sabato, giugno 05, 2010

USB 1 Universal Stupid Bus


Uno dei casi più esemplari nei quali la gente è andata esattamente a scegliere un qualcosa spinta dal volere dei giornali bustarella spinti dalle aziende di turno è stato lo sfortunato cavo USB. Nonostante fosse abbastanza gracile di costituzione il successo gli è giunto anche per la stupidità dei consumatori.

Vediamo un po'la storia del connettore degli sfigati.

Universal Serial Bus o piu' esattamente Universal Stupid Bus o anche detto siamo Universalmente Sfigatoni e Burini è uno standard di comunicazione seriale che consente di collegare diverse periferiche ad un computer.
Si noti l'affermazione "ad un computer"
Lo standard 1.0 dell'USB supporta collegamenti a 1,5 Mbit/s, velocità adeguata per mouse e tastiere, doveva rimpiazzare il caos delle periferiche contrapponeva il mondo WIntel al più desiderato Apple.
In quegli anni infatti i computer della casa della mela potevano connettere alcune periferiche in maniera molto elegante: la tastiera si commetteva al computer ed il mouse con un corto cavo alla tastiera stessa. Apple Desktop Bus permetteva ai computer di diverse marche (anche SUN, NeXT... roba seria) di non avere quei lunghi cavi che percorrevano le scrivanie e in alcuni casi la tastiera era collegata al monitor facendo praticamente sparire il 90% dei fili.
Ma nel 1997 la montagna, Intel, partorì un topolino. Non solo lo standard nasceva con una velocità inferiore a quella che Apple utilizzava ormai da 10 anni ma non era pensabile utilizzare tastiera e mouse in quella maniera. Poche sono ad oggi le tastiere USB in grado di fare da hub.
Ancora oggi USB non ha ancora totalmente rimpiazzato il connettore PS/2 della tastiera, molti costruttori preferiscono mantenerlo per consentire agli utenti di poter utilizzare le tastiere PS/2 in quanto lo standard USB non viene ancora oggi correttamente gestito dai computer. Alcune tastiere con alcuni PC non danno, ad esempio, la possibilità di gestire il bios. In pratica questa connessione non è neppure riuscita nello scopo principale della sua vita.

Finalmente nel 1999 la versione 1.1 aggiunge la modalità full speed, che innalza la velocità a 12 Mbit/s raggiungendo così la velocità che aveva un Apple III. Un grande successo raggiungere una velocità considerata normale 12 anni prima.
A questo punto per poter spingere lo standard scoppiazzone, talmente tanto copione che il simbolo che lo identifica è molto simile a quello del Apple Desktop Bus, le aziende che fanno parte del consorzio cominciarono a spingerlo in tutte le maniere possibili cercando di ottenere una base di installato che permettesse poi grandi rivendicazioni.
L'impresa riesce nonostante la scarsità dell'hardware.
Nel frattempo dal momento che ormai tutti i computer hanno l'obbligo di montare quest'abominio cominciano a proliferare periferiche dotate di questa connessione: non solo mouse, tastiere e trackball ma anche stampanti e scanner.
Molte riviste raccontano della grande velocità di stampa ottenuta attraverso questa interfaccia rispetto alla classica parallela. Peccato che la parallela non solo viaggia già dal 1981 a questa velocità, ma ancora oggi è consigliabile utilizzare la parallela poiché all'interno del mondo WIntel utilizzando la vecchia connessione ci sono molti, molti meno problemi.
Ma non e' finita, purtroppo.

Nessun commento: