mercoledì, aprile 27, 2016

TV story 1930


1930



Nel 1930 il televisore e' gia' fabbricato industrialmente e destinato ad un pubblico di massa.
Il parlare di massa ovviamente  e' relativo, all'epoca un ricevitore radiofonico costava delle cifre ingenti e per far funzionare questo oggetto occorrevano due ricevitori.

Era d'uso infatti trasmettere la parte audio e la parte video su due canali radiofonici dopodiché la parte video veniva inserita in quello che era il visualizzatore dove accendendo una lampada al neon (come i plasma!), perche' è molto veloce, avrebbe permesso al disco di scansione di pitturare il piccolo riquadro che era la zona di visione.

In questo periodo ci furono diversi standard per la trasmissione che era iniziata su cavo e ovviamente tutti fra loro incompatibili.

Si usava generalmente un formato 3:7 (21:9! pronto per il formato cinema!... ma in verticale) scansione verticale progressiva (come gli LCD).

Poi studiando capirono che la fruizione migliore di un'immagine erano i 3:2/4:3. e cosi' e rimasta fino ad oggi. (i 16:9 sono un'incidente)

2 commenti:

Ficusretusa ha detto...

WOW! A quanto ho trovato, la tv elettromeccaninca della foto era prodotta in Italia.

Manuel ha detto...

Bellissima questa serie di post, grazie!