lunedì, luglio 04, 2016

grillini e roma



“Abbiamo vinto”

Cosa?
La lotteria?
Il pollo gratis?

I Grillini innanzitutto stanno dimostrando di essere esattamente stronzi come qualsiasi altro partito politico, hanno dato prova di essere un partito politico e di fregarsene degli elettori.
Lo scopo principale di un primo cittadino consiste infatti nell'aumentare la qualità della vita delle persone che lo hanno scelto.
I cittadini hanno scelto un manager perché si occupi della gestione della città.

Lo hanno assunto.

Non ho mai sentito nessuno dire, una volta assunto, che aveva vinto un qualcosa. Salvo che fosse qualche posto ben descritto, in maniera razzista assai, da zalone (se un leghista dice un decimo, e' un gran figlio di, lo dice zalone fa ridere lo statale e fa venire la bile al professinista).

Il fatto che per giorni hanno continuato dire di aver vinto, aver stracciato gli avversari e altre amenità fa ben comprendere che i Grillini, come a qualsiasi altro politico scafato, interessa solamente avevi fregato.
Abbiamo VINTO, ABBIAMO incaprettato il capo stolto che SCEGLIE l'amministratore.

Un amministratore corretto ringrazierà di essere stato scelto ma non urlerebbe mai di aver vinto. Così come l'operaio non avrebbe mai urlato di aver vinto una volta passata la selezione per la Breda.

Se queste sono le prime premesse vuol dire che siamo già fregati in partenza.

La cosa divertente dei Grillini e che non capendo un casso spesso si lasciano ad andare a grandi entusiasmi e poi contagiano quelli che qualcuno definì anime miti.

Parliamo di Roma.
Avendo una certa signorina che nel suo curriculum mancanza di quello che è necessario.
Ha fatto liceo scientifico, una delle scuole che servono a meno sul pianeta terra.
Ha fatto giurisprudenza. Questo sicuramente servirà qualcosa, dopotutto deve rispondere a una serie di legislazioni ma non alla gestione di qualcosa.

I cinque stelle hanno candidato una che, pur non essendo cretina come la media del gruppo, non è idonea a fare il lavoro che dovrà svolgere. Del resto è un problema che condivide con quasi tutti i nostri amministratori

Detto questo chi ha visto le interviste alla suddetta avrà notato che di fronte a domande specifiche su quello che andrà fare ha sempre svicolato paurosamente.
Un po' come chiedere a un operaio della Fiat come monterà un bullone e quello anziché rispondere sulla questione, o chiedere quale tipo bullone stiamo ipotizzando, cominci a parlare dei colori della carrozzeria: molto buono per un avvocato, pessimo segno per un manager.
Ancora la stessa, messa alle strette, ha una gran figura di merda su una domanda che riguarda i prestiti.

Questa è la premessa della persona.
Pessima.

Ma purtroppo anche la città ha una pessima premessa: i romani.
Non mi sembra un segreto che nei posti disagiati sono le persone a creare i posti e non il viceversa.

Poi ovviamente è un po' un gatto che si morde la coda perché in un posto abitato di tante persone che creano disagio è più facile adeguarsi allo scorrere del fiume che contrastarlo.

Roma è una città mangiasoldi e che l'unico punto positivo che ha per i grullini è che durante il commissariamento il signor tronca ha massacrato in maniera plurima aggravata parecchio. Strada spianata, anche se solo parzialmente.

Ma per arrivare a questi livelli così eccezionali di ruberia vuol dire che esiste un un humus molto grande che mantiene tutto il gioco.
Quando si parla di affitti concessi a prezzi ridicoli a migliaia di persone vuole dire semplicemente ci sono migliaia di persone a cui la situazione di spreco va molto bene e che si opporranno per una messa in regola ESSENDONE I BENEFICIARI.
Migliaia di persone che “tengono famiglia” e divengono MOLTI scontenti

Avere un'amministrazione completamente inefficiente che si appoggia a centinaia, se non migliaia, di lavoratori esterni a progetto o liberi professionisti che sostanzialmente svolgono il lavoro che i nullafacenti impiegati statali non fanno a una conseguenza: sia i liberi professionisti, sia gli impiegati statali saranno contrari ad un cambiamento. E parliamo di altre migliaia di persone.
Migliaia di persone che “tengono famiglia” e divengono MOLTI scontenti

Vogliamo parlare dell'azienda pubblica dei trasporti di Roma? Un'accozzaglia di persone che lavora sì e no due ore al giorno, diserta per andare a vedere la partita e fugge appena può mettendo in grave difficoltà l'intera metropoli? Secondo voi quei dipendenti statali quanto accetteranno e quanto saranno contenti di veder incrementato del 90% del loro lavoro?
L'atac e' riuscita ad affittare un palazzo (8 milioni di euro all'anno, non noccioline) che non esiste perche' deve essere costruito.
Le COOP che fanno le pulizie per l'atac, inoltre, vengono pagate per PULIRE un palazzo che NON ESISTE.
Migliaia di persone che “tengono famiglia”, potenti COOP che hanno agganci, divengono MOLTI scontenti

Vogliamo parlare dell'azienda dei rifiuti?
Meglio di no, altrimenti dopo sembrate figli del bossi mentre urlate roma ladrona.


In realtà Roma esiste lo schifo perché sono uno schifo gli abitanti e in una maniera o nell'altra sono coinvolti in affari “furbetti” con percentuali significative della popolazione.
Sistemare le cose vuol dire inimicarsi coloro i quali ne traggono giovamento.

In pratica se i grillini davvero fossero coerenti si sono gia' inimicati un 30% della popolazione.

Ma non basta.

Per esempio mi piacerebbe sapere che fine vuole fare la spazzatura di Roma. I Grillini si sono sempre opposti sia alle discariche sia agli inceneritori al che possono succedere solo due cose:

o molto onestamente il sindaco decide che erano tutte stronzate e apre una serie di inceneritori per recuperare parte dell'energia contenuta nelle migliaia di tonnellate che produce una simile metropoli produce.
oppure,

molto banalmente,
le trasporteranno in qualche luogo in cui non hanno quel problema e la bruceranno comunque: in pratica lo faranno nascondendosi.

Vediamo le promesse grilliniche su sito di m?
  1. Il diritto alla casa
Ma come, Tronca ha appena zappatto gli affitti furbetti... e volete rimetterli.
Mi sembrano gli 80 euro di Renzi che divengono 8000.

  1. La mobilità e la manutenzione delle strade
gia', i soldi?
Se so' magnati tutto... non e' che aggiungi linee della metro a manetta GRATIS.

  1. L'emergenza rifiuti e la cura del territorio
un aumento degli inceneritori, davvero?

  1. La sicurezza
"campi che anche secondo l'Ue devono essere chiusi. E sono molti i Rom che commettono reati ma non vengono perseguiti a dovere dalle autorità giudiziarie,

Lo stesso discorso vale per il fenomeno migratorio. Le immagini di questa estate che ritraevano centinaia di rifugiati accampate per le strade di Roma, nei pressi della stazione Tiburtina, sono inaccettabili."

Davvero volete cacciare Rom ed extra? Se lo dice salvini e' traggggggico se lo dite voi vi votano, mah!

  1. Il turismo
Casso, salvini dice le stesse cose. Ma non erano protocomunisti?

  1. Le politiche sociali per le fasce più deboli
Sinceramente non si e' capito cosa dite. 
Riprova, io parlo un italiano bizzarro ma i concetti ci sono.

  1. L'ambiente (come verde pubblico e spiagge)
Leggerete anche le rivistine verdosky ma l'agricoltura in mano ad un comune non si puo' vedere. Soprattutto pensando alle perdite.

  1. L'architettura urbana dal centro alle periferie
e allora, come risolvi?
Boh.

9) La cultura
10) La trasparenza e lo stop agli sprechi
12) Nidi e scuole, più pubblico e sicurezza

Non proseguo mi sembra, un po' migliorato, il concetto del programma elettorale grillino: non sapendo cosa dire lo diciamo. Lo ricordate, vero?


Comunque andrà i Grillini potranno avere solo due strade con Roma:
essere, come hanno già dimostrato pienamente, dei politicanti che dicono una cosa e ne fanno peggio aumentando bustarelle, furbe furbetti e troiame.

Farsi odiare e mettere giu una metropoli seria.
La strada seria, imboccata da chi dice di vincere contro il popolo, la vedo MOLTO strana

Vedremo fra 2/3 anni come va ma le premesse...
Non trovate?

7 commenti:

Max De Poli ha detto...

In passato ho avuto il piacere di lavorare per un megamanager.
Di quelli veramente cazzuti, che quando ci lavori insieme capisci perchè quelli della sua risma hanno retribuzioni annue a sei zeri.

Questo ha raddrizzato le poste. LE POSTE. Un covo di lavativi, un parcheggio per figli di e amici di a cui dare uno stipendio. Ne ha fatto un'azienda ragionevolmente funzionale.

Poi è passato a una megabanca. Un mondo di diritti acquisiti, di sindacalisti feroci, di impiegatucoli semicompetenti abituati a prendere retribuzioni tre spanne sopra a qualsiasi altro CCNL, che si aspettano promozioni a pioggia per il solo merito di aver maturato una certa anzianità e premi di rendimento a tre zeri per l'ultimo dei cassieri anche in anni in cui per trovare la prima cifra diversa da zero nell'indicatore del rendimento bisogna arrivare alla quinta cifra decimale.
E' passato come uno schiacciasassi, e ha portato i numeri della banca a livelli paragonabili a quelli delle grandi banche europee.

Bene, è passato in ATAC. Neanche tutta Roma, solo un pezzettino.
Tempo sei mesi ha dichiarato di non poter lavorare in quel posto: ingerenze, omini che esigono tutele, parassiti protetti, tiratine di giacca... li ha lasciati nella broda in cui amavano sguazzare e se n'è andato.

Un megamanager che per 20 anni ha bastonato due comparti supersindacalizzati rigonfi di bimbi viziati per niente abituati a sentirsi dire "no".

Arriva 'sta ragazzetta forte dei suoi 30 mesi di esperienza come assessore e vuole raddrizzare neanche solo l'ATAC o solo l'AMA, ma tutta Roma?
Oh, se ci riesce tanto di cappello (poi la voglio come presidente del consiglio perpetuo e plenipotenziario), ma l'idea mi fa quantomeno sorridere.

Detto questo... gongolare per aver "stravinto" il porcile di Roma dopo le splendide performance del trittico Veltroni/Alemanno/Marino è un po' come gongolare per aver vinto l'amichevole di calcetto contro la selezione lungodegenti di pneumologia.

La vera vittoria dei 5 patacche alle amministrative 2016 è la tizia di Torino, ma visto che sanno benissimo che appena si voltano tre secondi quella glielo picchia in culo prima che facciano in tempo a dire bà (scusa il francesismo, non ho trovato una figura retorica altrettanto efficace), saggiamente hanno preferito non farne il proprio portabandiera, e forse è la prima volta che utilizzo l'avverbio "saggiamente" in una frase in cui il soggetto sono i grullini.

Max De Poli ha detto...

Guarda, manco a farlo apposta, è arrivato il primo intervento dell'astro nascente della politica grullina, e devo dire che è un provvedimento assolutamente sensato, ben motivato e soprattutto indubbiamente efficace:

Limite di velocità a 50 km/h in tangenziale "per contenere l'inquinamento".

Ci aveva provato anche la moratti a Milano... 70 km/h in tangenziale, giusto per dimostrare la sua assoluta inadeguatezza ed incompetenza. Per tutta risposta le era stato sonoramente riso in faccia.

Anonimo ha detto...

Scusa, Max, ma penso che tu faccia confusione fra due personaggi noti.
Di entrambi conosco abbastanza bene quanto hanno fatto alla Poste, perche' all'epoca ci lavoravo. Come umile impiegato.
Uno, chiamiamolo Corrado, ha VERAMENTE rimesso in piedi le poste. Gli effetti li vidi nell'arco di due/tre mesi! Sto parlando di organizzazione, definizione dei ruoli, definizione degli obbiettivi di business. E tutto questo ha creato addirittura una maggiore tranquillita' sul lavoro, in quanto, essendoci regole piu' certe, chi lavorava aveva meno problemi. Il successore di Corrado ha continuato a lavorare bene, ma, secondo me, con mooolta meno lucidita'.
Dopodiche' Corrado e' passato a una delle maggiori banche italiane, anzi, europee, e ha realizzato quanto hai detto.
Poi ha intrapreso una carriera politica, e' stato ministro con il governo Monti, ed e' stato pure candidato sindaco - poi ritiratosi - nelle recenti elezioni milanesi.
Ma non e' mai stato presidente Atac.

Quello che e' diventato presidente Atac e' invece il predecessore di Corrado alle Poste, poi divenuto City Manager al comune di Torino.

In definitiva: forse Corrado riuscirebbe a sistemare ATAC (ma con il suo CV puo' aspirare a ben altro). L'altra persona ha un CV sicuramente meno di successo, e - se non sbaglio - solo all'interno di strutture dello Stato.
Fred

Max De Poli ha detto...

Anonimo, non parlo del manager che per comodità chiameremo Corrado (lui personalmente non l'ho mai conosciuto... troppo in alto) ma di uno dei suoi fidatissimi plenipotenziari con cui si è accompagnato abitualmente nelle poste prima e nelle banche poi, e che sempre per comodità chiameremo Francesco.

Il dinamico duo s'è separato quando il primo è stato chiamato alle armi dal governaccio Monti (e lì purtroppo s'è bruciato, secondo il mio modestissimo e male informato punto di vista. Dico purtroppo perchè i numeri li sapeva usare, e bene pure), e il secondo è rimasto per qualche anno ancora ad imporre la sua mano pesante ma sensata ed efficace al comparto bancario.

Peccato che in ATAC di mani pesanti ma sensate ed efficaci non ne volevano proprio sentir parlare... sia mai che poi ti tocca lavorare pure quando c'è la partita dell'italia.

Anonimo ha detto...

Non pensavo ci fossero persone che perdessero tanto tempo per scrivere tante cazzate di politica....mentre fino ad adesso non si erano accorti di nulla!!

blu-flame ha detto...

anonimo delle cazzate, se ti firmi, anche con uno pseu, possiamo evitare di fare fatica.
Non e' chiaro CHI non si sarebbe accorto di nulla, di conseguenza, cosa sono le castronerie.

Alex ha detto...

Per rimettere in sesto il Comune di Roma gli Spetsnaz o i Lagunari avrebbero dovuto vincere le elezioni al posto della Raggi :-)

Sulla Appendino: da torinese mi sono stupito che abbia vinto le elezioni. Torino dal '93 era amministrata da sindaci di sinistra e gli interessi economici hanno fatto sì che nascesse un sistema clientelare causa di scelte discutibili sull'amministrazione della città (se cercate Sistema Torino avrete vari riscontri). Il vantaggio del nuovo sindaco è che apparentemente è abbastanza svincolato dal direttorio dei M5S, anche se secondo me potrebbe rischiare di essere messo all'indice (come Pizzarotti a Parma) se decidesse qualcosa non in linea con le direttive dei vertici.
Sicuramente un mese è poco per giudicare se ci sarà veramente un cambio di marcia, anche se la mossa di nominare un gay come assessore alle politiche per le famiglie (nuova etichetta pentastellata per questa carica) mi lascia quanto meno perplesso...