martedì, luglio 13, 2010

Inutili risolini


solitamente quando mi trovo in compagnia e per qualche motivo esce la parola vibratore si innesca un rocambolesco divenire di vari e strani comportamenti tutti incentrati sui ddoppi sensi.
Se si prova incautamente ad affermare che nasce come strumento medico e solo successivamente, molto tempo dopo, si trasforma in strumento per versione l'incredulità aleggia pesante.
Alcune volte si giunge persino al dileggio del sottoscritto come se avessi inventato la notizia esclusivamente per poter fare una esagerata sparata.
Mi dispiace per coloro i quali, purtroppo ci sono anche dei giornalisti che parlano di sesso sulla carta senza conoscerlo, pensano che il vibratore nasca esclusivamente per un uso ludico.
Questo strumento è uno dei primi elettrodomestici che arrivò nelle case, dopo le lampadine ma prima dei frigoriferi, nacque poiché le donne dell'epoca venivano massaggiate sul clitoride dai medici per prevenire le isterie. Questo era un lavoro noioso e stressante così che qualcuno inventò uno strumento perché venisse compiuto in maniera automatica.
Solo successivamente si scoprì che l'isteria nasceva dalla mancanza di sesso e quello che si andava a provocare altro non era che un orgasmo femminile.

Anche a voi succede di essere presi per bugiardi quando dite cose cosi' banali?

Nessun commento: