martedì, luglio 19, 2016

fotografie?


Spesso sembra che i telefoni possano fare foto.
Vi è da chiedersi come mai qualcuno possa dire una simile stronzata.
Addirittura sono siti che pubblicano una guida per realizzare ottime foto con il telefonino.
Una guida per fare delle foto con il telefonino?
Oppure peggio come ottenere foto uguali alle reflex se con un telefonino.
Da quando i telefonini fanno foto?

In realtà le menti deboli ascoltano quello che dice il produttore: il nostro telefonino ha un numero impressionante di megapixel, e tu maledetto stupido penserai che possano servire a qualcosa semplicemente perché non vuoi far fatica a portarsi appresso una macchina fotografica.
FATICA!

Le aziende infatti non fanno altro che esacerbare quello che il consumatore chiede.
Il consumatore chiede di non far fatica tutti i fronti esistenti e il produttore ovviamente cerca di accontentare al meglio possibile le richieste di chi comanda: il possessore dei soldi.

A forza di chiedere è diventato in per imperativo dichiarare una qualche cosa fantascientifica a proposito della webcam installata sopra i telefonini altrimenti la vendita non potrà essere effettuata.

Alla presentazione di un iPhone una delle slide spiegava che avere una iPhone era come avere una reflex.
reflex=iphone?
Da quando?
Ormai ci si è talmente assuefatti a questi fenomeni bislacchi che l'assertiva platea è rimasta composta ad ascoltare come se fosse vero anziché scoppiare in un fragoroso boato ridanciano.
La prossima cos'e'?
l'iphone 4 e' in grado di portare a spasso il cane?
l'iphone 6 puo' essere usato come bicicletta?
L'iphone 7 straccia nel TOP500.org?


Solo la dimensione dell'ottica e del sensore ma soprattutto del telefono stesso dovrebbe raccontarci qualcosa e il fatto che non sia possibile braccare con facilità questi oggetti dovrebbe portarci alla memoria tutte quelle immaginette degli anni passati e spiegavano che la foto andava presa aprendo le gambe e assumendo una posa stabile perché il minimo tremolio delle nostre mani avrebbe avuto pessime influenze sulla fotocamera.
Quindi anche se per assurdo fosse in grado di prendere delle foto non potrebbe farlo in condizioni normali.

Non parliamo poi dei video tanto strombazzati con qualità addirittura full HD. Già il sensore, come del resto succede alle action cam fa notare che i fotogrammi per secondo sono raramente più di 10 al secondo anche se poi vengono intrappolati e lo si vede bene nelle scene d'azione.
La gente s'è persino abituata così tanto che alcune emittenti televisive, per esempio sky, trasmette porcherie del genere e nessuno alza il telefono per lamentarsi.
Un video qualità professionale in full HD brucerebbe la memoria del telefonino in pochi minuti mentre invece la richiesta del consumatore parla di centinaia di ore. Come possono starci 50 GB necessari per un'ora di alta definizione su di un telefono è un mistero che mi affascina.

Se poi aggiungiamo il macigno dell'uso improprio costante della parola professionale anche riferito alla registrazione video dovremmo ricordare che la videocassetta PRO degli anni 90 macina 300 Mb per secondo. Numeri assolutamente fuori scala per un misero e schifido telefonino. Vogliamo confrontare un ciao 50cc con un GT3?

Perché è sempre tutto perfetto, professionale, in alta qualità, paragonabile a una reflex 35mm.
paragonabile a una reflex 35mm!
Il perché non lo  paragonino ad una medio formato tipo una Pentax 645 è banalmente perché le macchine di qualità non sono sconosciute al grande pubblico altrimenti nella prossima diapositiva della presentazione per ottenebrati potrebbero raccontarvi paragoni ancora interessanti come la  sostituzione da parte di un telefonino di:
microscopi ad effetto tunnel,
telescopi (radome compreso),
macchinari per i raggi X,
lettori di DVD
e quella petecchia inutile di Aercibo (un tablet e' meglio!).

Al grillino di turno ovviamente sembra tutto vero e chiede sempre novità e ovviamente i marchi in ascesa cercano di spararla ancora più grossa.

“vogliamo un numero piu' grande!”
“ vogliamo una fotocamera piu' figa!”
la richiesta avviene anche perché il telefonino in questo momento possiede la persona di turno generalmente offre un'immagine alquanto scarsa, soprattutto quando si va a a stampare o a guardare su un monitor serio.
Le foto promesse con il nuovo modello sono quelle che ci si aspetta dopo questo pompaggio  mediatico. Niente promessa niente vendita.


Per questo quando si tratta di scegliere un telefono nuovo inevitabilmente fra idioti e sui siti si finisce a parlare di fotocamera: megapixel, luminosità, effetti speciali.
Tutta roba che per una BUONA foto e' solo d'impedimento. Servirebbe risoluzione, basso rumore, attenzione ai flare ecc...
La qualità delle immagini catturate con i telefoni oggettivamente e' sempre più alta MA a far la differenza, per il peones,  sono facilità d’uso e proprio le funzioni aggiuntive di grande impedimento al'utilizzatore medio.

Ma guardiamo le nuove caratteristica di huawei.

La funzione Low Light, che altro non e' che l'antica possibilita di abbassare la velocita' di scatto, qua chiamata in maniera supermega e non del tutto chiara (cosi' non si capisce che e' la stessa di una cosina anni 80, una fed degli anni 50 o un'otturatore inizio secolo), e' possibile ottenere foto ancora piu' mosse.
L'attacco per il cavalletto e'  difatti assente.

Anziche parlare di banali secondi ecco i termini per gli amanti del 4K (aka idioti) la NUOVA nomenclatura:
Scie Luminose Urbane,
Acqua Effetto Seta,
Graffiti Luminosi
Scie Stellari.

Alabarda spaziale  non e' ancora contemplato.


Oggi i cino coreani rappresentano la quasi totalità dei telefonini venduti al mondo e nessuno si meraviglia più se anziché un Ericsson, un Nokia o Motorola uno estrae dalla tasca una iPhone o, molto piu' strano, un ZTE, uno huwaei, un samsung o un oppo. Anzi è moda fare interminabili menate sul fatto che un coreano o cinese qualsiasi sia straordinariamente meglio dell'universo e oltre.

Alcune di questi marchi sono già presi pienamente il rispetto dell'utente poco scafato come è avvenuto per Samsung ma altri marchi simili non hanno ancora avuto riconoscimento da parte del popolino. In qualche caso, xiaomi, si è tentato di fare un'operazione qualità mettendo cavalli nel cofano e giocando sull'esclusiva. Altri stanno giocando sul prezzo.

Huawei sta passando da leadership di prezzo/prestazioni ad acquisire la fascia di mercato più ricca che ha bisogno di una giustificazione “intellettuale”.

Così sebbene sia un prodotto sia ben finito manca l'allure del “il mio telefonino è più bello di tutti i vostri anche se io pagato una barca”.
Perché è uno spenda una montagna di danaro è necessaria una giustificazione abbastanza forte perché l'utente possa pensare, e dire, all'amico Giorgio che il proprio telefonino è più figo del suo.

COME SI FA UNA FOTO CON IL CELLULARE CHE SEMBRI FATTA DA UNA REFLEX.
Guida per fare una bella foto con un cellulare tritando i soldi con un braun multipratic uk21.
Bella, almeno fino al 10x8





Guardiamo la prima foto che è finita per pubblicizzare questo Cinafonino.
Fa parte di una campagna pubblicitaria mondiale del costo più o meno necessario per azzerare la fame nel mondo che cerca di sottolineare che il telefonino in questione sia in grado di cogliere delle foto che se che nessun altro in grado di fare.
Come al solito il telefonino in ripresa è mostrato  preso con due dita per parte, altrimenti ci sarebbero dei problemi, e questo causerà un effetto mosso mostruoso. Quindi e' una palla mostruosa alla griglia di partenza. Non puoi impugnarlo cosi'!

La tipa in questione nonostante la posa durerà almeno 30 secondi è assolutamente immobile così come la scalinata. Le colonne sono perfettamente illuminate e manca persino il fantasma del tizio che ha creato le fiamme.

 
In pratica non è possibile ottenere quella foto in condizioni “normali”.
Com'è stata ottenuta?
Ammettiamo, perché siamo molto, molto, molto buoni che possa essere effettivamente stata ripresa dal sensore del trabiccolo.

Innanzitutto è stato necessario utilizzare una squadra di professionisti in grado di fare una figura così complessa nell'arco di pochi secondi e non sia stata creata in precedenza e poi adagiata sulla modella con gimp.

Dal tipo di illuminazione ci sono almeno 6, forse 10 torce flash per l'illuminazione che sono state in qualche modo sincronizzate con il telefonino mancando quest'ultimo nella presa necessaria.

In pratica o è stato usato un hardware non disponibile, quindi non replicabile dall'utente, oppure durante l'apertura di molti secondi avevano disposizione una persona solo per fare da sincrono flash.
(cosa fai di mestiere? faccio il sincro flash per cinafonini!)

La modella probabilmente appoggia a una struttura in maniera che non si muova. Quindi sembra che stia scendendo la scalinata ma è assolutamente immobile. Ha una scopa infilata nell...

Il telefono è stato incollato con nastro adesivo o colla  ad un supporto che è stato poi attaccato a un cavalletto robusto di quelli da 15 chili altrimenti anche lo sfioramento necessario per far partire lo scatto si sarebbe notato nell'immagine. Oddio, con una posa sufficientemente lunga avrebbero potuto usare il vecchio sistema che s'usava all'inizio secolo che si chiama  mettere davanti un cappello: sarebbe alquanto ridicolo.

In pratica per fare una foto fattibile con una fotocamera da 50 euro e un flash da 40E tenuto da un amico a poca distanza è stato necessario mobilitare circa 10 persone e un costo di attrezzatura intorno ai 50.000 euro.
Se poi si aggiunge il fatto che per ottenere una cosa così perfetta sono stati fatti diversi tentativi e spesati tutti fra noleggio attrezzatura e persone parliamo di uno scatto che non vale meno di 10.000 euro.
In pratica è uno scatto impossibile ne più ne meno di quando vediamo Avatar al cinema e vogliamo replicarlo usando due amici e un ipad.


La seconda foto fa parte della stessa campagna che cerca di sottolineare quanto funzioni bene questo bidone con condizioni di luce molto scarse.







Anche questo caso abbiamo una super gnocca che sembra scendere le scale. Ma e' ferma.

Possiede le bellissime ali di fuoco che possono essere realizzate in pochi secondi se abbiamo a disposizione una truppa che ci prova 1.000  volte insieme a noi.
Anche in questo caso l'esposizione comunque è ben oltre il secondo condannando il telefonino a una foto usa e getta perché dopo essere così violentato, per essere incollato da qualche parte, sicuramente non sarà certo comodo come telefono.
Anzi vista l'angolazione e' probabile che sia collegato un pc come monitor, da quell'angolazione e' difficile fare un'inquadratura buona senza un mirino.

Anche in questo caso abbiamo una quantità di luce devastante.
Sembra notte solo perché  hanno abbassato in post il livello del nero che infatti non presenta il classico rumore di fondo tipico delle riprese fatte con i telefonini.
Ma non dovevano pubblicizzare il fatto che funzionava al buio?
Qui esiste la stessa luce che c'è in una giornata di sole!

Il fatto che ci sia la quantità di luce devastante lo capite bene solo dal fatto che le colonne sono perfettamente illuminate ma se guardate in basso vedrete l'ombra del tizio che ha creato la rispettiva alla di fuoco.
Al momento dello scatto delle decine di flash i due creatori delle fiamme sono fuori campo ma sono all'interno del cono di luce di qualche torcia (blam!) che ha appena scattato.

Il problema infatti di questi sensori non è solo che sono praticamente orbi m hanno anche un problema di dinamica.
(Ricordo ha i non esperti che la dinamica è il segnale più forte e più di voler che sono contemporaneamente registrabili.)

Una così forte luminosità data dal fuoco avrebbe praticamente accecato il sensore che avrebbe registrato un fotogramma nero e due zone sostanzialmente bianche.
Invece in questo fotogramma vediamo perfettamente definita la parte molto luminosa e incredibilmente la parte che dovrebbe essere nera e' ancora leggibile in maniera perfetta.

Esiste solo una spiegazione: che la quantità di luce che era presente sul set era forte almeno quanto le ali di fuoco.

Per ottenere questo risultato occorrono dei flash professionali, chiamati torce, che con delle lampade enormi sono in grado di rischiarare a giorno.

In pratica se avete presente quel giocattoli che vendono le Marche di reflex se da innestare sulla macchina sappiate che ognuna di quelle può essere anche 20 volte più potente.

Aggiungete il fatto che qui ce ne sono almeno sei o sette e ognuna è stata mascherata perché illumini perfettamente solo una zona per dare l'illusione che non ci siano.  Avete scoperto l'arcano.

Un'immagine di questo tipo solo per disporre i flash in maniera corretta e stendere cavi necessari può andar via tranquillamente una mezza giornata.
Aggiungiamo a questa cosa così simpatica che il nostro sfigato telefonino non possiede la presa per attaccarci un un flash. Non possedendo flash i telefonini non possono neanche essere sincronizzati come si poteva fare su una piccola compatta da 50E attraverso la fotocellula slave.

Il nero è perfettamente compatto, segno di un ritocco.

Aggiungiamo questo il fatto che il nostro telefonino di merda non ha diaframma. Sembra una sciocchezzuola però se abbiamo un'esposizione di diversi secondi e abbiamo Una quantità di luce degna di una giornata di sole qualcosa di impossibile è capitato.
Infatti visto che il sensore talmente piccolo che una chiusura diaframma piu'  piccola di F2.8 da luogo a centriche mostruose, persino più grandi della bassa qualità registrata, su di un telefonino è impossibile avere un diaframma, figuriamoci f 600.
L'unico modo per avere la gestione dell'illuminazione è aumentare la velocità di otturazione, ma qui abbiamo già visto che non possiamo farlo, oppure diminuire la sensibilità.
Per una serie di ragioni i sensori raramente scendono sotto 100 Iso. Sensori da 2 o 3 iso....
Maddaiii

Per questo motivo ci saranno fissati, insieme a tutto il resto della colla, almeno 5 o 6 filtri ND. Salvo che usiate quelli che si usano per l'osservazione diretta del sole che però solitamente non sono otticamente neutri generalmente un filtro ND è di pochi stop.

Ricapitolando:
per ottenere un risultato da macchina fotografica, o meglio: che gli assomiglia in qualche maniera,È necessario snaturare l'oggetto fissando un cavalletto da 15 chili sopra un affare da pochi grammi, utilizzare uno schiavo per far partire il flash quando ci riesce, imbrattare con altro adesivo e dei filtri neutri, chiamare una squadra pressoché infinita di professionisti impegnandoli duramente per una giornata o due per ottenere un risultato tutto sommato modesto.

Forse era meglio usare una macchina fotografica.

Mi ricorda tanto un amico che dopo aver comprato una Renault quattro gli aveva messo le gomme della cinque turbo, aveva abbassato le molle, cambiato (messo?)le barre antirollio, aggiunto persino un turbocompressore, messo i sedili veri (la R4 ha le panche), rifatto la testa, rifatto il cambio, verniciata, messa la moquette all'interno e cambiato il tappo della rifornimento. Spesa complessiva superiore alla golf GTI che sognava tanto.


Anche in questo caso abbiamo una foto che non è tecnicamente fattibile da un telefonino, salvo che consideriamo un telefonino quello che è divenuto un componente della macchina fotografica usa e getta.

In pratica grazie queste illusioni qualcuno può pensare che i telefonini facciano delle fotografie, un po' come dire che se io attacco il mio ciao 50 ad un Ferrari questo fila come un'automobile.

In entrambi i casi, il ciao e il telefonino, comunque produrranno risultati modesti vuoi come ambito di risoluzione o quando devo fare la prima curva.


Perché una cosa è portare alle estreme conseguenze un piccolo sensore di dimensioni stolte con  un eccesso di pixel alttraverso tutta una serie di trucchi del mestiere è un'altra cosa è come effettivamente può riprendere quel telefonino nelle condizioni che sono suggerite in pubblicità: in mano ad una persona che sta guardando uno spettacolo del genere.

Comunque se volete vedere la differenza che c'è tra barare grassamente e una foto di un telefono molto simile, della stessa marca e serie, ecco come va: na meeerda.






12 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao. Ti leggo spesso con piacere.
Mi incuriosisce molto il modo che hai di scrivere in italiano. Mai fatta una valutazione per disortografia?
Ciao

Luca

blu-flame ha detto...

interessante.
non penso di essere disortgrafico nell'accezione wiki, non sapevo esistere tale disturbo.
pero' in effetti la trasformazione del linguaggio parlato in linguaggio scritto, che ha regole diverse e modi non simili, mi e' difficoltosa.
Poi "aiutato" dal ricognitore vocale che scambia suoni simili e, ovviamente, non fa passare consapevolmente da una forma all'altra puo' fare effettivamente pensare che sia tarato in tal senso.
Penso di avere 2 o 3 disturbi in forma molto lieve ma forse non questo.
:-)

la parte piu' rilevante la gioca la sQuola, le maestre delle elementari. Non parlando ita ma un pesante accento del sud (capisci: spesso incomprensibile ad uno del nord) inadatte all'insegnamento. In casa si e' sempre parlato italiano senza accenti, solo un po' di intercalare la nonna.
Cosi' sparo virgole a caso dopo essere stato punito duramente per aver osato dire FRIGIDAIRE che oltretutto non e' neppure lombardo ma americano.

Danylo ha detto...

Alla presentazione di un iPhone una delle slide spiegava che avere una iPhone era come avere una reflex.
reflex=iphone?
Da quando?


Intendevano dire che l'iphone costa quanto una reflex, non che faccia foto uguali.

Danylo ha detto...

Mi pare ti sia sfuggita una notizia. Alcune foto erano state scattate con una Canon 5D Mark III. Risultava dagli EXIF e Huawei stessa, alla fine, lo ha ammesso.

Aggiungo a tutte le tue considerazione che finche' faranno smartphone con ottiche
senza copriobbiettivo, possono mettere lenti leica o zeiss, ma si riempiranno sempre di sporcizia e polvere. Alla faccia della qualita'. Costa cosi' tanto uno sportellino?

OlatusRooc ha detto...

E nonostante tutti i sensori e le pubblicità delle foto la batteria non dura un ##### sui telefoni di oggi. Una batteria che dura a lungo, quella mi farebbe comprare un telefono anche da 1000€.

Max De Poli ha detto...

E nonostante tutti i sensori e le pubblicità delle foto la batteria non dura un ##### sui telefoni di oggi.

Per forza. Processori multicore a millemila milioni di megaérz, schermi grossi come tovaglie e luminosi come fanali nautici accesi per una quantità di tempo imbarazzante, radio praticamente sempre in trasmissione per mantenere la connessione dati, il tutto in non più di 8.3 mm di spessore perchè senò non èffigo.

Volere tutta questa roba e pretendere anche che la batteria (che non deve pesare più di 40 grammi) cacci 18 Ah è un po' come volere una Lamborghini che però sia facile da guidare, abbia il bagagliaio grosso e consumi poco.

OlatusRooc ha detto...

"Volere tutta questa roba e pretendere anche che la batteria (che non deve pesare più di 40 grammi) cacci 18 Ah è un po' come volere una Lamborghini che però sia facile da guidare, abbia il bagagliaio grosso e consumi poco."

Ma il problema è che questa roba non la voglio: non mi interessa granchè la fotocamera, non mi interessa un processore veloce, non mi interessa neppure lo schermo grande (anzi, lo volgio piccolo per non ingombrare).

Le uniche cose che mi interessano sono: la tastiera qwerty per scrivere, la possibilità di mandare/ricevere email, un'autonomia di almeno quattro giorni.

Cose che non trovo più in nessun telefono da quando ho venduto il mio blackberry in un momento di entusiasmo per i Lumia (che non sono male, per carità...)

Anonimo ha detto...

Anche io mi chiamo Luca e ho lo stesso appunto da farti sul modo in cui scrivi i post, anche se mi è sembrato di capire solo adesso che fai una dettatura vocale.
Per appassionati come me sei davvero una figura curiosa, perchè sembri avere una sapienza infinita su svariati campi della tecnologia. Ma ti dico col cuore in mano, cura di più la leggibilità dei post e la loro lunghezza!!! Risulta davvero impossibile starti dietro :-D

saluti

Luca Lissona ha detto...

Ciao Blue! Ti leggo sempre appassionante ed oggi essendo allettato per influenza ne approfitto per commentare questo articolo che lessi ormai alcune settimane fa.

Ho consigliato Huwei a molte persone che si sono trovate completamente soddisfatte.

Il caso più eclatante è sicuramente quello di mia madre (ultra 70enne ) che dal telefono a disco si è ritrovata ad usare whatsapp per vedere le foto dei nipotini, navigare con Google Maps e interrogare il motore di ricerca per ogni dubbio.

Nonostante questo però non mi è mai sfiorata l'idea che le foto usate per la pubblicità fossero state effettivamente scattate col telefono.

Queste foto chiaramente scattate con apparecchiature professionali cercano semplicemente di dare un'idea al grande pubblico di cosa si è tentato di migliorare in questo apparecchio.

Non mi intendo di foto ma capisco che hanno migliorato il bilanciamento tra buio e luce (vedi le ali infuocate nella stanza buia)

Il problema è che la gente prende per verità assoluta tutto quello che dice la pubblicità.

In realtà si vuole più che altro trasmettere una sensazione o una tendenza di quello che può più o meno fare l'apparecchio.

Ciao
Luca

Luca Lissona ha detto...

P.S.
Comunque anche un brontolone come te dovrebbe ammettere che alcuni passi avanti la tecnologia li ha fatti.

Meglio una foto scattata con un' apparecchio così (che puoi tenere sempre in tasca) o le foto scattate con le prime macchine fotografiche (treppiede, flash in mano, pose di 10 secondi e processo di sviluppo)?

Per te dovremmo avere ancora tutti le Tv CRT perché si vede meglio l'immagine! :-D :-D :-D

blu-flame ha detto...

si è ritrovata ad usare whatsapp, condannando il futuro dei nipoti

Meglio una foto scattata con un' apparecchio così...
Grazie, sai fra 150 anni e il culmine delle compatte sai che non e' un paragone...

non mi è mai sfiorata l'idea che le foto usate per la pubblicità fossero state effettivamente scattate col telefono

Scusa ma e' detto esplicitamente che sia cosi'. Tanto che ho dato per scontato, nonostante vari leak che dicono che e' stata usata una nikon, che siano fatte con un cello e come fare per ottenerle.

la gente prende per verità assoluta tutto quello che dice la pubblicità
Forse perche da per scontato che fino a qualche anno fa era cosi'.
Nessuna philips ha mai detto di avere tv da 1650W anche se erano piu' potenti di un impianto enorme samsugo.
Nessuna telefunken diceva di avere 1 pixel piu' del concorrente ma aveva un rivestimento al nicasil (costosissimo) ed era al nicasil.

Per il momento nessuna auto dice di essere turbo e poi scopri che non e' montato.
Ma gia' iniziano a far vedere suv che fanno cose che non possono fare.

ma oggi non esiste rete o protezione...

blu-flame ha detto...

https://www.behance.net/gallery/27029211/Huawei-P8-KV-Fire-Dancer