scimmie viene il vomito. Pensano che sia dovuto all'imminente ricchezza: una cosa così complessa deve per forza essere ricca e questo provoca emozione. Menano quindi la mazza per tutto il di'.

Il giorno seguente una delle scimmie cominciò a stare male in maniera consistente. Sostanzialmente non riusciva neanche a stare in piedi.
La nausea era forte e potente in lui. Una delle mani era stata ustionata da una delle parti che stava cacciavitando e presentava un'alone combaciante col foro praticato dall'attrezzatura di precisione.

Il pongide si recò in ospedale ma i dottori non potevano sapere che era così' idiota.
Pensando che avesse mangiato qualcosa di molto strano, gli dissero di andare a casa e riposarsi.

L'altro scimmione, privato del compagno indisposto,  continuò quindi da solo a smartellare allegramente  le attrezzature seduto sotto l'ombra di un albero di mango nel suo cortile di casa procedendo poi nella parte tanto piaciuta al primo. Immagino sorseggiando qualche fetecchia alcolica on ice (i rapporti non  dicono cosa sorseggiasse).

Il giorno dopo la scimmia smatrellante era ancora felice sotto l'ombra del suo mango (why mango?) quando con il cacciavite riuscì a perforare un setto.
Guardando dentro gli parve di vedere una mistica aura blu.

“anveddi che bbeddo. Io fortunato e scavo!”

Spingendo ancora più forte con il cacciavite iniziò a scavare nella sostanza azzurra iridescente.
Cercò di fare degli esperimenti fra i quali dare fuoco a questa misteriosa sostanza in quanto, nel suo cervello, se una cosa e' luminescente probabilmente e' dato dal bagliore tipico della polvere da sparo. Si, avete capito, la polvere da sparo illumina da spenta.

Dopo due giorni a tentare di spaccare pezzi di acciaio, ma soprattutto il blocco  di tungsteno, il nostro animaletto, stolto e stufo, decide di vendere tutto in blocco, ma mezzo demolito, a un cantiere per demolizioni a poca distanza.
Sono passati 5 giorni di duro smartellare.
Il proprietario del cantiere mandò a prendere il tutto con un elegante e originale mezzo: una carriola.

Durante la sera il nuovo proprietario, nonché ricettatore, va per vedere cosa ha comprato.
Nota il bagliore blu che esce da uno dei buchi provocati dalle due scimmie precedenti.

Anche costui, Devair Alves Ferreira, è una scimmia idiota di dimensioni colossali perché, al vedere il bagliore, anziche farsi delle domande, comincia a pensare che sia qualcosa che ha a che fare con la Madonna, gli extraterrestri o qualche altra strana cosa mistica. 
Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia o dalla religione, no?
Come conseguenza assegna al reperto un grande valore, anche economico.

“miiii robba soprannatural e valorosissim: apporto in casa e nascond sott il lett. Questi rubbano e sto fubbo, io: nascondo!”

lo scimmione per tre giorni chiama amici e parenti per mostrare, vantandosi, quanto e' figo avere la sostanza soprannaturale 4k. (ricorda niente?)

Lo scimmione offre inoltre una ricompensa per chi riesce ad aprire il barattolo che contiene la sostanza blu. Non dimentichiamoci , come gia' detto,  che è fatta in un materiale molto duro e molto pesante, il wolframio.

La voglia di aprire il contenitore era data dal fatto che voleva fare un anello luminescente per la moglie a cui voleva molto bene.
Non  riuscivano ad aprire il barattolo quando, un amico, una catarrhina altrettanto idiota ma molto industriosa, scacciavitando a lungo riusci' nell'intento di frantumare il contenuto e far uscire in parte dalle aperture la roBBa.

La scimmia dell'industria di demolizioni, nonché proprietaria del maltolto, nonché ricettatore, in una benevolenza incredibile decise di dividere in maniera magnanima quei granelli della dimensione del riso con gli amici e parenti, gli stessi con cui si era tanto vantato.

“Lo zio d'aMMerica sta  arrivato e vi riempie di ori”.

Il fratello della scimmia, che aveva ricevuto la sua parte di luminescenza, gioca con la roba blu sul tavolo della cucina e,  facendola cadrere sul pavimento. Anche sua figlia, di anni sei e seduta in terra, prende parte al gioco e ne fa uso come un cosmetico glitter mostrandone le qualità alla madre.
La figlia non ha colpe. E' solo accudita da scimmie  ritardate.

Mentre molti stavano male la scimmia ricettatrice decide di rivendere a sua volta ad un altro sfasciacarrozze il maltolto. Tanto lui ha gia un sacco di roba blu e non e' in grado di farne uscire ancora dalla lattina.

Nel frattempo la moglie della scimmia nota che qualcosa non va.
Sono solo passati 15 giorni dal furto.
Non solo si sente molto male  ma essendo probabilmente più intelligente, forse addirittura umana, nota che non è normale che tutti si ammalino come mosche attorno a lei e cerca delle cause. Nessun' altro lo fa.

Inizialmente sospetta che ci sia una bevanda andata male e fa analizzare il succo preparato. Ovviamente il succo non ha niente di strano.
Lei non demorde, e cerca un collegamento che trova in quella roba strana che il marito le ha fiondato a casa.

Riesce, chissa' come,  a convincere il nuovo possessore, concorrente del marito, a portare l'oggetto pericoloso in ospedale con un mezzo di trasporto sicuramente idoneo: un autobus pieno di gente.

Il medico che li riceve ha primo sospetto su cosa sia, quale possa essere genericamente la natura dell'oggetto. Per questo motivo fa depositare il sacchetto di plastica contenente la polvere blu (ancora nel barattolo) all'esterno dell'ospedale sul prato. Mossa intelligente. Dal momento che non ha strumenti per poter gestire la cosa chiama un fisico che si preoccupa di recuperare un contatore Geiger






Scoprono così che la causa di tutti i mali è una sorgente di cesio contenuta all'interno di un'attrezzatura diagnostica di  un ospedale semiabbandonato. Ecco la foto prima dello smartellamento.


La signora  37 anni, moglie della scimmia ricettatore, con la sua testa evoluta  ha salvato migliaia di vite, ma purtroppo ha pagato con la vita. Un mese di dolorosa emorragia interna soprattutto agli arti, occhi e del tratto digestivo con perdita di capelli.

Visto che la sostanza e' pure solubile e che probabilmente stava per essere aperto definitivamente il barattolo potete solo immaginare cosa sarebbe potuto capitare se anziche 16 giorni, 10 dall'apertura, il "barattolo" ovvero la capsula di cesio 137 che e' blindata di tugsteno e circondata da due contenitori di acciaio inox (totale 5 cm di diametro), infilato dentro un "coso rotante" che replica piu' o meno la stessa struttura, fosse lasciato libero di essere palpato da decine di scimmie ancora.
Si stava preparando una strage ENORME.

Anche cosi' molte persone subirono lo stesso processo di disintegrazione, principalmente fra gli smartellatori.

Ma la cosa piu' assurda, oltre ai molti morti e feriti, fu che ai funerali della bambina “glitter” gli scimmioni:
che non avevano nulla da obbiettare ai furti,
che non avevano nulla da obbiettare al fatto che 2 peones vadano in giro con un attrezatura hi-tech (potrebbe anche essere un'arma,no?) su di una cariola,
che non avevano nulla da obbiettare a spargimenti di materiali tossici a vario titolo tutti i giorni,
volevano negare il il seppellimento perche' pericolosa.

Nonostante la bimba fosse infatti messa in una bara in fibra di vetro laminata di piombo 2000 scimmie inscenarono una protesta bloccando con delle barricate la strada del cimitero.


Le più grandi stragi, la più grande sorgente di morte, non è la tecnologia, ma la stupidità umana.
Ancora l'altro giorno sentivo parlare delle centrali nucleari come se fossero il male in quanto possono esplodere come una bomba, appunto, nucleare.
Ad uno che legge la parola nucleare può esplodere il cervello mentre e' impossibile per una centrale nucleare esplodere.

Come avrete già capito, è una strage nucleare seconda solo ai disastri nucleari fatti dalle forze armate.
La maggior parte degli incidenti nucleari civili solitamente si risolvono senza morti da radiazioni come del resto è successo a fukushima o comunque poco peggio.

Invece qui

5 morti accertati entro pochi mesi.

20 persone si ammalarono gravemente e hanno riportato handicap gravi nell'immediato.

129 persone avevano una contaminazione interna. (1 a 100 di ammalarsi di cancro e altre facezie).

249 sono stati trovati ad avere livelli significativi di materiale radioattivo sul loro corpo. (1 a 400 di ammalarsi di cancro e altre facezie)

Un migliaio di persone sono state identificate come aver subito una dose a vario titolo.

Piu, ovviamente, tutti gli inconsapevoli come chi e' salito sull'autobus o era alla fermata con i portatori di cesio. Non e' che hanno potutto esaminare tutti quelli che erano passati di li e poi andati, altrove, magari, addirittura, in un altra citta'.

Questo disastro ha avuto anche dei costi notevoli visto che hanno dovuto smantellare molte case e costruire depositi di stoccaggio per 3000m^3.
Giusto per capire: l'urina da vittime è stata trattata con resine a scambio ionico per compattare i rifiuti per aumentare la facilità di stoccaggio.

Altri oggetti contaminati a caso:
50.000 rotoli di carta igienica
3 autobus
42 case
50 automobili
cinque maiali
eccetera, eccetera.

In pratica, per un furto che ha dato pochi $, si e' dovuto lavorare per milioni.

Per decontaminare: tasse-card
Per il gusto della stupidita': non esiste prezzo.

L'ignoranza provoca danni in una societa' industrializzata.

Per chi volesse approfondire e' disponibie gratuitamente l'analisi IAEA di un'anno dopo.
Si noti che i danni, avvenuti all'interno di zone densamente popolate non particolarmente controllate, sfuggono e il danno potrebbe essere ben piu' consistente.

www-pub.iaea.org/MTCD/publications/PDF/Pub815_web.pdf

Esistono altri report che hanno provato a seguire il decorso ma oltre ad essere a pagamento non sempre sono in inglese.

questi sono i luoghi della strage pongide

prima di dire che "da noi non succede" ricordiamoci che probabilmente abbiamo fatto piu' morti nel 2013.... terra dei fuchi, dice nulla? nessuno ne palrla nemmeno piu'.

14 commenti:

Max De Poli ha detto...

Tu parli dei Pan troglodytes martellantibus che hanno fatto il danno... ma vogliamo parlare di questi?

W.F. arrived just in time to dissuade the fire brigade from their initial intention of picking up the source and throwing it into a river.

Ora, passi per i due bifolchi ignoranti... ma una nazione nella quale i vigili del fuoco vengono formati affinchè a fronte di un materiale sconosciuto e ritenuto pericoloso ritengano sia concepibile "buttiamolo nel fiume" come linea d'azione, non dovrebbe avere accesso a macchine più evolute di uno schiaccianoci... per il bene dell'umanità.


COmunque è andata ancora di lusso, due scimmie hanno "sentito dire" che nell'ospedale abbandonato "c'è qualcosa di valore"... se invece un criminale aspirante terrorista avesse sentito dire che nell'ospedale abbandonato c'era una sorgente di cesio radioattivo incustodita, le vittime sarebbero potute tranquillamente essere centinaia di migliaia....

Unknown ha detto...

Non conoscevo questo episodio.
Ho letto la descrizione dell'incidente dal paper edavvero bisognerebbe divulgarlo per rendere "la gggente" un briciolo più informata.

Certo che l'intera storia è la perfetta rappresentazione dell'uomo: da un lato alcuni in grado di ideare e realizzare un macchinario in grado di salvare vite umane e dall'altro tante, troppe "scimmie" neanche ammaestrate che nell'ignoranza più stolta fanno milioni di dollari di danni.

Non c'è speranza per l'umanità.

blu-flame ha detto...

max mi era sfuggito, forse anche complice il mio tentennante inglese.
Se avessero buttato nel fiume la sorgente, essendo solubile, avrebbero fatto danni mostruosi.

Andrea ha detto...

Bella 'sta storia.
In quei posti (ho lavorato qualche mese lì vicino)
la gente ha generalmente un gran cuore e tanta simpatia
però a tutti i livelli sono superficiali e fantozzianamente incompetenti.
Non devono stupire i vigili del fuoco, sono la caricatura
dei vigili del fuoco europei o americani, come tutto il resto.

Eppure credo ci sia speranza per l'umanità.

Anonimo ha detto...

Grazie per questa perla. E' agghiacciante.
Incredibile, veramente incredibile. Immagino poi che ci fossero simboli di pericolo da radiazioni ovunque. E basta vedere film o leggere fumetti per saperli interpretare.
Meno male che in Italia tutto questo non potrebbe succedere.
Adesso scusatemi, devo andare a controllare il cielo: mi pare che ci sia una bella scia chimica, e sono molto preoccupato.
Fred

Stefano ha detto...

"Meno male che in Italia tutto questo non potrebbe succedere."

http://www.ilcambiamento.it/files/rovello_porro_la_nube_dei_veleni.pdf

Stefano ha detto...

addon:

http://www.vigilfuoco.it/aspx/download_file.aspx?id=4006

ome vedete anche noi non scherziamo...

blu-flame ha detto...

Sono molto felice delle reazioni a questo post.
In effetti lo scopo del mio blog, come ho gia detto tante volte, e' portare le persone a ragionare ed informarsi.

Certo e' che con un bloghettino di M alla periferia non e' che faccio molto, parliamo di 2-300 visite al giorno e il 90% sono sicuro che non si soffermano.
Ma se l'ego mio vorrebbe che fosse di lettura obbligatoria "per il mondo e oltre" la mia ragione sa che che e' meglio di nulla.

LatvianBrummer ha detto...

Dai, almeno mi hai aiutato a comprare la macchina fotografica! Mi sono letto tutti gli articoli di fotografia (ed una domanda diretta a te) prima di prendermela, e con 500 euro (e gli obiettivi vecchi) sono contentissimo. Nonostante il parere del mio amico che legge altroconsumo ed e' convinto abbia preso una fregatura perche' non c'è garanzia sulle lenti e la macchina non e' aggiornata.

Anonimo ha detto...

Blu-flame, come "analista" di oggetti di mercato, nei campi dove se ne intende, e' quanto di meglio si puo' trovare in giro.
E' grazie a lui se ho comprato uno splendido plasma Panasonic. E se, quando prima o poi comprero' una macchina digitale, evitero' alcune rinomatissime marche.
Per quanto riguarda altroconsumo, molto tempo addietro fui abbonato per un anno. Poi lasciai perdere quando mi capito' di leggere che una compatta galileiana da circa 100000 lire, secondo loro, faceva delle foto migliori del top di gamma Canon.
Sottolineo: non dicevano che la compatta a fuoco fisso aveva una migliore qualita'-prezzo. Ci poteva senza dubbio stare... O che le Canon (gia' allora? parlo di 30 anni fa) era sopravvalutata, come dice ora Blu-Flame (e gli credo). Ma dicevano proprio che le foto che venivano fuori erano migliori (senza precisare per quali aspetti, ma semplicemente mettendo un numero di stelline... fanno ancora cosi'?).
Ma la sapevano usare, la Canon?
Fred

Stefano Longagnani ha detto...

Grazie per la diffusione della notizia. Disapprovo però il tono del post. Se quelle persone erano ignoranti non è certo un caso, una sfortuna, un destino, un tratto genetico. L'applicazione del "teorema del traffico", cioè del lamentarsi che GLI ALTRI sono usciti in auto QUINDI IO sono imbottigliato nel traffico, mi trova completamente in disaccordo. 2300 anni fa la civiltà greca aveva raggiunto vette di conoscenza tecnologica che furono eguagliate solo 2000 anni dopo. Se bastò qualche guerra, la conquista romana, per far dimenticare per quasi 2000 anni cruciali conquiste intellettuali il motivo fu solo sociale e politico. Pure in Brasile il problema è sociale e politico. Scelte sbagliate.s

blu-flame ha detto...

Caro stefano,
Conosco il "teorema del traffico" e citato molte volte qui.
Il tono del post e' volutamente eccessivo sia dissacrante oltre misura.
Il concetto che deve passare e' che l'educazione DEVE essere alta mentre la sQuola in molti paesi fa acqua.
Ad un "non informato", che non deve piu' esistere, pare tutto normale:
smanettare cesio
installare whatsapp pensando che non ci siano conseguenze gravi
pensare che grazie alla magia un SUV freni come una panda
Dare come fatto acquisito che mettere i pannelli solari sul tetto sia di molto aiuto

Sono alcuni degli esempi ch causano/causeranno morte o solo distruzione del nostro portafogli.

Sulla grandezza della civilta' greca, dipende dai punti di vista.
La vera evuluzione, dopo la scrittura, e' stata il metodo scientifico.
Per il resto, la stortia, ha dei clamorosi saliscendi dati dalla diffusione o meno della scrittura e delle fonti di cibo/energetiche.
Solo grazie alla scieza, di colpo, vi e' stata un'evoluzione costante ed inesorabile.
Non trovi?

Stefano Longagnani ha detto...

Il metodo scientifico è stato riscoperto dopo secoli. La differenza l'hanno fatta e la faranno le strutture sociali. Galileo ha "scoperto" il metodo scientifico tre secoli dopo che sono state inventate e diffuse le scuole d'abaco. E sei secoli dopo l'invenzione delle università. Per non parlare delle corporazioni artigiane, commerciali, dei vari ordini religiosi. Si trattava di una società complessa e moooolto più democratica (globalmente) di quella greca e soprattutto romana. Dai una occhiata a "La rivoluzione dimenticata". È un libro che merita di essere letto. Come pure "l'America dimenticata".

blu-flame ha detto...

mi sa che faremmo un luuuungo discorso filosofico e filologico (non tralasciando un braccio di ferro sul davanti del gatto che si morde la coda).

quello che e' importante, e penso tu sia d'accordo, e' l'enorme accelerazione tecnica degli ultimi 250 anni e il fatto che l'accellerazione (LL) sia logaritmica.
Usare oggetti relativistici che si muovono nello spazio e nel tempo (es gps) che usano fenomeni atomici o quantistici e' nella norma.
Alle persone viene chiesto di fare scelte su queste cose (come il ridicolo referendum) senza che ne abbiano la consapevolezza.
Prova a chiedere ad una persona in quanti metri frena la sua auto alla velocita di 100Km/h: sentirai delle bellissime favole della buonanotte eterna. in particolare agli utilizzatori di SUV. La risposta media e' che un cesso di un quishquosh o una BidonX5 frenano un un quarto di una lotus exige.
E parliamo di fisica dell'800..

Se solo a me sembra strano...