giovedì, ottobre 30, 2008

La storia strana del razzismo



In questi giorni si sta facendo molto caos intorno alla storia del razzismo: un po' di gente che forse per casualità era scura di pelle è stata ammazzata o "semplicemente" picchiata.

Come per dire che non capita agli Italiani.

Nel contempo, storia vecchia, è stato detto che i poliziotti sono cattivi. Anche quando vanno in ospedale. Anche quando non e' accertato nulla.

Piantiamola di dire che gli extra non han diritti!
Se sono irregolari sono in paradiso.

Mi sembra tanto quando durante una collisione tra una motovedetta e un gommone dei trafficanti di uomini nel canale d'Otranto alcuni fra poliziotti ed extracomunitari morirono. Intere pagine, foto, reportage e visite di cariche dello Stato sul luogo del delitto per santificare quei poveri negri, che incidentalmente era probabile fossero chiari di pelle come noi visto che non arrivavano dal centrafrica, e non una parola sul fatto che alcuni cittadini italiani durante il compito dato dallo Stato ci avevano lasciato le penne.

Come al solito la realtà è molto complessa e la violenza, anche se con condivisibile, puo' nascere in maniera ovvia da stimoli multipli: le teste calde pronte ad infiammarsi ci son sempre state.
nel mondo reale assistiamo ad una cosa molto divertente: gli extracomunitari hanno dei diritti notevolmente superiori agli indigeni.
Sono praticamente immuni, impunibili e intoccabili: altro che politici&c
Questo costituisce più di un malumore.

Faccio esempi concreti:

Nella città dove abito le tasse si pagano. Se un negoziante non produce il regolare scontrino fiscale, anche quando vende pochi centesimi di nastro adesivo alla nipote, viene punito gravemente.
Spesso i vigili si assiepano davanti ai negozi per controllare le misure delle insegne siano esattamente al centimetro ciò che è stato dichiarato. Quelli dell'annonaria strisciano per terra nei negozi alla ricerca del metro quadro mancante che potrebbe far saltare da una categoria all'altra la superficie del negozio. Quando ben l'hanno trovato, un "errore" di 3 m² su 600 (i muri son storti, no?), le martellate sono state sangue.
Ho visto persino contestare il come era scritto un cartello che definiva uno sconto: immediata la contravvenzione assai salata, uno stipendio medio. (NB nella GDO i cartelli son sbagliati...)
In questa situazione arriva il primo intoccabile di turno, si pianta davanti alla vetrina di cui si paga la tassa, nell'area che è stata richiesta per metterci un piccolo espositore per i cataloghi (richiesta negata, ovviamente), dove si è pulito 2 h prima perché la nettezza urbana non è proprio netta, il venditore extracomunitario tranquillo mette il suo lenzuolo e le sue carabattole vendendole impunemente senza nessun tipo di tassa, certificato, registratore fiscale, costosa complicazione e in offesa a 200 leggi in un colpo solo si mette a vendere le sue carabattole.
E' piu' impunito dei supermercati e senza bisogno di bustarelle!
Fa incazzare quando si guarda televisore e , una volta all'anno, si racconta che alcuni extracomunitari sono stati beccati perché vendevano merce contraffatta.
Chi se ne frega! Scusate: ci sono migliaia di queste persone che i tutti i giorni sfrecciano i codici civile ed anche quello penale e voi, su 200 leggi che tutti i giorni usano per pulirsi il culo voi parlate di merce contraffatta? Chi se ne frega!
E' errato pensare che il CITTADINO si senta preso per i fondelli dal "negro" di turno che ottiene senza spesa e fatica?

Nel mondo della casa esistono delle leggi per le quali non è possibile affittare ad un italiano con prole numerosa un monolocale striminzito: Decreto del Ministero della Sanità 5 luglio 1975. Come succede di vedere in 70m^2 una carrettata di abitanti senza che le solerti forze dell'ordine non intervengano come quando dei semplici italiani fanno una cosa del genere?
Come succede ancora nel traffico della strada, sovente zelanti vigili mi fermano per controllare la mia regolarità. Mi sembra improbabile che di fronte a cotanto controllo autovetture neppur degne di questo nome tanti e tali sono i pezzi che mancano all'appello, continuino ad essere presenti sulle nostre strade.
E' errato pensare che il CITTADINO si senta preso per i fondelli dal "negro" di turno: non deve sottostare a noiose e costose revisioni, multe ecc?

Si devastano i cittadini con leggi come quella sulla televisione di difficile comprensione, ancor oggi non si capisce (non lo sa la RAI!) se guardando la televisione con un cellulare in streaming si debba pagare la gabella o meno. Poi basta andare in qualsiasi palazzone di extracomunitari dove le parabole sorgono funghescamente per scoprire che costoro non conoscono neppure l'esistenza di tale pagamento. Stesso discorso per i tanto vituperati campi nomadi.
Sempre parlando di campi nomadi, visto che alcuni di questi sono cittadini italiani, sempre con riserva di essere sopra la legge, non si capisce per quale motivo non debbano pagare la tassa sulla televisione, sulla spazzatura, irpef, ici, acqua, eccetera.
E' errato pensare che il CITTADINO si senta preso per i fondelli dallo stato che premia figli non suoi?

Forse evitare di favorire nelle graduatorie persone già certificate colpevoli di reati come la clandestinita, come e' accaduto per gli asili di Milano o per gli alloggi in lombardia non sarebbe forse giusto coscienziosamente?

Ma i campi nomadi sappiamo essere delle zone franche, come Livigno, un posto dove la Guardia di Finanza non entra neppure a controllare come può esserci un'auto da € 85.000 nuova di trinca, targa italiana, quando il sottoscritto ha avuto una verifica fiscale possedendo ben meno, gia' il redditometro colpisce chi paga.
E' errato pensare che il CITTADINO si senta preso per i fondelli ?

Ancora una volta non si capisce perché in caso di controllo in un'azienda da parte delle forze dell'ordine si controlli come prima cosa se agli eventuali extracomunitari vengano lesi i diritti e quando alla richiesta della documentazione del lavoratore in questione venga risposto che i suoi documenti li sta tenendo in mano nella cartelletta insieme a tutti gli altri, noi non facciamo discriminazioni come i controllori. al terzo "si, ma dove sono?" capiamo che l'ordine alfabetico e' uno sconosciuto. Come la frase "la legge è uguale per tutti".

A questo punto è divertente leggere gli articoli di giornale che riportano un malcontento strisciante sulla presenza di costoro come se i razzisti siano abbarbicati all'idea della pelle colorata o della lingua sconosciuta.
Forse anziché parlare leggi sull'emergenza basterebbe applicare la legge che si applica agli indigeni anche a questi nuovi soggetti esistenti sul nostro territorio poiché non è giusto che un italiano di Bologna finisca in galera quando una persona di Bali sia esonerato dall'entrare nelle patrie galere.
Altrimenti si premia il mafattore istigando alla delinquenza anche gli indigeni...
Con dei risultati eccellenti.

E' errato pensare che il CITTADINO gia' vessato da uno stato sanguisuga tentacolare, mentre ha appena pagato l'ici, una multa per aver appoggiato una sedia nel posto sbagliato, si sente dare del malfattore dalla rai ed oggi, dopo appena ricevuto la notiziola dall'agenzia delle entrate che "non e' congruo"si senta preso per i fondelli dal "negro" di turno che non conosce l'impunita'?

E' errato pensare che se l'indigeno in questione e' alla frutta, gli girano ad elica e se e' una grandissima testa di cavolo possa sfogare le sue ira anziche' picchiando la moglie o giocando con la wii possa trovare congruo divertirsi con un "nero bastardo" che gli frega un biscotto?

A mio vedere nell'insieme dell'Italia l'itaGliano non e' razzista, solo un po' pirla.


6 commenti:

Anonimo ha detto...

Condivido il fatto che chi arriva in Italia dovrebbe avere gli stessi doveri di chi ci abitava, al limite qualche aiuto in più finché non trova un lavoro che gli permetta di vivere in modo degno. Sicuramente tutta la "fanfara" sul razzismo è gonfiata ad arte da governo e media (che sono servi) per dare agli italiani un bel capro espiatori su cui sfogarsi... Infatti è molto meglio che venga spaccata la testa al "negro" di turno piuttosto che al governante che ha fatto quelle leggi e norme che danno i "duiritti" agli immigrati. Comunque per vedere gente "privilegiata" fai prima a vedere in Italia tutti gli imprenditori professionisti ecc.. che non pagano le tasse sfrecciano con i loro bei SUV da 3000 di cilindrata in barba al codice delle strada portano i loro soldini all'estero (100 miliardi all'anno di capitali non pagati) !!!! Sicuramente è più facile picchiare l'extracomunitario (vorrei picchiare chi ha inventato questa parola orrenda) piuttosto che il manager che ti passa sopra con il suo Mercedes, se la legge deve essere uguale per tutti ma proprio tutti anche "lui".

Saluti
Paperolibero

blu-flame ha detto...

"gli imprenditori professionisti ecc che non pagano le tasse"

Attento a non farti strumentalizzare: la maggior parte dei professionisti le tasse le pagano e molti han le pezze al culo.

un ambito, le PI, che conosco MOLTO bene.

La barzelletta che il pro comprava la porsche e la scaricava, cosa impossibile fino al 2007, sai quante volte queste orecchie l'hanno sentita da sedicenti comunisti?
Quando gli dicevi che il massimo scaricabile era il 50% del valore di una panda farfugliavano leggi inventate li per li, urlavano e ti additavano come nemico del popolo. Tutti uguali ripetevano le stesse parole e farfugliamenti, a mo di vangelo.

Una volta ho rischiato di essere picchiato da un gruppo per aver detto come e' fatta la legge italiana.

SVEGLIA!

se poi le PI possiedono un bene come un suv da 100.000 euri devono essere "congrui" altrimenti ti bussano alla porta,similmente a come mi e' capitato per aver dichiarato nel 2006 molto meno del 2005: perdere il lavoro per un pro non e' ammesso!

se poi ti fai male, sono azzi tuoi.


L'evasione NASCE da chi dice di odiarla, dall'utente finale, dal popolo e dall'operaio: quando vanno ad acquistare un bene/servizio chiedono a tutti i costi, anche quando non si puo', di evitar di pagare gabella.

L'evasione prosegue sul secondo lavoro IN NERO (quando non e' il primo)

Quando ho chiesto la fattura all'imbianchino era quasi felice, anche se non si ricordava come andava fatta, perche QUUALCOSA comunque doveva dichiare nell'intero anno e spesso faceva fatture agli amici per averne almeno un paio. (agosto: fatt numero 3)

Dimenticavo: molti prodotti della GDO, che piace tanto agli operai (che abbiamo visto spesso non pagano le tasse) una volta si sarebbero chiamati di contrabbando.

Nessuna forza (politica? sindacato?) dice cio?

e le stesse quando arrivano dei made in italy fatti in romania???

ma il discorso sarebbe lungo.

Per i suv: Sai che non amo un ossimori tenologici e gli Strumenti inefficaci.
MA guarda che mooolti suv sono in mano a stipendiati di fascia alta (conoosco chi ha in busta 15.000euri) ed ora con la nuova generazione economica, tipo il quashai, sono in mano a molti impiegati e operai desiderosi di incidenti ma che prima non potevano permettersi di apparire idioti.

Guarda sempre oltre la siepe.

IL PRODOTTO LO FA IL CLIENTE!

Sul rompere la testa ai legislatori, spesso le mani mi prudono.

Anonimo ha detto...

Hai perso un lettore

blu-flame ha detto...

Beh, in un blog che prova a ribaltare i punti di vista e' normale che non abbia i lettori di un tom's, che incensa i prodotti, o di un Grillo che NON indica una via da inseguire ma mostra dei "colpevoli" (alcuni, pochi, reali).

:-)

Ovvio che quando dici che il razzismo in italia ha sfaccettature bizzantine, e rispondi da ATEO politicamente alle persone a cui e' NON stato insegnato a vedere le colpe dell'italia nello specchio ma di quardare con cattiveria ed invidia a chi ha piu' culo di noi...

Anche a me piacerebbe disporre di 100.000 euri da buttare in automobili (una elise, una XF, una DS.... una renna di babbo natale) Ma il fatto che qualcun altro possa non ne fa automaticamente un malfattore.
Se lo pensiamo siamo aciduli invidiosi incapaci di capire con i nostri cervelli alcunche'.


Quale sia il tuo caso, neri, rossi, poveri o ricchi penso che nessuno puo scagliare la famosa pietra.

nessuno.

L'unica cosa che mi permette di dormire sereno e' di essermi sempre comportato, finora, alquanto rettamente.

Per ridere: una volta ho avuto in mano 600.000 euri di una persona che mi fece un "torto".

Oggi potrei essere in brasile.

ho preferito dormire sereno.

La gente ama il nero, essere presa in giro dalle aziende, dai rossi o azzurri e complicarsi la vita.
Poi si chiede come fa il loro dentista e sindaco (qualsiasi colore), eletto sempre da loro, a fare il nero chiesto dea loro e lucrare sugli appalti.

Quando vorro' alzare gli ascolti diro' che d'almberlusca e' figo e che i comunisti delle liberta' sono bravi e magari la sinidestra e' la via da seguire.

i ricchi sono bastardi, i padroni ladri, e gli operai scansafatiche come gli inutili impiegati.

Al che diro' anche che l'idrogeno e' una fonte d'enerHARG (no, non ci riesco ancora) e che un tv coreano da pochi soldi e' hdtv

:-)

Anonimo ha detto...

Che qualunquismo, che banalità, che vergogna, si dovresti proprio vergognarti.......

blu-flame ha detto...

e' molto interessante vedere che molta gente, non solo in questo blog, non vede oltre il proprio naso.
Il pirlotto che scrive come pensi che sappia certe cose? Semplice ha aiutato degli extra.
Ma il fatto che aiuti perone bisognose non vuol dire che la MIA permanenza qui mi interessi di meno...

Molto piu' semplice cercare di offendere, ma mi raccomando NASCONDENDOSI.
Qui io ho la mia faccia ed il mio blog contiene il mio indirizzo di residenza.

La prox vedete di essere un po' piu' coraggiosi e mettere la vs faccia e firmarvi.
Ma soprattutto chiedetevi se tutto quello che conoscete sugli extra, sugli itagliani non abbienti (quelli che non riescono a mangiare), sulle leggi italiane corrispondano a verita' o sono favole che vi ha inculcato qualcuno...