sabato, settembre 06, 2008

furfantPASS





ecopass


Innanzitutto è una gabella assolutamente ingiusta, se tutti i comuni facessero la medesima cosa per transitare attraverso la Lombardia bisognerebbe pagare decine di gabelle nell'arco di una giornata. Non si capisce infatti perché Milano possa farlo e Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo e Monza non possano fare la stessa cosa. Un rappresentante dovrebbe suicidarsi. Propongo una legge per la quale i residenti nel comune incriminato debbano pagar gabella all'ingresso di qualsiasi altro comune che non sia il loro. Dopotutto questa cosa assomiglia molto alle strisce per il parcheggio dei residenti poste sulla pubblica via: un ossimoro legislativo che non dovrebbe neanche attraversare la mente di un legislatore.

Questa è l'analisi fatta dal comune di Milano pochi giorni prima della partenza dell' eco pass, d'ora in poi gabella.
I RISULTATI ATTESI · riduzione delle autovetture in ingresso all'area del 10%; · riduzione del 30% delle emissioni di PM10 allo scarico nell'area della Cerchia dei Bastioni, senza aumenti fuori dell'area dove il livello delle emissioni resta invariato; · maggiore controllo della circolazione dei veicoli per il trasporto merci; · incremento della velocità commerciale dei mezzi di trasporto pubblico.



Vediamo di analizzare i risultati a posteriori dopo quasi 6 mesi.

· riduzione del 30% delle emissioni di PM10 allo scarico
questa è la più divertente: se la riduzione di autovetture aspettata è il 10% come è possibile? visto anche i trend delle immatricolazioni di autovetture che si stanno spostando decisamente verso il gasolio raggiungendo il picco del 64% del immatricolato con ciclo diesel sarebbe lecito un aspettarsi un equivalenza. Forse occorre la bacchetta di un mago. Forse portando al comune di Milano autovettura a gasolio loro ne forniscono una a benzina.
Inutile dire che sebbene l'inquinamento non è possibile paragonarlo rispetto all'anno precedente per le diverse condizioni ambientali di due anni nessun osservatore scientifico si era azzardato a confermarono stupidate del genere. comunque i dati danno un 3% seguendo l'estapolazione
MANCATO

maggiore controllo della circolazione dei veicoli per il trasporto merci;
alcuni corrieri si sono organizzati in maniera da inviare anziché un camion singolo diversi furgoni. Questo ha determinato anche un incremento del costo di alcuni generi.
MANCATO

incremento della velocità commerciale dei mezzi di trasporto pubblico.
Questa incremento avrebbe dovuto essere dovuto all'energia divina. Una preghiera dell'assessore ai trasporti tutti i giovedì mattina avrebbe consentito un'accelerazione sensibile e sicuramente misurabile dovuta questa pratica. Peccato che gli Dei abbiano decretato che la questione non meriti la loro attenzione.
MANCATO

In compenso stando alle statistiche e a ciò che si vede sul campo l'unica cosa ottenuta è stato un aumento del nervosismo generale del traffico, con maggiori probabilità di incidenti, e un maggiore deprezzamento locale delle autovetture con più di un paio di anni di vita costringendo le famiglie che fino ad oggi non avevano cambiato autovettura confidando nel buon cuore e nell'intelligenza ecologica dei vigili. Questo ha sicuramente incrementato globalmente l' inquinamento e per via del downsizing
ad una minore sicurezza sulle strade.

L'Ecopass non ha migliorato l'aria di Milano, lo dice Laboratorio ricerca ambientale della Società italiana di medicina generale (Simg).

Comunicato di Milano: "In questo senso è stata riscontrata un’associazione significativa tra ricoveri per patologie respiratorie e concentrazione media giornaliera di PM10 le ospedalizzazioni sono state 6.026, nell’anno precedente, il 2007, erano state 6.182 "
a questo punto chi mastica appena appena un pochino di matematica dovrebbe subito arrabbiarsi. Già perché sebbene vengano presentati degli studi che in qualche modo raccontano che determinate patologie sono legate ai PM 10, e su alcune di queste non ci piove, le comunicazioni fornite dal comune di Milano assolutamente sono inesatte. Nel fornire cifre si sono semplicemente dimenticati di fornirci di quanto i PM 10 siano diminuiti: non è presente il dato le comunicato stampa, non è presente nelle laide allegate in un formato segreto Microsoft. Potrebbe anche venirci sospetto che questo inquinante addirittura è aumentato. Si porta inoltre una cifra di ospedalizzazione in come se fossero collegate in maniera automatica immediata e proporzionale alla concentrazione degli inquinanti, che ricordo sconosciuta.
Dare una fluttuazione del 2% senza sapere qual è la fluttuazione degli anni precedenti potrebbe semplicemente rientrare nei dati statistici. È normale che se la riduzione non è netta, ed anche in quel caso va ricercata l'esatta causa della variazione, una riduzione inferiore al 10% si presta a giochini, anzi all'inizio del provvedimento quando si suonavano trombe e clamori vi è stato anche un aumento dell'8%. È anche vero che non è solo il traffico il generatore di questo tipo di inquinanti. Voglio ricordare che in piazza Duomo a Milano le centraline di greve rilevazione dello smog sono andate a fondo scala per il fumo delle sigarette che migliaia di fumatori accendevano in zona.

Questo vuol dire che alcune di queste patologie sono legate anche a questi fenomeni, potrei anzi dire che il divieto di fumo nei locali ha sicuramente diminuito i ricoveri per asma molto di più dell'eco pass. Anzi visto che alcuni locali cominciano solo adesso a risultare puliti, lo dice qualcuno che appena arriva il fumo di sigaretta si ritrova il naso nel fazzoletto, sicuramente questo ha contribuito a diminuire quel numero è stato utilizzato a provar la bontà del provvedimento automobilistico.
Ancora una volta una cosa è sicurissima: chi ci governa pensa che siamo una massa di idioti, pensa che la matematica si un' opinione da piegare alle loro intenzioni, ci fornisce dati falsi e tendenziosi. Tutto ciò indipendentemente dal colore politico. L'unica differenza tra due schieramenti e la modalità: la destra la fornisce appoggiando la nessun banco con nonchalance, la sinistra la ripeta pappagallo illustrandola come se fosse una divinità.


Un altro dato che emerge tranquillamente dai dati forniti dal comune di Milano è l'aumento netto dei veicoli nuovi di pacca: ancora una volta i cittadini hanno dovuto pagare per cambiare automobile, questo ha fatto sì che l' inquinamento locale diminuisse di poco ma contemporaneamente aumentasse di parecchio l' inquinamento globale: ricordiamoci che costruirono autovettura non è propriamente una cosa ecologica.

Per lo stesso motivo possiamo tranquillamente dire che fra l'aumento dei costi dei servizi che si sono dovuti adeguare alla nuova boutade è al diminuito potere economico dovuto all'onerosità dell'acquisto della nuova autovettura per coloro i quali non ne possono fare a meno Milano è diventata una città più povera e più cara. Altro effetto collaterale di questa tendenza è durante l'acquisto di nuovi veicoli è il downsizing: meglio automobile economica ed insicura ma ottemperante alle ultime norme che un veicolo sicuro. Dopotutto andando così le cose l'auto nuova sarà cambiare tra pochi anni, all'arrivo della nuova normativa. Meglio risparmiare.

Un'altra cosa che mi dà prurito e mi piacerebbe sapere che questa: visto che le telecamere in grado di fare ocr sulle targhe sono state montate poco prima dell'inizio della gabella, visto che non esisteva questa struttura informatica in precedenza come sono stati ottenuti i dati di variazione che è soprattutto all'inizio corrispondevano così clamorosamente con le aspettative del comune? dal momento che non pensa che ci fosse un plotone di vigili che prendeva nota di tutte le 100.000 le auto che giornalmente passano i bastioni mi devono dire come hanno ottenuto i dati. Forse le telecamere hanno già installate ma visto che in alcuni varchi sono state montate in quel di ottobre e novembre.... il sospetto che non sia variato più di quel tanto... e.....



altro report divertente:
http://www.comune.milano.it/dseserver/ecopass/report/report_febbraio2008.pdf
se letto con una certa cattiveria si può tranquillamente affermare che l'eco pass e nei primi due mesi dell'anno ha aumentato il PM 10 nell'area milanese. Nell'area eco pass infatti è continuata la discesa che esisteva già precedentemente, ricordiamo che le automobili nuove a gasolio vanno molto meglio di quelle vecchie ed è normale un ricambio generazionale che prosegue più o meno linearmente. Per questo motivo la diminuzione verso il basso del inquinante dopo il piccolo ha avuto negli anni scorsi con successo del automobili a ciclo diesel era in netta discesa costante. Nelle adiacenze invece dell'area protetta i poveri disgraziati che non volevano non potevano entrare in quest'area hanno cominciato a percorrere più chilometri per fare le medesime cose aumentando così l' inquinamento all'esterno dell'area. Questa cosa è bene evidenziata nella bellezza di diverse tabelle e sarebbe necessario fare un preciso studio. Uno studio preciso come quello che avrebbe fatto nelle zone dove togliendo i parcheggi aumenta il tempo di percorrenza e l' inquinamento. Va di moda infatti specie in alcune zone che sono ben evidenziate dalla tabella trasformare i posti auto pubblici in posti auto pagamento con il risultato che la gente preferisce percorrere 1 km o due in più alla ricerca del posto libero anziché fermare subito la macchina.


L' unica cosa veramente certa è l'enorme introito del comune di Milano.
parlano di 40.000.000 euri 77.450.800.000 lirette all'anno.


Al solito,
i dane'!

Nessun commento: