lunedì, maggio 20, 2013

mi girano le mappe!



Ultimamente ho usato diversi GPS con plotter stradale integrato.

La cosa strana e' che tutti hanno un grosso e deprecabile difetto: la mappa ruota a casaccio.

Alcuni di questi addirittura non e' possibile mettere opzionalmente la mappa come la Divinita comanda: nord in alto!
E' tremendo che la mappa ruoti!!!
Quando stai guidando qualsiasi roba si muove attira l'attenzione: la mappa rotante distrae il guidatore aumentando gli incidenti!
Se devi leggere qualcosa aumenta il tempo di lettura poiche' con l'occhio devi inseguire  l'informazione:la mappa rotante distrae il guidatore aumentando gli incidenti!
Inoltre a me la visione di tale roba causa la nausea: aumenta gli incidenti!
Seguire una strada sul display per vedere l'interconnessione mentre ruota ci si mette attenzione e tempo.
Se la strada indicata dal plotter non si puo' seguire poiche' ci sono dei lavori in corso e si cerca di usare la mappa rotante per aggirare l'ostacolo ci si puo' solo perdere quando con la mappa normale e' un gioco da ragazzi.

Quali potrebbero essere per un cliente i vantaggi della mappa rotante?
Nessuno

Per un azienda produttrice?
In posti dove il latino voleva essere introdotto anche nelle scuole non umanistiche e ridicolmente fino al 2012 era insegnato nello scientifico (scientifico de che?) ma dove nessuno insegna ad usare una cartina, un righello, un computer o un'auto e' un argomento di vendita.
Al peones che adora morire sembra una grossa facilitazione vedere la strada davanti a se!
A quel punto e' meglio una rappresentazione schematica della via seguire con l'indicazione della via da prendere che uno schermo pieno di robaccia che puo' solo confondere,no?
Io metterei una legge per la quale non si possano vendere GPS con plotter integrato che non mostrino la cartina con il nord dove deve stare come impostazioni standard.

Se poi uno e' cosi' furbo da volere la cartina rotante, il juke e la morosa che se la spassa con un'altro e' libero di impostarlo con il giramento perche' si perda nella brughiera cosi' che la morosa e' contenta di avere piu' tempo per la sua tresca e finendo nel fosso si migliora il juke.

Una strategia Winwinwin!

8 commenti:

Andrea C. ha detto...

A molti, non tutti sprovveduti, piace proprio la mappa rotante.

L'insegnamento dell'uso della cartina non sarà mai obbligatorio e neanche la logica elementare.

Le tre dimensioni sono accattivanti da vedere, ma dopo anni sono giunto a mettere il nord in alto.
Per fortuna il mio Garmin può essere impostato anche con lo schermo verticale, altrimenti mi trovavo con "troppa mappa" ad est e ovest, due centimentri a nord e pochi millimetri a sud.

Anonimo ha detto...

premetto che mi trovo benissimo con la mappa che ruota, non mi distrae per nulla, anche perchè la guardo di rado, praticamnete solo quando le indicazioni vocali non sono chiare e quindi basta un colpo d'occhio per vedere in che direzioone devo andare, perchè purtroppo mi risulta più difficile rimanere costantemente aggiornato sulla posizione del nord mentre so sempre distinguere destra e sinistra... detto questo, google maps può essere impostato per avere il nord in alto, ed è gratis.
p.s. io solitamente per consultare una mappa mi fermo e questo non causa incidenti, e da fermo la mappa non ruota... degustibus... effettivamente mi rendo conto che non siamo tutti uguali, e quello che può sembrare l'opzione migliore per un programmatore può non essere la migliore per un cliente, è bello avere opzioni ma sembra che oggi sia più comodo ridurre i costi e offrire solo una una cosa, tanto i clienti si adattano

Vale ha detto...

Quali potrebbero essere per un cliente i vantaggi della mappa rotante?
per una come me, alias il genere di persona per cui hanno inventato i gps, è una manna! Se io arrivo dal basso e devo girare a destra, che la mappa (orientata verso il Nord) mostri me che arrivo da sinistra e devo girare in alto causa solo confusione.
Benedette le mappe che ruotano! Anche nei videogiochi: se la mappa piccola sempre presente in alto non ruota con me, installo una mod!
Detto questo (e ribadito che la Puke è l'auto più brutta mai costruita), penso che ognuno abbia il diritto di impostare le preferenze del gps come vuole, senza sentirsi dare dell'idiota o del cornuto ;-)
Vale

Anonimo ha detto...

Direi che la mappa rotante serve in modo che , ruotando noi che abbiamo il gps, ci troviamo sempre con la direzione in cui andiamo nella stessa posizione (esempio in altro).Questo comporta che le indicazioni "a estra" e "a sinistra" o "avanti/indietro", riferite al nosto moto, siano coerenti con quello che vediamo sul display. I navigatori non dicono infatti "vai a est" o "vai ad ovest". Poi il navigatore dovrebbe a mio parere lasciare scegliere l'opzione "nord in alto" oppure "direzione del moto in alto" (ossia mappa ruotante) come accade con i gps da trekking (che sono quelli che uso io)

blu-flame ha detto...

Per chi vuole la mappa rotante e' forse piu' utile come faceva blaupunkt un ENORME disegno dello svincolo.

La mappa serve solo se vogliamo capire dove siamo. Se una strada e' interrotta per navigarci attorno non e' semplicemetne possibile con quelle rotanti e anche la loro consultazione e' piu' lunga invece del colpo d'occhio.

E' il motivo per il quale i plotter nautici e da trekking, dove non sempre (quasi mai) la rotta o il percorso e' esattamente quello previsto, non ruotano mai la mappa, quelli nautici neppure per opzione e quelli seri da trek pure. Non sia mai che non vedano il Giglio a fianco a loro...

E' ancora lo stesso motivo per il quale dopo l'abbuffata dei digit tutti gli orologi elettronici sono tornati ad avere le lancette e la stessa cosa e' successa ai cruscotti delle auto.

facilita'.

Certo che se uno pensa SOLO agli incroci e il plotter non ha problemi, non ci sono strade chiuse, code, voglia di fare una strada diversa (il GPS e' fantastico nello scovarle!) e si vuole SOLO percorrere pochi incroci come gia visto esiste una soluzione piu' chiara datata 1989.

"Gira alla seconda partendo da dx" con un disegno grande tutto il display.

Detto questo ricordiamoci che per fare la mappa rotante il consumo e' salito del 1000%. Con un vecchio garmin in BN 4 pile a stilo 4.8V 2.5Ah durano tranquillamente 34 ore in navigazione con un procio 386sx 12MHz che sulla carta e' efficiente come il due di picche.
Grazie alla mappa rotante il mio navigatore cinesin ha, pur essendo meno preciso, con 1.5Ah 3.7V un procio ARM RISC figoserrimo da 600Mhz 2.5h.
La differenza di disegnare lo schermo 1 volta al secondo o 20.
con questo HW potrebbe durare almeno 100ore.

Luca Lissona ha detto...

Ciao seguo con molto interesse il tuo blog.
Sono un ex possessore di vari Blaupunkt E dove lo svincolo era a pittogrammi e
anche io odio la mappa rotante ma per confortarti ti comunico la mia "scoperta":
nei moderni navigatori (anche sui telefoni)la mappa e' collegata con la bussola.
Questo vuol dire che "tappando" sulla bussola puoi switchare tra la modalita' rotante e non.
Prova e fammi sapere :)

Piervittorio ha detto...

caro blu-flame, per quanto sia soggettivamente d'accordo con te, in realtà devo contraddirti: mentre la cartografia nautica (cartacea) nasce per essere letta "north up" in quanto le navi utilizzavano la bussola come strumento di navigazione, i primi sistemi di navigazione aeronavali dotati di video erano i radar, i quali mostrano "la strada" (in realtà gli ostacoli e la linea costiera) in modalità "head up" (o "face up").
La successiva evoluzione in ambito aeronautico e navale, il chartplotter, prevedeva solo la funzione visualizzazione "north up" a causa della cartografia raster, ma si è poi evoluta consentendo la visualizzazione in entrambe le modalità con l'avvento della cartografica vettorializzata (quella in uso anche sui GPS da auto) e soprattutto con la funzione "chart overlay" che consente la sovrapposizione del radar alla carta (che è l'attuale sistema di navigazione utilizzato in ambito professionale).
E, spiace dirlo, ma tali sistemi di navigazione aeronavali funzionano in modalità "face up" (ovvero la cartografia "ruota" per rimanere in linea con la direzione, così da poter sovrapporre correttamente alla cartografia il radar).

Tutto ciò premesso, confermo che quando non sono costretto ad utilizzare il chartplotter in modalità "chart overlay" con il radar e l'AIS (tipicamente in condimeteo difficili o di notte), preferisco di gran lunga l'orientamento "north up", e questo vale ancor più in macchina ove i display sono minuscoli (e non certo da 12 o 15 pollici) ed i tempi di reazione devono essere rapidissimi (e conseguentemente rapidissimi i tempi di lettura).
Ma se non hai una "alfabetizzazione" sufficiente per leggere intuitivamente e correttamente una mappa come deve essere letta, è purtroppo chiaro che la confusissima ed isterica modalità "face up" può apparire più immediata.

blu-flame ha detto...

Piervittorio sfondi porte aperte.
Io non ho mai avuto un radar cosi' figo, addirittura lo shooner che ho portato piu' volte nottetempo ha il radar in quadrato e il plotter in plancia. Essendo un 22 metri capisci che e' un bel pezzo di strada :-)

E alla fine mi dai ragione: Solo un ignorante preferisce il face up.