lunedì, gennaio 28, 2008

28 gennaio 1986


Attivissimo ricorda questo tragico evento (e gli copio la foto)

mi ricordo dell'avvenimento come se fosse ieri, vidi tutte le volte che veniva trasmesso il filmato in cui si vedeva benissimo il trasformarsi nell'astronave in un pezzo di lamiera che cadeva verso l'oceano. E nonostante che i nostri telegiornali negassero la possibilità che vi fosse qualcuno ancora in vita regolarmente sostenevo il contrario. Fino all'ultimo la struttura della cellula abitativa sembrava intatta e verso la fine, ma forse è stato solo un effetto dell'aerodinamica del velivolo, sembrava che ci fosse un richiamo, il tentativo di alzare il muso.

Qualcuno disperato che tirava la cloche verso di se' con tutte le sue ultime speranze.... questa era la mia tragica sensazione del momento.

Fu uno shock anche scoprire che quello che era un vanto mondiale, un manufatto che odorava di stelle, il protagonista dei miei poster diveniva un banale oggetto meccanico guasto la cui difettosità uccideva gli occupanti con la stessa enormemente tragica banalità di un furgone guasto.

2 commenti:

Latente ha detto...

cacchio, 1986, avevo 11 anni e lo ricordo ancora perfettamente, e poi il 26 aprile chernobil e i missili a lampedusa e il vino al metanolo.
chissà parchè mi ricordo tutto.

Anonimo ha detto...

anche io mi ricordo tutto.

soprattutto il reattore numero 4 di chernobyl e l'aria che in quella primavera sembrava così limpida.

L.H.